Crea sito

Da 101 a 120 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 101 a 120

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Asl 8 Cagliari > Da 101 a 200

Sezione in fase di discussione

Nota bene: Le risposte ai quiz sono frutto del lavoro di gruppo dei collaboratori di questo sito ABC OSS.
Considerata l'ambiguità e/o inesattezza di alcuni quiz, esiste la possibilità , seppur minima,
che alcune risposte siano discordanti da quelle ufficiali della ASL.
Decliniamo quindi ogni responsabilità in merito, ma siamo disponibili alla discussione. Grazie!

Per eventuali segnalazioni inviate una mail a  abcossblog@tiscali.it



101 IL LAVAGGIO SOCIALE DELLE MANI DEVE DURARE:


1) Almeno 20/40 secondi


2) Almeno 5/6 secondi

3) Almeno 10/15 secondi

102 SECONDO QUANTO INDICATO NEL D.LGS. 81/08, I CARTELLI DI SALVATAGGIO HANNO FORMA:

1) Rotonda

2) Triangolare

3) Quadrata o rettangolare

103 QUALE FRA I SEGUENTI È UN BROWSER?

1) Internet Explorer

2) Windows

3) Outlook

104 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE È RESPONSABIL E:

1) Della gestione complessiva dell’azienda

2) Dell’esito dei ricoveri ospedalieri

3) Per le omissioni penalmente rilevanti dei suoi più s tretti collaboratori

105 L’ACCETTAZIONE DELLE DIMISSIONI DI UN PUBBLICO IMPIEGATO PUÒ  ESSERE RIFIUTATA DALL’AMMINISTRAZIONE?

1
) Sì, per motivi di servizio

2) No, mai

3) Sì, a totale discrezione dell’Amministrazione

106 IL DIRETTORE SANITARIO:

1) Dirige i servizi sanitari ai fini organizzativi ed igienico-sanitari

2) Nomina i direttori dei servizi sanitari

3) Non può partecipare alle riunioni del consiglio dei sanitari

107 NELL’AMBITO DELLE PROFESSIONI SANITARIE CON OTA SI INDIVIDUA :

1) L’operatore tecnico addetto all’assistenza

2) L’organismo tecnico ausiliario per l’assistenza

3) L’assistente tecnico ospedaliero


108 IL COSIDDETTO “ALLATTAMENTO MISTO”:

1) È l’allattamento al seno alternato a quello artificiale

2) È l’allattamento al seno alternato all’alimentazione semisolida tipica del divezzo

3) È un altro modo di definire l’alimentazione con latte artificiale

109 QUANDO PUÒ ASTENERSI L’OPERATORE DALL’INIZIARE UNA RIANIMAZI ONE CARDIOPOLMONARE?

1) Solo se il soggetto è in età avanzata

2) In presenza di macchie ipostatiche

3) Solo di fronte ad un spetto cadaverico del soggetto

110 L’OSTEOPOROSI È UN PROCESSO PATOLOGICO CHE RIGUARDA:

1) I muscoli

2) Le ossa

3) I tessuti

111 QUALE DEI SEGUENTI ELEMENTI NON PUO’ ESSERE ASSUNTO NELLA DIETA SENZA SCORIE?

1) Zuccheri

2) Grassi

3) Fibre

112 LA TEMPERATURA CORPOREA ORALE RISPETTO A QUELLA RETTALE:

1) È uguale

2) È superiore di 0,5 °C

3) È inferiore di 0,5 °C

113 NEL PAZIENTE CON IPOTERMIA:

1) La frequenza cardiaca aumenta e quella respiratoria diminuisce

2) La frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria diminuiscono

3) La frequenza cardiaca diminuisce e la frequenza respiratoria aumenta

114 QUALE DEI SEGUENTI NON E’ UN FATTORE DI RISCHIO PER LA COMPARSA DI LESIONI DA DECUBITO?

1) Contatto prolungato con feci ed urine

2) Mobilizzazione del paziente allettato attiva o passiva

3) Età avanzata


115 LE FECI CAPRINE SONO:

1) Liquide e acquose

2) Poco solide e frammentate

3) Molto solide e frammentate

116 IN UNA CAMERA DI DEGENZA QUALE È LA SUPERFICIE MINIMA PER UN PO STO LETTO?

1) 4 mq

2) 10mq

3) 7 mq

117 GLI ALIMENTI DEPERIBILI COTTI DA CONSUMARSI CALDI (ES. PIATTI PRONTI, SNACKS, POLLI, ECC.) DEVONO ESSERE CONSERVATI ALLA SEGUENTE TEMPERATURA:

1) Da +60°C a +65°C

2) Da +25°C a +30°C

3) Da +100°C a +120°C

118 QUAL E’ IL DOCUMENTO FONDAMENTALE PER UN’AZIENDA SANITARIA?

1) Il libro delle procedure e dei protocolli

2) La carta dei servizi

3) L’atto aziendale

119 NELL’AMBITO DELLE PROFESSIONI SANITARIE CON OSA SI INDIVIDUA :

1) L’operatore socio-assistenziale

2) L’operatore sanitario addetto all’assistenza

3) L’assistente sociale ospedaliero


120 SECONDO L’ART. 4 DEL REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DELL’UTENTE MALATO (SUPPLEMENTO N. 65 G.U. N.125 DEL 31/5/95) IL DIRITTO ALL’INFORMAZIONE DA PARTE DEL MALATO RIGUARDA:

1) La
diagnosi, la terapia e la relativa prognosi

2) Solo la diagnosi della malattia

3) Solo la terapia proposta

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu