Crea sito

Test 1 a 10 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Test 1 a 10

Banca quiz 2014 > Test 1 a 100

1) Cosa si intende per ossiurasi:
a Una forma cronica di dermatite
b **Una parassitosi intestinale
c L'accumulo di acido urico nelle ossa
d Nessuna delle precedenti
www.biancofrancesco.altervista.org

OSSIURIASI

L’ossiuriasi  è  un’infestazione  intestinale  provocata  da  piccolissimi  vermi,  gli ossiuri, a forma di spillo.
Si  manifesta  con  prurito  alla  zona  anale,  più  raramente  alla  vulva,  disturbi del sonno e irritabilità, ma spesso è asintomatica.
È  diffusa  in  tutto  il  mondo  e  frequentemente  interessa  i  bambini  in  età   scolare e prescolare. L’uomo è l’unico ospite; gli animali domestici non sono  contagiati.
L’uomo ingerisce le uova: in un periodo di uno-due mesi la femmina adulta  di ossiuro gravida raggiunge la zona perianale dove deposita le uova.
Come si trasmette
Le  femmine  di  ossiuri  gravide  di  norma  muoiono  dopo  aver  depositato  le uova. Il periodo di  contagiosità dura fino a che le femmine depongono   le uova e le uova rimangono infettive negli ambienti chiusi.
Si  trasmette  principalmente  per  via  oro-fecale:  le  uova  sono  trasportate  attraverso  le  mani  e  le  dita  e  attraverso  oggetti  contaminati  (giocattoli,   lenzuola, biancheria, copri sedili di WC).
Cosa fare se si verifica un caso
La diagnosi viene effettuata ponendo del nastro adesivo trasparente nella  zona  perianale  e  successivamente  ricercando  al  microscopio  le  uova  di   ossiuro (scotch test).
Un  corretto  comportamento  di  igiene  personale  previene  dal  contagio:  lavare  le  mani  prima  di  mangiare  o  di  preparare  il  cibo,  e  dopo  aver utilizzato i servizi igienici.
Nel caso in cui una persona sia infestata dagli ossiuri è necessario assumere la terapia specifica, secondo le indicazioni del curante; cambiare le lenzuola e quotidianamente la biancheria intima, lavando tutto in lavatrice a 60°C.
Cosa non è necessario fare
Non è necessario l’allontanamento dalla scuola o da altra collettività.
www.biancofrancesco.altervista.org

2) Nella prevenzione delle ulcere da pressione, le ciambelle:
a dovrebbero essere usate sempre
b * riducono il flusso di sangue destinato alla cute in corrispondenza della parte centrale
c non hanno effetti negativi sulle lesioni
d aumentano il flusso di sangue

3) Il servizio sanitario nazionale viene istituito nel:  
a 1968
b **1978
c 1992
d 1998
www.biancofrancesco.altervista.org

4) Gli scambi respiratori avvengono:

a nei bronchi
b **negli alveoli
c nella trachea
d nei bronchioli respiratori

5) Che cos’è l’abasia?
a) L’incapacità del bambino di stare in stazione eretta.
b) Una reazione a paracadute.
c) La reazione di sostegno.
d) **L’incapacità del bambino di camminare.

6) Che cos’è l’astasia?
a) **L’incapacità del bambino di stare in stazione eretta.
b) Una reazione a paracadute.
c) La reazione di sostegno.
d) L’incapacità del bambino di camminare
www.biancofrancesco.altervista.org

7) La palilalia è?
a) Un disturbo della produzione verbale caratterizzato da esitazioni e interruzioni dell’eloquio con forte tendenza alla ripetizione.
b) Un disturbo della comunicazione gestuale associata a quella verbale.
c) L’incapacità del paziente di compiere gesti intenzionali.
d) ** Un disturbo su base neurologica che consiste nella tendenza compulsiva a ripetere una o più sillabe, parole o perfino brevi frasi.

8) Che cosa è l’empatia?
a) La situazione di filing con l’utente
b) Lo strumento della progettazione educativa.
c) L’obiettivo da raggiungere.
d) **La capacità di entrare nello stato d’animo dell’altro

9)  Il caregiver è
a) Il familiare del malato.
b) La persona che necessita di assistenza
c) **La persona che si occupa in modo prevalente del malato.
d) La persona che si occupa di educare i parenti del malato.
www.biancofrancesco.altervista.org

10) Il termine cofosi è sinonimo di:
a) Dislessia.
b) Sordità parziale.
c) Afasia
d) **Sordità completa.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu