Crea sito

Toilette genito-anale - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Toilette genito-anale

Procedure OSS > Bisogno di igiene personale

SChEDA DI VALUTAZIONE DEL CONCORSO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO
Igiene e cura della persona: IGIENE PERINEALE          

              
1   " Esegue il lavaggio sociale delle mani   IR
2   " Prepara il materiale occorrente:   
         guanti monouso,   
       detergente a ph neutro,   
       spugnetta monouso o falda di cotone o garze,   
         padella,   
       bricco con acqua calda a 43°-46° ,   
       tela cerata,asciugamano individuale o carta ,   
       biancheria personale pulita ,   
       biancheria pulita per il letto,   
         contenitore rifiuti,   
       carrello per la biancheria sporca   
3   " Identifica il paziente, si presenta, lo informa della procedura che si sta per eseguire e si accerta   
     che abbia compreso   
  "   valuta il livello di collaborazione,   IR
  " garantisce la privacy e predispone l'ambiente al fine di effettuare liberamente le manovre   
4   " Protegge la biancheria del letto con tela cerata facendo assumere la posizione decubito supino   IR
  " Indossa i guanti   
  " Se la persona assistita è collaborante far flettere e divaricare le gambe sollevare il bacino e   
     posizionare la padella; se la persona assistita non è collaborante girare su di un lato ,   
     posizionare la padella e girarlo di nuovo.   
5   " Inizia la detersione partendo dal pube e comprendendo la cute della regione inguinale   
  " Procede con la detersione dei genitali cambiando il materiale utilizzato ad ogni passaggio ed   
     eliminandolo nel contenitore nel porta rifiuti in base al seguente ordine.   
  "   UOMO:         
  "   scoprire il glande ritraendo il prepuzio far scorrere l'acqua utilizzando il bricco   
  "   detergere il glande con movimento rotatorio partendo dal meato uretrale   
  "   pulire il pene, lo scroto e la regione perianale   
  " sciacquare   con acqua calda e asciugare con cura ricoprire il glande col prepuzio   
  " DONNA:         
  "   divaricare le piccole e le grandi labbra utilizzando la mano non dominante   
  "   far scorrere l'acqua calda con il bricco   
  "   detergere dal meato uretrale verso l'ano e dall'interno verso l'esterno( meato uretrale,   
     piccole labbra e grandi labbra) con movimenti unidirezionali.   
  " sciacquare con acqua corrente e asciugare con cura   
  PERSONA ASSISTITA PORTATRICE DI CATETERE VESCICALE:   
  " Rimuovere il cerotto di ancoraggio del catetere con garza e solvente   
  " Asportare eventuali secrezioni presenti sul catetere in prossimità del meato utilizzando garze   
     pulite         
  " Procedere dal meato uretrale verso l'esterno con movimento rotatorio   
  " Evitare di trazionare il catetere   
  " Fissare il catetere con cerotto ipoallergico variando la sede   
  " Rimuove la padella   
  " Posiziona la persona assistita in decubito laterale e pulisce la regione sacro-glutea,   
     riposizionandola in modo confortevole   
6   " Sostituire, se necessario, la biancheria del letto e personale   
     
7   " Smaltisce il materiale di rifiuto come da normativa vigente   
  " provvede al riordino del materiale usato   


rimuove i guanti   IR
"   esegue il lavaggio sociale delle mani   
8   " Valuta la risposta del paziente alla procedura

" Registra nella documentazione infermieristica: la procedura eseguita e quanto altro degno di nota.

CERTIFICAZIONE

"  Analisi del retroterra teorico ( somministrazione test finalizzato alla certificazione ).
"  Dimostrazione dell'apprendimento cognitivo, gestuale e relazionale della tecnica infermieristica.
"  Valutazione dell'apprendimento: esecuzione della tecnica con utilizzo della check list

IR= IRRINUNCIABILE. Con IR vengono identificati

gli step che devono essere necessariamente eseguiti

VALUTAZIONE

<18 insufficiente non esegue la tecnica.(proposta di percorso di recupero: tutorato personale finalizzato all'analisi dei bisogni formativi ed alla sistematizzazione
delle conoscenze).

18 sufficiente- esegue la tecnica con modalità standard

21 discreto esegue la tecnica con modalità standard, è
capace di motivare i gesti

24 buono esegue la tecnica con modalità standard, è capace di motivare i gesti agisce con sicurezza e destrezza
27 distinto esegue la tecnica con modalità standard, è capace di motivare i gesti agisce con sicurezza e destrezza è capace di descrivere le complicanze
30 ottimo esegue la tecnica con modalità standard, è capace di motivare i gesti agisce con sicurezza e destrezza è capace di descrivere le complicanze esegue la tecnica dimostrando
l'acquisizione di elevata capacità gestuale, cognitiva
LAP (livello accettabile di performance >=18/sufficiente )





 

IGIENE PERINEALE DELL'UOMO


Obiettivo   Eseguire l'igiene perineale ad un uomo adulto immobilizzato a letto, vigile, orientato nel tempo e nello   spazio, per garantirne il benessere e prevenire le infezioni delle vie urinarie

Materiale occorrente  Bricco con acqua a 35-37°C, padella, manopole monouso o falde di cotone, detergente saponoso (pH 5,5),   asciugamani, telo impermeabile/assorbente, guanti monouso, contenitori per rifiuti e per biancheria,indumenti personali, termometro per acqua, paravento se occorre

Tempo massimo di esecuzione previsto: 15 minuti

Preparazione

1   Togliere i monili e l'orologio
2   Lavare le mani
3   Preparare tutto il materiale occorrente
4   Salutare la persona e presentarsi
5   Identificare la persona
6   Garantire il rispetto dell'intimità e della riservatezza della persona
7   Fornire alla persona le informazioni necessarie e raccoglierne il consenso

Esecuzione

8   Controllare e se occorre intervenire sul microclima
9   Calzare i guanti monouso
10   Proteggere il letto con telo impermeabile/assorbente qualora non fosse presente
11   Aiutare la persona a rimuovere gli indumenti e farle assumere la posizione supina con gli arti inferiori divaricati e le ginocchia flesse
12   Coprire gli arti inferiori con l'asciugamano o con il lenzuolo
13   Invitare o aiutare la persona a sollevare il bacino e posizionare la padella
14   Osservare le caratteristiche della cute
15   Controllare la temperatura dell'acqua con il termometro (35-37° C), inumidire la manopola e versare il detergente
16   Versare l'acqua inumidendo la zona sovrapubica e la regione inguinale
17   Detergere la zona sovrapubica e la regione inguinale e sostituire il materiale
18   Retrarre il prepuzio (nell'uomo non circonciso), esporre e valutare il glande
19   Detergere il meato urinario e il glande con movimenti circolari procedendo verso la base del pene e sostituire il materiale
20   Detergere lo scroto e sostituire il materiale
21   Detergere la zona perianale
22   Risciacquare le zone deterse, asciugare tamponando con un asciugamano pulito e rivalutare le caratteristiche di cute e mucose
23   Ricoprire il glande con il prepuzio nell'uomo non circonciso
24   Rimuovere la padella, il telo impermeabile/assorbente e togliere i guanti
25   Eseguire l'igiene delle proprie mani con acqua e sapone o soluzione alcolica
26   Se occorre sostituire la biancheria del letto
27   Aiutare la persona a indossare gli indumenti puliti e ad assumere la posizione desiderata
28   Smaltire i rifiuti negli appositi contenitori e riordinare il materiale utilizzato
29   Lavare le mani
30   Registrare la procedura, l'esito e i dati utili sulla documentazione sanitaria


Azioni/Omissioni che mettono a rischio la sicurezza della persona e dell'operatore o l'efficacia della procedura

Non rispettare il tempo di esecuzione previsto
Non garantire il rispetto dell'intimità della persona
Non preparare tutto il materiale occorrente
Non comunicare con la persona durante la procedura
Non garantire l'asepsi



 IGIENE PERINEALE DELLA DONNA

Obiettivo   Eseguire l'igiene perineale ad una donna adulta immobilizzata a letto, vigile, orientata nel tempo e nello   spazio, per garantirne il benessere e prevenire le infezioni delle vie urinarie
Materiale occorrente     Bricco con acqua a 35-37°C, padella, manopole monouso o falde di cotone, detergente saponoso (pH 5,5), asciugamani, telo impermeabile/assorbente, guanti monouso, contenitori per rifiuti e per biancheria, indumenti personali, termometro per acqua, paravento se occorre

Tempo massimo di esecuzione previsto: 15 minuti

Preparazione

1   Togliere i monili e l'orologio
2   Lavare le mani
3   Preparare tutto il materiale occorrente
4   Salutare la persona e presentarsi
5   Identificare la persona
6   Garantire il rispetto dell'intimità e della riservatezza della persona
7   Fornire alla persona le informazioni necessarie e raccoglierne il consenso
Esecuzione
8   Controllare e se occorre intervenire sul microclima
9   Calzare i guanti monouso
10   Proteggere il letto con il telo impermeabile/assorbente qualora non fosse presente
11   Aiutare la persona a rimuovere gli indumenti e farle assumere la posizione supina con gli arti inferiori divaricati e le ginocchia flesse
12   Coprire gli arti inferiori con l'asciugamano o con il lenzuolo
13   Invitare o aiutare la persona a sollevare il bacino e posizionare la padella
14   Osservare le caratteristiche della cute dell'area perineale
15   Controllare la temperatura dell'acqua con il termometro (35-37° C) e inumidire la manopola versandovi il detergente
16   Versare l'acqua inumidendo la zona sovrapubica e la regione inguinale
17   Detergere la zona sovrapubica, la regione inguinale e sostituire il materiale
18   Divaricare le grandi e le piccole labbra utilizzando la mano non dominante, esporre il meato urinario, l'orifizio vaginale e valutare le caratteristiche di cute e mucose
19   Detergere il meato urinario con movimento unidirezionale procedendo verso l'ano e sostituire il materiale
20   Detergere le piccole labbra con movimento unidirezionale procedendo verso l'ano e sostituire il materiale
21   Detergere le grandi labbra con movimento unidirezionale procedendo verso l'ano e sostituire il materiale
22   Detergere la zona perianale
23   Risciacquare le zone deterse, asciugare tamponando con un asciugamano pulito e rivalutare le caratteristiche di cute e mucose
24   Rimuovere la padella, il telo impermeabile/assorbente e togliersi i guanti
25   Eseguire l'igiene delle proprie mani con acqua e sapone o soluzione alcolica
26   Se occorre sostituire la biancheria del letto
27   Aiutare la persona a indossare gli indumenti puliti e ad assumere la posizione desiderata
28   Smaltire i rifiuti negli appositi contenitori e riordinare il materiale utilizzato
29   Lavare le mani
30   Registrare la procedura, l'esito e i dati utili sulla documentazione sanitaria


Azioni/Omissioni che mettono a rischio la sicurezza della persona e dell'operatore o l'efficacia della procedura

Non rispettare il tempo di esecuzione previsto
Non preparare tutto il materiale occorrente
Non comunicare con la persona durante la procedura
Non garantire l'asepsi
Non garantire il rispetto dell'intimità della persona


IGIENE PERINEALE DELL'UOMO PORTATORE DI CATETERE VESCICALE A PERMANENZA



Obiettivo  Eseguire l'igiene perineale ad un uomo portatore di catetere vescicale a permanenza, immobilizzato a letto,vigile, orientato nel tempo e nello spazio, per garantirne il benessere, prevenire le infezioni, evitando i traumi uretrali e la dislocazione del catetere vescicale

Materiale  occorrente Bricco con acqua a 35-37°C, padella, manopole monouso o falde di cotone, detergente saponoso (pH 5,5),  asciugamani, telo impermeabile/assorbente, guanti monouso, contenitori per rifiuti e per biancheria, indumenti personali, cerotto ipoallergenico, paravento se occorre, termometro per acqua


Tempo massimo di esecuzione previsto: 15 minuti

Preparazione

1   Togliere i monili e l'orologio
2   Lavare le mani
3   Preparare tutto il materiale occorrente
4   Salutare la persona e presentarsi
5   Identificare la persona
6   Garantire il rispetto dell'intimità e della riservatezza della persona
7   Fornire alla persona le informazioni necessarie e raccoglierne il consenso

Esecuzione

8   Controllare e se occorre intervenire sul microclima
9   Calzare i guanti monouso
10   Proteggere il letto con telo impermeabile/assorbente qualora non fosse presente
11   Aiutare la persona a rimuovere gli indumenti e farle assumere la posizione supina con gli arti inferiori divaricati e le ginocchia flesse
12   Coprire gli arti inferiori con l'asciugamano o con il lenzuolo
13   Invitare o aiutare la persona a sollevare il bacino e posizionare la padella
14   Osservare le caratteristiche della cute, le condizioni del catetere e rimuovere il cerotto di fissaggio
15   Controllare la temperatura dell'acqua con il termometro (35-37° C), inumidire la manopola e versare il detergente
16   Versare l'acqua inumidendo la zona sovrapubica e la regione inguinale
17   Detergere la zona sovrapubica, la regione inguinale e sostituire il materiale
18   Retrarre il prepuzio (nell'uomo non circonciso), esporre e valutare il glande
19   Detergere il meato urinario e il glande con movimenti circolari procedendo verso la base del pene e sostituire il materiale
20   Detergere il catetere vescicale allontanandosi dal meato urinario, rimuovendo eventuali secrezioni senza trazionare il catetere vescicale e sostituire il materiale
21   Detergere lo scroto e sostituire il materiale
22   Detergere la zona perianale
23   Risciacquare le zone deterse, asciugare tamponando con un asciugamano pulito e rivalutare le caratteristiche di cute e mucose
24   Ricopre il glande con il prepuzio nell'uomo non circonciso
25   Rimuovere la padella, il telo impermeabile/assorbente e togliere i guanti
26   Eseguire l'igiene delle proprie mani con acqua e sapone o soluzione alcolica
27   Fissare il catetere con cerotto ipoallergenico sulla zona sovrapubica allo scopo di prevenire le trazioni durante i movimenti e le lesioni uretrali
28   Se occorre sostituire la biancheria del letto
29   Aiutare la persona a indossare gli indumenti puliti e ad assumere la posizione desiderata
30   Smaltire i rifiuti negli appositi contenitori e riordinare il materiale utilizzato
31   Lavare le mani
32   Registrare la procedura, l'esito e i dati utili sulla documentazione sanitaria

Azioni/Omissioni che mettono a rischio la sicurezza della persona e dell'operatore o l'efficacia della procedura

Non rispettare il tempo di esecuzione previsto
Non preparare tutto il materiale occorrente
Non comunicare con la persona durante la procedura
Non garantire l'asepsi
Trazionare il catetere vescicale durante l'igiene
Rimuovere il catetere vescicale durante l'igiene
Non garantire il rispetto dell'intimità della persona







 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu