Crea sito

Quiz infermieri asl 2 Olbia 451 -500 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz infermieri asl 2 Olbia 451 -500

I quiz dei concorsi delle ASL 2° parte > Quiz preselezione infermieri Olbia > Quiz da 401 a 500
 

Nota bene: Le risposte ai quiz sono frutto del lavoro di gruppo dei collaboratori di questo sito ABC OSS e del gruppo di lavoro (30 infermieri) del sito web www.infermiereonline.altervista.org
Considerata l'ambiguità di alcuni quiz, esiste la possibilità , seppur minima, che alcune risposte siano discordanti da quelle ufficiali della ASL. Decliniamo quindi ogni responsabilità in merito, e siamo disponibili alla discussione. Grazie!

451   NEL PROCESSO DI NURSING LA RACCOLTA DATI HA LO SCOPO DI:

A)   Raccogliere tutte le informazioni che possano servire ad identificare i problemi del paziente


B)   Raccogliere i dati anagrafici

C)   Conoscere il livello di soddisfazione dell'utente rispetto alle cure erogate
www.biancofrancesco.altervista.org

452   IL D.M. 14/9/94 N° 739 INDIVIDUA:


A)   le figure dell'infermiere e dell'ostetrica e i relativi profili professionali

B)   le figure dell'infermiere, dell'infermiere pediatrico e dell'assistente sanitario e i relativi profili professionali

C)   la figura dell'infermiere e il relativo profilo professionale


Regolamento concernente l’individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell’infermiere


453   LEI SI TROVA NELLA SALA D'ATTESA AMBULATORIALE DI UN OSPEDALE. MENTRE STA FACENDO ENTRARE UN PAZIENTE PER UNA VISITA , SI ACCORGE CHE UNA PERSONA IN ATTESA DI VISITA LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE CONOSCENZA. AVENDO DECISO DI EFFETTUARE IL MASSAGGIO CARDIACO, QUALE DELLE SEGUENTI È LA SEQUENZA CORRETTA?


A)   Appoggia sul terzo inferiore dello sterno le due mani, solleva le mani dopo ogni compressione e controlla il polso carotideo

B)   Comprime ritmicamente lo sterno, mantiene le braccia tese e porta avanti il busto, appoggia sul dorso della prima il palmo dell'altra mano

C)   Appoggia sul terzo inferiore dello sterno il palmo della mano, appoggia quindi sul dorso della prima il palmo dell'altra mano, mantiene le braccia tese e porta avanti il busto


454   LA LEGGE REGIONALE SARDA N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE LE ASL ASSICURANO, ATTRAVERSO SERVIZI DIRETTAMENTE GESTITI:

A)   L'assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro

B)   L'assistenza sanitaria, sociale e previdenziale a tutti i cittadini della Sardegna senza distinzione di sesso, razza o religione

C)   L'assistenza riabilitativa gratuita a seguito di incidentalità stradale o domestica
www.biancofrancesco.altervista.org
455   L'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE AZIENDE SANITARIE SONO DISCIPLINATI:

A)   Con atto aziendale di diritto privato

B)   Con legge nazionale

C)   Con legge regionale

456   FRA LE FIGURE SOTTO INDICATE CHE HANNO CONTRIBUITO ALLA CREAZIONE DEL MODERNO CONCETTO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA QUALE NON È DEL VENTESIMO SECOLO?

A)   Dorothea Orem ed il suo libro Self Care deficit Nursering theory

B)   Florence Nightingale ed il suo libro Notes of Nursering

C)   Hidelgard Peplau ed il suo libro Interpersonal Relation in Nursering

457   COSA SONO I MICETI?

A)   Funghi

B)   Virus

C)   Batteri

458   IL CLISMA OPACO STUDIA:

A)   Apparato urinario

B)   Apparato circolatorio

C)   Colon-retto

459   PER LA RIMOZIONE DALLE MANI DELLA POPOLAZIONE MICROBICA TRANSITORIA E DI BUONA PARTE DI QUELLA RESIDENTE OCCORRE:

A)   Effettuare un lavaggio con sapone antisettico per almeno due minuti

B)   Effettuare un lavaggio con sapone antisettico per almeno dieci minuti

C)   Effettuare un lavaggio con sapone antisettico per almeno dieci minuti seguito da immersione delle mani in alcool a 70°

460   QUALE STRUMENTO GARANTISCE IL MAGGIOR LIVELLO DI PERSONALIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA?

A)   Protocollo

B)   Consegna

C)   Cartella Infermieristica

461   IN CASO DI OVERDOSE DA OPPIACEI LE PUPILLE SI PRESENTANO:

A)   Midriatiche

B)   Anisocoriche

C)   Miotiche

462   LE BOMBOLE DI GAS MEDICALI CON OGIVA BIANCA CONTENGONO:

A)   Protossido di Azoto

B)   Anidride Carbonica

C)   Ossigeno

463   CON IL TERMINE LINFEDEMA SI INDICA:

A)   L'aumento del liquido interstiziale causato da ostacolo del drenaggio del flusso linfatico

B)   Un edema di origine allergica

C)   Un edema localizzato alle palpebre

464   L'INSULINA LENTA PUÒ ESSERE SOMMINISTRATA:

A)   Per via sottocutanea e endovenosa

B)   Solo per via intramuscolare

C)   Solo per via sottocutanea
www.biancofrancesco.altervista.org


465   COSA SI INTENDE PER ACATISIA?


A)   Bisogno imperioso di muoversi

B)   Perdita della capacità di eseguire sequenze motorie apprese con l'esperienza

C)   Perdita progressiva della coordinazione muscolare

466   OGNI QUANTO TEMPO L'INFERMIERE SOSTITUISCE IL CATETERE IN SILICONE AL PAZIENTE.

A)   10 - 20 giorni

B)   60 - 90 giorni

C)   40 - 60 giorni
www.biancofrancesco.altervista.org
467   PER VERIFICARE SE UN PAZIENTE NELL'IMMEDIATO PERIODO POST-OPERATORIO PRESENTA SEGNI DI CURARIZZAZIONE RESIDUA:

A)   Si valuta la presenza del riflesso faringeo

B)   Si verifica con opportune domande l'orientamento spazio-temporale

C
)   Gli si chiede di protrudere la lingua ed elevare il capo dal piano orizzontale

468   L'ISCRIZIONE ALL'ALBO PROFESSIONALE:

A)   E' tra i requisiti previsti dalla legge per poter esercitare la professione di infermiere

B)   E' obbligatoria solo in caso di attività libero-professionale

C)   E' necessario solo in caso di partecipazione a concorsi pubblici

469   SE DURANTE UN PRELIEVO DA CATETERE VENOSO CENTRALE RISULTA IMPOSSIBILE ASPIRARE IL SANGUE:

A)   Provare a far muovere le braccia al paziente

B)   Interrompere immediatamente la manovra e avvisare il medico

C)   Porre il paziente in posizione di Trendelemburg

470   LEI SI TROVA NELLA SALA D'ATTESA AMBULATORIALE DI UN OSPEDALE. MENTRE STA FACENDO ENTRARE UN PAZIENTE PER UNA VISITA, SI ACCORGE CHE UNA PERSONA IN ATTESA DI VISITA LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE CONOSCENZA. QUAL È IL PRIMO INTERVENTO DA EFFETTUARE, FRA QUELLI DI SEGUITO INDICATI?

A)   Controlla il polso carotideo e lo stato di coscienza

B)   Solleva le braccia del paziente cercando di risvegliarlo

C)   Distendere il paziente per terra

471   CHI HA TEORIZZATO IL MODELLO DI ADATTAMENTO?

A)   Hildegard Peplau

B)   Callista Roy

C)   Evelin Adam

472   IL PRESIDENTE DEL COLLEGIO I.P.A.S.V.I. A LIVELLO PROVINCIALE:

A)   Viene eletto ogni tre anni direttamente dall'Assemblea degli Iscritti

B)   Viene nominato dalla Federazione Nazionale dei Collegi

C)   Viene eletto ogni tre anni all'interno del Consiglio Direttivo

473   LA DISINFESTAZIONE È:

A)   La distruzione dei vettori di infezione

B)   La distruzione di ogni forma di vita

C)   La distruzione dei microrganismi
www.biancofrancesco.altervista.org
474   SE TRA I FAMILIARI DI UN PAZIENTE ED UN INFERMIERE SI CREA UNA CERTA TENSIONE DOVUTA ALL'ANSIA PER LE CONDIZIONI DEL CONGIUNTO, COME SAREBBE PIÙ OPPORTUNO GESTIRE LA SITUAZIONE?

A)   Cercare un luogo tranquillo e riservato per parlare dimostrandosi disponibili a chiarimenti

B)   Spiegare con tono cordiale che le richieste e le rimostranze devono essere esposte al medico

C)   Cercare di non affrontare direttamente la situazione al fine di evitare ulteriori tensioni
www.biancofrancesco.altervista.org
475   L'ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE È:

A)   Il modello ordinario di gestione operativa di tutte le attività delle Aziende sanitarie

B)   Il modello più efficace ed efficiente di organizzazione delle attività sanitarie

C)   L'unico modello di gestione operativa di tutte le attività delle Aziende sanitarie








476   SE GIUNGE AL PRONTO SOCCORSO UN PAZIENTE CHE HA ACCIDENTALMENTE INGERITO UN ACIDO, CHE COSA È SENZ'ALTRO DA EVITARE?

A)   Provocare il vomito


B)   Posizionare un sondino naso-gastrico

C)   Effettuare la lavanda gastrica
www.biancofrancesco.altervista.org
477   PER IL TRATTAMENTO DI UNA LESIONE DA DECUBITO CHE INTERESSI TESSUTO CUTANEO, SOTTOCUTANEO E MUSCOLI È PREFERIBILE UTILIZZARE:

A)   Medicazioni idrocolloidali

B)   Ossigeno associato a garze iodoformiche

C)   Mercurocromo
www.biancofrancesco.altervista.org
478   IL POTERE DISCIPLINARE:

A)   Può anche essere esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

B)   È esclusivamente esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

C)   Non è esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni
www.biancofrancesco.altervista.org
479   IL DIRETTORE GENERALE SI AVVALE:

A)   Del Collegio di direzione per la scelta dei responsabili di struttura complessa

B)   Del Collegio di direzione per la elaborazione del programma di attività dell'azienda

C)   Del Collegio di direzione per garantire la qualità delle procedure amministrativo-contabili

480   QUALE AFFERMAZIONE RELATIVA ALLA RIVELAZIONE DI SEGRETO PROFESSIONALE È FALSA :

A)   è perseguibile d'ufficio

B)   è perseguibile a querela di parte

C)   se dalla rivelazione non deriva nocumento non può esservi procedimento penale

481   IL DISTRETTO:

A)   Assicura i servizi di assistenza primaria

B)   Non garantisce servizi di assistenza primaria ai cittadini esenti dal ticket sanitario

C)   Eroga, a carico del servizio sanitario regionale, le prestazioni non ricomprese nei LE

482   UN SOGGETTO CHE HA ASSUNTO UN PASTO DI BARIO PER ESAME RADIOGRAFICO DEL DIGERENTE PUÒ MANIFESTARE:

A)   Diarrea

B)   Disuria

C)   Stipsi

I M.d.C. Baritati


Il Solfato di Bario (BaSO4) è un composto inorganico che viene introdotto in alcuni organi per modificarne, aumentandola, l'opacità alle radiazioni. Il suo impiego è sostanzialmente limitato alla diagnostica gastroenterologica. Almeno per quel che riguarda l'elemento base dal 1911, anno in cui il Bario è stato utilizzato per la prima volta in radiologia, non è cambiato niente. Le uniche modifiche sostanziali riguardano le caratteristiche della sospensione che ora rispondono meglio alle esigenze richieste dagli utilizzatori.
La caratteristica principale del Solfato di Bario è la totale insolubilità in acqua: pertanto, una volta somministrato non viene assorbito dagli organi intestinali e viene eliminato totalmente. Risponde quindi a tutti i requisiti richiesti. L'alto numero atomico (Z = 56) ne garantisce una elevata radio-opacità, è sostanzialmente ben tollerato, non ha nessuna attività farmacodinamica e viene totalmente eliminato in tempi fisiologici.
Essendo altamente tossico è indispensabile sia somministrato senza l'aggiunta di altri sali dello stesso elemento che lo rendano assorbibile.
Attualmente l'industria farmaceutica prepara esclusivamente preparazioni di BaSO4 in confezioni monodose in polvere purissima.
La polvere è costituita da particelle di dimensioni variabili da 1 a 10µ (media 2.5µ). Ogni particella contiene migliaia di cristalli elementari tetramolecolari rombici di circa 1 millimicron.
La sospensione in acqua viene effettuata in estemporanea a diverse concentrazioni in relazione ai diversi utilizzi e organi da esaminare. Tratteremo nel dettaglio le concentrazioni nelle schede delle diverse indagini.
La sua somministrazione avviene per via orale o per clisma.

Controindicazioni
In genere il bario è ben tollerato ed è privo di attività farmacologica e farmacodinamica; viene rapidamente dismesso dall'organo ed eliminato per via renale. Controindicazioni assolute al suo utilizzo sono occlusioni, fistole e perforazioni intestinali. La fuoriuscita di bario dai visceri è tossica; esso è un potente agente irritante in grado di indurre una peritonite chimica se entra in contatto con il peritoneo. Per questo motivo nelle prime tre settimane dopo un intervento, là dove si rendesse necessario un esame contrastografico di un distretto dell’apparato digerente, non deve essere usato il bario bensì un mezzo di contrasto iodato!



483   LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE NELLE AZIENDE SANITARIE DELLA SARDEGNA SONO ISTITUITI:

A)   Punti di accesso unitario dei servizi sanitari (PASS) in ogni presidio ospedaliero e in ogni distretto

B)   Uffici di accoglienza e coordinamento (UAC) in ogni presidio ospedaliero e in ogni distretto

C)   Unità di valutazione delle emergenze (UVE) in ogni presidio ospedaliero dotato di pronto soccorso

484   NELL'AMBITO DI UN PROCEDIMENTO DISCIPLINARE, IN CASO DI DIMISSIONI DEL DIPENDENTE, SE PER L'INFRAZIONE COMMESSA È PREVISTA LA SANZIONE DEL LICENZIAMENTO IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE:

A)   Ha egualmente corso

B)   Non ha più corso

C)   Si prescrive

485   VERSO QUALI BATTERI È ATTIVO L'ANTIBIOTICO AD AMPIO SPETTRO?

A)   Solo verso i batteri Gram negativi

B)   Solo verso i batteri Gram positivi

C
)   Verso i batteri Gram positivi e negativi

486   LA SCALA DI NORTON SI USA PER:

A)   Valutare il rischio di insorgenza di lesioni da decubito

B)   Valutare lo stato nutrizionale

C)   Valutare il rischio di infezione di una ferita chirurgica

487   LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ISS) È:

A)   Consulenza per il Governo ed in particolare il compito di determinare le linee-generali della politica sanitaria nazionale

B)   Svolgere funzioni di ricerca, sperimentazione, controllo e formazione nel settore della salute pubblica

C)   Esprimere al Ministro della salute pareri e proposte in merito ai vari ambiti relativi alla tutela e al miglioramento delle condizioni di salute della popolazione

488   LA DISINFEZIONE È:

A)   L'insieme delle misure attuate al fine di ridurre a un livello detto di sicurezza, il numero dei microrganismi presenti su una superficie capaci di provocare malattia

B)   L'insieme delle misure attuate al fine di eliminare tutti i microrganismi presenti su una superficie o nell'ambiente e capaci di provocare malattia

C)   L'insieme delle misure attuate al fine di eliminare il 90% dei microrganismi presenti su una superficie o nell'ambiente e capaci di provocare malattia
www.biancofrancesco.altervista.org
489   IN ITALIA:

A)   Tutti possono essere obbligati a un determinato trattamento sanitario

B)   Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario

C)   Solo gli extracomunitari possono essere obbligati a un determinato trattamento sanitario

490   IN UN SOGGETTO CON CIRROSI EPATICA SCOMPENSATA SI DEVE EVITARE:

A)   I clisteri di pulizia

B)   La somministrazione di carboidrati nella dieta

C)   La somministrazione di farmaci sedativi

491   LA NUTRIZIONE ENTRALE VIENE UTILIZZATA:


A)   Quando c'è inappetenza

B)   In caso di obesità

C)   Quando il paziente non è in grado di ingerire i cibi e quando il tratto gastrointestinale superiore è danneggiato

492   IN UN PAZIENTE SOTTOPOSTO A INSULINOTERAPIA È IMPORTANTE:

A)   La rotazione delle sedi di iniezione

B)   Massaggiare con cura dopo ogni iniezione

C)   Riscaldare l'insulina prima dell'iniezione

493   "IL COMPLESSO DELLE DISPOSIZIONI O MISURE NECESSARIE ANCHE SECONDO LA PARTICOLARITÀ DEL LAVORO, L'ESPERIENZA E LA TECNICA, PER EVITARE O DIMINUIRE I RISCHI PROFESSIONALI NEL RISPETTO DELLA SALUTE DELLA POPOLAZIONE E DELL'INTEGRITÀ DELL'AMBIENTE ESTERNO" È:

A)   La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "prevenzione"

B)   La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "sorveglianza sanitaria"

C)   La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "buone prassi"
www.biancofrancesco.altervista.org
494   AL TERMINE DEL PROCESSO DI NURSING, QUALI ELEMENTI OCCORRE TENERE IN CONSIDERAZIONE PER EFFETTUARE CORRETTAMENTE LA VALUTAZIONE?

A)   La capacità comunicativa del paziente con i membri dell'équipe

B)   Diagnosi medica e procedure diagnostiche e terapeutiche attuate

C)   Bisogni assistenziali attuali in relazione ai comportamenti attesi

495   QUALE TRA SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIFERITE AL PAZIENTE IN SHOCK EMORRAGICO, È VERA?

A)   Lo shock si manifesta sempre come perdita di coscienza

B)   Lo shock emorragico si risolve solo con l'infusione di sangue compatibile

C)   Assicurare un accesso venoso costituisce una priorità assoluta

496   COSA SI INTENDE PER QUALITÀ IN AMBITO SANITARIO?

A)   È una modalità di apparire ai clienti

B)   È una dimostrazione di operare attraverso regole condivise di comportamento e di buona pratica

C)   È un elenco ordinato di processi con rigore tecnico scientifico

497   QUALE È LA CAUSA DELLA TOSSINFEZIONE BOTULINICA?

A)   Intossicazione alimentare dovuta all'ingestione di cibi contaminati (carni crude, conserve non opportunamente sterilizzate) da un batterio anaerobio che in particolari condizioni di temperatura e pH produce una potente neurotossina responsabile della classica sintomatologia

B)   Ingestione di verdura e frutta contaminata con l'Ascaris lumbricoides non lavata

C)   Trasmissione di batteri a seguito di contatto diretto con animali infetti o per l'ingestione di alimenti contaminati (formaggi, latticini ecc.)

498   LE COMPRESSIONI TORACICHE SCORRETTE DURANTE UNA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE POSSONO PROVOCARE:

A)   Circolo inefficace, lesioni agli organi addominali, fratture costali

B)   Solo lesioni agli organi addominali e fratture costali

C)   Solo circolo inefficace e fratture costali
www.biancofrancesco.altervista.org
499   LE COMPRESSIONI TORACICHE PER IL MASSAGGIO CARDIACO IN UN SOGGETTO ADULTO DEVONO ABBASSARE IL TORACE DI :

A)   Circa 4 o 5 cm

B)   Circa 3 cm

C)   Mai più di 2 cm per non provocare fratture

500   QUALE TRA LE SEGUENTI CONDIZIONI COSTITUISCE INDICAZIONE ASSOLUTA AL CATETERISMO VESCICALE?

A)   Ritenzione acuta

B)   Incontinenza da sforzo

C)   Ematuria






 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu