Crea sito

Igiene alla persona in fase critica 1° parte - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Igiene alla persona in fase critica 1° parte

Prove finali dei Corsi > Operatore Socio Sanitario con formazione complementare

Modulo: Igiene alla persona in fase critica.
Docente: inf. Fiorella Meloni

Data 01/04/2009   Cognome__________________Nome_______________


Corso N° OSSS/01/CI/CPE/08
Carbonia, 01/04/2009


1)   Cosa si intende per infezioni nosocomiali?
A)   Infezioni che insorgono a tre giorni dalla dimissione.
B)   Infezione che insorgono dopo 48 ore dalla dimissione.
C)   Infezioni multifattoriali.
D)   Infezioni che insorgono entro 30 giorni dall'intervento chirurgico.

2)   I reparti con il più alto rischio di infezioni nosocomiali sono l'ortopedia e la chirurgia?
A)   Vero.
B)   Falso.

3)   Quali sono le complicanze più  frequenti?
A)   Infezioni da catetere vascolare.
B)   Infezioni del sito chirurgico.
C)   Infezioni del tratto respiratorio.

4)   Quale fra queste definizioni non è corretta?
A)   sorgente: pazienti, operatori sanitari, visitatori, flora endogena, oggetti inanimati contaminati.
B)   Ospite: è il microrganismo responsabile dell'infezione una volta ospitato dal paziente.
C)   Trasmissione: modalità con cui un microrganismo passa dalla sorgente all'ospite.

5)   Esistono solo tre modalità di trasmissione:
A)   Contatto diretto/indiretto.
B)   Mediante goccioline.
C)   Via aerea.
D)   Veicoli e vettori

6)   Giunge in Pronto soccorso un signore di 57 anni che lamenta cefalea intensa e febbre elevata. Dopo una serie di accertamenti viene ricoverato in medicina con diagnosi di sospetta meningite. Gli viene assegnato il posto letto in una stanza che ospita altre tre persone: una di 82 anni con broncopolmonite, una di 78 anni con infezione delle vie urinarie e una di 35 con epatite. L'OSS gli si avvicina per sistemargli il cuscino e porgergli il termometro , mentre l'infermiere, dopo aver indossato i guanti, si preoccupa di eseguire i prelievi ematici. In seguito giunge il medico per la compilazione della cartella clinica e, con l'aiuto dell'infermiere che gli solleva il pigiama, gli ausculta il torace in quanto il paziente è afflitto anche da tosse. Poi continua il suo giro visite..Subito dopo l'OSS si allontana dal letto e serve la cena ai degenti. Più tardi la moglie del paziente giunge in reparto per salutarlo e accomodandosi sul bordo del letto lo abbraccia affettuosamente.
Rifletti su questo ed esprimi un tuo giudizio in merito.

7)   La prima precauzione da adottare per prevenire la trasmissione delle infezioni è l'uso dei guanti?
A)   Vero.
B)   Falso

8)   Il lavaggio antisettico delle mani si effettua:
A)   dopo il contatto con ferite.
B)   Dopo l'esecuzione di manovre invasive/ asettiche
C)   Dopo il contatto con pazienti particolarmente a rischio.
D)   Dopo il contatto con persone e materiale infetto.

9)   Nel lavaggio antisettico delle mani occorre:
A)   Utilizzare un detergente a PH neutro.
B)   Lasciare agire per almeno 30 secondi.
C)   Asciugarsi bene con carta asciugamani.
D)   Non utilizzare Clorexidina perché dannoso per la cute.
E)   Lavare accuratamente anche anelli e orologi.

10)   Lo scopo delle cure igieniche è:
A)   Pulire la cute.
B)   Controllare gli odori.
C)   Stimolare la circolazione.

11)   Si comincia con l'igiene dei genitali in quabto sono la zona più sporca poi si procede dall'alto verso il basso.
A)   Vero.
B)   Falso.

12)   Le polmoniti associate a ventilazione meccanica possono essere dovute ad una cattiva igiene della bocca:
A)   Vero.
B)   Falso

13)   l'igiene del cavo orale va praticata solo se il paziente si alimenta:
A)   Vero.
B)   Falso.

14)   Nei pazienti non autosufficienti o in coma è sufficiente irrigare il cavo orale con collutorio.
A)   Vero.
B)   Falso.

15)   Nei pazienti particolarmente defecati non è necessaria l'igiene quotidiana ma si effettua secondo il giudizio del medico.
A)   Vero.
B)   Falso.

16)   Una stomia viene praticata esclusivamente per permettere la fuoriuscita di feci e urine.
A)   Vero.
B)   Falso.

17)   La colonstomia è molto delicata e può sanguinare facilmente causando sofferenza al paziente.
A)   Vero.
B)   Falso.

18)   Quali precauzioni occorre prendere quando ci si accinge a cambiare la placca:


19)   Le infezioni delle vie urinarie rappresentano la localizzazione più frequente (35% - 40%) delle infezioni ospedaliere.
A)   Vero.
B)   Falso.

20)   I microrganismi possono avere accesso alla vescica:
Quale definizione non è vera.
A)   Attraverso il lume del catetere.
B)   Dalla superficie esterna del catetere.
C)   Dopo la rimozione del catetere.
D)   Al momento dell'inserzione del catetere.

21)   il catetere vescicale è consigliato nelle persone incontinenti allettate come prevenzione delle piaghe da decubito .
A)   Vero.
B)   Falso.

22)   Quali sono le misure preventive per  le I.V.U.
A)   Durante la mobilizzazione del paziente posizionare la sacca sul letto per non strappare via il catetere.
B)   Preferire il sistema chiuso.
C)   Non occorre lavarsi le mani ma basta indossare i guanti prima di manipolare il rubinetto.
D)   Effettuare lavaggi vescicali con disinfettanti.
E)   Evitare angolazioni del catetere.
F)   Disinfettare quotidianamente il meato uretrale.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu