Crea sito

Da 901 a 1000 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 901 a 1000

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Puglia > Triggiano

SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, CON PAI S’INTENDE:
* 1) Piano di Assetto Idrogeologico.

2) Piano di Assetto Interregionale

3) Piano dell’Autorità Intersettoriale.

902 DOVENDO STIMARE UN’AREA EDIFICABILE È INDISPENSABILE:
* 1) accertare la situazione urbanistica

2) verificare la presenza di recinzioni

3) accertare la disponibilità del bene

903 IL CERTIFICATO DI DESTINAZIONE URBANISTICA VIENE RILASCIATO DA:
* 1) Dal sindaco o dal dirigente Responsabile

2) Da un funzionario dell'Ufficio per il territorio

3) Dalla conservatoria dei registri immobiliari

904 SECONDO QUANTO INDICATO ALL’ART 141 DEL D. LGS. 267/00, IL CONSIGLIO COMUNALE PUÒ ESSERE SCIOLTO E DA CHI?
* 1) Si, dal Presidente della Repubblica su proposta del Ministro dell’Interno

2) Si, dal Prefetto su proposta del Sindaco

3) No, in nessun caso

905 LE VERIFICHE A CAMPIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI SONO STABILITE ANNUALMENTE DALL’ISPESL, D’INTESA CON LE SINGOLE REGIONI SULLA BASE DEL SEGUENTE CRITERIO:

* 1) Localizzazione dell'impianto in relazione alle caratteristiche urbanistiche ed ambientali del luogo in cui è situato l'impianto

2) In funzione del numero di persone che frequentano l’edificio in cui è localizzato l’impianto

3) In funzione della vetustà dell’impianto

906 QUANDO COMPORTAMENTI DELL'APPALTATORE CONCRETANO GRAVE INADEMPIMENTO ALLE OBBLIGAZIONI DI CONTRATTO TALE DA COMPROMETTERE LA BUONA RIUSCITA DEI LAVORI, SU INDICAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO, IL DIRETTORE DEI LAVORI (ART. 136 D. LGS 163/06):

* 1) Formula la contestazione degli addebiti all'appaltatore, assegnando un termine non inferiore a quindici giorni per la presentazione delle proprie controdeduzioni al responsabile del procedimento

2) Dispone immediatamente e senza contraddittorio la risoluzione del contratto

3) Formula la contestazione degli addebiti all'appaltatore, assegnando un termine non inferiore a dieci giorni per la presentazione delle proprie controdeduzioni al direttore dei lavori

907 SECONDO IL TESTO UNICO IN MATERIA EDILIZIA (DECRETO PRES. REPUBBLICA 06/06/2001 N.380), IL REGOLAMENTO EDILIZIO:

* 1) Disciplina le modalità costruttive con particolare riguardo al rispetto delle normative tecnico estetiche, igienico sanitarie, di sicurezza e vivibilità degli immobili delle pertinenze di essi

2) Disciplina le modalità costruttive degli impianti, della sicurezza e vivibilità dei fabbricati civili e delle loro pertinenze

3) E' lo strumento urbanistico che specifica la tipologia delle costruzioni nelle varie zone del PRG

908 LA LOTTIZZAZIONE DI UN TERRENO A SCOPO EDIFICATORIO E' DA CONSIDERARSI NON ABUSIVA QUANDO:
* 1) Esiste la prescritta autorizzazione da parte dell'Amministrazione Comunale

2) Il frazionamento dell'area consente di ricavare lotti di superficie superiore a metri quadrati 850

3) I tipi frazionamento catastale siano stati approvati dall'UTE

Comune di Triggiano Pag. 91

909 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO È OBBLIGATO  A PROVVEDERE AFFINCHÉ:

* 1) I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

2) Il medico competente attesti che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengono sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

3) Siano messi a disposizione delle rappresentanze sindacali e del rappresentante dei lavoratori i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi per la verifica periodica onde assicurare condizioni igieniche adeguate

910 L’ART. 169 DEL T.U. PREVEDE CHE GLI ENTI LOCALI DEFINISCANO IL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE (P.E.G.). IL P.E.G. È OBBLIGATORIO PER TUTTI GLI ENTI LOCALI?

* 1) No, solo per gli Enti con almeno 15.000 abitanti 2) No, solo per gli Enti con più di 5.000 abitanti

3) Si

911 LA FIDEIUSSIONE PUÒ ESSERE (ART. 75 D.LGS 163/06):

* 1) A scelta dell’offerente, bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di

cui all'articolo 107 del D. Lgs 93/385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze

2) A scelta della stazione appaltante, previamente indicata nel bando o nell’invito, bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'articolo 107 del D. Lgs. 93/385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze

3) A scelta della stazione appaltante, previamente indicata nel bando o nell’invito, bancaria o assicurativa

912 IL POS (PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA) CHE OGNI IMPRESA ESECUTRICE DEVE TRASMETTERE ALL’IMPRESA AFFIDATARIA PRIMA DELL’INIZIO DEI RISPETTIVI LAVORI, DEVE ESSERE OBBLIGATORIAMENTE REDATTO E TRASMESSO ANCHE DAI LAVORATORI AUTONOMI?
* 1) No

2) Solo nel caso di cantieri di entità superiore a 200 uomini-giorno

3) Si

913 IL DECRETO LEGISLATIVO 29 DICEMBRE 2006, N. 311 CONTIENE DISPOSIZIONI CORRETTIVE ED INTEGRATIVE AL DECRETO LEGISLATIVO:
* 1) 19 agosto 2005, n. 192.

2) 16 agosto 2002, n. 162.

3) 19 agosto 2005, n. 92.

914 QUALE TRA I SEGUENTI NON È UN CRITERIO PER LA SELEZIONE DELLA MI GLIORE OFFERTA NEI CONTRATTI PUBBLICI?
* 1) L'offerta a prezzi unitari

2) Il prezzo più basso

3) L'offerta economicamente più vantaggiosa

915 LA ZONA DI UN P.R.G. CONTRASSEGNATA CON LA LETTERA "A" CONTRASSEGNA LE AREE:
* 1) le parti di interesse storico e pregio ambientale

2) per gli insediamenti produttivi

3) parzialmente edificate e prive di particolare interesse ambientale

916 QUANDO IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE È QUELLO DELL'OFFERT A ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA, LE STAZIONI APPALTANTI POSSONO AUTORIZZARE GLI OFFERENTI A PRESENTARE VARIANTI PROGETTUALI IN SEDE DI OFFERTA?
* 1) Si, ma solo se precisato nel bando

2) No, in quanto le variazioni inciderebbero sull'oggetto dell'appalto

3) Si, ma solo per gli appalti di servizi

917 SE IL PUNTO DI FRUIZIONE DELL’ACQUA SI TROVA LONTANO DAL SERBATOIO, LA VELOCITA’ DI EFFLUSSO ALL’ESTREMITA’ DEL TUBO E’ INFERIORE A QUELLA TEORICA; CIO’ E’ DOVUTO:
* 1) Alle perdite di carico

2) Alla forza di gravità

3) Alla perdita di energia cinetica

918 AI SENSI DELL’ARTICOLO 153 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 21 DICEMBRE 1999, N. 554 SMI, I LAVORI IN ECONOMIA CONTEMPLATI NEL CONTRATTO SONO INSERITI NELLA CONTABILITÀ:
* 1) Secondo i prezzi di elenco al lordo del ribasso d'asta

2) Dando luogo ad una valutazione a corpo

3) Dando luogo ad una valutazione a misura

Comune di Triggiano Pag. 92

919 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, SONO VARIAZIONI ESSENZIALI AL PROGETTO APPROVATO:
* 1) Il mutamento delle caratteristiche dell'intervento edilizio assentito

2) Quelle che incidono sulla entità delle cubature accessorie e sui volumi tecnici. e sulla distribuzione interna delle singole unità abitative

3) Quelle che incidono sulla distribuzione interna delle singole unità abitative

920 L’ALLEGATO A AL D. L. 29 DICEMBRE 2006, N. 311, DEFINISCE IL “RENDIMENTO DI COMBUSTIONE O RENDIMENTO TERMICO CONVENZIONALE DI UN GENERATORE DI CALORE” COME:
* 1) il rapporto tra la potenza termica convenzionale e la potenza termica del focolare.

2) il rapporto tra l’energia termica utile generata ed immessa nella rete di distribuzione e l’energia primaria delle fonti energetiche.

3) il rapporto tra il fabbisogno di energia termica utile per la climatizzazione invernale e l’energia primaria delle fonti energetiche.

921 SECONDO QUANTO INDICATO NEL D. LGS. 267/00, RIGUARDO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI È ERRATA?
* 1) Deve essere sempre eletto fra i consiglieri in tutti i comuni

2) Deve essere eletto fra i consiglieri nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti

3) Nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti lo statuto può prevedere la figura del Presidente del Consiglio

922 L'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA:
* 1) non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi.

2) può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi solo per le zone non ricadenti all’interno della fascia costiera.

3) può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi.

923 SECONDO QUANTO INDICATO NEL D. LGS. 267/00, IL NUMERO DEI CONSIGLIERI COMUNALI È IN FUNZIONE:
* 1) Del numero dei residenti del Comune

2) Dell’estensione territoriale del Comune

3) Sia del numero di residenti che dell’estensione territoriale

924 QUANDO LA DURATA DELLA SOSPENSIONE È CALCOLATA NEL TEMPO FISSATO DAL CONTRATTO PER L'ESECUZIONE DEI LAVORI?
* 1) Se la sospensione è dovuta a cause attribuibili all'appaltatore

2) Se la sospensione è dovuta a cause di forza maggiore

3) Se la sospensione è dovuta a ragioni di pubblico interesse o necessità

925 I REQUISITI DI IDONEITÀ TECNICA E FINANZIARIA PER L’AMMISSIO NE ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DA PARTE DEI CONSORZI (ART. 35 D. L.VO 163/06) :

* 1) Devono essere posseduti e comprovati dagli stessi, secondo quanto previsto dal regolamento, salvo che per quelli relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d'opera, nonché all'organico medio annuo, che sono computati cumulativamente in capo al consorzio ancorché posseduti dalle singole imprese consorziate

2) Devono essere posseduti e comprovati dagli stessi, secondo quanto previsto dal regolamento, compresi quelli relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d'opera, nonché all'organico medio annuo

3) Devono essere posseduti dalle singole imprese consorziate e vengono computati cumulativamente in capo al consorzio

926 NEI SOLAI DEGLI EDIFICI CIVILI SI IMPIEGANO LE PIGNATTE IN LATERIZIO CHE HANNO LA PRINCIPALE FUNZIONE:
* 1) Di alleggerimento del getto

2) Di isolante acustico

3) Di accelerare la presa

927 LE FASI DELLA VAS NEL CORSO DEL PROCESSO DI FORMAZIONE DEL PUG, SI SVILUPPANO NEL SEGUENTE ORDINE:

* 1) fase di scoping, stesura del Rapporto Ambientale, consultazioni, espressione del parere motivato non vincolante da parte dell’autorità con specifiche competenze ambientali ove istituita, informazione sull’iter decisionale, monitoraggio.

2) consultazioni, fase di scoping, informazione sull’iter decisionale, stesura del Rapporto Ambientale, espressione del parere motivato non vincolante da parte dell’autorità con specifiche competenze ambientali ove istituita, monitoraggio.

3) fase di scoping, consultazioni, espressione del parere motivato non vincolante da parte dell’autorità con specifiche competenze ambientali, stesura del Rapporto Ambientale, informazione sull’iter decisionale, monitoraggio.

Comune di Triggiano Pag. 93

928 QUALI ATTI DEVE COMPIERE LA GIUNTA COMUNALE?
* 1) Tutti gli atti di amministrazione che non siano riservati dalla legge al Consiglio, al Sindaco ed ai Dirigenti dell’ente

2) Indifferentemente tutti gli atti di amministrazione del Comune

3) Esclusivamente il controllo sugli atti che comportino una spesa per l’Ente

929 NEL CASO IN CUI IL CONDOMINIO RIFIUTI DI ASSUMERE O NON ASSUMA LE DELIBERAZIONI CHE HANNO PER OGGETTO LE INNOVAZIONI DA ATTUARE NEGLI EDIFICI PRIVATI DIRETTE AD ELIMINARE LE BARRIERE ARCHITETTONICHE, I PORTATORI DI HANDICAP, OVVERO CHI NE ESERCITA LA TUTELA O LA POTESTÀ:

* 1) Possono installare, entro tre mesi dalla richiesta fatta per iscritto, a proprie spese, servoscala nonché strutture mobili e facilmente rimovibili e possono anche modificare l'ampiezza delle porte d'accesso, al fine di rendere più agevole l'accesso agli edifici, agli ascensori e alle rampe delle autorimesse

2) Possono installare, entro sei mesi dalla richiesta fatta per iscritto, a spese del condominio, servoscala nonché strutture mobili e facilmente rimovibili e possono anche modificare l'ampiezza delle porte d'accesso, al fine di rendere più agevole l'accesso agli edifici, agli as censori e alle rampe delle autorimesse

3) Possono obbligare a installare, a spese del condominio, entro un anno dalla notifica dell’ufficiale giudiziario, servoscala nonché strutture mobili e facilmente rimovibili e modificare l'ampiezza delle porte d'accesso al fine di rendere più agevole l'accesso agli edifici, agli as censori e alle rampe delle autorimesse

930 NEI COMUNI QUAL E' LA DURATA MASSIMA DELL'ESERCIZIO PROVVISORIO DI BILANCIO?

* 1) Due mesi

2) Sei mesi

3) Quattro mesi

931 QUALI TRA LE SEGUENTI SONO OPERE DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA?

* 1) Scuole dell'obbligo

2) Aree di sosta e parcheggi

3) Rete per la distribuzione del gas

932 IN CASO DI IMPIANTI IN LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE IL DATORE DI LAVORO È TENUTO AD EFFETTUARE REGOLARI MANUTENZIONI DELL'IMPIANTO ELETTRICO, NONCHÉ A FA R SOTTOPORRE LO STESSO A VERIFICA PERIODICA OGNI:

* 1) Due anni

2) Anno

3) Quattro anni

933 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, POSSONO ESSERE CONCESSE DEROGHE, ALL'OSSERVANZA DELLE NORME TECNICHE SPECIFICHE PER LE ZONE DICHIARATE SISMICHE, DAL MINISTRO PER LE INFRASTRUTTURE E I TRASPORTI:
* 1) Previa apposita istruttoria da parte dell'ufficio periferico competente e parere favorevole del Consiglio superiore dei
lavori pubblici

2) Previa delibera dell’ufficio tecnico comunale

3) Previa certificazione del competente ufficio tecnico regionale

934 NEL CASO DI LAVORI DI IMPORTO SINO A 500.000 EURO, IL CERTIFICATO DI COLLAUDO È SOSTITUITO (ART. 141 D. LGS 163/06) :
* 1) Dal certificato di regolare esecuzione, che è comunque emesso non oltre tre mesi dalla data di ultimazione dei lavori

2) Dal certificato di regolare esecuzione, che è comunque emesso non oltre sei mesi dalla data di ultimazione dei lavori

3) Da una autocertificazione dell’appaltatore, emessa non oltre quattro mesi dalla data di ultimazione dei lavori

935 IN QUALE DEI SEGUENTI CASI DI SOSPENSIONE DEI LAVORI IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DA AVVISO ALL’AUTORITÀ?
* 1) Quando la sospensione supera il quarto del tempo contrattuale

2) Quando la sospensione è ordinata per ragioni di pubblico interesse o necessità

3) In ogni caso

936 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO PER IL RILASCIO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE, QUALORA RITENGA CHE AI FINI DEL RILASCIO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE SIA NECESSARIO APPORTARE MODIFICHE DI MODESTA ENTITÀ RISPETTO AL PROGETTO ORIG INARIO PUÒ RICHIEDERE TALI MODIFICHE:
* 1) Entro sessanta giorni dalla presentazione della domanda

2) Entro quindici giorni dalla presentazione della domanda

3) Entro trenta giorni dalla presentazione della domanda

Comune di Triggiano Pag. 94

937 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, LE COMPONENTI DEL SISTEMA DI CONOSCENZE POSSONO ESSERE COSTRUITE:

* 1) avvalendosi delle conoscenze messe a disposizione da altri Enti nell’ambito della cooperazione interistituzionale attivata sin dalla fase iniziale dei redazione del PUG.

2) avvalendosi esclusivamente delle ricognizioni del sistema territoriale avviato dal Comune e attivato sin dalla fase iniziale di redazione del PUG.

3) avvalendosi delle conoscenze messe a disposizione da altri Enti nell’ambito della cooperazione interistituzionale attivata solo dopo la pubblicazione del DPP.

938 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, NELL'ANALISI DELLE SOLLECITAZIONI DOVUTE ALLE AZIONI SISMICHE:
* 1) È esclusa l’azione del vento

2) È inclusa l’azione del vento

3) È a discrezione del progettista delle strutture includere o escludere l’azione del vento

939 AI SENSI DELL’ART. 4, COMMA 27 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 APRILE 2009, N. 59 L’UTILIZZO DI ALTRI METODI, PROCEDURE E SPECIFICHE TECNICHE SVILUPPATI DA ORGANISMI ISTITUZIONALI NAZIONALI, QUALI L’ENEA, LE UNIVERSITÀ O GLI ISTITUTI DEL C NR, È:

* 1) possibile, motivandone l’uso nella relazione tecnica di progetto di cui al comma 25, purché i risultati conseguiti risultino equivalenti o conservativi rispetto a quelli ottenibili con i metodi di calcolo di cui al comma 26 dell’art.4 dello stesso D.P.R.

2) non possibile.

3) possibile, motivandone l’uso nella relazione tecnica di progetto di cui al comma 25, purché i risultati conseguiti risultino equivalenti o conservativi rispetto a quelli ottenibili con i metodi di calcolo di cui all’art.4 del D.P.R. 26 agosto 1993, n 412.

940 AI SENSI DEL’ART. 8 DEL D.P.R. 327/01 IL DECRETO DI ESPROPRIO PUÒ ESSERE EMANATO:

* 1) qualora l'opera da realizzare sia prevista nello strumento urbanistico generale, o in un atto di natura ed efficacia equivalente, e sul bene da espropriare sia stato apposto il vincolo preordinato all'esproprio

2) anche nelle more della dichiarazione di pubblica utilità

3) a prescindere dalla determinazione, anche provvisoria,dell’indennità di esproprio

941 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, IL DRAG DETERMINA I CRITERI PER LA FORMAZIONE E LA LOCALIZZAZIONE DEI PUE AI SENSI DELLA LEGGE:
* 1) L.R. 20/2001, art. 4, comma 3, lett b).

2) L.R. 19 luglio 2006 n. 22 art. 38, comma 3.

3) L.R. 20/2001, art. 1, comma 3, lett b).

942 CHI, FRA I DIPENDENTI DELLE IMPRESE ESECUTRICI E NELL’AMBITO DEL PROCESSO DI ACCETTAZIONE DI UN PSC (PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO), HA LA FACOLTÀ DI F ORMULARE EVENTUALI PROPOSTE CHE MIRINO AL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SICUREZZA DEI LAVORATORI?
* 1) Il Rappresentante per la Sicurezza dei Lavoratori (RLS)

2) Nessuno

3) Il rappresentante per la sicurezza dei lavoratori ma solo nei cantieri di entità superiore a 200 uomini-giorno

943 LA LEGGE CHE HA INTRODOTTO IL CONTRIBUTO PER IL RILASCIO DELLA CONCESSIONE EDILIZIA E' LA LEGGE:
* 1) N. 10 del 28/01/1977

2) N. 431 del 08/08/1985

3) N. 13 del 09/01/1989

944 UN TERRENO AGRICOLO E' SEMPRE DA CONSIDERARSI EDIFICABILE?
* 1) No, lo e' solamente se le costruzioni sono necessarie alla conduzione del fondo

2) Si, sempre

3) No, mai

945 LA CONCESSIONE DI SERVIZI È UN CONTRATTO CHE PRESENTA LE STESSE CARATT ERISTICHE DI UN APPALTO PUBBLICO DI SERVIZI, MA NEL QUALE (ART. 3 D.LGS 163/06):

* 1) Il corrispettivo della fornitura del servizio consiste unicamente nel diritto di gestire i servizi o in tale diritto accompagnato da un prezzo

2) Il corrispettivo della fornitura del servizio consiste esclusivamente nel diritto di gestire i servizi

3) La stazione appaltante non è tenuta al rispetto delle regole dell’evidenza pubblica

Comune di Triggiano Pag. 95

946 COME SI MISURA L'ALTEZZA DI UN FABBRICATO, AL FINE DI CALCOLARNE LA CUBATURA AMMESSA PRESCRITTA DALL'INDICE DI EDIFICABILITÀ?
* 1) Dal piano di campagna e fino alla gronda

2) Dal piano di campagna e fino al colmo del tetto

3) Dalle fondamenta e fino alla gronda

947 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SI INTENDE PER DISPOSITIVO DI PROTEZIONE INDIVIDUALE:

* 1) Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

2) Qualsiasi attrezzatura dei servizi di soccorso e di salvataggio, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

3) Qualsiasi attrezzatura di protezione individuale, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

948 COS’È IL PAN?
* 1) Funzione di posizionamento delle immagini grafiche a video in base alla scelta di un nuovo punto

2) Funzione di analisi che determina il percorso ottimale all’interno di un grafo

3) Funzione di rilevamento di un punto su un’immagine

949 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, IL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE NON È DOVUTO:
* 1) Per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 20%, di edifici unifamiliari

2) Per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 10%, di edifici unifamiliari

3) Per gli interventi di ristrutturazione e di ampliamento, in misura non superiore al 30%, di edifici unifamiliari

950 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, L’ORDINE DI SOSPENSIONE DEI LAVORI, CON DECRETO NOTIFICATO A MEZZO DI MESSO COMUNALE:
* 1) È emesso dal dirigente dell’ufficio tecnico regionale

2) È emesso dal dirigente dell’ufficio tecnico comunale

3) È emesso dal responsabile del procedimento dell’ufficio tecnico comunale

951 PUÒ UN TECNICO CON IL DIPLOMA DI GEOMETRA O PERITO INDUSTRI ALE O PERITO AGRARIO, IN POSSESSO ALTRESÌ DEL PRESCRITTO ATTESTATO DI FREQUENZA DEL CORSO IN MATERIA DI SICUREZZA, SVOLGERE LE FUNZIONI DI CSP (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE) O DI CSE (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE)?

* 1) Si ma solo se in possesso di attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l’espletamento di attività triennale nel settore delle costruzioni

2) No, in quanto è espressamente richiesta la laurea

3) Si

952 COME SI VALUTANO, GENERALMENTE, I TUBI IN CEMENTO NEL COMPUTO METRICO?
* 1) A metro lineare

2) Solo a peso in chilogrammi

3) A numero

953 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, IL COLLAUDO STATICO DEVE ESSERE ESEGUITO DA UN INGEGNERE O DA UN ARCHITETTO, CHE NON SIA INTERVENUTO IN ALCUN MODO NELLA PROGETTAZIONE, DIREZIONE ED ESECUZIONE DELL’OPERA E CHE SIA ISCRITTO ALL’ALBO DA:
* 1) Almeno 10 anni

2) Almeno 3 anni

3) Almeno 5 anni

954 QUALE INNOVAZIONE HA INTRODOTTO NEL PUBBLICO IMPIEGO IL DECRETO LEGISLATIVO N° 29 DEL 1993?
* 1) L’eliminazione della competenza esclusiva della giurisdizione amministrativa

2) Che la competenza del TAR e del Consiglio di Stato nelle controversie attinenti al pubblico impiego sia esclusiva

3) L’accesso alle carriere direttive con pari opportunità

955 AI SENSI DELL’ART. 4, COMMA 3 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 APRILE 2009, N. 59 NEL CASO DI EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE E NEI CASI DI RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI ESISTENTI IN SEDE PROGETTUALE SI PROCEDE ANCHE ALLA:

* 1) verifica che la prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro edilizio (Epe, invol), per gli edifici residenziali di cui alla classe E1 non sia superiore ai 30 kWh/m2 anno nelle zone climatiche C, D, E e F. .

2) verifica che la prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro edilizio (Epe, invol), per gli edifici residenziali di cui alla classe E1 non sia superiore ai 50 kWh/m2 anno nelle zone climatiche A e B.

3) verifica che la prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro edilizio (Epe, invol), per gli edifici residenziali di cui alla classe E1 non sia superiore ai 40 kWh/m2 anno nelle zone climatiche C, D, E e F. .

Comune di Triggiano Pag. 96

956 LE RELAZIONI FRA TABELLE SI BASANO SULL’ESISTENZA:
* 1) Di una colonna comune

2) Di una riga comune

3) Di un valore comune

957 NELL’AMBITO DELLA REALIZZAZIONE DI LAVORI DI DEMOLIZIONE DI STRUTTURE È AMMESSO CHE GLI STESSI SIANO OPERATI PER TRAZIONE O ROVESCIAMENTO DEL MANUFATTO?
* 1) Si, a patto che le parti di strutture da demolire abbiano altezza sul terreno non superiore a 5 metri

2) Si, ma solo nel caso di demolizione di strutture prefabbricate

3) No, mai

958 LA CONVENZIONE DI LOTTIZZAZIONE
* 1) Viene proposta dai privati al Comune in attuazione delle prescrizioni dello strumento urbanistico generale(PRG)

2) E' uno strumento amministrativo che rende realizzabili le previsioni del PRG

3) E' di esclusiva competenza della Regione

959 I CONTROLLI DI EFFICIENZA ENERGETICA PER GLI IMPIANTI TERMICI DI POTENZA NOMINALE DEL FOCOLARE MAGGIORI O UGUALI A 35 KW, DEVONO ESSERE EFFETTUATI ALMENO CON LE SEGUENTI SCADENZE TEMPORALI:

* 1) ogni anno, normalmente all’inizio del periodo di riscaldamento, per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido, indipendentemente dalla potenza, ovvero alimentati a gas di potenza nominale del focolare maggiore o uguale a 35 kW.

2) ogni anno, normalmente all’inizio del periodo di riscaldamento, per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido, indipendentemente dalla potenza, ovvero alimentati a gas di potenza nominale del focolare minore a 35 kW.

3) ogni anno, normalmente all’inizio del periodo di riscaldamento, per gli impianti alimentati a gas, indipendentemente dalla potenza, ovvero alimentati a combustibile liquido o solido di potenza nominale del focolare maggiore o uguale a 35 kW.

960 LA STAZIONE APPALTANTE ESCLUDE L'OFFERTA CHE, IN BASE ALL'ESAME DEGLI ELEMENTI FORNITI, RISULTA INAFFIDABILE:
* 1) Nel suo complesso

2) In uno degli elementi costitutivi dell'offerta

3) In più di uno degli elementi costitutivi dell'offer ta

961 IN RELAZIONE A QUALE DELLE SEGUENTI MATERIE LE REGIONI NON POSSONO PREVEDERE UNA DISCIPLINA DIVERSA DA QUELLA DEL CODICE DEI CONTRATTI?
* 1) Al subappalto

2) Ai compiti e requisiti del responsabile del procedimento

3) Alla sicurezza del lavoro

962 QUALE DI QUESTI SETTORI NON È COMPRESO TRA I "SETTORI SPECIALI" C OME DEFINITI DAL "CODICE DEI CONTRATTI" (D. LGS. 163/2006 SMI) ?
* 1) Edilizia sovvenzionata

2) Settori del gas

3) Servizi postali

963 LA DURATA DI UN PIANO ATTUATIVO AI SENSI DELLA LU N.1150/1942 NON PUÒ SUPERARE I:
* 1) 10 anni

2) 5 anni

3) 8 anni

964 PER "PIANO RIALZATO O MEZZANINO" S'INTENDE:
* 1) Un piano di un edificio situato di norma al di sotto del primo piano e sopraelevato rispetto il piano stradale

2) Il piano al di sopra del piano terra

3) Un piano al di sotto dell'ultimo in un edificio di almeno quattro piani

965 FINO ALL'APPROVAZIONE DEL PIANO PAESAGGISTICO AI SENSI DELL'ARTICOLO 156 DEL DLGS N°42/2004, SONO COMUNQUE SOTTOPOSTI ALLE DISPOSIZIONI DI QUESTO TITOLO PER IL LORO INTERESSE PAESAGGISTICO:

* 1) i territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare.

2) i territori costieri compresi in una fascia della profondità di 2000 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare.

3) i territori costieri compresi in una fascia della profondità di 800 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare

Comune di Triggiano Pag. 97

966 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, IL QUADRO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELLA PROGETTAZIONE IN ATTO IN AMBITO COMUNALE DEVE COMPRENDERE:

* 1) sia i programmi complessi di matrice nazionale, sia i programmi integrati di matrice comunitaria, sia i programmi integrati determinati dalle leggi regionali, sia i grandi progetti urbani.

2) solo i programmi complessi di matrice nazionale e i grandi progetti urbani.

3) sono sufficienti i programmi integrati di matrice comunitaria.

967 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, LE FASI DI AVVIO DELLA FORMAZIONE DEL PUG SONO ILLUSTRATE:
* 1) nella parte II del DRAG.

2) nella parte I del DRAG.

3) nella parte III del DRAG.

968 PRIMA DI ESCLUDERE L'OFFERTA, RITENUTA ECCESSIVAMENTE BASSA, LA STAZIONE APPALTANTE CONVOCA L'OFFERENTE CON UN ANTICIPO NON INFERIORE (ART. 89 D.LGS 163/06)
* 1) A tre giorni lavorativi e lo invita a indicare ogni elemento che ritenga utile

2) A dieci giorni lavorativi e lo invita a indicare ogni elemento che ritenga utile

3) A sette giorni lavorativi e lo invita a indicare ogni elemento che ritenga utile

969 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO DEVE:

* 1) Aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza sul lavoro

2) Provvedere direttamente ad accertamenti preventivi intesi a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati

3) Esprimere giudizi di idoneità alla mansione specifica del lavoratore

970 LA ZONA DI UN P.R.G. CONTRASSEGNATA CON LA LETTERA "C" CONTRASSEGNA LE AREE:
* 1) per le zone di espansione dell'abitato

2) le aree parzialmente edificate e prive di particolare interesse ambientale

3) per l'uso agricolo

971 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, LA DOTAZIONE STRUMENTALE CON CUI I COMUNI INTENDONO PORTARE A COMPIMENTO E GESTIRE IL PUG DEVE ESSERE COMPOSTA DA:
* 1) ufficio del piano, strutture tecniche condivise, sistema informativo territoriale.

2) ufficio di copianificazione, strutture tecniche, sistema informativo territoriale.

3) ufficio del piano, strutture di copianificazione, sistema informativo territoriale.

972 NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DI CONTRATTI RELATIVI A SERVIZI O FORNITURE, NEL CASO IN CUI SIA AUTORIZZATA LA PRESENTAZIONE DI VARIANTI, LE STAZIONI APPALTANTI NON POSSONO RESPINGERE UNA VARIANTE PER IL SOLO FATTO CHE SE FOSSE ACCOLTA LA VARIANTE:

* 1) Configurerebbe un appalto di servizi anziché un appalto pubblico di forniture o un appalto di forniture anziché un appalto pubblico di servizi

2) configurerebbe, un appalto di lavori anziché un appalto pubblico di forniture o di servizi

3) Configurerebbe una procedura ristretta

973 LA MOZIONE DI SFIDUCIA NEI CONFRONTI DEL SINDACO:
* 1) Deve essere motivata

2) Deve essere motivata se lo prevede lo statuto

3) Deve essere motivata nei casi previsti dalla legge dello stato

974 COS’È L’ARCCATALOG?
* 1) Applicazione di ArcGIS utilizzata per l’organizzazione e la gestione dei dati

2) Applicazione di ArcGIS utilizzata per la gestione dei layout di stampa

3) Applicazione di ArcGIS utilizzata per la pubblicazione su web dei dati

975 PER DEFINIRE IL COSTO PIENO DI COSTRUZIONE DI UN IMMOBILE OCCORRE:
* 1) Separare i costi dell’area da quelli del fabbricato

2) Mediare il costo dell’area con quello del fabbricato

3) Separare il costo del fabbricato dal reddito detraibile

Comune di Triggiano Pag. 98

976 QUALE FRA QUESTE AFFERMAZIONI NON È CORRETTA?
* 1) Ci si può candidare alla carica di sindaco in più di un comune

2) I consiglieri provinciali, comunali o di circoscrizione in carica non possono candidarsi, rispettivamente, alla medesima carica in altro consiglio provinciale, comunale o circoscrizionale

3) Nessuno può presentarsi come candidato a consigliere in più di due province o in più di due comuni o i n più di due circoscrizioni, quando le elezioni si svolgano nella stessa data

977 PER L'ESECUZIONE DI LAVORI PUBBLICI REGOLATI DAL CODICE DEI CONTRATTI E AFFIDATI IN APPALTO, LE AMMINISTRAZIONI AGGIUDICATRICI SONO OBBLIGATE AD ISTITUIRE UN UFFICIO DI DIREZIONE DEI LAVORI?
* 1) Si, costituito da un direttore dei lavori ed eventualmente da assistenti

2) No, è sufficiente la nomina del Direttore Operativo

3) No, è sufficiente la nomina del direttore dei lavori

978 L'ART. 119 DEL D.LGS N. 163 DEL 2006 STABILISCE CHE PER L'ESECUZIONE DEI CONTRATTI AVENTI AD OGGETTO SERVIZI E FORNITURE, IL REGOLAMENTO DEBBA INDIVIDUARE QUELLI PER I QUALI IL DIRETTORE DELL'ESECUZIONE DEL CONTRATTO DEVE ESSERE UN SOGGETTO DIVERSO DAL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO:
* 1) In base all'importanza, alla qualità ed importo delle prestazioni

2) In base al solo importo delle prestazioni

3) In base alla durata presunta delle prestazioni

979 IL SINDACO HA IL POTERE DI REVOCA DEGLI ASSESSORI?
* 1) Si, in ogni caso

2) Si, ma solo nei comuni con più di 15.000 abitanti

3) No, in nessun caso

980 AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO LA CERTIFICAZIONE DI LEGGE DI CUI ALL'ARTICOLO 17 DELLA LEGGE 12 MARZO 1999, N. 68 VIENE ATTESTATA DAL CANDIDATO MEDIANTE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA IN CONFORMITÀ ALLE DISPOSIZIONI D EL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000, N. 445:
* 1) Sempre

2) Solo se espressamente richiesto dal bando di gara

3) Solo in caso di procedura aperta

981 L’OFFERTA È CORREDATA DA UNA GARANZIA, PARI AL (ART. 75  D.LGS 163/06):
* 1) 2% del prezzo base indicato nel bando o nell’invito

2) 1,5 % del prezzo base indicato nel bando o nell’invito

3) 5% del prezzo base indicato nel bando o nell’invito

982 LA «CENTRALE DI COMMITTENZA»

* 1) Aggiudica appalti pubblici, conclude accordi quadro o acquisti destinati ad amministrazioni aggiudicatrici o altri enti aggiudicatori

2) Verifica le attività istruttorie per conto dell'Autorità di Vigilanza

3) È l'organo costituito dal responsabile del procedimento, dal direttore dei lavori, dal progettista e dai coordinatori in materia di sicurezza

983 QUALI SONO LE FONTI CHE DISCIPLINANO IL PUBBLICO IMPIEGO?
* 1) Codice civile, contratti collettivi e leggi speciali

2) Contratti collettivi e circolari organizzative

3) Codice civile e circolari ministeriali

984 NEI CANTIERI NEI QUALI, DOPO L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI AD UN’UNICA IMPRESA, ALL’ESECUZIONE DEGLI STESSI CONCORRANO POI ALTRE IMPRESE, QUALI SONO I COMPITI AGGIUNTIVI IN CAPO AL CSE, NOMINATO DAL COMMITTENTE O DAL RESPONSABILE DEI LAVORI?
* 1) Redigere il PSC e predisporre il fascicolo

2) Non ha nessun compito aggiuntivo potendo svolgere le proprie funzioni in assenza di PSC

3) Redigere il PSC senza predisporre il fascicolo

985 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, ALL’INTERNO DEL QUADRO DI CONOSCENZE DEL SISTEMA TERRITORIALE LOCALE SI PROPONGONO DETERMINATI ANGOLI DI OSSERVAZIONE E CIOÈ:
* 1) 5 angoli di osservazione: delle risorse ambientali, paesaggistiche, rurali, insediative e infrastrutturali.

2) 4 angoli di osservazione: delle risorse ambientali, paesaggistiche, rurali e insediative.

3) 3 angoli di osservazione: delle risorse ambientali, paesaggistiche e infrastrutturali.

Comune di Triggiano Pag. 99

986 SULLA BASE DEGLI INDIRIZZI STABILITI DAL CONSIGLIO COMUNALE, DA CHI SONO NOMINATI I RAPPRESENTANTI DEL COMUNE PRESSO ENTI, AZIENDE ED ISTITUZIONI?
* 1) dal Sindaco

2) dal Questore

3) dall’Assessore al Personale

987 QUANDO IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE È QUELLO DELL'OFFERT A ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA, LE STAZIONI APPALTANTI VALUTANO LA CONGRUITÀ DELLE OFFERTE IN RELAZIONE ALLE QUALI (ART. 86 D. LGS 163/06) :

* 1) Sia i punti relativi al prezzo, sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, sono entrambi pari o superiori ai quattro quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara

2) Sia i punti relativi al prezzo, sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, sono entrambi pari o superiori ai tre quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara

3) I punti relativi al prezzo sono pari o superiori ai tre quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara

988 SECONDO QUANTO INDICATO NEL D. LGS. 267/00, QUALE È IL NU MERO DI ABITANTI NECESSARIO PER POTER ISTITUIRE UNA NUOVA PROVINCIA?
* 1) Almeno 200.000 abitanti

2) Almeno 500.000 abitanti

3) Non è previsto un numero minimo

989 IN QUALE FRA I SEGUENTI GRUPPI È INDICATO UN ELEMENTO CHE NON  È UN ORGANO DELLA PROVINCIA?
* 1) Il Prefetto, la Giunta

2) La Giunta, il Presidente

3) Il Consiglio, la Giunta

990 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, I PROVVEDIMENTI NECESSARI IN MATERIA DI PRONTO SOCCORSO:

* 1) Sono presi dal datore di lavoro, o da uno o più lavo ratori da lui incaricati, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati

2) Sono presi dal medico competente, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati

3) Sono presi esclusivamente dal datore di lavoro, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati

991 IL SINDACO, TRA L’ALTRO:
* 1) E’ ufficiale di governo

2) Approva il bilancio

3) Approva i regolamenti

992 SECONDO LE NORME URBANISTICHE DELLA REGIONE PUGLIESE, I PIANI COMUNALI ADOTTATI PRIMA DELL’ENTRATA IN VIGORE DEGLI INDIRIZZI DEL DRAG SARANNO VALUTATI:
* 1) in base alle norme previgenti.

2) in base alle norme previgenti, ma rivalutati dopo l’entrata in vigore del DRAG.

3) in base agli atti amministrativi adottati dopo la sua entrata in vigore.

993 COS’È IL DRAG?
* 1) Documento Regionale di Assetto Generale.

2) Decreto Regionale di Assetto Generale.

3) Documento Regolatore di Assetto Generale

994 L'OPERATORE ECONOMICO CHE CONCORRE ALLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DI UN CONTRATTO CHE PREVEDA PRESTAZIONI DI LAVORI, SERVIZI, FORNITURE (ARTICOLO 15 DEL D.LGS 12 APRILE 2006, N. 163):
* 1) Deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità prescritti per ciascuna prestazione prevista

2) Deve possedere i requisiti di qualificazione o capacità prescritti per la sola prestazione principale prevista

3) Deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità prescritti per la maggior parte delle prestazioni previste

995 AI SENSI DEL D.P.R. 380/2001, I COMUNI PROVVEDONO AD AGGIORNARE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA, IN CONFORMITÀ ALLE RELATIVE DISPOSIZIONI REGIONAL I, IN RELAZIONE AI RISCONTRI E PREVEDIBILI COSTI DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA, SECONDARIA E GENERALE OGNI:
* 1) Cinque anni

2) Dieci anni

3) Sei anni


Comune di Triggiano Pag. 100

996 COME SI DEFINISCE LA SANZIONE DISCIPLINARE CONSISTENTE IN UNA DICHIARAZIONE DI BIASIMO SCRITTA E MOTIVATA?
* 1) Censura

2) Nota di qualifica negativa

3) Avvertimento scritto

997 ALL’INTERNO DELL’ALLEGATO C “REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFI CI” DEL D. L. 29 DICEMBRE 2009, N. 311, NELLA TABELLA DELLA “TRASMITTANZA TERMICA DELLE STRUTTURE OPACHE OR IZZONTALI O INCLINATE – PAVIMENTI VERSO LOCALI NON RISCALDATI O VERSO L’ESTERNO” SI STABILISCE CHE:

* 1) i valori limite della trasmittanza termica, dall’ 1 gennaio 2010 all’interno della zona climatica A non siano superiori ai 0,65 U (W/m2K).

2) i valori limite della loro trasmittanza termica, dall’ 1 gennaio 2010 all’interno della zona climatica A non siano superiori ai 0,68 U (W/m2K).

3) i valori limite della trasmittanza termica, dall’ 1 gennaio 2010 all’interno della zona climatica A non siano superiori ai 0,70 U (W/m2K).

998 L’AFFERMAZIONE “UN ENTE LOCALE È AUTORIZZATO AD ATTIVARE PREST ITI OBBLIGAZIONARI NELLE FORME CONSENTITE DALLA LEGGE”, È:
* 1) Sempre vera

2) Vera solo se l’Ente ottiene prima il parere favorevole della Banca d’Italia e del Governo

3) Sempre falsa

999 QUALE DELLE SEGUENTI CARATTERISTICHE NON FA PARTE DELLE COMPONENTI DELLA QUALITÀ DEI DATI?
* 1) Fonte

2) Usabilità

3) Genealogia

10 LA TARSU (TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI) E’ STATA SOPRESSA?
* 1) Si, tale soppressione coincide temporalmente con l’applicazione della nuova tariffa prevista dal Decreto Ronchi

2) No, è stata trasferita alle Provincie

3) No, sono state abolite le tariffe di cui al Decreto Ronchi

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu