Crea sito

Eserciziario per OSS 1 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eserciziario per OSS 1

DOMANDE & RISPOSTE > Inaspettate e imprevedibili > 3° Parte
 

Prova orale ASL di Mantova
La commissione esaminatrice rivolge al candidato questa domanda :


IL LAVAGGIO DELLE MANI.

Il lavaggio delle mani è universalmente riconosciuto come la più importante singola  procedura  per  prevenire  le  infezioni  ospedaliere.  Le  mani,  infatti, rappresentano il principale veicolo di trasmissione dei microrganismi. L'operatore deve adottare la tecnica del lavaggio delle mani in funzione del grado di contaminazione delle mani, del grado di  rischio dell' attività da svolgere e della recettività del paziente.
Esistono delle regole basilari da rispettare nell'igiene delle mani per tutto il personale :
o   In servizio non si devono indossare anelli, bracciali e orologi da polso
o   Le  unghie  devono  essere  corte,  curate  ,  pulite  e  senza  smalto  (i microrganismi possono nascondersi nelle screpolature dello smalto e sotto le unghie)
o   La cute delle mani deve essere mantenuta integra (microrganismi patogeni si possono  stabilire sulle lesioni), usare creme emollienti a fine giornata lavorativa
o   Non fumare durante il turno : la sigaretta concorre alla contaminazione delle mani.

Si distinguono tre livelli di lavaggio delle mani:
o   Lavaggio sociale con acqua e sapone
o   Lavaggio antisettico con idoneo antisettico e detergente
o   Lavaggio chirurgico o pre-operatorio con idoneo antisettico e detergente effettuato con tecnica adeguata.




LAVAGGIO SOCIALE

Il lavaggio con acqua corrente e sapone è in grado di assicurare una efficace riduzione  della  contaminazione  microbica,  in  situazioni  senza  particolare rischio infettivo ed è  raccomandato   farlo spesso e, sempre, quando le mani sono visibilmente sporche.

Si deve fare obbligatoriamente:
o   all'inizio e al termine di ogni turno di lavoro
o   prima e dopo ogni attività assistenziale che richiede il contatto diretto operatore/paziente
o   dopo il contatto con materiale organico
o   dopo aver maneggiato padelle e similari
o   prima della somministrazione di terapia orale ed i.m.
o   prima della distribuzione e somministrazione dei pasti

Tecnica
o   bagnare  bene  ed  insaponare  uniformemente  mani  ed  avambracci  con detergente liquido in dispenser. L'uso di sapone in pezzi è sconsigliato in quanto può facilmente contaminarsi, se non viene mantenuto asciutto
o   sciacquare accuratamente  tenendo polsi e mani più alti dei gomiti per non contaminare la parte lavata
o   asciugare accuratamente con salviette monouso ,in quanto la presenza di umidità  favorisce la crescita della popolazione batterica e danneggia la cute.
o   chiudere  il  rubinetto  usando  l'ultima  salvietta  monouso  usata  per  non contaminare la parte lavata.



LAVAGGIO ANTISETTICO
Il lavaggio antisettico deve essere fatto
o   Prima e dopo l'esecuzione  di procedure invasive
o   prima e dopo l'effettuazione di medicazioni
o   prima del contatto con pazienti immunodepressi
o   prima e dopo il contatto con ferite ed oggetti contaminati

Tecnica
o   bagnare bene le mani e versare l'antisettico ( Clorexidina gluconato 4%, Iodopovidone  Iodio 7,5%, Triclosan 1% in caso di allergia agli altri) in dispenser , azionando con il gomito l'apposito dosatore
o   insaponare  uniformemente  mani  e  avambracci  fino  al  gomito  con  il detergente /antisettico e lasciar agire il prodotto per due minuti

o   sciacquare accuratamente tenendo polsi e mani più alti dei gomiti per non contaminare la parte lavata.
o   asciugare accuratamente con salviette monouso ,in quanto la presenza di umidità  favorisce la crescita della popolazione batterica e danneggia la cute.
o   Chiudere il rubinetto usando l'ultima  salvietta monouso usata per non contaminare la parte lavata.

Raccomandazioni: per non incorrere in arrossamenti, screpolature, secchezza delle mani dovuta all'uso di antisettici è importante:
o   Rispettare le dosi indicate di prodotto
o   Bagnare le mani prima di versare l'antisettico
o   Effettuare un buon risciacquo
o   Asciugare molto bene



LAVAGGIO CHIRURGICO

Il lavaggio chirurgico deve essere fatto prima di interventi chirurgici e deve assicurare una riduzione consistente della flora batterica colonizzante le mani.

Tecnica
o   Aprire il rubinetto con gomito o piede se a pedale
o   Bagnare bene le mani e gli avambracci fino ai gomiti
o   Versare   l'   antisettico   /detergente:   Clorexidina   gluconato   4%, Iodopovidone Iodio 7,5%
o   Insaponare uniformemente mani e avambracci e  frizionare per due minuti
o   Usare uno spazzolino per pulire bene esclusivamente le unghie
o   Risciacquare abbondantemente sotto acqua corrente
o   Ripetere tutta l'operazione per rendere più efficace il lavaggio
o   Asciugare accuratamente con telini sterili


 

ANTISETTICI PER LAVAGGIO MANI



PRODOTTO
NOTE
CLOREXIDINA 4%
GLUCONATO (TIPO HIBISCRUB )

IN  SOLUZIONE  CON  DETERGENTE E’ INDICATA PER IL LAVAGGIO ANTISETTICO E  CHIRURGICO DELLE MANI. BUONA ATTIVITA’ SU GRAM(+) GRAM (-)  VELOCITA’ D’AZIONE  INTERMEDIA  ,  OTTIMO EFFETTO RESIDUO.

IODOPOVIDONE  IODIO  7,5%
(TIPO: BETADINE CHIRURGICO POVI  IODINE SCRUB)

IN  SOLUZIONE  CON  DETERGENTE E’ INDICATO PER IL LAVAGGIO ANTISETTICO E   CHIRURGICO DELLE MANI.BUONO LO SPETTRO D’AZIONE:  GRAM  (+) ,GRAM (-), FUNGHI, VIRUS. VELOCITA’  D’ AZIONE  INTERMEDIA,  SCARSO EFFETTO RESIDUO.

TRICLOSAN 1% (TIPO DERMAN PLUS )

IN SOLUZIONE DETERGENTE HA UNO  SPETTRO PIU’ LIMITATO RISPETTO AGLI  ALTRI DUE PRODOTTI, MA OTTIMA EFFICACIA SU STAPHYLOCOCCUS  AUREUS ANCHE    METICILLINO RESISTENTE.VELOCITA’  D’AZIONE INTERMEDIA,OTTIMO     EFFETTO RESIDUO. DA UTILIZZARE IN  CASO DI ALLERGIA AI PRIMI DUE.

ANTISETTICI PER CUTE INTEGRA

ALCOOL ETILICO 70°+ CLOREXIDINA 0,5%

BUONO SPETTRO DI ATTIVITA’:
GRAM (+)  GRAM(-), AZIONE RAPIDA.  LA  PREPARAZIONE DELLA CUTE PER PRELIEVO,  AD ESEMPIO, RICHIEDE UN CONTATTO DI ALMENO 30 SECONDI.

IODOPOVIDONE  AL  10%  IN ACQUA
( BETADINE SOLUZIONE, ESOJOD, POVIDERM)
AMPIO SPETTRO D’AZIONE , VELOCITA’ D’AZIONE INTERMEDIA, SCARSO EFFETTO RESIDUO. RIPETUTE APPLICAZIONI POSSONO PROVOCARE DERMATITI DA CONTATTO O REAZIONI ALLERGICHE
CLOREXIDINA + CETRIMIDE
SOLUZIONE ACQUOSA AL
,3% (TIPO FARVICETT FORTE)
SPETTRO DI  ATTIVITA' GRAM (+) GRAM (-) E AZIONE DETERGENTE.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu