Crea sito

Quesiti corso OSSS Regione Toscana - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quesiti corso OSSS Regione Toscana

I quiz dei concorsi delle ASL 2° parte

I seguenti quiz sono stati inviati da Viviana

1) Il calo fisiologico del neonato è dovuto  a :
a) Scarsa alimentazione nei primi giorni di vita.
b) Emissione di meconio.
c) Emissione di urina.
d) Tutte le precedenti alternative sono corrette.

2) La trasmissione del morbillo è di tipo:
a) Diretto
b) Indiretto
c) Inanimato
d) Sporadico

3) La tossina prodotta dal clostridium botulinum provoca manifestazioni a carico dei seguenti organi o apparati.?
a) Sistema linfatico.
b) Fegato
c) Sistema nervoso
d) Stomaco.

4) Il polso popliteo  è palpabile :
a) Dietro il ginocchio.
b) Dietro il malleolo.
c) A livello del quinto spazio intercostale .
d) Sul dorso del piede

5) La tetraplegia è la :
a) Paralisi di tre arti.
b) Perdita di un arto.
c) Paralisi dei due arti inferiori.
d) Paralisi di quattro arti

6) Che cosa indica esattamente il termine di "bradicinesia"
a) Assenza di movimenti.
b) Lentezza di movimento
c) Mancanza di coordinazione
d) Incapacità di programmazione motoria.

7) L'atassia è:
a) L a perdita della capacità di parlare.
b) L'incapacità di scrivere.
c) L'incapacità di leggere.
d) La mancata coordinazione nell'esecuzione dei movimenti.

8) Per poliuria si intende :
a) Una diuresi delle 24 ore superiore a 1 litro.
b) Una diuresi delle 24 ore superiore a 2 litri.
c) Una diuresi delle 24 ore superiore a 3 litri.
d) La  minzione frequente di piccoli volumi urinari.

9) Che cosa si intende per antisepsi?
a) Un insieme di norme atte a impedire la contaminazione microbica di substrati già sterili.
b) Un insieme di norme atte a impedire o rallentare la moltiplicazione dei germi patogeni e non patogeni.
c) Un processo che permette l'uccisione di ogni essere vivente ( microrganismi patogeni, saprofiti, miceti, spore e virus)
d) La detersione eseguita mediante l'uso di saponi liquidi ad alto potere detergente.

10) Come si definisce l'umidità relativa dell'aria?
a) Rapporto tra umidità presente nell'aria al momento della rilevazione e massima quantità di umidità raggiungibile nell'aria.
b) Rapporto tra umidità presente nell'aria al momento della rilevazione e pressione atmosferica.
c) Umidità presente nell'aria al momento  della rilevazione.
d) Umidità massima raggiungibile nell'aria.

11) Quale tra le seguenti malattie può essere contratta attraverso ferite accidentali?
a) Febbre gialla
b) Rabbia
c) Tetano
d) Malaria

12) Quale tra i seguenti è un vettore di trasmissione di malattie infettive?
a) Aria.
b) Acqua.
c) Zanzara.
d) Alimenti

13) L'ipofisi è:
a) Una ghiandola di secrezione esterna (esocrina).
b) Una ghiandola di secrezione  interna (endocrina)
c) Un organo ematopoietico.
d) Un organo di senso.

14)


1) D,  
2) A,
3) C,
4) A,
5) D,
6) B,
7) D,
8) C,
9) B,
10) A,
11) C,
12) C,
13)
14)



Riordinare le azioni in sequenza logica e cronologica, escludendo l'azione estranea
L'aiuto nella soddisfazione del bisogno intestinale a letto

A  A defecazione avvenuta, indossare i guanti, pulire l'orifizio anale con la carta igienica, coprire la padella col telino e portarla allo svuotatoio.
B  L'altro oss esegue l'igiene perineale ed eventualmente delle mani, controllando le condizioni generali della persona (possibile affaticamento).
C  Far scivolare di lato la padella sotto i glutei.
D  Riordinare il letto, arieggiare la stanza e lavarsi le mani.
E  Predisporre per la privacy, far assumere all'assistito la posizione supina.
F  Riferire l'avvenuta defecazione e l'eventuale presenza di caratteri anomali delle feci.
G Chiedere all'assistito se è nella posizione giusta e porgi! il campanello aportata di mano.
H  Aiutare a sollevare il bacino, posizionando una mano sotto la regione glutea.
I  Prima di svuotare la padella delle feci, passarla nel disinfettante.
L  Alzare la camicia o la giacca del pigiama e abbassare o togliere i pantaloni.
M   Invitare l'assistito a flettere le ginocchia e puntare la pianta dei piedi sulla superficie dei letto.







Riordinare le azioni in sequenza logica e cronologica,

Lavaggio antisettico delle mani

A  Asciugare tamponando con una salvietta monouso senza lasciare zone di umidità.
B  Eliminare la salvietta dopo averla usata per chiudere il rubinetto se comandato a mano.
C   Sciacquare le mani sotto l'acqua corrente mantenendole in posizione più alta rispetto ai gomiti.
D   Prelevare dall'apposito erogatore una dose di sapone antisettico,
E  Asciugando, procedere dalle mani verso il gomito, usando una salvietta
per ciascuna mano.
F  Togliere anelli, bracciali, orologio.
G  Estendere il lavaggio al  polso e a parte dell'avambraccio.
H  Procedere per almeno 30 secondi,
I   Lavare con cura i! palmo della mano, il dorso, gli spazi interdigitali, la zona periungueale.
L  Aprire il rubinetto.
M Regolare la temperatura dell'acqua.






Riordinare le azioni in sequenza logica e cronologica
Lavaggio dei capelli nel paziente allettato

A  Applicare un balsamo per districare i capelli.
B   Posizionare intorno al collo un asciugamano e una cerata per evitare che la persona si bagni.
C  Trasferire la persona su una barella.
D Sciacquare con abbondante acqua.
E  Bagnare i capelli.
F Ultimare con asciugatura accurata a phon.
G  Informare la persona della prestazione che si sta per compiere.
H  Versare lo shampoo neutro e massaggiare il cuoio capelluto delicatamente.
I  Far accomodare l'assistito in posizione supina, con la testa leggermele reclinata all' indietro.
L  Tamponare i capelli con una salvietta in spugna.
M  Avvicinare la barella a un lavabo, così che la testa dell'assistito sia posizionata reclinata sul lavabo.










 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu