Crea sito

Esecuzione di medicazioni semplici - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Esecuzione di medicazioni semplici

Procedure OSS > Area igienico sanitaria e alberghiera > Alcuni protocolli operativi

ESECUZIONE DI MEDICAZIONI SEMPLICI

Esempi: medicazioni a piatto, lesioni da pressione di primo e secondo grado, lesioni cutanee
superficiali (escoriazioni, abrasioni), flebiti venose post iniezioni endovenose,
alterazioni cutanee su cute integra (micosi, eritemi)

OBIETTIVI:
- Favorire il processo di guarigione di lesioni cutanee.

INDICAZIONI:

- La medicazione di lesioni cutanee da parte dell’OSS e’ su stretta indicazione
infermieristica, che indicherà i presidi da usare
- Presenza di lesioni cutanee superficiali
- La medicazione va rinnovata ogni qualvolta si presenti bagnata o umida, perché in
tali condizioni non è più barriera contro i microrganismi.

MATERIALE:
- Prima di procedere all’esecuzione della medicazione, verificare che sul carrello sia
presente tutto il materiale necessario:
- Guanti
- Reniforme
- Garze e batuffoli di cotone sterili, bende, garze non sterili
- Disinfettante (la scelta del disinfettante da usare è fatta dall’infermiere; alcuni
pazienti possono essere allergici allo iodio)
- Meteriale per lesioni da pressione secondo indicazioni delle Linee Guida aziendali
- Prodotto topico prescritto (es. pomata di eparinoide)

TECNICA:

- Informare il paziente
- Effettuare il lavaggio antisettico delle mani ed indossare i guanti monouso
- Rimuovere cerotti e garze in modo non traumatico (bagnando la parte adesiva della
medicazione con soluzione fisiologica, staccare il cerotto dalla cute
accompagnando il distacco della medicazione dalla cute e non strappare mai il
cerotto onde evitare ulteriori lesioni cutanee)
- Sostituire i guanti, indossare i guanti sterili
- Osservare la ferita e la cute circostante chiedendo eventualmente la valutazione
dell’infermiere
- Proseguire con la disinfezione della ferita, detergendo con tampone imbevuto di
antisettico partendo sempre dall’interno e dirigendosi verso l’esterno, solamente per
un passaggio, poi verrà sostituito
- Coprire la ferita con garze e tamponi sterili e fissare con cerotti e bende (idonei al
tipo di cute del paziente)
- Se si applicano pomate topiche, provvedere ad applicarne un leggero strato sulla
parte interessata (con o senza massaggio a seconda della indicazione
infermieristica). Successivamente posizionare eventuale retina di fissaggio sopra le
bende
- Togliere i guanti, smaltire il materiale, lavarsi le mani
- Registrare nella scheda l’avvenuta medicazione e riferire all’infermiere (sede della
lesione, aspetto, modalità e frequenza)

TRASMISSIONI:

- Effettuazione della prestazione
- Stato della cute
- Segni riferiti dal paziente (dolore, calore, bruciore, prurito)
- Riposizionare il paziente
- Riordino del materiale

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu