Crea sito

Raccolta liquido seminale - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Raccolta liquido seminale

Procedure OSS > Bisogno di eliminazione urinaria > Prelevamento di urine

ILLUSTRARE L'ISTRUZIONE OPERATIVA AL PAZIENTE X ESECUZIONE DI UN ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE

L' attività dell'operatore socio sanitario in questa procedura  è finalizzata a dare un informazione adeguata al paziente in merito alla raccolta da effettuare .
Osservare un periodo di astinenza sessuale da un minimo di 3 giorni a un massimo di 5 giorni, in relazione alla data dell'appuntamento.
Procedura da seguire per la raccolta:
1.    Lavare accuratamente le mani e i genitali con acqua e sapone, sciacquare a lungo e asciugarsi con un telo pulito.
 2.    Aprire un contenitore sterile (tipo urinocoltura), evitando di toccarne l'interno.
 3.   Scoprire il glande, per ridurre le possibilità di contaminazione.
4.   Eliminare il primo getto di urina e raccogliere il resto (mitto intermedio) nel contenitore, riempiendone non più della metà.
5.   Chiudere il contenitore, avvitando con cura il coperchio.
6.   Aprire il secondo contenitore, evitando di toccarne l'interno.
7.   Raccogliere lo sperma, mantenendo scoperto il glande.
8.    Consegnare il contenitore al personale addetto entro un'ora dalla raccolta.
9.   Chiudere il contenitore, avvitando con cura il coperchio.
10.   Consegnare i due contenitori al personale addetto.

Lo spermiogramma è l'analisi del liquido seminale finalizzata a valutare la qualità degli spermatozoi, attraverso la verifica della forma, del numero e della motilità. Tale esame rappresenta lo strumento principale per la valutazione della fertilità maschile.
Uno spermiogramma è necessario anche per verificare il buon esito di un intervento di vasectomia. Nello sforzo di una sempre maggiore standardizzazione delle procedure dell'esame del liquido seminale, le principali Società Scientifiche di Andrologia, di Medicina delle Riproduzione, di Medicina di Laboratorio e di Endocrinologia hanno più recentemente elaborato delle linee guida metodologiche in un Workshop tenutosi nel novembre 2003 a Roma e disponibili in letteratura. Tali linee guida, pur ricalcando sostanzialmente le
L'affidabilità dell'esame dipende da una sua corretta esecuzione, che comporta:
·   astinenza da eiaculazioni di 2-7 giorni (WHO, 2000), tradizionalmente 3-5 giorni, allo scopo di standardizzare i valori . un periodo più breve diminuisce la concentrazione degli spermatozoi, un periodo più lungo ne diminuisce la motilità.;
·   sospensione di terapie farmacologiche (ormoni, farmaci anti-infiammatori, antibiotici, steroidi)
·   raccolta del campione mediante masturbazione manuale, in buone condizioni di igiene e in contenitori a bocca larga;
·   raccolta del campione preferibilmente presso il laboratorio ove viene effettuata l'analisi; se ciò non è possibile il campione può essere raccolto a casa in un contenitore sterile per urine e portato al laboratorio entro un'ora in posizione verticale procurando di tenerlo al caldo, preferibilmente in una tasca vicino al corpo.

Dal punto di vista etico:

Se per motivi religiosi la masturbazione è proibita, la raccolta del liquido può anche essere eseguita dopo un rapporto sessuale completo. In tal caso deve essere utilizzato uno speciale condom di silicone o poliuretano (il lattice può danneggiare lo sperma) [1] se la raccolta è effettuata altrove, il campione deve essere consegnato entro 30-60 min dalla raccolta e protetto da escursioni termiche. Devono essere segnalate eventuali perdite di frazioni dell'eiaculato.


 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu