Crea sito

Ossigenoterapia: preparazione del materiale ed eventuale erogazione - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ossigenoterapia: preparazione del materiale ed eventuale erogazione

Procedure OSS > Bisogno di respirare normalmente

Ossigenoterapia

Somministrazione di ossigeno con maschera di venturi sotto controllo infermieristico
Obiettivo: somministrare ossigeno con maschera di venturi alla concentrazione del 24 % con flusso di 4 litri al minuto
Materiale occorrente
Manichino, .bombola di ossigeno con flussometro, umidificatore, grafico, maschera di venturi con raccordi, Pulsiossimetro o saturimetro .   Attenzione il raccordo della somministrazione del 24%  è quello blù

Le azioni da compiere sono per le seguenti motivazioni
1) Lavo le mani
2) Identifico la persona, mi presento e illustro la procedura
3) Invito la persona ad assumere una posizione semi seduta. Posizione ottimale
4) Raccordo il tubo all'ugello dell'umidificatore, situato nella parte superiore della bombola vicino alla manopola di apertura dell'ossigeno
5)Connetto la maschera al tubo e imposto la concentrazione scelta.
6) Posiziono la maschera intorno al corpo della persona e assicuro la stabilità della stessa maschera
7) Inizio l'erogazione come da indicazione infermieristica.Posiziono il saturimetro.
8) Trascrivo i dati in cartella, rassicuro il paziente e informo l'infermiere  
9) Lavo le mani

Maschera di Venturi=
VANTAGGI:
Fornisce ossigeno ad alti flussi (5-8 L/min al 40-60%)e garantisce una precisa e costante concentrazione di ossigeno:
Gli adattatori di diverso colore permettono di miscelare ossigeno con l'aria ambiente garantendo percentuali precise di ossigeno;
Possibilità di somministrare concentrazione di ossigeno superiore al sistema del sondino nasale,. L'aria espirata passa attraverso piccoli fori ai lati della maschera, che permettono anche l'entrata di aria ambiente.
SVANTAGGI: L'aderenza della maschera può creare disagio e irritare la cute ( lavare e asciugare il viso periodicamente)
Provoca calore e limita le attività del paziente ( mangiare, parlare)
Può  dare claustrofobia ( la maschera deve essere posizionata in modo aderente per evitare perdite di ossigeno).
Durante i pasti la maschera viene sostituita con altri sistemi di erogazione di ossigeno.
Se il paziente è incosciente, nei casi di vomito, esiste il pericolo di ab-ingestis.
Non viene utilizzata in caso di lunga terapia.

Approfondimento



SCHEDA DATI DI SICUREZZA
OSSIGENO COMPRESSO


1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO
Prodotto: Ossigeno
Formula chimica: O2

2. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI
Sostanza/Preparato: Sostanza.
Componenti/Impurezze: Non contiene altri prodotti e/o impurezze che influenzano la
classificazione del prodotto.

3. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI
Identificazione dei pericoli: Ossidante. Alimenta fortemente la combustione. Può reagire
violentemente con i materiali combustibili. Gas compresso.

4. MISURE DI PRIMO SOCCORSO
Inalazione: L'inalazione continua di concentrazioni di ossigeno superiori al 75% può causare
nausea, vertigini, difficoltà respiratorie e convulsioni.

5. MISURE ANTINCENDIO

Pericoli specifici: Alimenta la combustione. L'esposizione alle fiamme può causare la rottura o
l'esplosione del recipiente. Non infiammabile.
Prodotti di combustione pericolosi: Nessuno.
Mezzi di estinzione utilizzabili: Si possono usare tutti i mezzi estinguenti conosciuti.
Metodi specifici: Se possibile arrestare la fuoriuscita di prodotto. Rimuovere il recipiente o
raffreddarlo con acqua da posizione protetta.
Mezzi di protezione speciali: Nessuno.

6. MISURE IN CASO DI FUORIUSCITE ACCIDENTALI DI PRODOTTO
Protezioni individuali: Evacuare l'area. Assicurare una adeguata ventilazione. Eliminare le fonti di
ignizione.
Protezioni per l'ambiente: Tentare di arrestare la fuoriuscita. Evitarne l'ingresso in fognature,
scantinati, scavi e zone dove l'accumulo può essere pericoloso.
Metodi di rimozione del prodotto: Ventilare la zona.

7. MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO

Manipolazione e stoccaggio: Non usare olio o grasso. Aprire lentamente la valvola per evitare colpi
di pressione. Non immagazzinare con gas o materiali infiammabili. Evitare il risucchio di acqua nel
contenitore. Non permettere il riflusso del gas nel contenitore.
Utilizzare solo apparecchiature specifiche, adatte per il prodotto, la pressione e la temperatura di
impiego. In caso di dubbi contattare il fornitore del gas. Tenere lontano da fonti di ignizione
(comprese cariche elettrostatiche). Far riferimento alle istruzioni del fornitore per la manipolazione
del contenitore. Mantenere il contenitore sotto i 50°C in zona ben ventilata.

8. CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE

Protezione personale: Non fumare mentre si manipola il prodotto. Usare opportune protezioni per le
mani, il corpo e la testa. Indossare occhiali protettivi durante il taglio o la saldatura. Evitare
atmosfere ricche di ossigeno (>21%). Assicurare una adeguata ventilazione.

9. PROPRIETA' FISICHE E CHIMICHE
Peso molecolare: 32
Punto di fusione: -219 °C
Punto di ebollizione: -183 °C
Temperatura critica: -118 °C
Densità relativa gas (aria=1): 1.1
Solubilità in acqua (mg/l): 39
Aspetto: Gas incolore.
Odore: Non avvertibile dall'odore.
Temperatura di autoaccensione: Non applicabile.
Limiti di infiammabilità (vol % in aria): Ossidante.
Densità relativa liquido (acqua=1): Non applicabile.
Tensione di vapore a 20°C: Non applicabile.
Altri dati: Gas/vapore più pesante dell'aria. Può accumularsi in spazi chiusi particolarmente al
livello del suolo o al di sotto di esso.

10. STABILITA' E REATTIVITA'
Può reagire violentemente con gli infiammabili.
Può reagire violentemente con agenti riducenti.
Ossida violentemente i materiali organici.

11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE

Generali: Nessun effetto tossicologico.

12 .INFORMAZIONI ECOLOGICHE
Generali: Nessun danno ecologico da questo prodotto.

13. CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO

Generali: All'atmosfera in zona ben ventilata. Non scaricare dove l'accumulo può essere pericoloso.
Contattare il fornitore se si ritengono necessarie istruzioni per l'uso.

14. INFORMAZIONI SUL TRASPORTO
n. UN: 1072
Denominazione per il trasporto: Ossigeno Compresso
Altri possibili rischi: 5.1



Etichettatura ADR:

Etichetta 2: gas non infiammabile, non tossico.
Etichetta 05: rischio di intensificazione incendi.

Altre informazioni per il trasporto:
Evitare il trasporto su veicoli dove la zona di carico non è separata dall'abitacolo.
Assicurarsi che il conducente sia informato del rischio potenziale del carico e sappia cosa fare in
caso di incidente o di emergenza.
Prima di iniziare il trasporto accertarsi che il carico sia ben assicurato e:
Assicurarsi che la valvola della bombola sia chiusa e che non perda.
Assicurarsi che il tappo cieco della valvola, ove fornito, sia correttamente montato.
Assicurarsi che il cappellotto sia correttamente montato.
Assicurarsi che vi sia adeguata ventilazione.
Assicurare l'osservanza delle vigenti disposizioni.

15. INFORMAZIONI SULLE REGOLAMENTAZIONI

N. nell'allegato I del DM 28.4.97: 008-001-00-8
Classificazione CEE: O;R8
Simboli: O: comburente
Frasi R: 8
Frasi S: (2)17

Etichettatura dei recipienti

Simboli: Si utilizzano i simboli previsti dall'ADR.
Etichetta 2: gas non infiammabile, non tossico.
Etichetta 05: rischio di intensificazione incendi.

Frasi di rischio

R8 Può provocare l'accensione di materie combustibili.
Consigli di prudenza
S9: Conservare il recipiente in luogo ben ventilato.
S17: Tenere lontano da sostanze combustibili.

16. ALTRE INFORMAZIONI
Assicurare l'osservanza di tutti i regolamenti nazionali e regionali.
Assicurarsi che gli operatori capiscano i pericoli delle atmosfere arricchite in ossigeno.
Prima di utilizzare questo prodotto in qualsiasi nuovo processo o esperimento, deve essere condotto
uno studio approfondito sulla sicurezza e sulla compatibilità del prodotto stesso con i materiali.
Le informazioni contenute in questo documento sono da ritenersi valide al momento della stampa.
Fonte dei dati principali utilizzati per la redazione della Scheda Dati di Sicurezza: banca dati EIGA.
Le informazioni di questa SDS sono fornite al fine della protezione della salute e della sicurezza sul
posto di lavoro.
Non si accettano responsabilità per eventuali danni derivanti da un uso di tali informazioni per fini
diversi da quelli citati.







 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu