Crea sito

Da 131 a 140 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 131 a 140

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Infermiere ASL8 > Da 101 a 200

131 AL DISTRETTO:

A) Sono attribuite risorse definite in rapporto agli obiettivi di salute della popolazione di riferimento


B) Non sono attribuite risorse finanziarie ma solo risorse umane e materiali

C) Sono attribuite tutte le risorse necessarie a garantire la salute della popolazione di riferimento

Il  distretto assicura  i  servizi  di  assistenza  primaria  relativi  alle  attività sanitarie e sociosanitarie di cui all’articolo 3-quinquies, nonché il coordinamento delle
proprie  attività  con  quella  dei  dipartimenti  e  dei  servizi  aziendali,  inclusi  i  presidi ospedalieri,  inserendole  organicamente  nel  Programma  delle  attività  territoriali.  Al
distretto  sono  attribuite  risorse  definite  in  rapporto  agli  obiettivi  di  salute  della popolazione di riferimento. Nell'ambito delle risorse assegnate, il distretto è dotato di
autonomia  tecnico-gestionale  ed  economico-finanziaria,  con  contabilità  separata all'interno del bilancio della unità sanitaria locale.

132 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVA AL D.M. 14/9/94 N° 739 (PROFILO PROFESSIONALE DELL'INFERMIERE) È FALSA?

A) L'infermiere non ha la responsabilità della valutazione dell'intervento assistenziale

B) L'infermiere partecipa all'identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività

C) L'infermiere contribuisce alla formazione del personale di supporto

133 A QUALI COMPITI GENERALI ASSOLVE IL COLLEGIO PROFESSIONALE DEGLI INFERMIERI PROFESSIONALI (IPASVI)?

A) Difesa degli interessi generali, derivanti dalla natura giuridica di ente pubblico territoriale, unitamente alla rappresentanza di categoria

B) Difesa degli interessi del territorio, generalmente coincidente con quello della Provincia

C) Difesa degli interessi della categoria professionale, per la natura di associazione del Collegio

134 CHOOSE THE BEST WORDS TO COMPLETE THIS SENTENCE: I'D INVITE HIM TO MY DINNER PARTY IF HE ____ TOO MUCH.

A) *didn't drink

B) will drink

C) would be drunk

135 PER ABORTO COMPLETO SI INTENDE:

A) L’espulsione parziale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi

B) La morte del prodotto del concepimento senza che vi sia la sua espulsione all’esterno

C) L’espulsione completa e totale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi

136 IN STATISTICA COME VIENE DEFINITA L’IPOTESI CHE SI VERIFICA QUANDO NON VIENE ACCETTATA LA VERITÀ DELL’IPOTESI NULLA?

A) Ipotesi primaria

B) Ipotesi zero

C) Ipotesi alternativa

137 A NORMA DELL'ART. 2, LETT. B), D. LGS. N. 151/2001 (TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITÀ E DELLA PATERNITÀ) PER "CONGEDO DI PATERNITÀ" SI INTENDE:

A) L'astensione dal lavoro del lavoratore fruita nel corso della gravidanza della madre del nascituro

B) L'astensione dal lavoro del lavoratore, fruito in alternativa al congedo di maternità

C) L'astensione dal lavoro del lavoratore fruito nel corso del puerperio della madre del bambino

2. Definizioni.
(legge 30 dicembre 1971, n. 1204, articoli 1, comma 1, e 13)
1. Ai fini del presente testo unico:

a) per «congedo di maternità» si intende l'astensione obbligatoria dal lavoro della lavoratrice;
b) per «congedo di paternità» si intende l'astensione dal lavoro del lavoratore, fruito in alternativa al congedo di maternità;
c) per «congedo parentale», si intende l'astensione facoltativa della lavoratrice o del lavoratore;
d) per «congedo per la malattia del figlio» si intende l'astensione facoltativa dal lavoro della lavoratrice o del lavoratore in dipendenza della malattia stessa;
e) per «lavoratrice» o «lavoratore», salvo che non sia altrimenti specificato, si intendono i
dipendenti, compresi quelli con contratto di apprendistato, di amministrazioni pubbliche, di privati datori di lavoro nonché i soci lavoratori di cooperative.
2. Le indennità di cui al presente testo unico corrispondono, per le pubbliche amministrazioni, ai trattamenti economici previsti, ai sensi della legislazione vigente, da disposizioni normative e
contrattuali. I trattamenti economici non possono essere inferiori alle predette indennità.

138 LE FASCE ELASTICHE SI APPLICANO AGLI ARTI PROCEDENDO:


A) Dalla parte prossimale a quella distale

B) Indifferentemente dall’una o dall’altra

C) Dalla parte distale a quella prossimale

139 SE DOPO ESSERE STATO SOTTOPOSTO A PUNTURA LOMBARE UN PAZIENTE LAMENTA CEFALEA, QUALE TRA I SEGUENTI INTERVENTI INFERMIERISTICI È OPPORTUNO ATTUARE?

A) Fargli assumere la posizione supina eventualmente senza cuscini

B) Insegnare al soggetto esercizi di respirazione profonda da eseguire ad intervalli di due ore

C) Mantenere il paziente in posizione semiseduta con eventuale somministrazione di Ossigeno

140 LA MALATTIA DI PARKINSON NON PRESENTA:

A) Disturbi della sfera visiva

B) Disturbi della sfera emozionale

C) Disturbi della sfera motoria
La malattia di Parkinson causa spesso problemi visivi; molte persone sviluppano una diplopia (vista doppia) o un appannamento della vista. Nella maggior parte dei casi, questi disturbi sono dovuti a un deficit di dopamina nei gangli basali che ha effetto sui muscoli oculari.
Nelle fasi avanzate della malattia spesso si manifestano anche allucinazioni visive legate a un sovradosaggio dei farmaci dopaminergici. Il ricorso a terapie appropriate e una correzione della dose possono contribuire a ridurre al minimo questi disturbi visivi. Se il movimento delle palpebre avviene troppo di rado, gli occhi diventano rossi o secchi e il medico può prescrivere delle lacrime artificiali (colliri a base di metilcellulosa).





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu