Crea sito

Prove finali corso OSSS Vallermosa - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Prove finali corso OSSS Vallermosa

Prove finali dei Corsi > Operatore Socio Sanitario con formazione complementare

1) Situazione:   trasferimento del pz dal letto alla sedia a rotelle, dal letto alla poltronain ospedale e a domicilio
  
Obiettivo:  Assicurare la mobilizzazione della persona / prevenire le complicanze da ridotta mobilitazione
  
Tempo max di esecuzione:   10 minuti.
  
Materiale occorrente:
  Sedia a rotelle   Indumenti e oggetti personali    Sedia    Guanti monouso        Paravento   Scheda    Contenitore per rifiuti speciali

N.   Procedure
01   Lavaggio sociale delle mani
02   Assicurare un microclima ottimale
03   Garantire la privacy
04   Informare il pz sulla procedura invitandolo a collaborare.
05   Posizionare la sedia di fianco al letto ed inserire il freno
06   Avvicinare il pz ai bordi del letto facendolo sedere e aiutandolo ad indossare eventuali indumenti
07   Posizionarsi di fronte al pz con le gambe flesse e divaricate, con il busto inclinato in avanti
08   Sollevare e far ruotare il pz verso la sedia e, fargli assumere la posizione seduta, appoggiando i piedi sugli appositi supporti e le braccia sui braccioli
09   Verificare la sicurezza e il comfort del pz
10   Lavaggio sociale delle mani e registrare su apposita documentazione l'avvenuta mobilizzazione
11   Indumenti da indossare a domicilio: canadese, scarpe senza lacci
12   La poltrona va posizionata e tenuta vicino alla finestra
13   Si eliminano i tappeti  per prevenire le cadute
14   Verificare il comfort (giornale, bicchiere d'acqua etc.)


2) Situazione:   pz. di 80 anni allettato affetto da diabete, da tre giorni  è stato rilevato un arrossamento della cute di lieve entità nella zona inferiore del gluteo  sinistro,  risistemare il pz. sapendo che l'igiene intima è già stata effettuata da altro operatore
  
Obiettivo:  
eseguire correttamente le procedure per la prevenzione delle lesioni da compressione
  
Tempo max di esecuzione:   10'
  
Materiale occorrente:
  cuscini   archetto    guanti   spondine   
N.   Procedure
01   Si presenta ed informa il pz. della procedura
02   Esegue il lavaggio sociale delle mani ed indossa i guanti monouso non sterili
03   Garantisce microclima e privacy
04   Posiziona materiale vicino al letto
05   Ispeziona le condizioni della cute
06   Garantisce la corretta idratazione della cute
07   Posiziona le lenzuola in modo da evitare la  presenza di pieghe e fissa bene gli angoli a 90 gradi
08   Posiziona il pz. in posizione decubito laterale destro
09   Sistema i cuscini vicino alla zona dorsale e lombare
10   Sistema un cuscino fra le due ginocchia flesse
11   Posiziona l'altro lenzuola, coperta e copriletto ed avvicina il sistema chiamata
12   Rassicura il pz. e si congeda
13   Riordina il materiale
14   Sfila i guanti e si lava le mani
15   Informa l'infermiere delle condizioni osservate e registra il dato nell'apposita scheda


3) Situazione:   Previo accertamento del livello di coscienza di una persona, mettere il soggetto in posizione di sicurezza
  
Obiettivo:  
Eseguire correttamente i preliminari del B.L.S. e fare assumere la posizione di sicurezza
  
Tempo max di esecuzione:   10 minuti.
  

Materiale occorrente:
    

N.   Procedure
01   Avvicinarsi alla vittima
02   Scuoterlo e chiamarlo per valutare la coscienza
03   Pz. incosciente - ATTIVARE ALLARME 118
04   Controllare la presenza di corpo estraneo in bocca
05   Valutare la presenza del respiro - GAS - Valutare la presenza del polso carotideo
06   Polso presente  - Respiro presente
07   Posizionare il Pz. in POSIZIONE DI SICUREZZA se compaiono sintomi di vomito o se per qualsiasi motivo il soccorritore si debba allontanare


4) Situazione:   Paziente chirurgico. Assistenza post-operatoria.
  
Obiettivo:
  Monitorare il paziente per trattare precocemente le complicanze, informarlo e istruirlo.
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:
      

N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente
03   Garantire la privacy
04   Lavarsi le mani
05   Valutare lo stato di coscienza e la corretta posizione sul letto di degenza
06   Controllare i parametri vitali (Polso, P.A., Temperatura, respiro)
07   Controllare tutti i presidi medico chirurgici eventualmente in sede, evitando rimozione, occlusione o reflusso di materiale
08   Controllare la medicazione
09   Togliere il camice operatorio e vestirlo con i propri indumenti (mediamente dopo 24 h, perché il paziente in post operatorio può divenire in qualsiasi momento critico).Annotare su apposita documentazione eventuali variazioni qualitative e quantitative dei secreti (c.v-drenaggio-SNG)
10   Nei giorni successivi valutare e riferire in merito alla canalizzazione, alimentazione, mobilizzazione, riabilitazione del paziente .
  

  


5) Situazione:   Esecuzione di un bendaggio semplice
  
Obiettivo:   Coprire una determinata area del corpo. Scopo: Preventivo, Terapeutico, Antalgico, Riabilitativo.
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:
  Fasce   Maglia elastica             Cotone di germania   Cerotto o fermaglio    

N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente
03   Applicare il bendaggio solo su prescrizione medica e pianificazione infermieristica
04   Scegliere il materiale le cui proprietà siano le più idonee per la finalità prevista
  
05   Preparare la cute, pulirla con sostanze sgrassanti per favorire l'adesività della benda
06   Utilizzare il salva pelle quando necessario
07   Srotolare la benda di mano in mano e girarla attorno alla zona da trattare, tenendola aderente alla superficie cutanea con il pollice
08   Il bendaggio non deve essere mai troppo stretto per evitare problemi vascolari, nervosi e cutanei
09   Lasciare libere le dita nei bendaggi agli arti per controllare l'insorgenza di segni come edema, cianosi, etc.
10   Rimuovere la fasciatura a fine prescrizione utilizzando forbici bottonute
11   Controllare integrità cutanea ed eventualmente trattare con crema idratante previa pulizia con acqua-  registrare in apposita documentazione l'avvenuta procedura e controllare eventuali segni e/o sintomi riferiti dal pz. ed informare l'infermiere


6) Situazione:   Igiene della Ileocolonstomia
  
Obiettivo:   Garantire lo svuotamento delle feci in seguito a fenomeni di occlusione intestinale.
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:

  Guanti monouso   Spugna monouso    Sacca di raccolta         Contenitore con acqua tiepida   Detergente neutro (Saugella)   Contenitore dei rifiuti speciali

N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente
03   Garantire la privacy
04   Preparare il materiale
05   Eseguire il lavaggio sociale delle mani
06   Indossare i guanti monouso non sterili
07   Scoprire la parte dello stoma rimuovendo la sacca dall'alto verso il basso
08   Rimuovere le feci con salviette monouso
09   Eseguire l'igiene con acqua tiepida e detergente neutro con movimenti circolari
10    Asciugare la zona tamponando
11   Applicare la nuova sacca dal basso della stomia verso l'alto.
12   Verificare l'adeguata adesione
13   Ricoprire il paziente
14   Smaltire i rifiuti
15   Togliere i guanti e lavarsi le mani
16   Segnalare l'avvenuta procedura ed eventuali alterazioni dello stoma
17   Sostituire la sacca due volte al giorno (secondo protocollo) e al bisogno.


7) Situazione:   Medicazione e gestione di una ferita chirurgica semplice (a piatto)
  
Obiettivo:   proteggere da una probabile contaminazione  e da traumi che possono rallentare la guarigione
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:
  Guanti sterili monouso   Garze sterili di diversa misura    Antisettico   Renino   Contenitore per rifiuti speciali         Telo sterile   Set per medicazione monouso   Cerotti o garze autoadesive

N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente, se cosciente, delle manovre che verranno eseguite, facendogli assumere una posizione confortevole e garantendo una buona esposizione della ferita
03   Garantire la privacy
04   Preparare il materiale
05   Eseguire il lavaggio antisettico delle mani
06   Indossare i guanti monouso non sterili
07   Rimuovere i cerotti e la medicazione delicatamente (se necessario inumidirli con soluzione fisiologica sterile) e smaltirli nell'apposito contenitore
08   Rimuovere i guanti non sterili, ripetere il lavaggio antisettico (clorexidina) delle mani e indossare guanti chirurgici sterili
09   Osservare e valutare la ferita
10   Detergere la ferita, se necessario, con un batuffolo di garza sterile imbevuto di soluzione fisiologica sterile(o acqua ossigenata se presenti consistenti residui ematici) usando la pinza chirurgica. Pulire dall'alto verso il basso e verso l'esterno della sutura, senza mai ritornare indietro; ripetere la manovra con un altro battutolo di garza sterile per trattare l'altro lato della sutura (per suture molto estese usare più battutoli per ogni singolo lato della ferita)
11   Disinfettare la ferita con la stessa tecnica descritta al precedente punto utilizzando l'antisettico (iodopovidone in soluzione alcolica al 10%- solo su cute/sutura integra- o clorossidante elettrolitico allo 0,05% se paziente intollerante allo iodio) al posto della soluzione fisiologia sterile.
12   Ricoprire la ferita utilizzando cerotti già pronti, oppure in alternativa, garze sterili da fissare con cerotto TNT.
13   Riposizionare il paziente
14   Smaltire i rifiuti
15   Lavare e decontaminare gli strumenti chirurgici
16   Rimuovere i guanti e eseguire il lavaggio antisettico delle mani
17   Riordinare il carrello
17   Registrare  l'avvenuta procedura in apposita documentazione infermieristica ed informare l'infermiere di eventuali osservazioni


8) Situazione:   paziente chirurgico: assistenza preoperatoria
  
Obiettivo:   Preparare il paziente dal punto di vista chirurgico,  fisico  che emotivo
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:


N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente
03   Controllare in cartella la presenza del consenso informato (firmato)
04   Esami diagnostici e di laboratorio necessari per l'intervento
05   Praticare eventuale clistere evacuativo
06   Invitare in paziente a svuotare la vescica
07   Togliere eventuali protesi dentarie, acustiche, oggetti metallici-smalto
08   Invitare il paziente a farsi la doccia con un disinfettante antisettico
09   Fare indossare il camice, cuffia e calzari
10   Somministrare eventuale pre-anestesia per via intramuscolare su pianificazione infermieristica
11   Trasportare il paziente in sala operatoria
12   Consegnare la cartella clinica al personale della sala operatoria
13   Il letto dell'operato deve essere adeguatamente preparato con traversa, cerata, asta porta flebo, sostegno per drenaggi, S.N.G., C.V. e occhiali per ossigenoterapia
14   La stanza deve essere calda, ben areata e non troppo luminosa-(garantire il microclima e la privacy)


9) Situazione:   somministrazione di ossigeno ad alto o basso flusso
  
Obiettivo: garantire il corretto bisogno di respirare   trattare gli effetti pericolosi della ipossiemia1)   Riduzione dell'O2 nel sangue arterioso2)   Aumento del lavoro respiratorio3)   Necessità di ridurre il lavoro cardiaco
  
Tempo max di esecuzione:   10 minuti.
  

Materiale occorrente:
  Sistema di somministrazione   Maschera di Venturi   Maschera facciale con palloncino di riserva   Erogatori O2 terapia   Guanti monouso   Contenitore rifiuti        Occhialini   Sondino naso faringeo   Maschera facciale comune   Fazzoletti di carta

N.   Procedure
01   Identificare il paziente
02   Informare il paziente
03   Verificare se è stata eseguita una corretta  pulizia delle vie aeree
04   Controllare che il sistema di somministrazione sia idoneo e integro (verificare presenza h2o sterile)
05   Posizionare il paziente in modo confortevole
06   Posizionare il sistema di somministrazione
07   Somministrare la quantità di O prescritta (l'ossigeno è una prescrizione medica) e pianificata dall'infermiere
08   Valutare il paziente durante la somministrazione e avvisare  l'infermiere in caso di complicazione
09   Riordinare il materiale al termine della procedura
10   Eseguire il lavaggio sociale delle mani
11   Segnare in apposita documentazione l'avvenuta procedura


10) Situazione:   somministrazione della terapia per via intramuscolare
  
Obiettivo:   Avere un lento assorbimento dei farmaci e/o delle sostanze prescritte

  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:
  Guanti monouso   cotone   contenitore per aghi (rigido)         siringa e fiala del farmaco   antisettico   contenitore per rifiuti speciali

N.   Procedure
01   Adottare la regola delle 6 G1.   Giusto farmaco2.   Giusto paziente3.   Giusto orario4.   Giusta via di somministrazione5.   Giusta dose6.   Giusta registrazione
02   Identificare il paziente
03   Informare il paziente
04   Garantire la privacy
05   Lavarsi le mani e indossare i guanti
06   Aspirare il farmaco
07   Posizionare il paziente in base alla sede di iniezione* (regione glutea quadrante sup. laterale esterna)
08   Disinfettare la zona
09   Introdurre la siringa perpendicolarmente alla sede di iniezione
10   Fare la manovra di LASSER
11   Introdurre il farmaco
12   Sfilare la siringa
13   Tamponare delicatamente con un battutolo di cotone pulito
14   Riordinare il materiale
15   Lavarsi le mani
16   Registrare l'avvenuta procedura e segnalare eventuali reazioni

11) Situazione:   lavaggio sociale delle mani.
  
Obiettivo:   ·   ridurre il numero dei batteri residenti e transitori delle mani;·   prevenire il passaggio di microrganismi dall'ambiente ospedaliero al paziente e dal paziente al personale d'assistenza.
  
Tempo max di esecuzione:   20 minuti.
  

Materiale occorrente:
  Lavandino preferibilmente con apertura a gomito o a pedale   Sapone detergente liquido in flaconi o monodose (accanto al lavandino dovrebbe essere presente l'erogatore di sapone liquido con comando a gomito ed aggiungere acqua)   Asciugamani monouso in carta (salviette o rotoli)      

N.   Procedure
01   Non indossare anelli, orologio e bracciali
02   Bagnarsi le mani ed i polsi (aprendo il rubinetto con il gomito o usando il pedale o, se presente, mediante fotocellula) con acqua tiepida, tenendole lontane dalla superficie interna del lavabo
03   Distribuire sulle mani una quantità di prodotto (tensioattivi),.
04   Frizionare vigorosamente per 30 secondi, 1m' facendo attenzione agli spazi interdigitali ed ungueali
05   Sciacquare sotto acqua corrente
06   Asciugare tamponando con salvietta di carta monouso
07   Chiudere il rubinetto



12) Situazione:   somministrazione della terapia per via auricolare
  
Obiettivo:   Avere l' assorbimento dei farmaci e/o delle sostanze prescritte

  
Tempo max di esecuzione:   15 minuti.
  

Materiale occorrente:
 Vassoio   Farmaci e applicatore   Batuffoli di garza o cotone         Scheda di prescrizione dei farmaci

  
  

N.   Procedure
01   Adottare la regola delle 6 G1.   Giusto farmaco2.   Giusto paziente3.   Giusto orario4.   Giusta via di somministrazione5.   Giusta dose6.   Giusta registrazione
02   Identificare il paziente
03   Informare il paziente su ciò che verrà fatto
04   Eseguire il lavaggio sociale delle mani
05   Controllare le condizioni igieniche del distretto anatomico interessato
06   Invitare la persona ad assumere la posizione seduta o supina e a girare la testa di lato
07   Tirare, con una mano, il padiglione auricolare verso l'alto e indietro e con l'altra, tenendola appoggiata sulla testa della persona, instillare la quantità di farmaco prescritto
08   Asciugare con un batuffolo di garza o di cotone l'eventuale farmaco in eccesso che fuoriesce dall'orecchio
09   Lasciare il padiglione e chiedere alla persona di mantenere questa posizione per una decina di minuti
10   Documentare l'avvenuta somministrazione del farmaco secondo le indicazioni dell'infermiere
11   Riordinare quanto utilizzato
12   Eseguire il lavaggio sociale delle mani
13   Riposizionare (o aiutare a farlo) la persona in modo confortevole









 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu