Crea sito

Quiz preselezione 311 -320 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 311 -320

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Olbia > Da 301 a 400

311 IL DALTONISMO È:
A)  La riduzione del deficit visivo
B)  Il mancato sviluppo della statura
C) Un'incapacità di distinguere i colori

Il daltonismo consiste in una cecità ai colori, ovvero nell'inabilità a percepire i colori (del tutto o in parte). È un difetto di natura prevalentemente genetica.
www.biancofrancesco.altervista.org

312 IN QUANTI PERIODI SI DIVIDE COMUNEMENTE L'ETÀ DELLA CRESCITA?

A)  Tre: infanzia, adolescenza e giovinezza
B)  Due: infanzia e adolescenza
C) Quattro: infanzia, fanciullezza, adolescenza e giovinezza


www.biancofrancesco.altervista.org

313 LA COSIDDETTA "PRIMA INFANZIA" TERMINA COMUNEMENTE:

A)  Intorno ai due anni

B)  Con l'età scolare (dai sei anni in su)
C) Dopo i primi sei mesi di vita
il ciclo vitale viene suddiviso in varie fasce di età:

Neonato   fino a 28 giorni di vita
Lattante   dalle 4 settimane all'anno di vita
Prima infanzia:da 1 a 24 mesi di vita
Seconda infanzia  da 2 a 6 anni
Terza infanzia(fanciullezza, età scolare)dai 6 anni fino all'inizio della pubertà
Pubertà e Adolescenza  dalla comparsa dei caratteri sessuali fino a 22 anni c.a.

www.biancofrancesco.altervista.org

Prima età adulta  22-39 anni
Seconda età adulta   40-59 anni
Terza età  60-75 anni
Quarta età  75-90 anni
Quinta età  >90 anni
NOTA: la classificazione temporale degli stadi del ciclo vitale umano può variare leggermente a seconda delle fonti consultate.



314 PARLANDO DI "ETÀ NEONATALE" CI SI RIFERISCE GENERALMENTE:
A)  Alla prima settimana di vita del bambino
B)  Al periodo compreso tra la nascita e il 28° giorno di vita

C) Al periodo compreso tra la nascita e il sesto mese di vita

315 SI PARLA DI "LATTANTE" RIFERENDOSI AL BAMBINO:
A)  Dal 28° giorno alla cosiddetta età del divezzo

B) Dalla nascita all'età dello svezzamento

C) Che ha superato la fase di svezzamento
www.biancofrancesco.altervista.org

Domande ASL 2 Olbia OSS   

316 CON LA SIGLA SGA CI SI RIFERISCE A NEONATI:
A)  Piccoli per l'età gestazionale

B)  Di peso superiore a 4 kg
C) Nati prematuri
Si definisce SGA un neonato che alla nascita sia inferiore al 10 percentile per peso e altezza, rispetto a quanto dovrebbe essere per la sua età gestazionale.

317 PER "CALO FISIOLOGICO" DEL NEONATO SI INTENDE:
A)  La perdita di peso che avviene nei primi giorni di vita
B)  Il taglio del cordone ombelicale
C) La prima evacuazione del neonato

318 SECONDO LE RACCOMANDAZIONI DELL'OMS, L'ALLATTAMENTO AL SENO:
A)  Deve essere esclusivo per i primi sei mesi di vita
B)  Deve essere alternato all'allattamento artificiale nei primi sei mesi di vita
C) Non presenta alcun vantaggio rispetto all'allattamento artificiale
OMS. Gli esperti definiscono il latte materno specie specifico, cioè un alimento biologicamente adatto per l’essere umano. E’ sempre pronto, sempre fresco, sempre caldo. Inoltre per meglio adeguarsi alle necessità di crescita del neonato, non ha mai la stessa composizione. Questo infatti modifica nel tempo la sua formula, rendendola ancora più unica e inimitabile. È per questo che tutti i bambini dovrebbero essere esclusivamente allattati al seno per i primi sei mesi di vita (26 settimane).
www.biancofrancesco.altervista.org

319 IL COSIDDETTO "ALLATTAMENTO MISTO"
:
A)  È un altro modo di definire l'alimentazione con latte artificiale
B)  È l'allattamento al seno alternato all'alimentazione semisolida tipica del divezzo
C) È l'allattamento al seno alternato a quello artificiale

Secondo la definizione dell’Oms, l’allattamento può essere:
Allattamento al seno esclusivo: solo latte materno
Allattamento al seno predominante: latte materno + liquidi non nutritivi

Allattamento complementare: latte materno + latte di formula. Allattamento misto alternare il latte materno con il latte artificiale

www.biancofrancesco.altervista.org

320 SI DEFINISCONO "PREMATURI"
:
A)  I nati prima della 37° settimana di gestazione

B)  I nati prima della 40° settimana di gestazione
C) I nati con peso inferiore a 2 kg, indipendentemente dalla settimana di gestazione
Si definisce parto pretermine o prematuro un parto il cui travaglio ha luogo tra la 20ª e la 37ª settimana completa di gestazione. La durata della maggior parte delle gravidanze è di circa 40 settimane ma circa il 10% dei parti avviene prima

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu