Crea sito

Batteria quiz 6 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Batteria quiz 6

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Infermiere AOU

Batteria - 06 Pag. 1

batteria quiz con risposte ufficiali concorso  infermieri

1 LA CURVA FEBBRILE  DI TIPO REMITTENTE È CARATTERIZZATA DA:

* A) Presenza di oscillazioni senza che la temperatura rientri nei valori normali

B) Insorgenza rapida, valori elevati con oscillazioni minime

C) Alternanza quotidiana di periodi febbrili ad accessi e di apiressia

2 L’EMATEMESI È DETERMINATA DA:

* A) Emorragie a carico dello stomaco o dell’esofago

B) Tosse incoercibile

C) Ostacolo meccanico al transito intestinale

3 LE ALTERAZIONI MOTORIE CHE CARATTERIZZANO LA MALATTIA DI PARKINSON SONO:

A) Acinesia, astenia, tremore
* B) Acinesia, rigidità, tremore

C) Acinesia, astenia, parestesia

4 L’OSTEOPOROSI È:

A) Un'infezione cutanea

B) Una malattia articolare infiammatoria acuta
* C) Una malattia articolare degenerativa con riduzione del contenuto calcico dell’osso

5 L’OSTEOSARCOMA È:

A) Un tumore benigno congenito dell’osso
* B) Un tumore maligno primitivo dell’osso

C) Un difetto di consolidazione

6 IN UN PAZIENTE SOTTOPOSTO A INSULINOTERAPIA È IMPORTANTE:

A) Massaggiare con cura dopo ogni iniezione

B) Riscaldare l’insulina prima dell’iniezione
* C) La rotazione delle sedi di iniezione

7 QUALE DI QUESTI SINTOMI È TIPICO DELLA MASTITE?

A) Anemia
* B) Dolore e rossore in una zona circoscritta del seno, febbre

C) Ipogalattia

8 UN PAZIENTE CON SCHIZOFRENIA DI TIPO CATATONICO PUÒ PRESENTARE:

A) Aggressività e autolesionismo

B) Alternanza degli stati d’umore
* C) Scarsissima reattività ambientale

9 QUALE TRA LE SEGUENTI E’ LA CORRETTA DEFINIZIONE DI DISURIA?

A) La quantità di urine prodotta nelle 24 ore

B) La perdita involontaria dell’urina
* C) Difficoltà di svuotamento della vescica

10 NEI SOGGETTI CON  MORBO DI CROHN IN FASE DI RIACUTIZZAZIONE LA DIETA DEVE ESSERE:

A) Ad alto contenuto di fibre
* B) A basso contenuto di fibre

C) Prevalentemente liquida

11 LA PRESENZA DI MALESSERE, TACHICARDIA, IPOTENSIONE MARCATA, OLIGURIA E EMOGLOBINURIA DOPO UNA TRASFUSIONE INDICANO:

A) Reazione allergica
* B) Reazione emolitica

C) Sovraccarico del circolo

12 I BATTERI COSIDDETTI ‘’ANAEROBI’’ NON SOPRAVVIVONO IN:

A) Assenza di ossigeno

B) Presenza di acqua
* C) Presenza di ossigeno

13 TRA I TERMINI SOTTO INDICATI, QUALE SIGNIFICA "EDUCAZIONE DELL'UOMO ANZIANO"?

* A) Geragogia

B) Gerontologia

C) Geriatria

Batteria - 06 Pag. 2

14 SE DOPO ESSERE STATO SOTTOPOSTO A PUNTURA LOMBARE UN PAZIENTE LAMENTA CEFALEA, QUALE TRA I SEGUENTI INTERVENTI INFERMIERISTICI È OPPORTUNO ATTUARE?

A) Insegnare al soggetto esercizi di respirazione profonda da eseguire ad intervalli di due ore

B) Mantenere il paziente in posizione semiseduta con eventuale somministrazione di Ossigeno
* C) Fargli assumere la posizione supina eventualmente senza cuscini

15 DURANTE LA RILEVAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA AGLI ARTI INFERIORI, IL FONENDOSCOPIO VA POSTO A LIVELLO DELL'ARTERIA:

A) Pedidia

B) Femorale
* C) Poplitea

16 PARTENDO DALL'ESTERNO, IL DERMA È:

A) Il terzo strato
* B) Il secondo strato

C) Il primo strato

17 LE FECI ACOLICHE SONO CARATTERIZZATE DA COLORE:

A) Nero

B) Rosso
* C) Bianco

18 LA SCLEROSI MULTIPLA È:

A) Una malattia del sistema nervoso autonomo

B) Una malattia del sistema nervoso periferico
* C) Una malattia del sistema nervoso centrale

19 NON FA PARTE DELLE SINDROMI EXTRAPIRAMIDALI:

A) Sindrome Parkinsoniana
* B) Atassia

C) Corea

20 QUALE POSIZIONE DEVE ESSERE FATTA ASSUMERE AD UN PAZIENTE CON EDEMA POLMONARE ACUTO?

A) Seduto con gli arti inferiori sollevati
* B) Seduto con gli arti inferiori fuori dal letto

C) Posizione supina o laterale

21 UNA SCALA DI VALUTAZIONE DELLE CONDIZIONI CLINICHE DEL PAZIENTE ANZIANO CHE DEFINISCE LO STESSO COME

“TOTALMENTE DIPENDENTE”, “PARZIALMENTE DIPENDENTE” ,“AUTOSUFFICIEN   TE”, È:
* A) Una scala di tipo ordinale

B) Una scala ad intervalli

C) Una scala di tipo nominale

22 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVE ALLA RILEVAZIONE DEL POLSO CAROTIDEO È CORRETTA?

A) Deve essere rilevato contemporaneamente sui due lati per valutare le possibili differenze

B) Deve essere sempre rilevato in contemporanea al polso radiale
* C) Deve essere rilevato su un solo lato per non provocare bradicardia riflessa

23 NEI SOGGETTI CON INSUFFICIENZA PANCREATICA LA DIETA DEVE:

* A) Essere basata sull’abolizione dell’alcool e sulla restrizione dei lipidi

B) Essere lievemente ipocalorica per favorire una graduale perdita di peso

C) Prevedere l’eliminazione di alimenti con elevato contenuto di purine

24 QUAL È LA FUNZIONE DELLA VERNICE CASEOSA?

A) Di proteggere il bambino dal freddo alla nascita

B) Di nutrire la cute del neonato alla nascita
* C) Protettiva contro la macerazione della cute fetale a contatto costante con il liquido amniotico

25 QUALE TRA I SEGUENTI STATI PATOLOGICI DETERMINA UN AUMENTO DEL FABBISOGNO NUTRIZIONALE?

A) Ipotiroidismo
* B) Ustione

C) Malattia di Cushing

26 COME SI DIVIDE LO STOMACO?

* A) Fondo, corpo e piloro

B) Cieco, digiuno e piloro

C) Cieco, corpo e retto


Batteria - 06 Pag. 3

27 UN'INFEZIONE È:

A) Una malattia con sintomatologia latente

B) Una malattia causata da un agente infettivo con sintomatologia conclamata
* C) La penetrazione di un agente infettivo nell’organismo e successiva replicazione

28 SE COMPARE SONNOLENZA DURANTE LA SOMMINISTRAZIONE DI OSSIGENO OCCORRE:

* A) Interrompere immediatamente la somministrazione e avvisare il medico

B) Aumentare l’erogazione e avvisare il medico

C) Rilevare la Pressione Arteriosa; se non vi sono alterazioni la somministrazione può continuare

29 SUBITO DOPO LA NASCITA IL NEONATO DEVE ESSERE SEMPRE RISCALDATO UTILIZZANDO I MEZZI DI RISCALDAMENTO COMUNEMENTE USATI PER IL NEONATO (ES. LAMPADA, CULLA TERMICA, COPERTE, ECC.)?

A) Solo se la madre al momento del parto presentava una evidente forma di iperpiressia

B) No, purché la temperatura esterna sia almeno uguale o superiore a 20 gradi centigradi
* C) Si, perché subito dopo la nascita la temperatura corporea del neonato può scendere anche sotto i 36°

30 IL SANGUE CONTENUTO NELLE ARTERIE POLMONARI:

A) È sangue arterioso e perciò ben ossigenato
* B) È sangue venoso e perciò scarsamente ossigenato

C) È sangue proveniente dal ventricolo sinistro quindi ben ossigenato

31 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIFERITE AL CATETERISMO VESCICALE, È SICURAMENTE VERA?

* A) Il cateterismo vescicale a circuito chiuso riduce l’incidenza delle infezioni urinarie

B) Il cateterismo vescicale raramente è fonte di rischio per le infezioni delle vie urinarie

C) Il cateterismo a permanenza rispetto a quello temporaneo comporta minori rischi di infezione

32 LA TETRAPLEGIA INTERESSA:

* A) Il tronco e gli arti inferiori e superiori

B) Un lato del corpo

C) Gli arti inferiori e il tronco

33 LA MARCIA FESTINANTE SI RISCONTRA
:

A) Nella corea di Huntington

B) Nella distrofia muscolare
* C) Nel morbo di Parkinson

34 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIFERITE AL PAZIENTE USTIONATO, È FALSA?

* A) La prognosi è legata alla gravità della lesione indipendentemente dall’estensione

B) La prognosi è legata all’età ed alle condizioni del paziente ustionato

C) La prognosi è strettamente legata alla rapidità ed efficacia degli interventi terapeutici

35 L’ ADATTAMENTO CARDIACO ALL’ESERCIZIO NON COMPORTA:

A) Un aumento della frequenza cardiaca
* B) Una diminuzione del ritorno venoso

C) Un aumento del debito cardiaco

36 L’APERTURA CHE METTE IN COMUNICAZIONE LA TUBA CON LA CAVITA’ PERITONEALE DA ORIGINE A QUALE STRUTTURA?

* A) Fimbria

B) Idatide di Morgagni

C) Ampolla

37 QUALE TRA I SEGUENTI PRINCIPI ATTIVI È ADATTO PER IL LAVAGGIO  ANTISETTICO DELLE MANI?

A) Benzalconio Cloruro

B) Glutaraldeide
* C) Clorexidina

38 LEI SI TROVA NELLA SALA D’ATTESA AMBULATORIALE DI UN OSPEDALE. MENTRE STA FACENDO ENTRARE UN PAZIENTE PER UNA VISITA, SI ACCORGE CHE UNA PERSONA IN ATTESA DI VISITA LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE CONOSCENZA. AVENDO CONSTATATO L’ARRESTO CARDIACO NEL PAZIENTE, QUAL È LA PRIMA MANOVRA CHE LEI ATTUEREBBE PER RIANIMARLO?

* A) Verificare la pervietà delle vie aeree superiori e la presenza di ventilazione spontanea

B) Incannulare una vena di grosso calibro

C) Sollevare gli arti inferiori per favorire il ritorno venoso al cuore

39 INTERVENENDO SUL LUOGO DI UN INCIDENTE IN CUI SI SIA VERIFICATO UN CASO DI USTIONE DA AGENTI CHIMICI IL PRIMO INTERVENTO DA ATTUARE È:

A) Coprire la lesione con teli asciutti e puliti
* B) Praticare una irrigazione immediata con acqua corrente delle superficie corporea interessata

C) Applicare teli puliti imbevuti in acqua


Batteria - 06 Pag. 4

40 LA POSIZIONE DI FOWLER FAVORISCE:

* A) Una migliore funzionalità respiratoria

B) L'esecuzione del clistere evacuativo

C) L'esplorazione della prostata

41 IL PIANO SANITARIO NAZIONALE È:

A) La normativa per l'organizzazione dei servizi sanitari

B) L'insieme delle leggi che regolano la sanità
* C) L'insieme di norme di indirizzo generali per il servizio sanitario nazionale

42 COSA SIGNIFICA IRCCS?

A) Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Specialistico

B) Istituto di Ricovero Comunale Specializzato
* C) Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

43 IL DIRETTORE SANITARIO:

A) Non è un medico

B) Può essere un medico
* C) È un medico

44 QUALE AFFERMAZIONE RELATIVA ALLA RIVELAZIONE DI SEGRETO PROFESSIONALE È FALSA?

* A) E' perseguibile d'ufficio

B) Se dalla rivelazione non deriva nocumento non può esservi procedimento penale

C) E' perseguibile a querela di parte

45 QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVA AL COLLEGIO IPASVI È VERA?

* A) Tutti gli iscritti sono elettori e tutti sono eleggibili

B) Possono essere eletti solo i dipendenti del SSN

C) Può essere eletto Presidente solo chi ha ottenuto il maggior numero di voti

46 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE DEVE VERIFICARE LA CORRETTA ED ECONOMICA GESTIONE DELLE RISORSE ATTRIBUITE ED INTROITATE NONCHÉ L'IMPARZI ALITÀ ED IL BUON ANDAMENTO DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA MEDIANTE:

* A) Valutazioni comparative dei costi, dei rendimenti e dei risultati

B) Valutazioni trimestrali degli introiti aziendali e della qualità della rendicontazione amministrativa

C) Valutazioni trimestrali delle entrate e delle uscite di cassa

47 LO STATO DEVE GARANTIRE CURE GRATUITE AGLI INDIGENTI?

A) No

B) Solo se extracomunitari
* C) Si

48 E’ VERO CHE, AI SENSI DEL D.LGS. 502/92, LO STATO É IMMEDIATAMEN TE E TOTALMENTE ESONERATO DA INTERVENTI FINANZIARI VOLTI A SANARE I DISAVANZI DI GESTIONE DELLE ASL E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE?
* A) No, perché la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo detto esonero in assenza di un graduale passaggio e di
una messa a regime del nuovo sistema di finanziamento

B) No, perché non devono esservi più disavanzi di gestione, in quanto ne risponderebbero i Direttori Generali

C) Sì, perché per effetto del potere impositivo di nuove tasse regionali, le Regioni possono così procurarsi le risorse necessarie per tali disavanzi

49 L’INFERMIERE PUÒ EFFETTUARE LA RESPIRAZIONE ARTIFICIALE E IL MASSA GGIO CARDIACO ESTERNO?

* A) Si

B) Solo in caso di assenza del personale medico

C) No

50 IL POTERE DISCIPLINARE:

A) È esclusivamente esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

* B) Non è esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

C) Può anche essere esercitato dal Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale quando la sanzione da applicare è pari o superiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

Batteria - 06 Pag. 5

51 L’UFFICIO DISCIPLINARE ESERCITA IL POTERE DISCIPLINARE:

A) Quando il Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale ritiene di non poter decidere perché non ha le competenze professionali

B) Quando la sanzione da applicare è inferiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

* C) Quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

52 IN UNA STRUTTURA SOCIO SANITARIA PER PROCESSO SI INTENDE:

* A) L'insieme finalizzato delle attività che portano al risultato di salute del destinatario

B) L'assistenza diretta all'utente

C) La condizione delle attività svolte

53 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER  “RISCHIO”?

A) Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni

B) Insieme delle indicazioni mediche, finalizzate alla tutela dello stato di sicurezza dei lavoratori in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa

* C) Probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione

54 AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1 LETTERA U DEL D.LGS N. 81/08, CHI HA IL COMPITO DI MUNIRE I LAVORATORI DI APPOSITA TESSERA DI RICONOSCIMENTO, CORREDATA DI FOTOGRAFIA, CONTENENTE LE GENERALITÀ DEL LAVORATORE E L’INDICAZIONE DEL DATORE DI LAVORO?

* A) Il datore di lavoro e il dirigente

B) Il coordinatore della sicurezza

C) Il rappresentante dei lavoratori

55 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO È OBBLIGATO  A PROVVEDERE AFFINCHÉ:

A) Siano messi a disposizione delle rappresentanze sindacali e del rappresentante dei lavoratori i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi per la verifica periodica onde assicurare condizioni igieniche adeguate

* B) I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni
igieniche adeguate

C) Il medico competente attesti che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengono sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

56 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, CIASCUN LAVORATORE DEVE:

A) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal medico competente

* B) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal datore di lavoro

C) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal rappresentante della sicurezza

57 NELL’AMBITO DEL NURSING,  SECONDO FLORENCE NIGTHINGALE:

A) L’ambiente non ha nessuna correlazione con il benessere dell’uomo

B) Gli antibiotici sono gli unici elementi che possono contribuire al benessere dell’uomo
* C) Intervenire sull’ambiente e sull’igiene contribuisce al benessere dell’uomo

58 NELLA SEQUENZA DELLE FASI DEL PROCESSO DI NURSING LA  DIAGNOSI INFERMIERISTICA:

A) Segue la valutazione

B) Precede la raccolta dei dati
* C) Segue la raccolta dati

59 FRA I PRIMI TEORICI DEL NURSERING C'È VIRGINIA HENDERSON. QUA LE FRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI NON È ATTRIBUIBILE ALLA HENDERSON?

A) Nella relazione infermiere-paziente si possono individuare tre livelli secondo cui l'infermiere agisce da: "sostituto del paziente" - "aiutante del paziente" - "partner del paziente"

* B) L'equipe non è adatta alla cura del paziente perché l'infermiere deve essere l'unico responsabile del rapporto con il paziente

C) L'equipe è come una famiglia al cui centro c'è il paziente: ogni membro dell'equipe ruota intorno al paziente e il suo rapporto ed il suo ruolo varia in funzione ai bisogni del paziente

60 LA STRUTTURA DELLA DIAGNOSI INFERMIERISTICA ELABORATA DALLA NANDA COMPRENDE:

A) Titolo, caratteristiche definenti, interventi, fattori correlati
* B) Titolo, definizione, caratteristiche definenti, fattori correlati

C) Titolo, definizione, caratteristiche definenti, interventi


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu