Crea sito

Da 401 a 450 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 401 a 450

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Prevenzione

401 IL D.LGS 758 DEL 1994 TRATTA?

A) Norme relative alla formazione continua in ambito sanitario

B) Testo unico delle leggi in materia della sicurezza in ambiente ospedaliero

C) Modifiche alla disciplina sanzionatoria in materia di lavoro

402 L’INFORMAZIONE E FORMAZIONE ADEGUATE PER I LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI:

A) Sono obbligatorie solo per le figure dei Lavoratori e dei Preposti

B) Sono considerate misure generali di tutela della sicurezza e salute

C) Non costituiscono misure di prevenzione

403 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “PREVENZIONE”?

A) valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza

B) insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa

C) il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 43

404 LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE IL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DELLA SARDEGNA:

A) Promuove tutte le iniziative di tutela della salute a garanzia dei cittadini della Sardegna

B) Assicura, nell'ambito del servizio sanitario nazionale, la tutela della salute come diritto fondamentale della persona e interesse della collettività

C) Garantisce la salute e la sicurezza sociale nel territorio della Sardegna

405 I CARTELLI DI PRESCRIZIONE HANNO FORMA

A) Triangolare

B) Quadrata o rettangolare

C) Rotonda

406 LA GRAVITÀ DEGLI EFFETTI PROVOCATI DALLA CORRENTE ELETTRICA DURANTE L`ATTRAVERSAMENTO DEL CORPO È IN FUNZIONE DI QUALI PARAMETRI?

A) Esclusivamente della frequenza della corrente, del percorso della corrente nel corpo umano

B) Intensità della corrente, durata del contatto, frequenza della corrente, percorso della corrente nel corpo umano

C) Solo della durata del contatto

407 NELL’AMBITO DELLA REALIZZAZIONE DI LAVORI DI DEMOLIZIONE DI STRUTTURE È AMMESSO CHE GLI STESSI SIANO OPERATI PER TRAZIONE O ROVESCIAMENTO DEL MANUFATTO?

A) Si, a patto che le parti di strutture da demolire abbiano altezza sul terreno non superiore a 5 metri

B) Si ma solo nel caso di demolizione di strutture prefabbricate

C) No, mai

408 IL COORDINATORE PER L'ESECUZIONE HA FACOLTÀ DI SOSPENDERE I LAVORI?

A) No, in alcun caso

B) No, può solo proporre la sospensione dei lavori anche per le singole lavorazioni

C) Si, se sussiste pericolo grave ed imminente, direttamente riscontrato, per le singole lavorazioni fino alla verifica degli avvenuti adeguamenti

409 AI SENSI DELL'ART. 100, COMMA 5 DEL D.LGS N. 81/08, L'IMPRESA AGGIUDICATRICE DEI LAVORI CHE VUOLE INTRODURRE PROPOSTE DI INTEGRAZIONE AL PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO, A CHI DEVE PRESENTARE LE SUDDETTE PROPOSTE?

A) Al Coordinatore per la Progettazione

B) Al Coordinatore per l'Esecuzione dei Lavori

C) Al Rappresentante della Sicurezza

410 LE PROCEDURE OPERATIVE NELL`AMBITO DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA STABILISCONO:

A) Chi, come, quando e dove deve essere svolta una determinata attività, descrivendo in maniera più chiara possibile il metodo con cui si intende raggiungere gli obiettivi

B) Come deve essere svolta una determinata attività, descrivendo in maniera più chiara possibile il metodo con cui si intende raggiungere gli obiettivi

C) Le istruzioni e le registrazioni

411 È OBBLIGATORIO CHE IL DATORE DI LAVORO PROVVEDA AD EFFETTUARE I CONTROLLI PERIODICI SUGLI IMPIANTI ELETTRICI?

A) No, se l’impianto elettrico è dotato di dichiarazione di conformità, rilasciata dall’installatore

B) Si sempre, secondo le disposizioni del DPR 62/2001

C) Solo in caso di impianti elettrici con obbligo di progetto

412 I CARTELLI DI SICUREZZA DI COLORE VERDE E BIANCHI SONO CARTELLI DI?

A) Salvataggio

B) Pericolo

C) Divieto

413 NEL CASO DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA NON ESEGUIBILI IN CONDIZIONI DI SICUREZZA ED IN CONDIZIONI ERGONOMICHE ADEGUATE, IL DATORE DI LAVORO SCEGLIE LE ATTREZZATURE DI LAVORO PIÙ IDONEE A GARANTIRE E MANTENERE CONDIZIONI DI LAVORO SICURE, DANDO PRIORITÀ ALLE:

A) Misure di protezione individuale rispetto alle misure di protezione collettiva

B) Misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale

C) Misure di protezione individuale rispetto alle misure di protezione collettiva solo se l’impresa è costituita da un numero non superiore a 10 lavoratori subordinati.


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 44

414 IL PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO È REDATTO DAL:

A) Datore di lavoro

B) Responsabile dei Lavori

C) Coordinatore per la Progettazione

415 LE AZIENDE SANITARIE DEVONO GARANTIRE TUTTO IL DEBITO IN CREDITI ECM PER I PROPRI DIPENDENTI?

A) No, deve garantire 1/3 dei crediti su base triennale

B) No, non sussiste l'obbligo da parte delle Aziende sanitarie di garantire l'acquisizione dei crediti ECM, ma di consentire la partecipazione agli eventi. Per prassi l’Azienda Sanitaria deve garantire il minimo dei crediti ECM (25/anno), il restante fino a 75 può essere acquisito nell’ambito della libera scelta da parte del professionista

C) Si, e sulla base di una proporzionata suddivisione tra eventi residenziali, FAD e formazione sul campo

416 LE PARETI COMPLETAMENTE VETRATE DEVONO ESSERE COSTITUITE DA

A) Materiali di sicurezza per tutta l’altezza della parete vetrata

B) Materiali di sicurezza solo fino all’altezza di un metro dal pavimento

C) Materiali di sicurezza anche oltre l’altezza di un metro dal pavimento in relazione al rischio di ferimento dei Lavoratori qualora vadano in frantumi

417 ALL'ATTO DELLA SCELTA DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO, IL DATORE DI LAVORO PRENDE IN CONSIDERAZIONE:

A) Che siano della taglia giusta per i lavoratori che le dovranno utilizzare

B) Le condizioni e le caratteristiche specifiche del lavoro da svolgere;) i rischi presenti nell’ambiente di lavoro; i rischi derivanti dall’impiego delle attrezzature stesse; i rischi derivanti da interferenze con le altre attrezzature già in uso.

C) Che siano solo ed esclusivamente marchiati CE ed abbiano i manuali in lingua italiana.

418 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE È RESPONSABILE:

A) Dell’esito dei ricoveri ospedalieri

B) Per le omissioni penalmente rilevanti dei suoi più stretti collaboratori.

C) Della gestione complessiva dell’azienda

419 I DOCUMENTI PREVISTI NEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SONO:

A) Obiettivi generali

B) Gestionali e operativi

C) Le informazioni che definiscono come è organizzato il “sistema sicurezza”

420 IL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO:

A) Predispone annualmente il piano delle attività e dell'utilizzazione delle risorse disponibili

B) Predispone semestralmente il prospetto delle entrate e delle uscite di cassa del dipartimento

C) Predispone semestralmente una relazione, per il collegio sindacale, esaminando l’andamento economico del dipartimento

421 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO, IN CASO DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL’INTERNO DELL’AZIENDA AD IMPRESE APPALTATRICI:

A) Fornisce alle stesse informazioni sulle procedure che riguardano la lotta antincendio e l’evacuazione dei lavoratori

B) Fornisce alle stesse i nominativi del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e del medico competente

C) Fornisce ad esse dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinate ad operare

422 L`OBBLIGO DI REDIGERE IL DUVRI SOSTITUISCE L`OBBLIGO DI REDIGERE IL DVR:

A) Si, se l`azienda rientra nel rischio basso

B) Si, perchè il DUVRI contiene anche la valutazione dei rischi aziendali

C) No, l`obbligo di redigere il DVR resta comunque tale

423 QUANDO SI HA UN RISCHIO DI POLVERI BISOGNA UTILIZZARE I SEGUENTI DPI:

A) Casco con visiera protettiva

B) Occhiali schermati

C) Mascherina facciale

ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 45

424 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEVE AVVENIRE:

A) In occasione dell’assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

B) Almeno 30 giorni prima dell’assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

C) Entro un anno dall’assunzione, dal trasferimento o cambiamento di mansioni, dall'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

425 QUANDO LO SCAVO DI POZZI E DI TRINCEE SUPERA LA PROFONDITÀ DI MT 1,50 È NECESSARIO:

A) Applicare delle necessarie armature di sostegno

B) Vietare la presenza degli operai all'interno

C) Utilizzare solo mezzi meccanici

426 AI SENSI DELL’ART. 101 DEL D.LGS 81/2008 A CHI, L’IMPRESA AFFIDATARIA, È TENUTA A TRASMETTERE PRIMA DELL’INIZIO DEI LAVORI IL PSC (PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO)?

A) A tutte le imprese esecutrici

B) A tutte le imprese esecutrici ed ai lavoratori autonomi

C) A nessuno, essendo l’onere della trasmissione in capo al committente o al responsabile dei lavori

427 AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08, IL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE DEVE REDIGERE IL PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO:

A) Dopo la progettazione dell’opera

B) Durante la progettazione dell’opera e comunque prima della richiesta di presentazione delle offerte

C) Prima della progettazione dell’opera

428 NEL CASO DI MODIFICA SOSTANZIALE DELL’IMPIANTO ELETTRICO, SI DEVE PROCEDERE A FARE UNA VERIFICA:

A) Periodica

B) Straordinaria

C) Ordinaria

429 AI SENSI DELL'ART.99 COMMA 1 IL COMMITTENTE O IL RESPONSABILE DEI LAVORI, PRIMA DELL'INIZIO DEI LAVORI, HA OBBLIGO DI TRASMETTERE LA NOTIFICA PRELIMINARE. A QUALI ORGANI VIENE TRASMESSA LA SUDDETTA NOTIFICA?

A) Alla Azienda Unità Sanitaria Locale e alla Direzione Provinciale del Lavoro territorialmente competenti

B) Alla Commissione rischi e infortuni e alla Direzione Provinciale del Lavoro

C) Ai Servizi Generali di Prevenzione e Protezione della Regione

430 I CONTROLLI PREVENTIVI E LE VERIFICHE PERIODICHE SULLE ATTREZZATURE DI LAVORO:

A) Devono essere annotati in apposito registro da tenere a disposizione degli organi di vigilanza per 5 anni

B) Sono obbligatori ma la loro registrazione per iscritto è facoltativa

C) Sono obbligatoriamente previsti dalla normativa vigente e la loro registrazione deve essere annotata in apposito registro da tenere a disposizione degli organi di vigilanza per almeno 3 anni

431 IL DIRETTORE SANITARIO:

A) Dirige i servizi sanitari ai fini organizzativi ed igienico-sanitari

B) Nomina i direttori dei servizi sanitari

C) Non può partecipare alle riunioni del consiglio dei sanitari

432 LE SEGHE CIRCOLARI FISSE DEVO AVERE IDONEI SISTEMI DI PROTEZIONE PER EVITARE IL CONTATTO DIRETTO DELL'OPERATORE CON LA LAMA O GLI ORGANO DI TRASMISSIONE

A) Sempre Vero

B) Solo se il diametro è maggiore di 73 cm

C) Sempre Falso

433 QUANDO È AMMESSA LA DELEGA DI FUNZIONI DA PARTE DEL DATORE DI LAVORO?

A) Quando non espressamente esclusa, è ammessa con limiti e condizioni

B) È sempre ammessa con limiti e condizioni

C) È ammessa secondo la situazione di fatto

434 TRA GLI ASPETTI FONDAMENTALI IN UNA VALUTAZIONE DEL RISCHIO ELETTRICO CI SONO:

A) La valutazione del piano di emergenza

B) Le interferenze con soggetti esterni agli ambienti per i quali è stato progettato l’impianto

C) La conformità strutturale degli edifici in cui sono installati gli impianti


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 46

435 IN CASO DI IMPIANTI IN LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE IL DATORE DI LAVORO È TENUTO AD EFFETTUARE REGOLARI MANUTENZIONI DELL'IMPIANTO ELETTRICO, NONCHÉ A FAR SOTTOPORRE LO STESSO A VERIFICA PERIODICA:

A) ogni quattro anni

B) ogni anno

C) ogni due anni

436 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO, IN CASO DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL’INTERNO DELL’AZIENDA AD IMPRESE APPALTATRICI:

A) Fornisce ad esse dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinate ad operare

B) Fornisce alle stesse i nominativi del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e del medico competente

C) Fornisce alle stesse informazioni sulle procedure che riguardano la lotta antincendio e l’evacuazione dei lavoratori

437 I CARTELLI PER LE ATTREZZATURE ANTINCENDIO HANNO FORMA

A) Triangolare

B) Rotonda

C) Quadrata o rettangolare

438 NEL D.LGS 758 DEL 1994 VIENE PREVISTA LA “ESTINZIONE DEL REATO”. QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI È CORRETTAMENTE RIFERIBILE ALLA QUESTA SECONDO QUANTO INDICATO NELL’ARTICOLO 24?

A) La contravvenzione si estingue se il contravventore adempie alla prescrizione impartita dall'organo di vigilanza nel termine ivi fissato e provvede al pagamento previsto dalla norma stessa

B) La contravvenzione si estingue dopo sei mesi se il contravventore adempie alla prescrizione impartita dall'organo di vigilanza nel termine ivi fissato anche se non ha ancora provveduto al pagamento previsto

C) Con l’estinzione del reato si ha automaticamente l’archiviazione del reato senza la necessità dell’intervento del pubblico ministero

439 IL DECRETO LEGISLATIVO 81/08 SI APPLICA

A) Ai soli lavoratori che operano in appalto ad imprese di operazioni/servizi portuali e della riparazione/manutenzione navale

B) Ai lavoratori che operano in ambito portuale a esclusione dei lavoratori delle operazioni/servizi portuali e della riparazione/manutenzione navale

C) A tutti i lavoratori che operano in ambito portuale

440 QUALI FIGURE, AI SENSI DEL D.LGS 81/2008, HANNO L’ONERE DI NOMINARE, NEL CASO IN CUI QUESTO SIA OBBLIGATORIO, IL CSP (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE)?

A) Il titolare dell’impresa esecutrice dei lavori

B) I rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

C) Il committente o il responsabile dei lavori

441 PERCHÉ IL DATORE DI LAVORO VIENE RITENUTO, DI REGOLA, RESPONSABILE CIVILMENTE E PENALMENTE PER QUANTO RIGUARDA IL RISPETTO DELLE LEGGI SUI LUOGHI DI LAVORO?

A) Perché è lui che impartisce gli ordini

B) Perché a lui competono le scelte in merito alla sicurezza ed ha la facoltà di spesa

C) Perché è l'unico che conosce le leggi

442 GLI EDIFICI CHE OSPITANO I LUOGHI DI LAVORO O QUALUNQUE ALTRA OPERA E STRUTTURA PRESENTE NEL LUOGO DI LAVORO DEVONO

A) essere stabili e possedere una solidità che corrisponda al loro tipo d'impiego ed alle caratteristiche ambientali

B) una cubatura superiore a 15 mc per addetto

C) poter ospitare un congruo numero di lavoratori ed avere una areazione sufficiente

443 L’ATTO AZIENDALE DELLE ASL INDIVIDUA:

A) Le strutture operative dotate di autonomia gestionale o tecnico-professionale, soggette a rendicontazione analitica

B) I direttori delle strutture operative dotate di autonomia gestionale o tecnico-professionale, soggette a rendicontazione analitica

C) Esclusivamente i principi per l’istituzione delle strutture semplici dotate di autonomia operativa


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 47

444 E’ VERO CHE, AI SENSI DEL D.LGS. 502/92, LO STATO É IMMEDIATAMENTE E TOTALMENTE ESONERATO DA INTERVENTI FINANZIARI VOLTI A SANARE I DISAVANZI DI GESTIONE DELLE ASL E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE?

A) No, perché non devono esservi più disavanzi di gestione, in quanto ne risponderebbero i Direttori Generali

B) No, perché la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo detto esonero in assenza di un graduale passaggio e di una messa a regime del nuovo sistema di finanziamento

C) Sì, perché per effetto del potere impositivo di nuove tasse regionali, le Regioni possono così procurarsi le risorse necessarie per tali disavanzi

445 IL COLLEGIO SINDACALE:

A) È composto dai dipendenti che operano nel sevizio bilancio

B) Accerta la regolare tenuta della contabilità e la conformità del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili

C) È composto da tutti i membri delle rappresentanze sindacali aziendali

446 LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE TRA I PRINCIPI DI SISTEMA DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DELLA SARDEGNA È INCLUSA:

A) L'universalità e l'equità nell'accesso alle prestazioni e ai servizi sanitari

B) L’insindacabilità della valutazione medica nei casi espressamente previsti da linee guida nazionali

C) L’imparzialità della pubblica amministrazione nell’erogazione dei servizi sanitari

447 I CARTELLI DI DIVIETO HANNO FORMA

A) Quadrata o rettangolare

B) Rotonda

C) Triangolare

448 IL COMMITTENTE O IL RESPONSABILE DEI LAVORI, NELLA FASE DELLA PROGETTAZIONE DELL'OPERA, VALUTA I SEGUENTI DOCUMENTI:

A) Il Piano di Sicurezza e di Coordinamento e il fascicolo contenente le informazioni necessarie ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori

B) Solo il Piano di Sicurezza e di Coordinamento

C) Solo il Piano Operativo di Sicurezza

449 AI SENSI DEL D.LGS 758 DEL 1994 COSA SI INTENDE PER “VERIFICA DELL’ADEMPIMENTO”?

A) La verifica, da parte dell'organo di vigilanza, che il contravventore abbia pagato in sede amministrativa anche se non ha ancora completato quanto prescritto

B) La verifica da parte del pubblico ministero, entro e non oltre sessanta giorni dalla scadenza del termine fissato nella prescrizione, se la violazione è stata eliminata secondo le modalità e nel termine indicati dalla prescrizione che poi informa l'organo di vigilanza

C) La verifica da parte dell'organo di vigilanza, entro e non oltre sessanta giorni dalla scadenza del termine fissato nella prescrizione, se la violazione è stata eliminata secondo le modalità e nel termine indicati dalla prescrizione

450 IL DECRETO LEGGE 231/01 (RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE IMPRESE) PREVEDE:

A) Che può essere invocata la responsabilità amministrativa dell`imprese/ente, qualora siano compiuti da soggetti ad essi sottoposti, reati nell`interesse o a vantaggio dell`ente. Quindi oltre che le responsabilità civili e penali delle persone fisiche, possono essere chiamate a rispondere amministrativamente anche le persone giuridiche.

B) Che non può essere invocata la responsabilità amministrativa dell`imprese/ente, qualora siano compiuti dal datore di lavoro, reati nell`interesse o a vantaggio dell`ente. Le persone giuridiche non possono mai essere chiamate a rispondere amministrativamente.

C) Che può essere invocata la responsabilità amministrativa dell`imprese/ente, qualora siano compiuti dal datore di lavoro, reati nell`interesse o a vantaggio dell`ente. Quindi oltre che le responsabilità civili e penali delle persone fisiche, possono essere chiamate a rispondere amministrativamente anche le persone giuridiche

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu