Crea sito

Applicazione impacco caldo umido - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Applicazione impacco caldo umido

Procedure OSS > Area igienico sanitaria e alberghiera > Alcuni protocolli operativi

APPLICAZIONE IMPACCO CALDO UMIDO

OBIETTIVI:
- Favorire la vasodilatazione e la circolazione periferica

INDICAZIONI:

Su indicazione dell’infermiere:
- Processi tromboflebitici agli arti
- Favorire il riassorbimento di ematomi o stravaso di farmazi irritanti (flebite chimica)

MATERIALE:

- Teli di varie misure o cotone
- Materiale impermeabile per isolare l’impacco (tela cerata, plastica…)
- Bende per fissare l’impacco se occorre
- Contenitore con acqua alla temperatura di 43-46°C, o secondo prescrizione
- Termometro da bagno
- Catino
- Asciugamano da bagno
- Borsa di acqua calda
TECNICA:
- Lavarsi le mani
- Informare il pazientee spiegargli il procedimento
- Versare l’acqua nel catino
- Controllare la temperatura
- Immergervi un telo o il cotone finchè sia completamente intriso d’acqua
- Strizzarlo in modo da eliminare l’eccesso d’acqua
- Applicare una piccola parte del telo sulla zona per valutare la sensibilità del
soggetto
- Continuare a stendere il telo o il cotone su tutta la zona se il calore è ben tollerato
- Coprire l’impacco umido con un telo asciutto
- Ricoprire il tutto con il materiale impermeabile
- Fissare l’impacco con un giro di benda o cerotto e posizionare una borsa di acqua
calda
- Annotare l’orario
- Cambiare l’impacco caldo-umido ogni 2 ore rinnovando la borsa di acqua calda
- Mantenere la zona interessata al trattamento in posizione corretta per tutta la durata
della cura (solitamente in scarico)
- Asciugare delicatamente al termine, tamponando la zona
- Riordinare il materiale usato
- Lavarsi le mani
- Annotare la durata del trattamento.

IMPORTANTE
:
- Fare attenzione al pericolo di ustioni (i pazienti non coscienti o con patologie
vascolari riducono la sensibilità cutanea e non avvertono la sensazione dolor dovuta
al calore eccessivo)
- Controllare frequentemente il paziente.
- Non lasciare in sito un impacco raffreddato

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu