Crea sito

Quiz preselezione 561 -580 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 561 -580

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Oristano > Da 401 a 600
 

561) LA FIGURA DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO È STATA ISTITUITA PER UN ACCORDO FRA:
A) Stato e Regioni
B) Stato e Province
C) Stato e A.S.L
www.biancofrancesco.altervista.org

562) QUAL È LA FIGURA DI RIFERIMENTO DELL’OSS IN AMBITO SANITARIO?
A) L’infermiere e l’ostetrica

B) L’infermiere e il medico
C) Esclusivamente l’infermiere
www.biancofrancesco.altervista.org
Profilo e competenze dell'OSS   

L'Operatore Socio Sanitario è l'operatore che, a seguito dell'attestato di qualifica conseguito al termine di specifica formazione professionale, svolge attività indirizzata a:
. soddisfare i bisogni primari della persona, nell'ambito delle proprie aree di competenza, in contesto sia sociale che sanitario;
. favorire il benessere e l'autonomia dell'utente.
Egli svolge la sua attività in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all'assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.
In ambito sanitario, le figure professionali con le quali l'operatore socio – sanitario più frequentemente si rapporta – e rappresentano quindi gli operatori sanitari di riferimento – sono, prevalentemente, l'infermiere e l'ostetrica. In ambito sociale, invece, tale figura è l'assistente sociale.
Le attività dell'operatore socio sanitario sono rivolte alla persona ed al suo ambiente di vita e sono riconducibili alle seguenti funzioni:
. assistenza diretta ed aiuto domestico alberghiero
. intervento igienico - sanitario e di carattere sociale
. supporto gestionale, organizzativo e formativo.
www.biancofrancesco.altervista.org

563) QUAL È LA FIGURA DI RIFERIMENTO DELL’OSS IN AMBITO SOCIALE?

A) Il medico di base
B) L’assistente familiare
C) L’assistente sociale

www.biancofrancesco.altervista.org

564) L’ATTIVITÀ DELL’OSS È INDIRIZZATA A:
A) Favorire l’autonomia dell’utente
B) Soddisfare i bisogni primari secondo le proprie competenze in un contesto sia sociale sia sanitario
C) Sia favorire l’autonomia dell’utente, sia soddisfare i bisogni primari secondo le proprie competenze in un contesto
sia sociale sia sanitario

www.biancofrancesco.altervista.org

565) QUALE ATTO NON È DELEGABILE ALL’OSS DURANTE LA SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA ORALE?
A) Verificare l’identità del paziente
B) Verificare che il farmaco sia stato assunto correttamente
C) Preparare il farmaco da somministrare

www.biancofrancesco.altervista.org

566) L’OSS SI OCCUPA IN PIENA AUTONOMIA:
A) Della somministrazione della terapia orale
B) Delle medicazioni complesse
C) Delle medicazioni semplici

www.biancofrancesco.altervista.org

567) LA COMPOSIZIONE DELLA SALMA DI UN DEFUNTO VA EFFETTUATA:
A) Entro 1-2 ore
B) Entro 2-3 ore

C) Dopo le 3 ore
www.biancofrancesco.altervista.org

568) IN MERITO ALLA COMPOSIZIONE DELLA SALMA DI UN DEFUNTO, L’OSS SI OCCUPA DI:
A) Provvedere alla pulizia del letto
B) Provvedere alla rimozione di eventuali cateteri e flebo
C) Provvedere sia alla pulizia del letto che alla rimozione di eventuali cateteri e flebo

www.biancofrancesco.altervista.org

569) IL PESO CORPOREO DI UN PAZIENTE VA RILEVATO:
A) Ogni  giorno
B) A digiuno

C) Esclusivamente con la bilancia elettronica
www.biancofrancesco.altervista.org

570) QUALI FRA LE SEGUENTI ATTIVITÀ NON SONO DI COMPETENZA DELL’OSS?
A) Profilassi delle trombosi
B) Medicazione delle piaghe da decubito
C) Somministrazione di ossigeno su prescrizione medica


www.biancofrancesco.altervista.org

571) I BISOGNI FONDAMENTALI DELL’UOMO, SECONDO LA SCALA GERARCHICA DI  A. MASLOW, SONO:
A) 4
B) 5

C) 6

www.biancofrancesco.altervista.org

572) SECONDO MASLOW QUALE NON È UN BISOGNO FISIOLOGICO?
A) Cibo
B) Evitare il dolore
C) Bisogno di amare

www.biancofrancesco.altervista.org

573) QUALE FRA I SEGUENTI È UN BISOGNO FISIOLOGICO, SEGUENDO LA SCALA DI MASLOW?
A) Cibo

B) Stima
C) Sicurezza

574) IL BISOGNO DI SICUREZZA, SECONDO MASLOW, È UN BISOGNO DI QUALE LIVELLO?
A) I livello
B) II livello
C) III livello
www.biancofrancesco.altervista.org

575) EVITARE IL DOLORE, SECONDO MASLOW, È UN BISOGNO DI QUALE LIVELLO?
A) I livello

B) II Livello  
C) III livello

576) L’ATTIVITÀ IN CUI UNA PARTE DEL CORPO VIENE INTERESSATA SENZA ALCUNO SFORZO SIGNIFICATIVO PER LA
PERSONA SI CHIAMA:
A) Esercizio attivo
B) Esercizio passivo
C) Esercizio attivo e passivo insieme
www.biancofrancesco.altervista.org

577) LA PARALISI CHE INTERESSA ENTRAMBI GLI ARTI INFERIORI È DEFINITA:
A) Emiplegia
B) Paraplegia

C) Tetraplegia

578) LA PARALISI DI UN’INTERA METÀ DEL CORPO (DESTRA O SINISTRA) È DEFINITA:
A) Emiplegia
B) Paraplegia
C) Tetraplegia
www.biancofrancesco.altervista.org

579) LA RIGIDITÀ PERSISTENTE E INVOLONTARIA DEI MUSCOLI CHE IMMOBILIZZA UN ARTO IN POSIZIONE VIZIATA È
DEFINITA:
A) Contrattura

B) Distorsione
C) Frattura
www.biancofrancesco.altervista.org

580) LA CADUTA DELLA PRESSIONE DEL SANGUE, CONSEGUENTE AL PASSAGGIO DALLA POSIZIONE SUPINA A ERETTA, È
DEFINITA:

A) Ipertensione clinostatica
B) Ipotensione arteriosa
C) Ipotensione ortostatica


www.biancofrancesco.altervista.org

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu