Crea sito

Quiz preselezione 251 -260 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 251 -260

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Olbia > Da 201 a 300

251 COSA SI INTENDE CON L'ESPRESSIONE DI USO COMUNE "LINGUAGGIO DEL CORPO"?
A)  La comunicazione non verbale che comprende i gesti, gli atteggiamenti del corpo e l'espressione del volto
B)  La comunicazione verbale che comprende la sola espressione del volto
C) È un sinonimo della comunicazione verbale
Linguaggio del corpo o comunicazione corporea: Anche il corpo "parla", possiede un suo specifico linguaggio: trasmette significati, ad esempio per mezzo dei gesti; esprime emozioni, attraverso il volto, la voce, i movimenti del corpo; invia informazioni su di sé, utilizzando l'abbigliamento e elaborando strategie per la presentazione di sé; comunica gli atteggiamenti nei confronti degli altri, come amicizia o dominanza, con la vicinanza fisica, lo sguardo.

www.biancofrancesco.altervista.org


252 IL DOLORE È UN SINTOMO:

A) Sia soggettivo e oggettivo
B)  Soggettivo

C) Oggettivo
Il DOLORE è sempre soggettivo ed è un’esperienza del tutto personale, vissuta e conosciuta solo da chi ne è affetto.

www.biancofrancesco.altervista.org


253 IL POLSO ARTERIOSO È:

A)  La ritmica espansione di un'arteria, può essere apprezzato in diverse sedi

B)  La ritmica espansione di un'arteria, può essere apprezzato a livello carotideo
C) La ritmica espansione di un'arteria, può essere apprezzato a livello radiale
SEDI ELETTIVE DI PALPAZIONE DEI POLSI
CAROTIDEO , BRACHIALE,  RADIALE , FEMORALE,  POPLITEO,  DORSALE DEL PIEDE  ,TIBIALE POSTERIORE

www.biancofrancesco.altervista.org
254 I CARATTERI FONDAMENTALI DEL POLSO ARTERIOSO SONO:
A)  La frequenza, il ritmo, l'ampiezza
B)  Il solo ritmo e l'ampiezza
C) La sola frequenza e il ritmo

www.biancofrancesco.altervista.org


255 QUANDO GLI INTERVALLI FRA LE PULSAZIONI CARDIACHE SONO TUTTI UGUALI FRA LORO IL POLSO È:
A)  Tachicardico
B)  Aritmico
C) Ritmico


256 QUANDO GLI INTERVALLI FRA LE PULSAZIONI CARDIACHE SONO TUTTI DIFFERENTI FRA LORO IL POLSO È:
A)  Tachicardico
B)  Ritmico
C) Aritmico

www.biancofrancesco.altervista.org


257 LO SHOCK È:
A)  Una situazione in cui l'individuo subisce uno spavento
B)  Una forma di insufficienza cardiocircolatoria cronica
C) Una forma di insufficienza cardiocircolatoria acuta
Lo shock è una sindrome dovuta a una diminuzione dell'afflusso di sangue nei tessuti. E' una conseguenza della caduta della pressione arteriosa e si verifica in seguito a numerosi fattori:

258 NON È UN SEGNO DI SHOCK:

A)  Poliuria
B)  Cute pallida e sudata
C) Pressione arteriosa sistolica inferiore a 80mmHg
www.biancofrancesco.altervista.org

259 L'EMISSIONE DI SANGUE ROSSO VIVO E SCHIUMOSO CON LA TOSSE È DEFINITA:
A)  Epistassi
B)  Emottisi
C) Ematemesi
L'epistassi o rinorragia è un'emorragia originatasi all'interno delle fosse nasali. Il sangue può fuoriuscire anteriormente attraverso le narici oppure può transitare posteriormente nella faringe
L'emottisi è l'emissione di sangue proveniente dalle vie respiratorie per via orale, in genere a seguito di colpi di tosse; il sangue è alcalino, di colore rosso vivo e si presenta schiumogeno, perché commisto ad aria
Ematemesi: Emissione, con il vomito, di sangue fresco di color rosso, o di sangue che ha subito l’azione digestiva dei succhi gastrici, diventando di colore nerastro

www.biancofrancesco.altervista.org


260 QUALE FRA LE SEGUENTI È LA CONDIZIONE CLINICA DATA DALLA RIDUZIONE DEL TASSO DI EMOGLOBINA NEL SANGUE?
A)  Policitemia
B)  Anemia
C) Microcitemia

www.biancofrancesco.altervista.org
L'anemia (dal greco senza sangue) è definita dalla caduta del tasso di emoglobina (Hb) nel sangue. Per l'uomo si definisce anemia una situazione di Hb <13 g/dl, per la donna Hb <12 g/dl.
La policitemia o poliglobulia è l'aumento del volume percentuale occupato dai globuli rossi nel sangue
L'anemia mediterranea, detta anche microcitemia costituzionale dal suo segno più evidente, è il nome con il quale è comunemente conosciuta l'eterozigosi per la β-talassemia.
Nella malattia, è ridotta o assente la produzione delle due catene di beta-globina che, assieme a due catene di alfa-globina, costituiscono l'emoglobina: questa pertanto viene ad essere costituita da un eccesso di monomeri alfa, situazione che si accompagna a danno alle membrane eritrocitarie, eritropoiesi inefficace, anemia emolitica, iperstimolazione del midollo osseo e alterazioni ossee, splenomegalia.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu