Crea sito

Quiz preselezione 541 -560 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 541 -560

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Oristano > Da 401 a 600
 

541) DAVANTI AD UN SOGGETTO CHE HA UN'OSTRUZIONE PARZIALE DELLE VIE AEREE, CHE TOSSISCE E SI AGITA, COSA BISOGNA FARE?
A) Praticare la manovra di Heimlich
B) Dare 5 pacche  sulla schiena
C) Non intervenire con nessuna manovra, ma invitarlo a calmarsi e cercare di tossire in maniera più efficace

www.biancofrancesco.altervista.org

542) COSA È IL GASPING?
A) Un tipo di respiro in cui movimenti toracici sono più efficaci, tali da permettere al soggetto di iperventilare i polmoni
B) Un tipo di respiro in cui i movimenti toracici sono  inefficaci e non c’è ingresso di aria nei polmoni

C) Un tipo di respiro in cui i movimenti anziché toracici sono addominali
www.biancofrancesco.altervista.org

543) UN MASSAGGIO CARDIACO È EFFICACE QUANDO IL SOGGETTO È ADAGIATO:
A) Su un letto morbido
B) Per terra

C) Su una qualsiasi superficie purché sia morbida
www.biancofrancesco.altervista.org
544)QUALE CATEGORIA DI PERSONE HA IL MINOR RISCHIO DI CONTRARRE UN’INFEZIONE DELLE VIE URINARIE:
A) Le donne
B) Gli uomini

C) I bambini

www.biancofrancesco.altervista.org

545) QUALE DI QUESTE AFFERMAZIONI È ERRATA?
A) Il diabete rappresenta un fattore di rischio per l’infezione delle vie urinarie
B) Il sesso femminile è maggiormente predisposto ad un’infezione delle vie urinarie
C) Il sesso maschile è maggiormente predisposto ad un’infezione delle vie urinarie
www.biancofrancesco.altervista.org

546) LE INFEZIONI OSPEDALIERE PIÙ FREQUENTI SONO:

A) Le infezioni urinarie
B) Le infezioni chirurgiche
C) Le infezioni respiratorie
www.biancofrancesco.altervista.org

547) LE INFEZIONI OSPEDALIERE SI POSSONO SVILUPPARE:
A) Solo durante la degenza in ospedale
B) Durante la degenza e dopo la dimissione ospedaliera

C) Solo se erano già presenti al momento del ricovero e si sono sviluppate durante la degenza
www.biancofrancesco.altervista.org

548) QUALE FATTORE NON HA INFLUENZA NELLO SVILUPPO DI UN’INFEZIONE OSPEDALIERA?
A) Il peso corporeo e l’altezza

B) L’età
C) Il sesso
www.biancofrancesco.altervista.org

549) QUALI CATEGORIE DI PERSONE SONO PIÙ A RISCHIO DI SVILUPPO DI UN INFEZIONE DELLE VIE URINARIE?
A) Gli uomini, gli anziani e i bambini
B) Le donne, gli anziani e i bambini
C) Le donne, gli uomini e gli anziani




550) QUALE AFFERMAZIONE NON È CORRETTA?
A) La gravidanza nella donna è un fattore che favorisce l’insorgere di un’infezione delle vie urinarie
B) La brevità dell’uretra nella donna è un fattore favorente l’insorgenza di un’infezione delle vie urinarie
C) La produzione di ormoni femminili è un fattore che protegge la donna da un’infezione delle vie urinarie
www.biancofrancesco.altervista.org

551) CHE SINTOMI PUÒ PRESENTARE UN SOGGETTO CHE HA UNA CISTITE?
A) Solo microematuria e piuria
B) Solo pollachiuria e macroematuria
C) Pollachiuria – macroematuria – microematuria- piuria

www.biancofrancesco.altervista.org

552) INDICARE  QUAL È LA CORRETTA DISTRIBUZIONE DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE:
A) Infezioni urinarie – infezioni chirurgiche – infezioni respiratorie - batteriemie

B) Infezioni respiratorie – infezioni chirurgiche – infezioni urinarie – batteriemie
C) Infezioni chirurgiche – infezioni urinarie – infezioni respiratorie – batteriemie
Le localizzazioni più diffuse sono:
Urinarie (IVU) circa il 40%
Respiratorie circa il 15%
Ferita chirurgica (ISS) circa il 15%
Batteriemie (infezioni del sangue)circa il 5%
Piaghe da decubito circa il 5%

553) L’USO DELL’ANTIBIOTICO, A SCOPO PREVENTIVO, NELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE:
A) E’ indicato perché si distruggono i microrganismi e l’infezione non si sviluppa
B) Non è indicato perché favorisce lo sviluppo di un'antibiotico-resistenza da parte dei microrganism
i
C) E’ indicato perché i microrganismi si riducono per numero e l’infezione non si sviluppa
www.biancofrancesco.altervista.org

554) LO SCOPO DEL LAVAGGIO DELLE MANI È:
A) Rimuovere la sola flora batterica transitoria presente nelle mani dell’operatore
B) Ridurre la sola flora  batterica residente presente nelle mani dell’operatore
C) Rimuovere la flora batterica transitoria e ridurre la flora batterica residente presente nelle mani dell’operatore


555) LE MANI DELL’OPERATORE, TRANSITORIAMENTE CONTAMINATE, POSSONO TRASFERIRE PASSIVAMENTE I
MICRORGANISMI DA UN PAZIENTE ALL’ALTRO?
A) No
B) Si
C) E’ molto raro
www.biancofrancesco.altervista.org

556) IL LAVAGGIO SOCIALE DELLE MANI DEVE DURARE:
A) Almeno 20/40 secondi

B) Almeno 5/6 secondi
C) Almeno 10/15 secondi

557) IL LAVAGGIO ANTISETTICO DELLE MANI AVVIENE MEDIANTE L’UTILIZZO DI:
A) Acqua e sapone
B) Acqua e clorexidina o iodofori
C) Sia acqua e sapone, sia acqua e clorexidina o iodofori
www.biancofrancesco.altervista.org

558) IL LAVAGGIO SOCIALE DELLE MANI AVVIENE MEDIANTE L’UTILIZZO DI:
A) Solitamente acqua e sapone

B) Solitamente acqua e clorexidina o iodofori
C) Solitamente senza alcun detergente
www.biancofrancesco.altervista.org

559) QUANDO È STATA ISTITUITA LA FIGURA PROFESSIONALE DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO?
A) Il 22 febbraio 2001

B) Il 22 febbraio 2010
C) Il 22 febbraio 2007
www.biancofrancesco.altervista.org

560) QUANDO È STATA ISTITUITA LA FIGURA PROFESSIONALE DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO CON FORMAZIONE
COMPLEMENTARE IN ASSISTENZA SANITARIA (OSS)?

A) Il 16 gennaio 2000
B) Il 16 gennaio 2003

C) Il 16 gennaio 2001

www.biancofrancesco.altervista.org

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu