Crea sito

Eserciziario per OSS 6 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eserciziario per OSS 6

DOMANDE & RISPOSTE > Procedurali e routinarie > 2° Parte

Prova orale ASL 7 Carbonia
La commissione esaminatrice rivolge al candidato questa domanda :


INTERVENTI DI SANIFICAZIONE AMBIENTALE NELLE AREE AD ALTO RISCHIO.
REPARTI DEGENZA EMATOLOGIA CLINICA, CAMERE STERILI, MALATTIE INFETTIVE, CHIRURGIA DEI TRAPIANTI,TERAPIE INTENSIVE, UNITÀ CORONARIA, SAAN, CENTRO IMMATURI, PSICHIATRIA, EMODIALISI E SERVIZI IMMUNO TRASFUSIONALI, PRONTO SOCCORSO OSTETRICO, SEZ AGGR. DIARREE ACUTE INFETTIVE DEL DAS DI PEDIATRIA, RIANIMAZIONE, SERVIZI SPECIALI.


FINALITA’ :
stabilire e mantenere ottimali livelli igienici
PERIODICITA’:
o due interventi quotidiani compresi i festivi;
o un intervento mensile su tutte le superfici in vetro esterne;
I° INTERVENTO (ogni mattina)
MODALITA’ OPERATIVE
Asportazione polvere da tutti i pavimenti con sistema “ad umido“ * particolare attenzione alle aree sottostanti letti, lettini visita, tavoli ed arredi vari, dietro le porte, negli angoli, sui battiscopa e nei punti nascosti.
Svuotamento di cestini, secchi e qualsiasi contenitore di rifiuti,pulizia delle loro superfici interne ed esterne utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente. Sostituzione del sacco di plastica.
Asportazione di polvere e macchie, da letti, culle, lettini visita (con particolare attenzione a telai, spalliere, cardini, ruote e strutture nascoste) testaletto a parete, arredi vari e qualsiasi altra superficie al di sopra del pavimento utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente.
Asportazione polvere e macchie dalle superfici di tutti gli armadi, con sistema “ad umido”, utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente. Accurata asciugatura per non lasciare antiestetiche strisciature.
Asportazione di polvere e macchie da tutte le superfici in vetro interne.
Asportazione polvere e macchie dai carrelli ponendo particolare attenzione a cardini, ruote e punti nascosti utilizzando il sistema “ad umido”con garze monouso imbevute di soluzione detergente..
Asportazione della polvere dai comodini ,facendo attenzione agli incavi laterali ,a cardini, ruote,superfici nascoste e piani d’appoggio intermedi utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente.
Asportazione di polvere e macchie da tutte le apparecchiature medicali o elettroniche presenti nei reparti di degenza (anche su quelle che stazionano occasionalmente come le apparecchiature mobili per radiografia utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente.
Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a quelle di accesso al reparto, utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente. Successiva asciugatura senza lasciare antiestetiche strisciature.
AL TERMINE DEGLI INTERVENTI DI DETERSIONE LASCIARE ASCIUGARE LE SUPERFICI TRATTATE ED EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE MEDIANTE L’UTILIZZO DI GARZE MONOUSO IMBEVUTE DI DISINFETTANTE PREVENTIVAMENTE APPROVATO DALL’A.O.U.
Lavaggio pavimenti utilizzando due secchi di diverso colore (colmi d’acqua che va sostituita frequentemente uno con acqua e detergente, l’altro con acqua pulita per il risciacquo che va effettuato assolutamente dopo il lavaggio utilizzando una frangia*** o panno puliti.
AL TERMINE DEGLI INTERVENTI DI DETERSIONE LASCIARE ASCIUGARE LE SUPERFICI TRATTATE ED EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE MEDIANTE L’UTILIZZO DI GARZE MONOUSO IMBEVUTE DI DISINFETTANTE PREVENTIVAMENTE APPROVATO DALL’A.O.U.
ANCHE I PAVIMENTI DI RIPOSTIGLI E DEPOSITI DI MATERIALE SPORCO VANNO DISINFETTATI DOPO L’OPERAZIONE DI RISCIACQUO.
Pulizia servizi igienici
Asportazione della polvere da tutte le suppellettili presenti nei bagni (specchi,cornici,mensole,saponiere, dispenser di sapone o carta igienica,sciacquone ecc.) utilizzando il sistema “ad umido” e garze monouso
Intervento di sanificazione su apparecchi igienici mediante l’utilizzo di polveri abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.
Intervento di sanificazione su tutte le superfici in acciaio mediante l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare con particolare attenzione alle vasche di lavaggio chirurghi e lavaggio ferri presenti nelle sale operatorie.
Intervento di sanificazione sulle pareti lavabili dei bagni mediante l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie,incrostazioni di sapone e di calcare.Successiva asciugatura delle superfici lavate.
Intervento ,quindicinale, di sanificazione dei sifoni lavabi:smontarli,detergerli per eliminare i residui di grasso,calcaree sapone e,quindi immergerli in una soluzione disinfettante,tenendoli almeno 10 minuti.

LASCIARE ASCIUGARE PERFETTAMENTE LE SUPERFICI TRATTATE ED EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE MEDIANTE L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI QUALI L’IPOCLORITO DI SODIO NELLE CONCENTRAZIONI INDICATE NELLA SEGUENTE SCHEDADOSI DI IPOCLORITO DI SODIO
(Soluzione al 5% di cloro libero)
Concentrazione di cloro richiesta Diluizione della soluzione al 5%
Superfici sporche (prima di
asportare il materiale contaminato)
0.5%
5 g/litro
5000 ppm
100 ml/litro
Superfici pulite ed asciutte (dopo
l’asportazione del materiale
contaminato)
0.05 – 0.1%
1 g/litro
500 – 1000 ppm
10 – 20 ml/litro
Lavaggio pavimenti, stesso procedimento descritto sopra.
* PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO AVVOLTE CON MONOUSO GARZE UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE CHE DEVONO ESSERE SOSTITUITE FREQUENTEMENTE E QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.
*** I PANNI O LE FRANGE UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNODEVONO ESSERE INDIVIDUATI SECONDO GLI AMBIENTI AI QUALI SONO DESTINATI, TENUTI BEN SEPARATI E CONSERVATI PULITI E DISINFETTATI.
E’ OPPORTUNO STERILIZZARLI PRIMA DELL’UTILIZZO .
II INTERVENTO (POMERIDIANO):
IDENTICO AL PRIMO.
SEQUENZE DELL’INTERVENTO DI LAVAGGIO , RISCIACQUO E DISINFEZIONE DEI PAVIMENTI:
UTILIZZARE UN SECCHIO COLMO D’ACQUA PULITA IN CUI SIA STATO
AGGIUNTO DEL DETERGENTE , INUMIDIRE LE SUPERFICI DA TRATTARE E
RACCOGLIERE L’ACQUA SPORCA SCIACQUANDO E STRIZZANDO LA
FRANGIA O IL PANNO .
SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;
UTILIZZANDO UN SECCHIO COLMO DI ACQUA PULITA E LA FRANGIA O
PANNO PRECEDENTEMENTE SCIACQUATI INUMIDIRE LE SUPERFICI CON
ACQUA PULITA E, QUINDI, ASCIUGARE RISCIAQUANDO CONTINUAMENTE
LA FRANGIA O IL PANNO.
SI RIBADISCE CHE L’INTERVENTO DI DISINFEZIONE DI TUTTE LE
SUPERFICI PER LE QUALI E’ PREVISTO DEVE ESSERE EFFETTUATO DOPO
IL RISCIACQUO E SU SUPERFICI PERFETTAMENTE ASCIUTTE MEDIANTE
L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI
DALL’AZIENDA .


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu