Crea sito

Da 121 a 130 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 121 a 130

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Infermiere ASL8 > Da 101 a 200

121 SE UN INFERMIERE HA PRESENTATO REGOLARE DICHIARAZIONE DI OBIEZIONE DI COSCIENZA IN RELAZIONE AGLI INTERVENTI DI INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA:

A) Non può comunque essere esonerato dall'assistenza alla donna prima e dopo l'intervento


B) È esonerato dall'assistenza anche se sussiste pericolo per la salute della donna

C) Deve prestare assistenza prima dell'intervento ma è esonerato in ogni fase successiva

122 L’EPATITE È:

A) Infiammazione dello stomaco

B) Infiammazione dei reni

C) Infiammazione del fegato

123 IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO, LE LINEE GUIDA SONO:

A) L'indicazione di "chi fa che cosa"

B) Tutte le attività uniformabili e standardizzabili che possono essere rese fisse e metodiche

C) Un insieme di raccomandazioni sviluppate sistematicamente, sulla base di conoscenze continuamente aggiornate e valide, redatte allo scopo di rendere appropriata un’attività

124 PRIMA DELLA SOMMINISTRAZIONE DI NUTRIZIONE ENTERALE IN BOLO MEDIANTE SONDINO NASOGASTRICO OCCORRE SEMPRE:

A) Valutare il contenuto gastrico residuo

B) Misurare la glicemia capillare e pesare il paziente

C) Far assumere al paziente la posizione supina

125 AGENDO SUL BORDO DI UNA FINESTRA DI WINDOWS E’ POSSIBILE:

A) Ridurre la finestra a icona

B) Chiudere la finestra

C) Modificare le dimensioni della finestra

126 NELLA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE AD UN SOGGETTO ADULTO LA FREQUENZA DI COMPRESSIONI TORACICHE DEVE ESSERE:

A) Circa 100 al minuto

B) Circa 50 al minuto

C) Circa 70 al minuto

127 CHE COSA SI INTENDE PER ERRORE STANDARD?

A) La variabilità di una stima campionaria

B) La variabilità della media di una popolazione

C) La variabilità di un quoziente statistico
In statistica l'errore standard di una misura è definito come la stima della deviazione standard dello stimatore.
È dunque una stima della variabilità dello stimatore, cioè una misura della sua imprecisione.
Se lo stimatore è la media campionaria di n campioni indipendenti con medesima distribuzione statistica,

128 CHI È ESCLUSO DAGLI OBBLIGHI DELL’ECM?


A
) Il personale sanitario che frequenta, in Italia o all'estero, corsi di formazione post-base propri della categoria di appartenenza

B) I fisioterapisti

C) Il personale sanitario con oltre 10 anni di esperienza
E'  escluso dall'obbligo dell'ECM il personale sanitario che frequenta, in Italia e all'estero,  corsi  di  formazione  ost-base  propri  della  categoria  professionale  di
appartenenza  (corso  di  specializzazione, corso di formazione specifica in  medicina generale, dottorato di ricerca, master, laurea specialistica) per tutti gli
anni  compresi  nell'impegno  formativo.  Sono  esclusi,  altresì,  dall'obbligo  dell'E.C.M., i soggetti che usufruiscono delle disposizioni in materia di tutela
della gravidanza di cui alla legge 30 dicembre 1971, n. 1204, e successive  modificazioni, nonchè in materia di adempimento del servizio militare di cui alla
legge 24 dicembre 1986, n. 958, e successive modificazioni, per tutto il periodo  in cui usufruiscono o sono assoggettati alle predette disposizioni.

129 DOVE È PIÙ FACILE TROVARE UNA COLONIZZAZIONE BATTERICA?


A) In luoghi molto asciutti

B) In luoghi molto umidi

C) È indifferente

130 CHE COSA È L’AGE.NA.S?

A) E’ l’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali, che si occupa del solo accreditamento dei Provider pubblici e privati su base regionale

B) E’ l’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali, che dal 1° gennaio 2008 ha assunto la gestione amministrativa del programma ECM, fino a quel momento di competenza del Ministero della salute

C) E’ l’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali, che dal 2002, anno di avvio del programma ECM, gestisce in via esclusiva l’accreditamento dei Provider privati su base nazionale

Agenas è un ente pubblico
non economico nazionale, che svolge una funzione di supporto tecnico e operativo alle politiche di governo dei servizi sanitari di Stato e Regioni, attraverso attività di ricerca, monitoraggio, valutazione, formazione e innovazione

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu