Crea sito

Quiz preselezione 461 -480 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 461 -480

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Oristano > Da 401 a 600
 

461) LA GLICEMIA INDICA:
A) La quantità di glicerolo contenuta nel sangue
B) La quantità di glucosio contenuta nel sangue

C) La quantità di glicerina contenuta nel sangue
www.biancofrancesco.altervista.org

462) IL RISCONTRO, A DIGIUNO, DI UN VALORE GLICEMICO DI 220 MG/DL INDICA:
A) Ipoglicemia
B) Normoglicemia
C) Iperglicemia

www.biancofrancesco.altervista.org

463) SE AD UN PAZIENTE VIENE RISCONTRATO IL SEGUENTE VALORE GLICEMICO 54 MG/DL SI TRATTA DI:
A) Ipoglicemia

B) Normoglicemia
C) Iperglicemia
www.biancofrancesco.altervista.org

464) IN UN PAZIENTE CHE PRESENTA PALLORE, SUDORAZIONE FREDDA, TACHICARDIA E TREMITO, LA GLICEMIA PUÒ

ESSERE:
A) Alta
B) Bassa
C)  La glicemia è ininfluente

www.biancofrancesco.altervista.org

465) SE UN PAZIENTE HA BISOGNO DI OSSIGENO E SI TROVA UNA BOMBOLA CHE HA L’OGIVA DI COLORE BIANCO:

A) Si va alla ricerca di una bombola con l’ogiva di un altro colore
B) Non deve essere utilizzato perché potrebbe essere pericoloso
C) Si può utilizzare perché sicuramente contiene ossigeno
www.biancofrancesco.altervista.org

466) H2O È LA FORMULA:
A) Dell'idrogeno
B) Dell'ossigeno
C) Dell'acqua
www.biancofrancesco.altervista.org

467) NELLA POSIZIONE DI TRENDELENBURG:
A) Il tronco è sollevato rispetto agli arti inferiori
B) Gli arti inferiori sono sollevati rispetto al tronco

C) Gli arti inferiori sono sullo stesso piano del tronco
www.biancofrancesco.altervista.org

468) NELLA POSIZIONE SUPINA IL PAZIENTE È:
A) Sdraiato pancia in su

B) Sdraiato pancia in giù
C) Sdraiato su un fianco
www.biancofrancesco.altervista.org

469) QUALE POSIZIONE È PREFERIBILE FAR ASSUMERE AD UN PAZIENTE CUI DEVE ESSERE PRATICATO UN CLISTERE?

A) Decubito laterale destro
B) Decubito laterale sinistro
C) Posizione prona

470) SE UN PAZIENTE SI TROVA IN POSIZIONE ORTOPNOICA È:

A) In piedi
B) Sdraiato
C) Seduto
www.biancofrancesco.altervista.org

Le posizioni sono:
Supina, si mantiene una posizione dove si è rivolti verso l'alto, pancia in su
Prono o Ventrale, si mantiene una posizione dove si è rivolti verso il basso, pancia in giu
Semi prona o Sims, è una posizione con una via di mezzo tra la laterale di sicurezza e la prona
Laterale o laterale di sicurezza, posizione dove si è posti su un fianco
Ortopnoico o Seduto, tipica posizione che si assume quando si siede su una sedia
Semiortopnoico o semiseduto o Fowler's, paziente supino, con lo schienale inclinato di 80-90° rispetto alla linea orizzontale
semi-Fowler's, differisce dalla Fowler's per un'inclinazione ridotta a 30-45°
Posizione di Trendelenburg o posizione anti-shock: posizione supina piana con un'inclinazione che favorisce il reflusso del sangue al cervello
Genitopettorale, persona inginocchiata con la testa e il busto più bassi rispetto al bacino
Ginegologica o dorsale supina, posizione sdraiata con le gambe piegate a 90°, divaricate con i talloni disposti sullo stesso piano del busto
Litotomica, posizione sdraiata con le gambe piegate a 90° e con i talloni e le ginocchia sullo stesso piano


471) PER EROGARE UN MAGGIOR QUANTITATIVO DI OSSIGENO AD UN PAZIENTE È PREFERIBILE UTILIZZARE:
A) La mascherina
B) Gli occhialini nasali

C) E’ indifferente
Occhialini nasali:
consigliati per terapie a lungo termine come la somministrazione di bassi flussi 24ore su 24. Più confortevoli della mascherina ma sono efficaci fino ad un lusso massimo di 5 l/min. Inoltre non servono se la persona sta respirando con la bocca e provocano secchezza delle narici. Non sono utili in emergenza.
Maschera semplice:
Mascherina per la somministrazione di ossigeno di base. Quando si applica il flusso non deve mai essere inferiore a 5 L/min per evitare a pazienti con tachipnea di respirare l'aria precedentemente espirata rimasta intrappolata nella mascherina a causa del flusso troppo basso (rischio di ipercapnia). Per lo stesso motivo non va lasciata senza ossigeno neanche per brevi spostamenti
www.biancofrancesco.altervista.org


472) LA CIANOSI È:
A) Colorito bluastro di cute mucose determinata da insufficiente ossigenazione del sangue

B) Colorito biancastro di cute mucose determinata da insufficiente ossigenazione del sangue
C) Colorito rossastro di cute mucose determinata da insufficiente ossigenazione del sangue
www.biancofrancesco.altervista.org

473) IN CHE STADIO SI TROVA, UNA PIAGA DA DECUBITO, SE C’È UN INTERESSAMENTO DEL TESSUTO MUSCOLARE E OSSEO?
A) II stadio
B) III stadio
C) IV stadio

www.biancofrancesco.altervista.org

474) IN UNA PIAGA DA DECUBITO DI II GRADO, QUALI SONO GLI STRATI CUTANEI INTERESSATI?

A) L’epidermide e il derma
B)Il tessuto osseo
C) Il tessuto muscolare

475) QUALE È LA CAUSA PRINCIPALE DELLE PIAGHE DA DECUBITO?
A) Una compressione breve sui piccoli vasi sanguigni che interrompe la microcircolazione
B) Una compressione prolungata dei grossi vasi sanguigni
C) Una compressione lunga e prolungata sui piccoli vasi sanguigni che interrompe la microcircolazione
www.biancofrancesco.altervista.org

476) QUALI SONO I PAZIENTI PIÙ A RISCHIO DI LESIONI DA DECUBITO?
A) Gli anziani

B) I bambini
C) Le donne
www.biancofrancesco.altervista.org

477) COSA È UNA PIAGA DA DECUBITO?
A) Una lesione che può interessare solo gli strati superficiali della pelle
B) Una lesione che può interessare gli strati superficiali e profondi della pell
e
C) Una lesione che non interessa gli strati della pelle
www.biancofrancesco.altervista.org

478) LE ZONE PIÙ A RISCHIO DI LESIONE DA DECUBITO NEL PAZIENTE ALLETTATO SONO:

A) Solo osso sacro e talloni
B) Solo nuca e scapole
C) Sia osso sacro e talloni, sia nuca e scapole
www.biancofrancesco.altervista.org

479) QUALI SONO I PAZIENTI  PIÙ A RISCHIO DI LESIONI DA DECUBITO?
A) Solo pazienti in coma e paralizzati
B) Solo pazienti  anziani incontinenti e  con mobilità ridotta
C)Sia pazienti in coma e paralizzati, sia pazienti  anziani incontinenti e  con mobilità ridotta

www.biancofrancesco.altervista.org

480) IL PROLUNGATO STAZIONAMENTO DEL PAZIENTE A LETTO PUÒ PROVOCARE:
A) Solo lesioni da decubito
B) Solo trombosi
C) Sia lesioni da decubito, sia trombosi
www.biancofrancesco.altervista.org

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu