Crea sito

Eserciziario per OSS 4 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eserciziario per OSS 4

DOMANDE & RISPOSTE > Inaspettate e imprevedibili > 3° Parte
 

Prova orale ASL 3 di Nuoro  
La commissione esaminatrice rivolge al candidato questa domanda :




Attività dell’Operatore Socio Sanitario Specializzato
 
Oltre all’attività dell’operatore socio sanitario e delle relative attribuzioni, l’O.S.S. Specializzato:
-  somministra per via naturale la terapia prescritta
-  esegue terapia intramuscolare e sottocutanea
-  esegue bagni terapeutici, medicanti, impacchi, frizioni e bendaggi
-  rileva e annotala frequenza cardiaca e respiratoria, la temperatura corporea
-  pratica clisteri
-  mobilizza i pazienti per la prevenzione dalle piaghe da decubito
-  riordina, pulisce, disinfetta e sterilizza le apparecchiature, le attrezzature sanitarie e i dispositivi medici
-  raccoglie escrezioni e secrezioni a scopo diagnostico
-  somministra diete e pasti
-  prepara la salma
-  esegue il pedicure
-  sorveglia le fleboclisi
-  esegue le tricotomie

Funzioni non attribuibili all’operatore socio sanitario specializzato.
Somministrazione dei farmaci per via endovenosa.
L’operatore socio sanitario specializzato non può autonomamente somministrare farmaci per via endovenosa ne eseguire la diluizione degli stessi
L’operatore socio sanitario specializzato sorveglia le fleboclisi ossia:
-  Valuta se l’infusione è in corso o è bloccata  
-  Valuta la quantità di liquido da infondere presente nel contenitore
-  Valuta il corretto funzionamento delle pompe infusive.
-  Riferisce all’infermiere responsabile eventuali anomalie dell’infusione.
-  Può sostituire le fleboclisi:
-  Se già preparate dall’infermiere responsabile
-  Se chiaramente riferibili al paziente che necessita la sostituzione
Non può preparare le fleboclisi ne diluire in esse prodotti farmacologici.
. Restrizioni relative alla specifica unità operativa.
Queste restrizioni vanno poste:
-  In funzione della situazione clinica dei pazienti su cui viene effettuata l’atto assistenziale.
-  Su esplicita disposizione del responsabile di U.O. o del caposala.
In modo scritto mediante istruzione operativa interna


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu