Crea sito

Quiz preselezione 641 -660 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz preselezione 641 -660

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Oristano > Da 601 a 800
 

641) LA GERIATRIA OFFRE ALL’ANZIANO UN’ASSISTENZA DI TIPO:
A) Esclusivamente medico (prevenzione e trattamento delle malattie)
B) Esclusivamente psicologico
C) Medico, psicologico e socio-economico
www.biancofrancesco.altervista.org

642) CON L’INVECCHIAMENTO UN ANZIANO VA INCONTRO A:
A)Riduzione del peso e volume degli organi parenchimali

B) Riduzione del tessuto connettivo e aumento del contenuto idrico
C) Aumento del peso e volume degli organi parenchimali
www.biancofrancesco.altervista.org


643) L’ASSISTENZA ALL’ANZIANO PUÒ REALIZZARSI NELLE SEGUENTI FORME:
A) Solo assistenza in ospedale e nelle case di riposo
B) Solo nelle case di riposo e assistenza domiciliare
C) Assistenza in ospedale, nelle case di riposo, nei centri diurni e assistenza domiciliare

www.biancofrancesco.altervista.org


644) QUALE FRA I SEGUENTI NON È UN SEGNO DI INVECCHIAMENTO?
A) Riduzione della memoria
B) Affaticamento psico-fisico
C) Ipotensione arteriosa

www.biancofrancesco.altervista.org


645) LA LEGGE REGIONALE SARDA N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE IL PIANO REGIONALE DEI SERVIZI SANITARI:
A) Ha durata triennale
B) Individua le risorse finanziarie annuali volte a garantire l’assistenza sanitaria su tutto il territorio regionale
C) Indica gli obiettivi annuali per le aziende sanitarie della regione
www.biancofrancesco.altervista.org


646) "IL COMPLESSO DELLE DISPOSIZIONI O MISURE NECESSARIE ANCHE SECONDO LA PARTICOLARITÀ DEL LAVORO,
L'ESPERIENZA E LA TECNICA, PER EVITARE O DIMINUIRE I RISCHI PROFESSIONALI NEL RISPETTO DELLA SALUTE
DELLA POPOLAZIONE E DELL'INTEGRITÀ DELL'AMBIENTE ESTERNO" È:

A) La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "prevenzione"

B) La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "sorveglianza sanitaria"
C) La definizione che dà il D.Lgs. n. 81/2008 del termine "buone prassi"
www.biancofrancesco.altervista.org


647) A NORMA DEL D.LGS. N. 112/1998, IN CASO DI EMERGENZE DI IGIENE PUBBLICA CHE INTERESSINO IL TERRITORIO DI
PIÙ COMUNI, CHI ADOTTA LE RELATIVE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI, FIN QUANDO NON INTERVENGANO I
SOGGETTI COMPETENTI?

A) Ciascun Sindaco

B) Il Prefetto
C) Il Presidente della Regione
www.biancofrancesco.altervista.org


648) A QUALE AUTORITÀ SPETTA LA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO CON IL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL?
A) Alla Corte dei conti
B) Al Ministero della Salute
C) Alla Regione

www.biancofrancesco.altervista.org



649) AI SENSI DEL D.P.C.M. 19-5-1995, LA QUALITÀ DEL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO RUOTA INTORNO AD ALCUNE
DIMENSIONI, TRA CUI GLI ASPETTI LEGATI ALL'INFORMAZIONE RELATIVA AL TRATTAMENTO SANITARIO, COME:
A) Comprensibilità, chiarezza, completezza

B) La comodità di poter operare le richieste telefonicamente, o la facilità degli adempimenti amministrativi
C) La tempestività (velocità del servizio, brevità delle liste e delle file di attesa, ecc.), la puntualità, la regolarità (rispetto  di programmi prefissati e comunicati)
www.biancofrancesco.altervista.org


650) CHI E' TENUTO AL SEGRETO PROFESSIONALE?
A) Coloro che acquisiscono informazioni riservate in funzione del proprio stato, ufficio, professione o arte

B) Solo il medico del pubblico servizio
C) Solo il medico che esercita privatamente la professione
www.biancofrancesco.altervista.org


651) CHE COSA SI INTENDE PER DEONTOLOGIA PROFESSIONALE?
A) L’insieme delle regole e doveri  comportamentali, il cosidetto “codice etico” riferito ad  una determinata categoria professionale
B) L’insieme delle norme morali legate ad una particolare professione
C) La scienza che studia la bioetica
www.biancofrancesco.altervista.org

652) CHI ATTIVA L'ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA?
A) Il Medico di Medicina Generale

B) Lo specialista ambulatoriale
C) Il Primario della divisione di Geriatria
www.biancofrancesco.altervista.org

653) COSA SI INTENDE PER LEA?
A) Livelli essenziali di assistenza
B) Lettura esami automatica
C) Leggi elementari di autodiagnosi
www.biancofrancesco.altervista.org

654) COSA SI INTENDE PER QUALITÀ IN AMBITO SANITARIO?
A) È una dimostrazione di operare attraverso regole condivise di comportamento e di buona pratica

B) È una modalità di apparire ai clienti
C) È un elenco ordinato di processi con rigore tecnico scientifico
www.biancofrancesco.altervista.org


655) COSA SIGNIFICA IRCCS?
A) Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

B) Istituto di Ricovero Comunale Specializzato
C) Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Specialistico

656) GLI AMBITI DI COMPETENZA DELL'OSS SONO STABILITI:
A
) Dall'allegato B del decreto istitutivo emanato dalla Conferenza Stato Regioni del 22/01/2001
B) Dall'art 3 octies  del D.Lgs 502/1992
C) Dalla Legge 42 del 1999
www.biancofrancesco.altervista.org

657) IL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INTEGRATIVO DEL PERSONALE COMPARTO SANITÀ, PREVEDE
IL PROFILO PROFESSIONALE DELL'OSS:
A) Nella categoria B, livello economico Bs

B) Nella categoria C, livello economico Bs
C) Nella categoria D, livello economico Bs
www.biancofrancesco.altervista.org

658) IL D. LGS. 502/92:
A) Ha sostituito la Legge 833/78
B) Ha riformato l'organizzazione del SSN
C) Ha integrato la Legge 833/78


659) IL D.LGS. 196/2003 DISCIPLINA, TRA L'ALTRO, IL TRATTAMENTO DEI C.D. "DATI SENSIBILI". QUALI DEI SEGUENTI DATI
RIENTRANO IN TALE CATEGORIA?

A) Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute
B) Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi
C) Solo i dati personali idonei a rivelare la vita sessuale

660) IL PIANO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA È:
A) Una dichiarazione di un problema reale o potenziale
B) Un’analisi critica e sistematica della qualità dell’assistenza che include le procedure utilizzate per la diagnosi e il trattamento della documentazione clinica, l’uso delle risorse e i risultati ottenuti
C) Il  metodo che permette, in modo sistematico, di raggiungere lo scopo dell’assistenza infermieristica: “aiutare gli individui, le famiglie e i gruppi a determinare e raggiungere il loro potenziale fisico, mentale e sociale, nel contesto mutevole dell’ambiente in cui essi vivono e lavorano”

Il Processo di assistenza
è il metodo che permette in modo sistematico di raggiungere lo scopo della dell’assistenza infermieristica:
aiutare gli individui, le famiglie e i gruppi a determinare e raggiungere il loro potenziale fisico, mentale e sociale, nel contesto mutevole
dell’ambiente in cui essi vivono e lavorano

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu