Crea sito

Selezione Regione Piemonte 3 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Selezione Regione Piemonte 3

Selezioni corsi O.S.S. > Regione Piemonte sezione A

Città di torino Scuola Formazione Educazione Permanente SFEP
SEZIONE A 8 ottobre 2012

SEZIONE A
LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE
SEGUONO:
Da - “Il piccolo principe” -

di Antoine de Saint - Exupéry
…Così ho trascorso la mia vita solo, senza nessuno cui poter parlare, fino a sei anni fa quando ebbi un incidente col mio aeroplano, nel deserto del Sahara. Qualche cosa si era rotta nel motore, e siccome non avevo con me né un meccanico, né dei passeggeri, mi accinsi da solo a cercare di riparare il guasto. Era una questione di vita o di morte, perché avevo acqua da bere soltanto per una settimana. La prima notte, dormii sulla sabbia, a mille miglia da qualsiasi abitazione umana. Ero più isolato che un marinaio abbandonato in mezzo all’oceano, su una zattera, dopo un naufragio. Potete immaginare il mio stupore di essere svegliato all’alba da una strana vocetta: “Mi disegni, per favore, una pecora?”
“Cosa?”
“Disegnami una pecora”.
Balzai in piedi come fossi stato colpito da un fulmine. Mi strofinai gli occhi più volte guardandomi attentamente intorno. E vidi una straordinaria personcina che mi stava esaminando con grande
serietà. Ora guardavo fisso l’improvvisa apparizione con gli occhi fuori dall’orbita per lo stupore.
Dovete pensare che mi trovavo a mille miglia da una qualsiasi regione abitata, eppure il mio ometto non sembrava smarrito in mezzo alle sabbie, nè tramortito per la fatica, o per la fame, o per la sete, o per la paura. Niente di lui mi dava l’impressione di un bambino sperduto nel deserto, a mille miglia da qualsiasi abitazione umana. Quando finalmente potei parlare gli domandai:”Ma che cosa fai qui?” Come tutta risposta, egli ripeté lentamente come si trattasse di cosa di molta
importanza:”Per piacere, disegnami una pecora…” Quando un mistero è così sovraccarico, non si osa disubbidire. Per assurdo che mi sembrasse, a mille miglia da ogni abitazione umana, e in pericolo di morte, tirai fuori dalla tasca un foglietto di carta e la penna stilografica. Ma poi ricordai che i miei studi si erano concentrati sulla geografia, sulla storia, sull’aritmetica e sulla grammatica e gli dissi, un po’ di malumore, che non sapevo disegnare. Mi rispose:”Non importa. Disegnami una pecora…” Non avevo mai disegnato una pecora e allora feci per lui uno di quei disegni che avevo fatto tante volte: quello del boa dal di fuori; e fui sorpreso di sentirmi rispondere:” No, no,no! Non voglio l’elefante dentro al boa. Il boa è molto pericoloso e l’elefante molto ingombrante. Dove vivo io tutto è molto piccolo. Ho bisogno di una pecora: disegnami una pecora”.
Feci il disegno. Lo guardò attentamente, e poi disse:” No! Questa pecora è malaticcia, fammene un’altra”. Feci un altro disegno. Il mio amico mi sorrise gentilmente, con indulgenza. “Lo puoi vedere da te”, disse “che questa non è una pecora. E’ un ariete. Ha le corna”. Rifeci il disegno una terza volta, ma fu rifiutata come i tre precedenti. “Questa è troppo vecchia. Voglio una pecora che possa vivere a lungo”. Questa volta la mia pazienza era esaurita, avevo fretta di rimettere a posto il mio motore. Buttai giù un quarto disegno. E tirai fuori questa spiegazione: “Questa è soltanto la sua cassetta. La pecora che volevi sta dentro”. Fui molto sorpreso di vedere il viso del mio piccolo giudice illuminarsi:”Questo è proprio quello che volevo. Pensi che questa pecora dovrà avere una gran quantità d’erba?”
“Perché?”
“Perché dove vivo io, tutto è molto piccolo…”
“Ci sarà certamente abbastanza erba per lei, è molto piccola la pecora che ti ho data”.
Si chinò sul disegno:”Non così piccola che – oh, guarda! – si è messa a dormire…”
E fu così che feci la conoscenza del piccolo principe.

Ci misi molto tempo a capire da dove venisse. Il piccolo principe, che mi faceva una domanda dopo
l’altra, pareva che non sentisse mai le mie. Sono state le parole dette per caso che, poco a poco, mi
hanno rivelato tutto. Così, quando vide per la prima volta il mio aeroplano, mi domandò: “Che cosa
è questa cosa?” “Non è una cosa – vola. E’ un aeroplano. E’ il mio aeroplano”. Ero molto fiero di fargli sapere che volavo. Allora gridò: “Come? Sei caduto dal cielo!”
“Si”, risposi modestamente.
“Ah! Questa è buffa…” E il piccolo principe scoppiò in una bella risata che mi irritò. Voglio che le mie disgrazie siano prese sul serio. Poi riprese:” Allora anche tu vieni dal cielo! Di quale pianeta sei?” Intravidi una luce, nel mistero della sua presenza, e lo interrogai bruscamente:” Tu vieni dunque da un altro pianeta?” Ma non mi rispose. Scrollò gentilmente il capo osservando l’aeroplano. “ Certo che su quello non puoi venire da molto lontano…” E si immerse in una lunga meditazione. Poi, tirando fuori dalla tasca la mia pecora, sprofondò nella contemplazione del suo
tesoro.

1. Quale è il sinonimo di disgrazia?
A) Sfortuna
B) Occasione
C) Favore

2. Dopo aver osservato l’aeroplano, il piccolo principe pensa che il narratore arrivi…
A) Da molto lontano
B) Da non molto lontano
C) Da un altro pianeta

3. Cosa è un pianeta?
A) Una stella
B) Una galassia
C) Un corpo celeste

4. Dove vive il piccolo principe…
A) Tutto è molto piccolo
B) Tutto è molto surreale
C) Tutto è molto pacato

5. Dentro cosa si trova la quarta pecora disegnata per il piccolo principe?
A) Casetta
B) Cassetta
C) Cassapanca

6. Quali sono gli studi su cui si è concentrato il narratore?
A) Geografia, storia, letteratura e grammatica
B) Geografia, storia, aritmetica e scienze
C) Geografia, storia, aritmetica e grammatica

7. Qual è la caratteristica della terza pecora disegnata dal narratore?
A) Troppo vecchia
B) Ha le corna
C) E’ malaticcia


8. Che cosa non è “ boa “?
A) Galleggiante
B) Serpente
C) Galleria

9. Che cosa è un mistero?
A) Un archetipo
B) Un arcano
C) Un arbusto

10. Cosa vuol dire avere gli occhi fuori dalle orbite?
A) Avere gli occhi foderati di prosciutto
B) Avere gli occhi rossi
C) Essere sbalorditi

11. Chi è “la straordinaria personcina” che improvvisamente compare?
A) La pecora
B) L’elefante
C) Il piccolo principe

12. Cosa tira fuori dalla tasca il narratore per disegnare la pecora?
A) Un foglietto di carta e la penna biro
B) Un foglietto di carta e la matita
C) Un foglietto di carta e la penna stilografica

13. L’ometto del racconto pur trovandosi a mille miglia da una qualsiasi regione abitata, non
sembrava…

A) Smarrito in mezzo all’isola, né stanco per la fatica, o per il sonno, o per la tristezza, o
per la paura
B) Smarrito in mezzo alle sabbie, né tramortito per la fatica, o per la fame, o per la sete,
o per la paura
C) Infelice in mezzo alle sabbie, né tramortito per l’impegno, o per il sonno, o per
l’arsura

14. L’aereo precipitato, non ha a bordo ( a parte il pilota )...
A) Né un meccanico, né dei paracadute
B) Né un meccanico, né dei passeggeri
C) Né un assistente di volo, né dei passeggeri


15. In seguito all’incidente, dove cade l’aereo?
A) Nel deserto del Sahara
B) In mezzo all’oceano
C) Su un’isola deserta

16. Il narratore afferma di essere
A) Più isolato di un marinaio abbandonato in mezzo al mare, su una chiatta, dopo un
naufragio
B) Più isolato di un marinaio abbandonato in mezzo all’oceano, su una barca, dopo una
tempesta
C) Più isolato di un marinaio abbandonato in mezzo all’oceano, su una zattera, dopo un
naufragio

17. Il narratore dice che è una questione di vita o di morte cercare di riparare il guasto…
A) Perché ha acqua da bere per una mattina
B) Perché ha acqua da bere per una settimana
C) Perché ha acqua da bere per una notte

18. Il piccolo principe vuole che il narratore gli disegni:
A) Un ariete
B) Un boa
C) Una pecora

19. Il narratore della storia dice di avere avuto un incidente con il suo aereo perché qualcosa si è
rotto….

A) Nel motore
B) Nelle ali
C) Nell’elica

20. Da chi viene svegliato il narratore, all’alba del primo giorno, dopo aver dormito sulla
sabbia?

A) Da uno strano brusio
B) Da una strana vocetta
C) Da uno strano vociare

SEZIONE B
RISPONDERE ALLE SEGUENTI DOMANDE DI LOGICA, MATEMATICA E CULTURA GENERALE


21. Dove si trova la sede dell’organizzazione delle Nazioni Unite?
A) New York
B) Londra
C) Parigi

22. Gli stati membri dell’Unione Europea sono 27. Quali sono gli ultimi due ad avere aderito
all’Unione?

A) Albania e Serbia
B) Bulgaria e Romania
C) Bosnia – Erzegovina e Kosovo

23. Individuare il personaggio estraneo: Cartesio, Aristotele, Dalì, Platone
A) Dalì
B) Cartesio
C) Aristotele

24. Completare la seguente serie: - a – cd– fgh - …. – opqrs
A) mnop
B) ihlm
C) jklm

25. Completare la seguente serie: - ab 124 - ….- ef 126 – gh 127
A) cd 125
B) lm 125
C) mn 125

26. Qual è il risultato della seguente equivalenza: dg 0,31 = cg…
A) 0,031
B) 3,1
C) 0,0031


27. Qual è il risultato della seguente equivalenza: dm 0,05 = m…
A) 0,0005
B) 0,00005
C) 0,005

28. Individuare l’abbinamento corretto che completa la seguente frase:” Il fiume è un ….d’acqua che scorre principalmente in superficie ma che può essere parzialmente ….; puòessere alimentato dalle precipitazioni piovose,dallo scioglimento di nevi o ghiacciai o dallefalde idriche sotterranee.
A) Masso / visitato
B) Percorso / fotografato
C) Corso / sotterraneo

29. Individuare l’abbinamento corretto che completa la seguente frase: “Un arcipelago è un gruppo di…. ; gli arcipelaghi si trovano generalmente in mare aperto, più raramente vicino a un continente. Sono spesso di…. vulcanica, e si trovano quindi quasi sempre lungo le dorsali sottomarine”.
A) Isole / natura
B) Navi / origine
C) Penisole / rocce

30. Individuare l’abbinamento corretto che completa la seguente frase: “Costantinopoli è uno dei nomi della odierna città di……. Che si trova sulle rive del…..”
A) Atene – Dodecaneso
B) Istanbul – Bosforo
C) Bucarest – Caspio

31. Colui che dimostra un ingegno pronto e vivace può essere definito:
A) Loquace
B) Arguto
C) Soave

32. Qual è il nome della città americana dove avvenne l’attentato mortale a John Kennedy?
A) Las Vegas
B) Dallas
C) Washington

33. Il monte Everest è la più alta vetta del mondo, in quale catena montuosa si trova?
A) Ande
B) Urali
C) Himalaya

34. Qual è la capitale della Finlandia?
A) Helsinki
B) Stoccolma
C) Oslo

35. Come si chiama l’attuale Ministro degli Affari Esteri italiano?
A) Gianfranco Fini
B) Giulio Tremonti
C) Franco Frattini

36. Per l’accesso alla metropolitana, oltre alle scale fisse e scale mobili, è possibile l’utilizzo degli ascensori. Ai minori di 12 anni
A) Ne è vietato l’uso, anche se accompagnati da un adulto
B) Ne è vietato l’uso, se non accompagnati da un adulto
C) Non ne è vietato l’uso

37. Calcolare il risultato della seguente addizione di frazioni e ridurre ai minimi termini:
89/35 + 74/70 =…

A) 5/8
B) 5/18
C) 18/5

38. Calcolare il risultato della seguente moltiplicazione di frazioni e ridurre ai minimi termini: 35/84 x 56/21 =
A) 10/9
B) 9/10
C) 9/11


39. Calcolare il risultato della seguente espressione: ( 84 + 12 ) - ( 41 – 28 ) + ( 39 - 11) = …
A) 111
B) 112
C) 113

40. Calcolare il risultato della seguente espressione: ( 65 – 57 ) + ( 15 – 7 ) + ( 11 + 17 ) = …
A) 43
B) 44
C) 45

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu