Crea sito

Da 351 a 400 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 351 a 400

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Lombardia > Normativa

351. Un iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali quanti anni di servizio utile ad un trattamento di quiescenza deve possedere per ottenere un piccolo prestito?

A. Nessuno.
B. Tre anni.
C. Due anni.

352. Uno dei requisiti per ottenere un prestito pluriennale è quello di essere iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e vantare un certo numero di anni di anzianità di servizio utile a conseguire qualunque trattamento di
quiescenza, quanti?

A. Almeno 4 anni.
B. Almeno 2 anni.
C. Almeno 3 anni.

353. Quando viene effettuata la prima trattenuta mensile sugli emolumenti stipendiali o pensionistici dell’iscritto dopo la concessione da parte dell’INPDAP di un prestito pluriennale o di un piccolo prestito?
A. Al secondo mese successivo.
B. Al primo mese successivo.
C. Al terzo mese successivo.

354. Con quale legge è stato istituito il piccolo prestito

A. L. 38/52.
B. D.P.R. 180/50.
C. D.P.R. 895/50

355. Il bando di concorso Super Media si riferisce a quale tipo di prestazione?
A. Borse di studio per la frequenza di scuole secondarie di primo e secondo grado.
B. Borse di studio per l’iscrizione a corsi specialistici tenuti da università e istituti di formazione.
C. Soggiorni benessere in ogni periodo dell’anno a favore di anziani autosufficienti.

356. Il Piano Industriale INPDAP 2009/2011 prevede una serie di interventi riguardanti le attività sociali: quale, tra i seguenti?

A. Costituzione “Fondo per la non autosufficienza”.
B. Posizione assicurativa completa, congruente e certificata.
C. “Carte per acquisti” per pensionati presso esercizi commerciali convenzionati.



PAGINA 31 di 43 Area B
livello B2/B3

PER FACILITA’ DI CONSULTAZIONE LA RISPOSTA ESATTA E’ SEMPRE INDICATA CON “A)”

357. Le Linee di indirizzo CIV 2010/2012, hanno evidenziato la necessità di introdurre una “cultura e metodologia della sussidiarietà”: di che si tratta?

A. della necessità di trasferire il baricentro decisionale dal “centro” al “territorio”.
B. della necessità di mantenere accentrate le decisioni, lasciando al territorio le funzioni di coordinamento.
C. della necessità di distribuire in maniera omogenea il potere decisionale sul centro e sul territorio.

358. Dove si trova il “Liceo della comunicazione”?
A. Sansepolcro.
B. Anagni.
C. Caltagirone.

359. Che cosa è la prestazione “Homo Sapiens Sapiens” nell’ambito delle attività sociali dell’Istituto?
A. Prestazione che assegna borse di studio per la formazione universitaria e professionale.
B. Prestazione che assegna borse di studio per la frequenza alle scuole di primo grado e secondo grado.
C. Prestazione che eroga una vacanza studio all’estero.

360. Perché il Piano Industriale 2009/2011 definisce l’INPDAP “Ente Amico” nell’ambito delle politiche sociali?
A. Perché sostiene le famiglie dei dipendenti della Pubblica Amministrazione in tutte le stagioni della vita.
B. Perché sostiene in particolare gli anziani non autosufficienti.
C. Perché offre opportunità ai giovani di inserimento nel mondo del lavoro.

361. Cosa si intende, letteralmente, per “Welfare State”?
A. Stato del benessere.
B. Stato solidale.
C. Stato di sicurezza.

362. Assicurazione sociale vita: cosa fornisce questa prestazione?
A. Indennità economica per morte dell’assicurato o di un suo familiare a carico.
B. Indennità economica per morte dell’assicurato.
C. Indennità economica per morte dell’assicurato o di un suo familiare anche non a carico.

363. Come si misura lo stato di bisogno economico di un utente che richiede una prestazione sociale?
A. Attraverso la dichiarazione ISEE.
B. Attraverso la Denuncia dei redditi.
C. Attraverso un’autocertificazione che attesti lo stato di bisogno economico.

364. Quali sono i Convitti/Collegi di proprietà dell’Istituto?
A. Collegio S. Caterina di Arezzo, Collegio Regina Elena di Sansepolcro, Convitto Luigi Sturzo di Caltagirone, Convitto Principe di Piemonte di Anagni, Convitto unificato di Spoleto.
B. Collegio S. Caterina di Arezzo, Collegio Regina Elena di Sansepolcro, Istituto Magistrale Liceo della Comunicazione di Spoleto, Convitto Luigi Sturzo di Caltagirone, Convitto Principe di Piemonte di Anagni, Convitto unificato di Spoleto.
C. Collegio S. Caterina di Arezzo, Collegio Regina Elena di Anagni, Collegio Luigi Sturzo di Caltagirone, Convitto Principe di Piemonte di Sansepolcro, Convitto unificato di Spoleto.
365. Tra le prestazioni sociali erogate dall’INPDAP, vi sono le borse e gli assegni di studio.

Chi ha diritto alla prestazione?

A. I figli e gli orfani degli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie – sociali e dei pensionati INPDAP.
B. I figli degli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie – sociali e dei pensionati INPDAP.
C. Tutti i giovani in base alla dichiarazione ISEE e al merito scolastico.

366. Le Linee di indirizzo CIV 2010/2012, relativamente alle politiche sociali, citano i “sensori” dei bisogni sociali sul territorio: a quali strutture territoriali si riferiscono?

A. Alle Direzioni Regionali e alle Sedi Provinciali.
B. Solo alle Direzioni Regionali.
C. Solo alle Sedi Provinciali.

367. Vacanze climatiche in Italia e vacanze studio all’estero: indicare la durata di ogni soggiorno.
A. Ogni soggiorno ha la durata di due settimane.
B. Ogni soggiorno ha la durata di 16 giorni.
C. Le vacanze climatiche hanno la durata di una settimana, le vacanze all’estero di due settimane.

368. L’INPDAP offre ospitalità agli anziani presso le Case albergo di Monteporzio Catone e Pescara: chi ha diritto alla prestazione?

A. Hanno diritto alla prestazione, nei limiti delle disponibilità di posti, i pensionati INPDAP e i loro coniugi.
B. Hanno diritto alla prestazione gli iscritti INPDAP e i loro coniugi.
C. Hanno diritto alla prestazione, nei limiti delle disponibilità di posti, esclusivamente i pensionati Inpdap.

369. Super Media è il nome di una prestazione sociale relativa a quale erogazione di servizio?
A. Borsa di studio.
B. Accesso ai laboratori di opportunità.
C. Work Experience.

370. Quale prestazione sociale, tra le seguenti elencate, è legata allo stato di “non autosufficienza”?
A. Convenzionamento con RSA.
B. Posti riservati nelle Case Albergo per anziani INPDAP.


PAGINA 32 di 43 Area B
livello B2/B3

PER FACILITA’ DI CONSULTAZIONE LA RISPOSTA ESATTA E’ SEMPRE INDICATA CON “A)”

C. Vacanze senior.

371. “Customer satisfaction” nei servizi pubblici: a cosa si riferisce tale concetto?
A. Al grado di soddisfazione dell’utenza.
B. Al grado di conoscenza dell’utenza rispetto all’offerta di servizi.
C. Al grado di utilizzo dei nostri servizi da parte dell’utenza.

372. Il Piano Industriale 2009/2011 INPDAP prevede, per il 2010, una serie di interventi in ambito sociale: quale, tra i seguenti?

A. Assistenza domiciliare in sinergia con gli Enti territoriali
B. Valorizzazione di parte del patrimonio nel campo dell’housing sociale
C. Erogazione di piccoli prestiti “a vista”.



373. Nel caso di decesso dell’iscritto in corso di ammortamento di un prestito pluriennale, l’INPDAP come recupera il residuo debito?

A. Il decesso estingue il debito verso l’INPDAP.
B. Si rivale sugli eredi.
C. Si rivale sul TFR/TFS del de cuius.

374. Quale è ai sensi della legge 662 del 23/12/1996 il contributo previdenziale obbligatorio per il credito?
A. 0,35%.
B. 0,15%.
C. 0,50%.

375. Un iscritto che ha ottenuto dalla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali un mutuo ipotecario per acquisto prima casa può ottenere un prestito pluriennale diretto per lo stesso motivo?

A. Sì.
B. Sì, ma solo decorsi 12 mesi.
C. No.

376. Per i mutui ipotecari edilizi erogati dall’INPDAP esistono limiti di distanza tra l’abitazione per cui si chiede il finanziamento ed un'altra di cui si è eventualmente proprietari?

A. Sì, 100 Km.
B. Sì, 50 Km.
C. No.

377. Se un iscritto od il coniuge hanno già ottenuto dalla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali un mutuo, quanto tempo deve trascorrere prima che possano chiedere un ulteriore finanziamento?

A. 5 anni.
B. 10 anni.
C. 3 anni.

378. Quale tra questi parenti, anche se convivente, non rientra nel nucleo familiare previsto dal Regolamento dell’INPDAP per l’erogazione dei mutui ipotecari edilizi?

A. Fratello.
B. Suocero.
C. Figlio in affidamento.

379. L’art 13 del D.P.R. 180/50 prevede la concessione di un prestito pluriennale anche al Personale assunto con contratto a tempo determinato, restituibile nell’arco di vigenza del contratto, che abbiano un contratto di durata non inferiore a

A. Tre anni.
B. 6 mesi.
C. 3 mesi.

380. Chi eroga un prestito pluriennale garantito dall’INPDAP?
A. Società finanziarie o Istituti di Credito autorizzati a concedere prestiti ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 180/50.
B. Qualunque società finanziaria.
C. Qualunque Istituto di Credito.

381. Se un piccolo prestito viene estinto anticipatamente, l’INPDAP cosa rimborsa all’iscritto?
A. La percentuale di fondo rischi non maturata.
B. Lo 0,50% delle spese di amministrazione.
C. Gli interessi non maturati.

382. Quando può essere rinnovato un prestito pluriennale fruito da un pensionato?
A. In qualsiasi momento.
B. Decorsi 3 mesi.
C. Secondo l’età dell’iscritto.

383. Come viene regolata da parte dell’INPDAP la restituzione di un prestito pluriennale in corso di ammortamento per un dipendente che passi alle dipendenze di altra Amministrazione?

A. Dispone che le trattenute proseguano a carico della nuova Amministrazione secondo le modalità originarie
B. Richiede all’iscritto di estinguere il residuo debito in unica soluzione


PAGINA 33 di 43 Area B
livello B2/B3

PER FACILITA’ DI CONSULTAZIONE LA RISPOSTA ESATTA E’ SEMPRE INDICATA CON “A)”

C. Dispone che il residuo debito del prestito venga recuperato in sede di trattamento di fine servizio

384. Gli Istituti autorizzati a concedere prestiti garantiti devono versare all’INPDAP il premio compensativo dei rischi e le spese di amministrazione, entro quanto tempo dalla concessione?

A. 60 giorni.
B. 120 giorni.
C. 90 giorni.

385. Esiste una priorità tra domande di finanziamento per acquisto e domande per rinegoziazione di mutuo ottenuto da un Istituto di credito?

A. La priorità spetta al finanziamento per acquisto.
B. Nessuna.
C. La priorità spetta alle rinegoziazioni.

386. Entro quanto tempo il mutuatario/i deve/devono assumere la residenza presso l’abitazione oggetto del finanziamento da parte dell’INPDAP?

A. 12 mesi.
B. 6 mesi.
C. 18 mesi.

387. Per quanto tempo il mutuatario/i deve/devono mantenere la residenza presso l’abitazione oggetto del finanziamento da parte dell’INPDAP?

A. 5 anni.
B. 3 anni.
C. 10 anni.

388. L’INPDAP ha promosso progetti a sostegno della formazione universitaria, post universitaria e professionale: tali progetti rientrano nell’ambito delle iniziative denominate:
A. Homo Sapiens Sapiens.
B. Super Media.
C. RSA.

389. A quale tipo di Liceo è equiparato, dal punto di vista didattico, il “Liceo della Comunicazione”?
A. Ad un Liceo scientifico.
B. A un Istituto tecnico.
C. A un liceo linguistico.

390. Nel Piano Industriale INPDAP 2009/2011, è previsto il servizio di Assistenza Domiciliare: a favore di quale utenza è rivolto tale servizio?

A. Anziani in situazioni di disagio.
B. Giovani disabili.
C. Anziani e giovani, purché ne facciano richiesta.

391. L’INPDAP eroga a favore dei giovani le “vacanze studio all’estero”: quali sono state le destinazioni previste dal Bando di concorso per l’anno 2009?

A. Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna, Germania, Malta.
B. Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna, Malta.
C. Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna, Germania.

392. L’Assicurazione Sociale Vita eroga un’indennità economica per morte dell’assicurato o di un suo familiare a carico: quali sono i requisiti per avere diritto alla prestazione?

A. Sei mesi di iscrizione.
B. Un anno di iscrizione.
C. E’ sufficiente essere iscritto.

393. L’aumento delle malattie croniche e della popolazione anziana hanno provocato, negli anni, un cambiamento dei “rischi sociali”: quali, tra quelli sotto elencati?

A. Aumento della non autosufficienza.
B. Aumento della precarietà del lavoro.
C. Aumento dell’insicurezza familiare.

394. Nel corso dell’anno 2010 alcune attività sociali verranno decentrate dal centro alla periferia: relativamente a tali attività, quale sarà la funzione residua della Direzione Centrale?
A. Coordinamento, monitoraggio e verifica.
B. Potere decisionale.
C. Nessuna funzione specifica.

395. Tra i servizi erogati dall’INPDAP, è previsto l’accesso ai “laboratori di opportunità”: qual è, secondo il Piano Industriale 2009/2011, l’azione abilitante collegata a tale servizio?

A. Promuovere stage e tirocini per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.
B. Convenzioni con strutture assistenziali di sostegno agli anziani deboli.
C. Razionalizzazione interventi presso le Pubbliche Amministrazioni.

396. Cosa si intende, letteralmente, per LEP?
A. Livelli Essenziali di Prestazione.
B. Linee essenziali di prestazione.
C. Livelli di Erogazione Previdenziali.


PAGINA 34 di 43 Area B
livello B2/B3

PER FACILITA’ DI CONSULTAZIONE LA RISPOSTA ESATTA E’ SEMPRE INDICATA CON “A)”

397. Presso le proprie Strutture, l’INPDAP fornisce ospitalità ai giovani con la formula residenziale del “convitto” e del “semiconvitto”; la formula del “semiconvitto” prevede

A. Tutte le prestazioni del Convitto ad eccezione dei servizi inerenti l’alloggio e il lavaggio/stiratura biancheria.
B. Tutte le prestazioni fino alle ore 14.00 di ogni giornata.
C. Tutte le prestazioni ad eccezione del vitto serale.

398. L’INPDAP, nell’ambito delle attività sociali eroga borse di studio per la frequenza:
A. Alle scuole di ogni ordine e grado, compresi i corsi di specializzazione e perfezionamento post-universitari, con esclusione della scuola elementare.
B. Alle scuole di ogni ordine e grado, compresi i corsi di specializzazione e perfezionamento post-universitari.
C. Alle scuole di ogni ordine e grado, con esclusione dei corsi di specializzazione e perfezionamento post- universitari.

399. Cosa si intende, nell’ambito della terminologia con cui si indicano le attività sociali, per PS e per WS:
A. Politiche Sociali e Welfare State.
B. Pubblica Sicurezza e Welfare State.
C. Pianificazione Sociale e Workfare State.

400. L’INPDAP eroga Borse e Assegni di studio: qual è la decorrenza e durata di ogni prestazione?
A. Solo per l’anno scolastico o accademico per il quale è stato bandito il concorso.
B. Per tutta la durata del corso di studi a cui si riferisce il Bando di concorso.
C. Per il periodo per il quale fa richiesta l’interessato, a prescindere dal Bando di concorso.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu