Crea sito

Legislazione sociale - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Legislazione sociale

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Molise
 

Corso di Formazione Regione Molise
L'operatore socio sanitario addetto alla somministrazione di alimenti e bevande

LEGISLAZIONE SOCIALE



1 Il datore di lavoro con personale dipendente deve obbligatoriamente tenere sul posto di lavoro:
a - i prospetti paga dei dipendenti
b - i libri di matricola e paga

c - il registro ferie
www.biancofrancesco.altervista.org

2 Il datore di lavoro deve conservare i libri o fogli paga e libri matricola per:
a -  due anni
b - cinque anni
c - dieci anni

3 Le ore giornaliere di lavoro effettuate da un dipendente debbono essere registrate sul libro paga:
a -  giornalmente
b -  settimanalmente
c -  a fine mese
www.biancofrancesco.altervista.org

4 Le aziende che svolgono l'attività con più unità produttive devono tenere:
a - un solo libro matricola per tutte le unità produttive
b -  tanti libri matricola quanti sono le unità produttive
c
- tanti libri maricola quante sono le unità produttive e un libro matricola riepilogativo dell'intero complesso aziendale da tenere presso la sede

5 I libri matricola e paga devono essere tenuti:
a -  nel domicilio del datore di lavoro
b - presso l'Associazione di categoria del datore di lavoro
c - nel luogo di lavoro

6 La tenuta e la conservazione dei libri paga e matricola con l'utilizzo di supporti magnetici deve preventivamente:
a -  essere autorizzata dall'INAIL
b -  non è prevista alcuna preventiva autorizzazione
c -  essere autorizzata dalla Direzione Provinciale del Lavoro

7 Il registro degli infortuni prima di essere posto in uso deve essere vidimato:
a - dall'A.S.U.R..
b - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c - dall'I.N.A.I.L.

8 Nel registro infortuni vanno annotati in ordine cronologico:
a -  gli infortuni sul lavoro
b - gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali
c - ogni tipo di infortunio
www.biancofrancesco.altervista.org

9 Degli infortuni sul lavoro occorsi ai lavoratori dipendenti vanno annotati cronologicamente sul registro infortuni:
a - quelli che comportino un'assenza dal lavoro superiore ad un giorno
b - quelli che comportino una invalidità permanente
c -  tutti

10 L'assunzione diretta dei lavoratori può essere effettuata:
a - in nessun caso
b - qualora l'azienda non occupi più di 3 dipendenti
c - si, sempre

11 Per quanti anni deve essere conservato il registro degli infortuni:
a - per due anni
b -  per quattro anni
c -  per dieci anni

12 Presso il centro per l'impiego e per la formazione sono state abolite le liste di collocamento:
a - tutte
b - alcune
c - nessuna

www.biancofrancesco.altervista.org



13 Chi sono i disoccupati di lunga durata ai sensi del D.Lgs. 297/02:

a - coloro che dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi (6 mesi se giovani)
b - coloro che dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 24 mesi (12 mesi se giovani)
c - coloro che senza aver precedentemente svolto alcuna attività lavorativa, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi (6 mesi se giovani)

14 I lavoratori extracomunitari che intendano lavorare nel territorio italiano devono essere provvisti:
a -  di passaporto
b - di permesso di soggiorno per motivi di lavoro
c - di autorizzazione del paese di provenienza

15 Il permesso di soggiorno per lavoro subordinato è rilasciato:
a - dalla Prefettura
b -  dalla Questura
c -  dalla Direzione Provinciale del Lavoro
www.biancofrancesco.altervista.org

16 La retribuzione può essere determinata dal giudice:
a - sempre
b -  in nessun caso
c -  in mancanza di contratti collettivi o di accordi tra le parti

17 La mancata consegna del prospetto di paga al lavoratore costituisce:
a - illecito amministrativo
b -  illecito penale
c -  illecito amministrativo e penale

18 Il codice fiscale del lavoratore deve essere comunicato:
a - al centro per l'impiego e per la formazione
b - all'INAIL
c -  alla Questura
www.biancofrancesco.altervista.org

19 Il dipendente apprendista può essere adibito a lavori di manovalanza e produzione in serie:
a - solo in particolari settori produttivi e in determinati periodi dell'anno
b -  in nessun caso
c -  in qualunque caso

20 Quanti tipi di percorsi di apprendistato sono stati introdotti dalla nuova normativa:
a - due
b - uno
c - tre

21 Per i lavoratori del settore turismo in caso di malattia o di infortunio la conservazione del posto di lavoro ha la durata di:

a - 60 giorni
b - 180 giorni
c - 90 giorni

22 Quanti apprendisti un'azienda può assumere:
a - non esistono limiti
b - non può superare il 100% delle maestranze specializzate e qualificate presenti in azienda
c - non può superare il 100% dei dipendenti

23 L'orario di lavoro degli apprendisti maggiorenni:
a
- è lo stesso dei lavoratori maggiorenni
b - è lo stesso dei lavoratori minori
c -  nessuno dei due
www.biancofrancesco.altervista.org

24 Un dipendente apprendista, di età superiore a 18 anni, può essere adibito a lavoro notturno (tra le ore 22 e le 5):

a -  in nessun caso
b - solo in caso di forza maggiore
c - in ogni caso

www.biancofrancesco.altervista.org



25 Il superminimo viene corrisposto al lavoratore:
a - dopo il periodo di prova
b -  dopo alcuni anni di occupazione
c -  come premio per capacità ed attaccamento all'azienda

26 E' possibile assumere un apprendsita part-time:
a - si
b -  no
c -  si, purchè la riduzione dell'orario non pregiudichi la finalità formativa

27 Al termine del contratto di apprendistato il datore di lavoro può recedere dal contratto:
a - no
b - si, dandone formale disdetta
c - a volte

28 L'orario massimo settimanale di lavoro dei dipendenti apprendisti adolescenti (di età compresa tra 15 e 18 anni compiuti)

a - non può superare le 44 ore settimanali
b - non può superare le 40 ore settimanali
c - non può superare le 35 ore settimanali

29 Al dipendente di età compresa tra i 15 ed i 16 anni (non compiuti) per legge sono dovuti per ogni anno di lavoro:
a - 40 giorni di ferie
b - 30 giorni di ferie
c - 2 mesi di ferie

30 I minori adolescenti possono essere impiegati per:
a - svolgere ogni tipo di lavorazione
b - svolgere alcune lavorazioni previa autorizzazione in deroga della Direzione Provinciale del Lavoro
c -  non possono lavorare

30 La lettera di assunzione al lavoratore deve essere consegnata:
a -  dopo il periodo di prova
b - all'inizio del rapporto di lavoro
c - durante il rapporto di lavoro
www.biancofrancesco.altervista.org

31 I fanciulli (minori che non hanno compiuto 15 anni) e gli adolescenti (minori di età compresa tra i 15 ed i 18 anni compiuti) prima di essere ammessi al lavoro devono essere sottoposti a visita medica di idoneità:

a - solo se devono essere occupati in aziende che svolgono attività pericolose ed insalubri
b - in ogni caso
c -  in nessun caso

32 Ai minori deve essere assicurato un riposo settimanale:
a - di un giorno
b -  di 2 giorni
c -  di almeno 3 giorni

33 La cessazione del rapporto di lavoro deve essere comunicato:
a - al Comune
b
- al Centro per l'Impiego e la Formazione
c - all'I.N.P.S.

34 L'orario di lavoro dei fanciulli e degli adolescenti non può durare senza interruzione più di:

a - 4 ore e mezzo
b - 5 ore
c -  4 ore

35 Per lavoro subordinato si intende quello:
a - prestato gratuitamente
b - prestato alle dipendenze e sotto la direzione altrui
c - svolto per conto proprio

www.biancofrancesco.altervista.org



36 Per contratto di lavoro a tempo determinato si intende quello:
a - avente durata limitata con scadenza prestabilita
b -  riguardante l'occupazione al lavoro per la durata inferiore a 12 mesi
c -  stipulato con il lavoratore in attesa di adempiere gli obblighi militari di leva

37 In un contratto individuale di lavoro è consentito apporre un termine:
a - si
b -  no
c -  si, per motivi di carattere tecnico, produttivo, organizzativo e sostitutivo

38 L'apposizione del termine finale in un contratto individuale di lavoro, stipulato tra datore di lavoro e lavoratore, produce effetti se non risulta da atto scritto:
a -  in nessun caso
b - qualora la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a 12 giorni lavorativi
c - quando si tratta di un rapporto puramente occasionale
www.biancofrancesco.altervista.org

39  Una riassunzione con contratto a termine è possibile:

a - entro 10 giorni o 20 giorni, se il contratto ha avuto rispettivamente una durata inferiore o superiore a 6 mesi
b - dopo 10 giorni o 20 giorni, se il contratto ha avuto rispettivamente una durata inferiore o superiore a 6 mesi
c -  entro 5 giorni

40 Il contratto a termine è prorogabile:
a - mai
b -  sempre
c -  si, ma la durata complessiva del rapporto, proroga compresa, non può eccedere i 3 anni

41 Il datore di lavoro che non versa all'I.N.P.S. le ritenute previdenziali ed assistenziali sulla retribuzione del dipendente incorre nella:
a -  chiusura dell'azienda

b - pena della reclusione e multa se non le versa entro tre mesi
c - sanzione per illecito amministrativo

42 Le assicurazioni sociali per i lavoratori dipendenti:

a - sono falcoltative
b - sono volontarie
c - sono obbligatorie

43 Per il periodo di prova del dipendente i contributi assicurativi:
a - devono essere versati
b - non devono essere versati
c - possono essere versati

44 Il datore di lavoro deve versare all'I.N.P.S. i contributi previdenziali ed assistenziali dovuti in favore del personale dipendente:

a - annualmente
b - mensilmente
c -  trimestralmente
www.biancofrancesco.altervista.org

45 Per i lavoratori stranieri subordinati che operano nel territorio italiano le assicurazioni sociali:
a -  sono obbligatorie come per gli italiani
b - sono obbligatorie se gli stessi sono in regola con il permesso di soggiorno in Italia
c - non sono dovute

46 Sulla retribuzione dell'apprendista vengono effettuate le ritenute:
a - solo previdenziali ed assistenziali
b -  solo fiscali
c -  previdenziali, assistenziali e fiscali

47 Quali sono i lavoratori interessati ai contratti di inserimento:

a -  tutti
b - i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni
c - i soggetti di età compresa tra i 15 e i 18 anni

www.biancofrancesco.altervista.org


48 Nel lavoro "intermittente" o "a chiamata" il lavoratore:
a - è sempre obbligato a rispondere alla chiamata
b -  non è mai obbligato a rispondere alla chiamata
c - deve rispondere alla chiamata nel caso di sottoscrizione della clausola di impegno alla risposta

49 l'indennità economica di maternità alle esercenti attività commerciali è a carico:
a - della Camera di Commercio
b - dell'I.N.P.S.
c - della Regione

50 Per gli artigiani ed i commercianti:
a -  esiste l'obbligo di iscrizione all'ente previdenziale
b - l'obbli go di iscrizione all'ente previdenziale è stato sostituito con l'iscrizione al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio
c - esiste l'obbligo di iscrizione all'ente previdenziale e al Registro delle imprese presso le Camere di Commercio

51 I contributi assicurativi versati all'I.N.P.S. per la Cassa Unica degli Assegni Familiari sono a carico di:

a - del datore di lavoro
b - del lavoratore
c -  dello stato

52 L'esercente attività commerciale deve versare i contributi per l'assistenza malattia:
a - all'A.S.U.R.
b -  all'I.N.P.S.
c -  all'E.N.A.S.A.R.C.O.

273 L'assistenza malattia a favore dei commercianti è erogata:
a -  dall'I.N.P.S.
b -  dall'A.S.U.R.
c -  dall'I.N.A.I.L.

53 Il coadiuvante nell'attività commerciale è:
a - un lavoratore minorenne
b - un familiare parente o affine entro 3° grado
c - un parente entro 4° grado

54 Gli assegni familiari erogati dal datore di lavoro ai lavoratori:
a - costituiscono un onere per il datore di lavoro
b -  non costituiscono un onere per il datore di lavoro
c -  in parte costituiscono un onere per il datore di lavoro

55 Il costo dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro è a carico:
a - del datore di lavoro
b -  del lavoratore
c -  del datore di lavoro e lavoratore

56 Il commerciante che eserciti un'attività che presenta più cause di rischio di infortunio deve denunciare all'I.N.A.I.L. l'inizio dell'attività:
a -  no, non è neccessario
b - sì, almeno cinque giorni prima dell'inizio
c - sì, entro cinque giorni dall'inizio

57  Cosa significa infortunio in itinere:
a -  l'infortunio occorso al lavoratore durante il lavoro
b -  l'infortunio occorso al lavoratore al di fuori del lavoro
c -  l'infortunio occorso al lavoratore mentre si reca o torna dal lavoro
www.biancofrancesco.altervista.org

58 In caso di infortunio sul lavoro, a quale autorità o ente, il datore di lavoro deve fare la relativa denuncia:

a -  solo all' I.N.A.I.L.
b - all' I.N.A.I.L e alla locale autorità di Pubblica Sicurezza
c - alla Direzione Provinciale del Lavoro




59 Il titolare di un'azienda commerciale è coperto dall'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro:
a - in qualunque caso
b - in nessun caso
c -  solo se l'attività che svolge presenta rischi d'infortunio

60  Nel rapporto di lavoro a progetto, il lavoratore:
a - è sottoposto alle direttive del datore di lavoro
b -  è totalmente autonomo
c -  è autonomo, ma deve coordinarsi con l'organizzazione del commitente

60 A chi è rivolto il tirocinio estivo di orientamento:
a - a qualsiasi giovane
b - agli adolescenti e giovani iscritti ad un ciclo di studi universitari o ad un istituto scolastico e da svolgersi durante le vacanze estive
c - agli adolescenti e giovani iscritti ad un ciclo di studi universitari o ad un istituto scolastico e da svolgersi in qualsiasi periodo dell'anno

61 Quali sono la durata e l'importo delle prestazioni occasionali (cd. mini Co.co.co):
a - durata complessiva non superiore a 30 giorni all'anno con lo stesso committente e
compenso non superiore ad euro 5.000,00 all'anno
b - durata complessiva non superiore a 30 giorni all'anno e compenso non superiore ad euro 3.000,00 all'anno
c -  alcun limite

62 Quanti tipi di part-time vi sono:
a - il part-time orrizontale
b -  il part-time orizzontale e verticale
c -  il part-time orizzontale, verticale e misto

63  La trasformazione del contratto di lavoro da tempo pieno a quello parziale (part-time) deve essere convalidata:
a -  dalla Direzione Provinciale del Lavoro
b - dall'Associazione Sindacale di Categoria
c - dall'I.N.P.S.

64  Il datore di lavoro deve consegnare al dipendente, all'atto della corresponsione della retribuzione:
a -  la ricevuta fiscale
b - la copia del libro paga
c - il prospetto di paga
www.biancofrancesco.altervista.org

65  In caso di mancata o ritardata consegna al lavoratore del prospetto di paga, di omissione o di inesattezza nelle registrazioni apposte su detto prospetto, il datore di lavoro incorre:
a -  nell'ammenda
b - nell'illecito amministrativo
c - nella multa

66  Cosa si intende per lavoro supplementare:
a - lavoro svolto oltre l'orario normale di lavoro
b - lavoro svolto oltre l'orario ridotto, ma entro il limite del tempo pieno
c - lavoro svolto di notte

67 I commercianti sono obbligati all'integrale rispetto del vigente contratto collettivo
nazionale di categoria nei confronti dei propri dipendenti:
a - si, in ogni caso
b -  no, in nessun caso
c -  si, solo se gli stessi sono iscritti alle associazioni che hanno stipulato il contratto

68 I minimi retributivi da corrispondere ai propri dipendenti sono fissati:
a - dal contratto collettivo di lavoro
b -  dalla legge
c -  da un accordo C.E.E. (Comunità Economica Europea)


69 L'astensione obbligatora di una lavoratrice madre può essere fruita:
a - quattro mesi prima e un mese dopo il parto
b - due mesi prima e tre mesi dopo il parto o un mese prima e quattro mesi dopo il parto
c - cinque mesi dopo il parto

70  Durante il periodo di astensione obbligatoria la lavoratrice ha diritto ad una indennità economica giornaliera pari al:
a - 30 % della retribuzione
b - 100 % della retribuzione
c - 80 % della retribuzione

71 Durante il periodo di astensione facoltativa dopo il parto alla lavoratrice è dovuta una indennità economica giornaliera pari al:
a - 30 % della retribuzione
b - 70 % della retribuzione
c - 10 % della retribuzione

72 Il datore di lavoro può verificare l'assenza dal lavoro di un lavoratore dipendente per malattia o per infortunio:
a -  direttamente
b -  servendosi delle forze dell'ordine
c -  incaricando medici degli istituti assicurativi

73 Durante l'assenza dal lavoro per parto, la lavoratrice riscuote l'indennità economica di maternità:
a - dall'A.S.U.R. dove ha sede la ditta
b - dal datore di lavoro
c -  dal Centro per l'Impiego e per la Formazione
www.biancofrancesco.altervista.org

74  Una lavoratrice madre non può essere licenziata:
a - dall'inizio del periodo di gravidanza fino al compimento di un anno di età del bambino
b - dal momento della nascita fino ad un anno di età del bambino

c -  dall'inizio del periodo di gravidanza fino al momento della nascita del bambino

75  Il datore di lavoro deve concedere alle lavoratrici madri che prestano lavoro per otto ore al giorno, riposi giornalieri durante il primo anno di vita del bambino, della durata di:

a - due ore
b - tre ore
c - un'ora

76 La madre o il padre di un bambino ha diritto a riposi giornalieri non retribuiti per l'assistenza del bambino stesso se malato:
a - sì, fino al compimento di 3 anni del bambino, senza limiti temporali
b - sì, fino al compimento di 8 anni del bambino, senza limti temporali

c - sì, a condizione che non abbiano la possibilità di affidare il bambino a parenti o ad altre persone

77 Una lavoratrice in stato di gravidanza può essere adibita a lavoro in un magazzino per il commercio all'ingrosso di carta da macero e materiali vari da recupero:
a -  in ogni caso

b - sì, purchè l'ambiente di lavoro non presenti carattere di insalubrità
c - in nessun caso

78 Le dimissioni volontarie della lavoratrice madre presentate al datore di lavoro durante il periodo in cui opera il divieto di licenziamento, devono essere convalidate:
a -  dall'A.S.U.R.
b -  dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c -  dal Centro per l'Impiego e per la Formazione

79 Il datore di lavoro che licenzia la lavoratrice madre in periodo di divieto incorre nel:
a - pagamento di una ammenda
b -  arresto

c -  pagamento del triplo dell'indennità di licenziamento



www.biancofrancesco.altervista.org



80 Il riposo di un lavoratore ogni 24 ore deve essere di:
a - almeno 11 ore consecutive
b - almeno 11 ore, anche frazionate
c - almeno 8 ore

81 La legge ha fissato la durata media (calcolata con riferimento ad un periodo non superiore a 4 mesi) dell'orario di lavoro per ogni periodo di 7 giorni, comprese le ore di straordinario in:

a - 48 ore
b - 52 ore c -
40 ore

82 La legge ha fissato l'orario normale di lavoro in:
a - 40 ore
b - 36 ore
c - 48 ore

83 La durata massima settimanale dell'orario di lavoro è stabilita:
a - dalla legge
b - dai contratti collettivi di lavoro
c - dalle parti

84 Il periodo notturno è quello:

a - di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino
b - di almeno 7 ore frazionate, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino
c - di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le sette del mattino

85 Il lavoratore ha diritto ad un riposo settimanale di almeno 24 ore consecutive, da cumulare con le 11 ore di riposo giornaliero, salvo eccezioni:

a - ogni 6 giorni
b - ogni 7 giorni
c - ogni 5 giorni

86 Il datore di lavoro che non concede il riposo settimanale al dipendente incorre:
a - nella chiusura dell'esercizio
b -  nella sanzione amministrativa
c -  nel pagamento al dipendente del triplo della retribuzione

87 Il periodo minimo annuale di ferie che ha diritto il lavoratore è di:
a - 4 settimane
b - 3 settimane
c - 5 settimane

88 La vigilanza presso le aziende sull'osservanza delle norme poste a tutela dei lavoratori dipendenti è esercitata:
a -  dai Sindacati dei lavoratori

b - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c - dalla Questura

89 Il lavoratore per il periodo di ferie ha diritto:
a - all'intera retribuzione
b - alla metà della retribuzione
c - all'80% della retribuzione

90 Secondo la vigente legislazione le ferie:
a - sono rinunciabili dietro corrispettivo
b - sono rinunciabili in casi particolari
c - non sono rinunciabili

91 Ai lavoratori del settore commercio competono:
a - 12 mensilità
b - 13 mensilità
c - 14 mensilità

www.biancofrancesco.altervista.org





92 Gli assegni familiari a carico dell'I.N.P.S. anticipati dal datore di lavoro ai propri dipendenti, vengono recuperati:
a - con domanda da inoltrare all'I.N.P.S. annualmente
b - con richiesta all'I.N.P.S. ogni sei mesi
c -  con conguaglio con i contributi mensili dovuti all'I.N.P.S.

93 Nel caso di licenziamento attribuibile a colpa del lavoratore l'indennità di anzianità:
a - non è dovuta in nessun caso
b -  è dovuta in ogni caso
c -  è dovuta soltanto se trattasi di qualifica impiegatizia

94 L'indennità economica di disoccupazione involontaria è erogata:
a -  dall'I.N.A.I.L.
b -  dalla A.S.U.R.
c -  dall'I.N.P.S.

95 L'avviamento al lavoro degli invalidi (categorie protette) per il collocamento obbligatorio viene effettuato:
a - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
b - dalla Prefettura

c -  dal Centro per l'Impiego e per la Formazione

96 Il donatore di sangue, con quantitativo minimo di 250 gr., ha diritto:
a - ad una giornata di riposo non retribuita
b -  ad una giornata di riposo retribuita
c -  a due giornate di riposo non retribuite

97 Le ricorrenze festive retribuite sono a carico:
a - del datore di lavoro
b - dell'I.N.P.S.
c -  del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale
www.biancofrancesco.altervista.org

98 Gli ispettori del lavoro in caso di inosservanza delle norme in materia di legislazione sociale e di lavoro possono diffidare il datore di lavoro a regolarizzarle:
a -  se sono violazioni amministrative sanabili

b - se sono violazioni amministrative non sanabili
c - se sono violazioni penali

99 In caso di mancata o inesatta corresponsione di crediti retributivi derivanti dalle norme contrattuali, l'ispettore, in sede di ispezione, può diffidare il datore di lavoro a far ottenere al lavoratore i suddetti crediti:

a - no, può farlo solo il giudice
b - si
c -  no, può farlo solo l'INPS
www.biancofrancesco.altervista.org

100 Il datore di lavoro deve consegnare ogni anno al lavoratore:
a - il modello D.M. 10/M
b - il modello 01/M - CUD
c - il modello CL 10

101 Il potere di vigilanza in materia di sicurezza sul lavoro spetta:
a - alle ASUR
b - Alle ASUR e, in determinate materie, alla Direzione Provinciale del Lavoro
c - all'INPS


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu