Crea sito

Batteria quiz 8 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Batteria quiz 8

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Infermiere AOU

Batteria - 08 Pag. 1

batteria quiz con risposte ufficiali concorso  infermieri

1 IL TERMINE PARAPLEGIA INDICA:

A) La paralisi degli arti inferiori e superiori

B) La paralisi degli arti superiori, inferiori e del tronco
* C) La paralisi degli arti inferiori

2 NEI GIORNI CHE PRECEDONO L’UROGRAFIA, IL PAZIENTE:

* A) Deve seguire una dieta idrica

B) Deve essere a digiuno e bere pochissimo

C) Deve essere a digiuno da almeno 12 ore

3 QUALE DEI SEGUENTI NON È DA CONSIDERARSI UN AUSILIO TECNICO?

A) Forbice a presa larga

B) Carrozzina elettrica
* C) Corsetto Milwaukee

4 QUALE TRA I SEGUENTI RAPPRESENTA IL PRINCIPALE VANTAGGIO OTTENIBILE CON LA SOMMINISTRAZIONE DI PREPARATI FARMACOLOGICI CHE DETERMINANO IMMUNITÀ PASSIVA ?

A) L’immunità è di lunga durata
* B) L’immunità si instaura con immediatezza

C) Il rischio anafilattico è assente

5 PER ABORTO COMPLETO SI INTENDE:

A) La morte del prodotto del concepimento senza che vi sia la sua espulsione all’esterno

B) L’espulsione parziale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi
* C) L’espulsione completa e totale del prodotto del concepimento e dei suoi annessi

6 PER CONVENZIONE SI DEFINISCE SICURAMENTE UN SOGGETTO IN IPOGLICEMIA QUANDO IL VALORE È:

* A) Al di sotto di 50 mg/dl

B) Fra 60 e 90 mg/dl

C) Sopra i 90 mg/dl

7 PER LA VALUTAZIONE DELLA PROFONDITÀ DEL RESPIRO OCCORRE TENERE PRESEN TE CHE IL VOLUME CORRENTE IN UN SOGGETTO ADULTO È DI CIRCA:

* A) 500 ml

B) 800-900 ml

C) Superiore a 1000 ml

8 L’AUTOPALPAZIONE DEL SENO È CONSIDERATA UN INTERVENTO DI:

A) Prevenzione primaria
* B) Prevenzione secondaria

C) Prevenzione terziaria

9 VERSO QUALI BATTERI È ATTIVO L’ANTIBIOTICO AD AMPIO SPETTRO?

A) Solo verso i batteri Gram negativi

B) Solo verso i batteri Gram positivi
* C) Verso i batteri Gram positivi e negativi

10 QUAL È IL NOME DELLE QUATTRO CAMERE INTERNE DEL CUORE?

A) Sistole e diastole
* B) Ventricoli ed atri

C) Mitrali e tricuspidi

11 LA TRASMISSIONE DEL MORBILLO È DI TIPO:

* A) Diretto

B) Indiretto

C) Sporadico

12 QUALE DEI SEGUENTI SEGNI RILEVATO IN UN NEONATO DI POCHE ORE CHE HA PRESENTATO SOFFERENZA NEONATALE DEVE INDURRE L’INFERMIERE A CHIAMARE TEMPESTIVAMENTE IL MEDICO?

* A) Modificazione del pianto

B) Frequenza respiratoria superiore a 40 atti respiratori al minuto

C) Frequenza cardiaca maggiore di 130 battiti al minuto

13 IL PERSONALE INFERMIERISTICO IMPEGNATO NELL’ASSISTENZA DOMICILIARE È AUTORIZZATO AL TRASPORTO DI FARMACI ANALGESICI OPPIACEI?

* A) Si, quando sono stati prescritti

B) Si, ma solo in presenza del personale medico

C) No, in nessun caso


Batteria - 08 Pag. 2

14 UNA DIETA SI DEFINISCE MONOMERICA QUANDO:

* A) E’ composta da alimenti totalmente predigeriti

B) È composta da alimenti parzialmente predigeriti

C) È composta da alimenti naturali

15 LA POSTURA È:

* A) La posizione che assume il corpo a riposo o in movimento in opposizione alla forza di gravità

B) Corretta quando vi è un aumento di tensione sulle strutture portanti

C) Scorretta quando l’equilibrio del corpo sulla sua base di appoggio è efficiente

16 QUALE COMPORTAMENTO PUÒ MAGGIORMENTE AIUTARE IL PAZIENTE AD A CCETTARE LA PERDITA DELLA PROPRIA INDIPENDENZA A CAUSA DI UNA MALATTIA?

* A) Coinvolgere il paziente nella cura di sè aiutandolo a valorizzare le proprie risorse

B) Spingere il paziente a ricercare da solo la soluzione più adeguata ai suoi problemi

C) Rieducare il paziente all’indipendenza in modo graduale ma con fare determinato

17 LE CRISI DI GRANDE MALE SI MANIFESTANO:

A) Con una o più fasi toniche

B) Con una o più fasi cloniche
* C) Con una o più fasi tonico-cloniche

18 NELLA CELIACHIA DEVE ESSERE ELIMINATO DALLA DIETA:

A) Il grasso di origine animale
* B) Il glutine

C) Il latte

19 I PROGRAMMI DI RIABILITAZIONE CARDIOLOGICA DOPO INFARTO DEL MIOCARDIO COMPRENDONO GENERALMENTE:

* A) Valutazione funzionale e stratificazione prognostica

B) Esame muscolare

C) Esame articolare

20 LA SINFISI PUBICA ANATOMICAMENTE È:

A) Un legamento
* B) Un’articolazione

C) Un tendine

21 SE SI MANIFESTANO DISTENSIONE ADDOMINALE, NAUSEA O DIARREA, IN UN SOGGETTO SOTTOPOSTO A NUTRIZIONE ENTERALE TRAMITE SONDINO NASOGASTRICO, QUALE INTERVENTO TRA I SEGUENTI È PIÙ OPPORTUNO?

A) Verificare l’osmolarità della soluzione nutriente e valutare l’opportunità di aumentarla
* B) Verificare la velocità di somministrazione e valutare la possibilità di diminuirla

C) Sostituire il sondino applicato con uno di maggiori dimensioni

22 LEI SI TROVA NELLA SALA D’ATTESA AMBULATORIALE DI UN OSPEDALE. MENTRE STA FACENDO ENTRARE UN PAZIENTE PER UNA VISITA, SI ACCORGE CHE UNA PERSONA IN ATTESA DI VISITA LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE CONOSCENZA. QUAL È IL PRIMO INTERVENTO DA EFFETTUARE, FRA QUELLI DI SEGUITO INDICATI?

A) Controlla il polso carotideo e lo stato di coscienza

B) Solleva le braccia del paziente cercando di risvegliarlo
* C) Distendere il paziente per terra

23 COSA  SONO I BATTERI?

A) Virus

B) Funghi
* C) Schizomiceti

24 I FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS) NON DEVONO ESSERE SOMMINISTRATI AI PAZIENTI AFFETTI DA:

* A) Ulcera Peptica e insufficienza renale grave

B) Coronaropatia e cirrosi epatica

C) Ulcere arteriopatiche e malattie infettive in genere

25 NEL CASO IN CUI UNA PUERPERA PRESENTI INGORGO MAMMARIO CHE SI MANIFESTA CON DOLORE E PARTICOLARE TENSIONE DEL SENO, QUALE OPERAZIONE PUÒ COMPIERE UN INFERMIERE AL FI NE DI RIDURRE LA SINTOMATOLOGIA E FAVORIRE LA FUORIUSCITA DEL LATTE?

* A) Applicare un impacco caldo

B) Applicare un impacco freddo

C) Somministrare diuretici


Batteria - 08 Pag. 3

26 I MICRORGANISMI SAPROFITI SONO:

* A) Organismi eterotrofi che si nutrono di sostanze morte di cui provocano e accelerano la decomposizione

B) Individui che traggono il proprio nutrimento sfruttando altri organismi viventi, detti ospiti che vengono da loro lentamente danneggiati

C) Organismi in grado di sintetizzare molecole organiche complesse partendo da molecole inorganiche semplicissime

27 NELLE MIOPATIE PRIMITIVE LA DEBOLEZZA MUSCOLARE È LOCALIZZATA:

* A) Prossimalmente

B) Distalmente

C) Nei muscoli estensori del rachide

28 PER ATTIVITÀ FISICA MODERATA SI INTENDE:

A) Quella attività a carico costante che comporti un incremento della frequenza cardiaca non oltre i valori pari al 50% della frequenza cardiaca massimale

* B) Quella attività a carico costante che comporti un incremento della frequenza cardiaca non oltre i valori pari al 70% della frequenza cardiaca massimale

C) Quella attività a carico crescente che comporti un incremento della frequenza cardiaca non oltre i valori pari al 90% della frequenza cardiaca massimale

29 SE DOPO LA DIMISSIONE UN PAZIENTE MANIFESTA UNA INFEZIONE IL CUI MICRORGANISMO RESPONSABILE SI RITIENE ACQUISITO NEL CORSO DEL RICOVERO:

* A) L’infezione si definisce comunque ospedaliera

B) Si tratta di una infezione comunitaria

C) L’infezione si definisce colonizzazione

30 IL TURGORE DELLE VENE GIUGULARI È UN SEGNO DI:

A) Insufficienza aortica
* B) Scompenso cardiaco congestizio

C) Fibrillazione atriale

31 LEI OPERA IN UNA UNITÀ OPERATIVA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA. LA DENUNCIA PRESSO GLI UFFICI COMPETENTI DELL’OSPEDALE DI AVVENUTA PUNTURA ACCIDENTALE DEVE ESSERE EFFETTUATA OBBLIGATORIAMENTE:

A) A discrezione dell’operatore, sentito il Responsabile dell’Unità Operativa

B) Solo nel caso di paziente infetto
* C) Sempre

32 QUALI TRA QUESTE NON È UN INTOSSICAZIONE DI TIPO ALIMENTARE?

A) Botulismo

B) Epatite da virus A
* C) Epatite da virus C

33 QUALE TRA SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIFERITE AL PAZIENTE IN SHOCK EMORRAGICO, È VERA?

* A) Assicurare un accesso venoso costituisce una priorità assoluta

B) Lo shock si manifesta sempre come perdita di coscienza

C) Lo shock emorragico si risolve solo con l’infusione di sangue compatibile

34 QUALE TRA LE SEGUENTI ATTIVITÀ È INDISPENSABILE PREVEDERE NEL PIANO DI DIMISSIONE DI UN PAZIENTE AFFETTO DA DIABETE MELLITO NON INSULINO DIPENDENTE?
* A) Istruire sufficientemente il paziente circa lo scopo della dieta e dell’attività fisica

B) Informare attentamente il paziente sulla tecnica di somministrazione dell’insulina

C) Istruire in modo preciso il paziente e familiari sulle modalità di azione dell’insulina

35 IL VIRUS DELL’EPATITE A SI INTRODUCE NELL’ORGANISMO ATTRAVERSO:

* A) Via oro-fecale da acque, verdure o cibi contaminati

B) Ferite

C) Via ematica, attraverso saliva, sudore, sperma, muco vaginale

36 UNA PARALISI DEL TRONCO E DEGLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI SI DEFINISCE:

A) Emiplegia
* B) Tetraplegia

C) Paraplegia

37 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVE ALL’EPATITE A È SICUR AMENTE ERRATA?

* A) Non è mai presente ittero

B) Si trasmette per via oro-fecale

C) Non esiste lo stato di portatore cronico


Batteria - 08 Pag. 4

38 IL VOLUME DI RISERVA ESPIRATORIA È:

A) La quantità di aria che resta sempre nei polmoni

B) La quantità di aria che resta nei bronchi
* C) La quantità di aria che può essere espirata alla fine di una espirazione normale

39 L’OSSO ILIACO È FORMATO DA:

* A) Ileo, ischio e pube

B) Ileo, sacro e pube

C) Coccige, sacro e pube

40 L’IMMUNITÀ ATTIVA SI OTTIENE CON LA SOMMINISTRAZIONE DI:

A) Immunoglobuline umane
* B) Vaccini

C) Antibiotici

41 IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE È COSTITUITO:

* A) Da tutti i beni mobili e immobili ad esse appartenenti

B) Dal patrimonio del direttore amministrativo

C) Da tutti i beni mobili fatta eccezione per le ambulanze medicalizzate

42 LA LEGGE 833 DEL 1978:

* A) Istituisce il servizio sanitario Nazionale

B) Modifica il servizio sanitario nazionale

C) Istituisce gli enti ospedalieri

43 L’ ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE È GARANTITA:

* A) Dal distretto

B) Dai presidi ospedalieri

C) Dal dipartimento di prevenzione

44 IN QUALE DEI SEGUENTI AMBITI VIENE SUDDIVISA LA RESPONSABILITÀ PROF ESSIONALE?

* A) Penale - civile - disciplinare

B) Penale – amministrativa – tecnica

C) Amministrativa – tecnica- civile

45 IL COLLEGIO SINDACALE:

* A) Accerta la regolare tenuta della contabilità e la conformità del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili

B) È composto dai dipendenti che operano nel sevizio bilancio

C) È composto da tutti i membri delle rappresentanze sindacali aziendali

46 CHI ATTIVA L'ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA?

* A) Il Medico di Medicina Generale

B) Lo specialista ambulatoriale

C) Il Primario della divisione di Geriatria

47 SE UN INFERMIERE HA PRESENTATO REGOLARE DICHIARAZIONE DI OBIEZIONE DI COSCIENZA IN RELAZIONE AGLI INTERVENTI DI INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA:

* A) Non può comunque essere esonerato dall'assistenza alla donna prima e dopo l'intervento

B) Deve prestare assistenza prima dell'intervento ma è esonerato in ogni fase successiva

C) E' esonerato dall'assistenza anche se sussiste pericolo per la salute della donna

48 IL DIRETTORE GENERALE NON È ELEGGIBILE A MEMBRO:

* A) Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che le

funzioni esercitate non siano cessate almeno centottanta giorni prima della data di scadenza dei periodi di durata dei predetti organi

B) Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che le funzioni esercitate non siano cessate almeno cinque anni prima della data di scadenza dei periodi di durata dei predetti organi

C) Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che non sia stata ottenuta una speciale deroga ad personam

49 LE LEGGI IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE:

* A) Non possono in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana

B) Possono sempre violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana

C) Possono violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana se lo fa per il bene della collettività

50 IL PIANO DELLE ATTIVITÀ E DELL'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE DISPON IBILI:

* A) È negoziato dal direttore del dipartimento con la direzione generale nell'ambito della programmazione aziendale

B) È predisposto dal direttore generale che delega il direttore di dipartimento alla sua attuazione

C) È predisposto dal direttore amministrativo sulla base degli obiettivi aziendali


Batteria - 08 Pag. 5

51 NELL’AMBITO DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE PER LE COMUNICAZIONI SUCCESSIVE ALLA CONTESTAZIONE DELL’ADDEBITO IL DIPENDENTE:

* A) Può indicare un numero di fax

B) Deve indicare un numero di fax

C) Deve indicare un indirizzo di posta elettronica

52 IL COLLEGIO PROFESSIONALE DEGLI INFERMIERI PROFESSIONALI (IPASVI) A QUALI COMPITI GENERALI ASSOLVE?

* A) Difesa degli interessi generali, derivanti dalla natura giuridica di ente pubblico territoriale, unitamente alla
rappresentanza di categoria

B) Difesa degli interessi del territorio, generalmente coincidente con quello della Provincia

C) Difesa degli interessi della categoria professionale, per la natura di associazione del Collegio

53 IL FUNZIONARIO NON AVENTE QUALIFICA DIRIGENZIALE PUÒ ESSERE CO NSIDERATO DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.LGS. 81/08?

* A) Si, se risulta preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale

B) No, mai

C) Si, se risulta preposto in base a una specifica determinazione del dirigente

54 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE DAI RISCHI PROFESSIONALI PROVVEDE ANCHE A:

A) Elaborare l’organizzazione del lavoro, la programmazione e l’attuazione delle misure preventive e protettive
* B) Elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali

C) Elaborare le prescrizioni degli organi di vigilanza

55 AI SENSI DELL’ART. 17 DEL D.LGS. 81/08 QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO NON DELEGABILI?

A) Programmare ed effettuare la sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41 attraverso protocolli sanitari definiti con il medico competente

* B) La valutazione di tutti i rischi con la conseguente elaborazione del documento previsto dall’articolo 28 e la
designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi

C) Sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge

56 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO CHE ORGANIZZA IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RICORRENDO A PERSONE O SERVIZI ESTERNI:

A) È liberato dalla propria responsabilità in materia

B) L’affermazione è errata, il datore di lavoro è sempre obbligato a organizzare tale servizio all’interno dell’azienda
* C) Non è liberato dalla propria responsabilità in materia

57 FRA I PRIMI TEORICI DEL NURSERING C'È DOROTEA OREM. QUALE FR A LE SEGUENTI AFFERMAZIONI NON È

RIFERIBILE AD UNA DELLE TRE TEORIE CORRELATE?


A) Dorotea Orem nella sua teoria della "cura del sé" dice che il self care è un'attività appresa e finalizzata degli individui. Ogni individuo ha in se la caratteristica innata di prendersi cura di se stesso e dell'ambiente che lo circonda cercando di modificarne i fattori che possono influenzarne la vita, la salute, il benessere

B) Dorotea Orem nella sua teoria della "inadeguata cura del sé" spiega il perché e come l'individuo può ssere aiutato dal nursering. Tutte le limitazioni che impediscono l'esecuzione delle attività che rientrano nel campo infermieristico rendono le persone più o meno incapaci di prendersi cura di se stesse

* C) Dorotea Orem nella sua teoria dei "sistemi infermieristici" illustra che esistono quattordici bisogni di base del paziente e costituiscono le componenti dell'assistenza infermieristica

58 CHI HA TEORIZZATO IL MODELLO DI ADATTAMENTO?

* A) Callista Roy

B) Hildegard Peplau

C) Evelin Adam

59 L'AFFERMAZIONE “IL CAMBIO QUOTIDIANO DELLA MEDICAZIONE D ELLA FERITA CHIRURGICA RIDUCE IL RISCHIO DI
INFEZIONE E LA PERCEZIONE DEL DOLORE DA PARTE DEL PAZIENTE” RIGUAR DA:  
A) Due variabili indipendenti e una variabile dipendente  
B) Una variabile indipendente e una variabile dipendente  
* C) Una variabile indipendente e due variabili dipendenti  
60 FRA I PRIMI TEORICI DEL NURSERING C'È VIRGINIA HENDERSON. QUA LE FRA LE SEGUENTI DEFINIZIONI NON È
ATTRIBUIBILE ALLA HENDERSON?
 

A) Con riferimento ai termini funzionali: l'infermiere ha la precisa funzione di aiutare gli individui sani e malati nelle attività che contribuiscono alla salute o al ripristino della stessa, attività che l'individuo svolgerebbe autonomamente se ne avesse la forza, la volontà, la conoscenza, la competenza

B) Con riferimento all'ambiente: è l'insieme di tutte la condizioni ed influenze esterne che incidono sulla vita e sullo sviluppo di un organismo

* C) Con riferimento alla relazione infermiere-medico: l'infermiere deve eseguire sempre gli ordini del medico perché il medico nelle sue funzioni ha quella di dare ordini all'infermiere

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu