Crea sito

Da 151 a 200 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 151 a 200

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Prevenzione

151 COSA SI INTENDE PER AMBIENTE DI LAVORO:

A) Il comportamento dei colleghi nei confronti del lavoratore

B) Gli spazi in cui si svolge l`attività lavorativa

C) I fattori fisici, chimici, biologici, sociali e culturali che circondano un soggetto nel proprio spazio lavorativo

152 A QUALE SANZIONE SONO SOGGETTI (AI SENSI DELL’ART. 157 D.LGS 81/2008) COMMITTENTE O RESPONSABILE DEI LAVORI CHE NON OPERANO LA DESIGNAZIONE DEL CSP (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE) NEI CANTIERI IN CUI QUESTO È PREVISTO?

A) Arresto da tre a sei mesi o ammenda pecuniaria

B) Solo arresto fino ad un mese che non può essere convertita in ammenda pecuniaria.

C) Solo ammenda pecuniaria

153 IL DIRETTORE SANITARIO:

A) Fornisce parere obbligatorio al direttore generale sugli atti relativi alle materie di competenza

B) Adotta in autonomia le deliberazioni nelle materie di propria competenza

C) Fornisce parere obbligatorio al direttore amministrativo sugli atti relativi alle materie di competenza

154 SECONDO QUANTO PREVISTO NELL'ALLEGATO XV DEL D.LGS 81/2008, PER “CRONOPROGRAMMA DEI LAVORI” SI INTENDE:

A) L'indicazione cronologica di accesso al cantiere dei datori di lavoro, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi

B) Il programma dei lavori in cui sono indicate, in base alla complessità dell’opera, le lavorazioni, le fasi e le sottofasi di lavoro, la loro sequenza temporale e la loro durata

C) L'indicazione dei particolari di carattere temporale, comportamentale, organizzativo, tecnico e procedurale da rispettare durante le fasi critiche del processo di costruzione, in relazione alla complessità dell’opera

155 IN QUALE LINGUA I LAVORATORI STRANIERI DEVONO RICEVERE L’INFORMAZIONE E LA FORMAZIONE?

A) In italiano

B) In una lingua ad essi comprensibile

C) Nella loro lingua madre

156 NELL’IMPIEGO DI PONTEGGI MOVIBILI COME PONTI SU RUOTE A TORRE, È AMMESSO IL LORO SPOSTAMENTO QUANDO SU DI ESSI SI TROVANO LAVORATORI O CARICHI?

A) No, mai

B) No, ad eccezione dei ponti usati nei lavori per le linee elettriche di contatto

C) Si, a patto che il movimento sia assistito da una persona a terra

157 AI SENSI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA L’INDIVIDUO:

A) Ha diritto alla tutela della salute

B) Ha solo interesse alla tutela della salute

C) Non ha diritto alla tutela della salute

158 E’ SEMPRE OBBLIGATORIO CHE IN OGNI AZIENDA SIA DESIGNATO IL MEDICO COMPETENTE ?

A) Solo in caso di esposizione a rischi di natura fisica e chimica

B) Si, sempre

C) No, è designato dal Datore di Lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente o in base all’esito della valutazione dei rischi

159 IL DATORE DI LAVORO DEVE:

A) Valutare i livelli di vibrazioni meccaniche a cui i lavoratori sono esposti, al fine di garantire l`oggettività della valutazione del rischio

B) Valutare e, nel caso non siano disponibili informazioni relative ai livelli di vibrazioni presso banche dati ISPESL, o direttamente presso i produttori o fornitori, misurare i livelli di vibrazioni meccaniche a cui i lavoratori sono esposti

C) Misurare in ogni caso i livelli di vibrazioni meccaniche a cui i lavoratori sono esposti, al fine di garantire l`oggettività della valutazione del rischio

160 IL CONSIGLIO DEI SANITARI HA FUNZIONI:

A) Di consulenza tecnico-sanitaria

B) Di consulenza ai pazienti per la soluzione di casi particolarmente complessi

C) Di indirizzo e controllo in materia di igiene, sanità ed assistenza sociale

ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 18

161 LE VERIFICHE A CAMPIONE SUGLI IMPIANTI, STABILITE ANNUALMENTE DALL'INAIL (EX ISPESL) D'INTESA CON LE SINGOLE REGIONI:

A) sono gratuite e le spese per la loro effettuazione sono a carico dell’ dall'INAIL (ex ISPESL).

B) sono onerose e le spese per la loro effettuazione sono a carico dell’installatore dell’impianto.

C) sono onerose e le spese per la loro effettuazione sono a carico del datore di lavoro.

162 UNO O PIÙ LAVORATORI NON USANO CORRETTAMENE ED ABITUALMENTE I D.P.I. A LORO FORNITI, COSA È OBBLIGATO A FARE IL DATORE DI LAVORO PER TUTELARE SE STESSO ED I LAVORATORI STESSI?

A) Non faccio nulla

B) Li riprendo verbalmente

C) Faccio una lettera di richiamo scritta, evidenziando le violazioni rilevate e faccio firmare ricevuta della stessa al lavoratore.

163 PER QUANTO RIGUARDA IL RISCHIO VIBRAZIONI, NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI:

A) La riduzione del rischio alla fonte è l`unica misura da adottare al fine di riportare l`esposizione a valori inferiori ai limiti prescritti, in quanto nel caso dell`esposizione del corpo intero, non esistono DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) anti-vibrazioni in grado di proteggere i lavoratori adeguatamente

B) La riduzione del rischio alla fonte è una misura importante da adottare al fine di riportare l`esposizione a valori inferiori ai limiti prescritti, così come, nel caso dell`esposizione del corpo intero, l`utilizzo di DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) anti-vibrazioni in grado di proteggere i lavoratori adeguatamente

C) La riduzione del rischio alla fonte è una misura secondaria da adottare al fine di riportare l`esposizione a valori inferiori ai limiti prescritti, in quanto occorre sempre privilegiare l`utilizzo dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) anti-vibrazioni in grado di proteggere i lavoratori adeguatamente

164 IL DATORE DI LAVORO, IN CASO DI AFFIDAMENTO DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE ALL`IMPRESA APPALTATRICE O A LAVORATORI AUTONOMI, IVI COMPRESI I SUBAPPALTATORI:

A) Non coordina alcun tipo di intervento avendo affidato i lavori in appalto

B) Coordina gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori

C) Non permette ai lavoratori di indossare il tesserino di riconoscimento

165 – NEGLI ESTINTORI SI DEVE CONTROLLARE CHE LA LANCETTA DELL'INDICATORE SIA:

A) In una delle zone colorate per capire su quale tipo di fiamma deve essere utilizzato

B) Sulla zona rossa che indica che la pressione all’interno è al massimo

C) Sulla zona verde per verificare che sia efficiente

166 L’AUTORITÀ PORTUALE (E LA CAPITANERIA DI PORTO NEI PORTI OVE NON È ISTITUITA L’AP) RISPETTO AL CONTROLLO SULLA SALUTE E SICUREZZA DEL LAVORO IN AMBITO PORTUALE

A) Non ha nessun ruolo specifico

B) Ha ruolo di polizia amministrativa su alcune disposizioni del decreto 272 riguardanti operazioni/servizi portuali e riparazione/manutenzione navale

C) Ha ruolo di organo di vigilanza insieme all’ASL su tutti i lavoratori operanti in porto

167 IL CONSIGLIO DEI SANITARI:

A) È organismo elettivo dell'azienda sanitaria locale

B) È nominato dal direttore sanitario dell’azienda

C) È nominato dal direttore amministrativo dell’azienda

168 NEL CASO DI ESPOSIZIONE DEL LAVORATORE AL RISCHIO RUMORE:

A) Sono obbligatori accertamenti sanitari per Livelli di Esposizione (LEX,8h) > 85 dBA

B) Sono obbligatori accertamenti sanitari per Livelli di Esposizione (LEX,8h) > 80 dBA

C) Sono sempre obbligatori gli accertamenti sanitari

169 I LAVORATORI DEVONO UTILIZZARE LE ATTREZZATURE DI LAVORO

A) Conformemente all`informazione, formazione ed addestramento che hanno ricevuto

B) Basandosi sulla propria esperienza personale

C) Sotto la diretta sorveglianza del rappresentante dei lavoratori

170 L’ART 30 COMMA 1 DEL D.LGS. 81/08 PREVEDE, TRA I REQUISITI DEL MODELLO ORGANIZZATIVO, UN SISTEMA AZIENDALE TALE DA ASSICURARE L’ADEMPIMENTO ANCHE DELL’OBBLIGO RELATIVO A:

A) Le periodiche verifiche dell’applicazione e dell’efficacia delle procedure adottate

B) La validazione dell’efficacia delle procedure adottate da parte di una Commissione ministeriale almeno una volta all’anno

C) La certificazione delle singole procedure da parte di enti terzi


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 19

171 IL TESTO UNICO 81/08 PREVEDE

A) una proroga di tre mesi dell`entrata in vigore per alcune disposizioni che prevedono nuovi adempimenti in materia di valutazione dei rischi

B) modifiche relative agli obblighi del committente in merito alla normativa sui cantieri temporanei e mobili

C) un inasprimento dell`apparato sanzionatorio; il rafforzamento del ruolo del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza non solo a livello aziendale, ma anche a livello territoriale; la rivisitazione ed il potenziamento delle funzioni degli organismi paritetici; il libretto sul rischio sanitario che seguirà il lavoratore in tutto il suo percorso sanitario; il rafforzamento della figura del medico competente; la formazione sulla sicurezza sia per il datore sia per il lavoratore

172 I DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO DIRETTAMENTE LA FUNZIONE DI RSPP DEVONO FREQUENTARE UN CORSO DI FORMAZIONE:

A) Della durata minima commisurata al macrosettore ATECO di appartenenza dell’Azienda

B) Della durata minima di 24 ore

C) In funzione degli esiti della valutazione dei rischi

173 IL DISTACCO MASSIMO DI UN PONTEGGIO DAL FABBRICATO E DI CM:

A) 30

B) 40

C) 20

174 IL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO È:

A) Scelto fra i dirigenti con incarico di direzione delle strutture complesse aggregate nel dipartimento

B) Nominato su proposta del collegio sindacale

C) Eletto dai dirigenti con incarico di direzione delle strutture complesse aggregate nel dipartimento

175 COSA SONO GLI AGENTI CHIMICI?

A) Qualsiasi liquido al cui interno ci sono elementi chimici

B) Tutti i prodotti che vengono utilizzati nel comparto agricoltura

C) Tutti gli elementi o composti chimici, sia da soli sia nei loro miscugli, allo stato naturale o ottenuti, utilizzati o smaltiti, compreso lo smaltimento come rifiuti, mediante qualsiasi attività lavorativa, siano essi prodotti intenzionalmente o no e siano immessi o no sul mercato

176 LA CARTA DEI DIRITTI DEL MALATO È STATA CREATA PER TUTELARE:

A) tutti i malati

B) I soggetti deboli (anziani, donne, portatori di handicap)

C) I malati terminali

177 GLI AGENTI BIOLOGICI AGGETTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI IN AMBIENTE DI LAVORO:

A) Sono solo quelli immessi in maniera volontaria che sono quindi collegati all’attività lavorativa

B) Sono sia quelli immessi in maniera volontaria che quelli immessi in maniera involontaria

C) Sono solo quelli infettivi perché si possono diffondere tra i lavoratori

178 COSA SI INTENDE PER QUALITÀ IN AMBITO SANITARIO?

A) È una dimostrazione di operare attraverso regole condivise di comportamento e di buona pratica

B) È una modalità di apparire ai clienti

C) È un elenco ordinato di processi con rigore tecnico scientifico

179 IN CASO DI ATTIVITÀ LAVORATIVE CHE POSSONO COMPORTARE UN’ESPOSIZIONE AD AMIANTO (ES. DEMOLIZIONE, RIMOZIONE, BONIFICA, SMALTIMENTO DI AMIANTO O DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO), È SEMPRE OBBLIGATORIO INVIARE PRIMA DELL’INIZIO DEI LAVORI UNA NOTIFICA ALL’ORGANO DI VIGILANZA COMPETENTE PER IL TERRITORIO?

A) No, se almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori è stato inviato all’Organo di vigilanza copia del Piano di lavoro di cui all’art. 256 comma 2 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

B) No, mai

C) Si, sempre

180 VENGONO DEFINITI “APPRESTAMENTI”:

A) Le indicazioni particolari di carattere temporale, comportamentale, organizzativo, tecnico e procedurale, da rispettare durante le fasi critiche del processo di costruzione, in relazione alla complessità dell'opera da realizzare

B) Le modalità e le sequenze stabilite per eseguire un determinato lavoro od operazione

C) Le opere provvisionali necessarie ai fini della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori in cantiere


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 20

181 CON LA SIGLA REI 120 SI INDICA:

A) La reazione a fuoco di un elemento di finitura;

B) La capacità estinguente di una sostanza;

C) La resistenza a fuoco di un elemento strutturale.

182 IN CASO DI REFERTAZIONE DI MALATTIA O DECESSO DOVUTI ALL’ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI, A QUALE ENTE, ISTITUTO OD ORGANISMO PUBBLICO VA TRASMESSA COPIA DELLA RELATIVA DOCUMENTAZIONE CLINICA?

A) Ai Ministeri della Sanità e del Lavoro e della Previdenza Sociale

B) All’istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro

C) All’unità Sanitaria Locale competente per territorio

183 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA”?

A) persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali previsti designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi

B) persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa

C) persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro

184 QUALI SONO GLI ADEMPIMENTI CHE IL CSE (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE) È TENUTO A SEGUIRE NEL CASO RAVVISI IL MANCATO RISPETTO DEI CONTENUTI DEL PSC DA PARTE DI UN LAVORATORE AUTONOMO O DI UN DIPENDENTE DI UN’IMPRESA?

A) Segnala direttamente l’accaduto all’Azienda Sanitaria Locale competente per territorio, senza altro obbligo di contestazione.

B) segnala al committente e al responsabile dei lavori, previa contestazione scritta alle imprese e ai lavoratori autonomi interessati, e propone la sospensione dei lavori, l'allontanamento delle imprese o dei lavoratori autonomi dal cantiere, o la risoluzione del contratto

C) Segnala quanto avvenuto al committente o al responsabile dei lavori, proponendo la sospensione dei lavori, senza alcun altro obbligo di contestazione per iscritto.

185 L`ART. 1655 DEL CODICE CIVILE DEFINISCE UN CONTRATTO D`APPALTO COME:

A) Un contratto nel quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un`opera o di un servizio verso un corrispettivo in danaro

B) Un contratto di durata limitata

C) Un contratto ‘ad ignotum’, il cui intestatario risulta essere il vincitore di una gara, a fronte di un massimo ribasso dell`offerta, effettuato sul costo del servizio e della sicurezza

186 AI SENSI DEL D.LGS 81/2008, COL TERMINE “VALORE DI AZIONE” SI INTENDE:

A) Il valore oltre il quale è obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI) per l’udito

B) Il valore oltre il quale l’esposizione al rischio è vietata

C) Il valore oltre il quale si ha l’obbligo di attuare misure di tutela dei lavoratori esposti, come l’informazione, la riduzione del rischio e l’attivazione della sorveglianza sanitaria

187 SI DEFINISCE AGENTE BIOLOGICO

A) qualsiasi microrganismo anche se geneticamente modificato, coltura cellulare ed endoparassita umano che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni

B) Qualsiasi entità microbiologica, cellulare o meno, in grado di riprodursi o trasferire materiale genetico

C) Organismi pluricellulari che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni

188 IL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO:

A) È nominato dal direttore generale

B) Viene eletto dai componenti del collegio di direzione

C) È il direttore più anziano delle unità operative ricomprese nel dipartimento

189 I LAVORATORI TUTELATI DALLA NORMATIVA SULLE MACCHINE:

A) Sono sia quelli che usano la macchina in prima persona che quelli potenzialmente interessati dal movimento o dagli effetti del funzionamento

B) Sono solo quelli che usano la macchina in prima persona

C) Sono quelli che usano la macchina in prima persona e i datori di lavoro


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 21

190 SECONDO IL D.LGS. 81/08, IL DIRIGENTE:

A) E` colui che sovrintende all`attività lavorativa e garantisce l`attuazione delle direttive ricevute

B) E` il rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

C) E` colui che dirige ed attua le direttive del datore di lavoro, avendo autorità e poteri di spesa

191 IL DATORE DI LAVORO:

A) Risponde sempre della errata progettazione dell’impianto

B) Una volta che l’installatore ha dichiarato conforme l’impianto non ha altri obblighi

C) Ha la responsabilità di usare l’impianto conformemente alla sua destinazione d’uso ed effettuare le regolari manutenzioni

192 GLI APPARECCHI PER LA FORNITURA PROVVISORIA DI ENERGIA ELETTRICA NEI CANTIERI SONO:

A) Obbligati alla redazione del progetto e del rilascio del certificato di collaudo

B) Esclusi dall’obbligo del rilascio della dichiarazione di conformità

C) Esclusi dagli obblighi della redazione del progetto e del rilascio del certificato di collaudo, fermo restando l'obbligo del rilascio della dichiarazione di conformità

193 LA MESSA IN ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DI MESSA A TERRA E DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE CONTRO LE SCARICHE ATMOSFERICHE:

A) Può essere effettuata prima della verifica eseguita dall'installatore che rilascia la dichiarazione di conformità ai sensi della normativa vigente

B) Non può essere effettuata prima della verifica eseguita dall'installatore senza per questo l’obbligo di rilasciare la dichiarazione di conformità ai sensi della normativa vigente

C) Non può essere effettuata prima della verifica eseguita dall'installatore che rilascia la dichiarazione di conformità ai sensi della normativa vigente

194 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA VALUTAZIONE DI TUTTI I RISCHI PER LA SICUREZZA E PER LA SALUTE DEI LAVORATORI, ED IL RELATIVO DOCUMENTO, SONO:

A) Sottoposti a revisione periodica da parte del medico competente

B) Rielaborati in collaborazione con il rappresentante per la sicurezza nei casi in cui sia obbligatoria la sorveglianza sanitaria

C) Rielaborati in occasione di modifiche del processo produttivo significative ai fini della sicurezza e della salute dei lavoratori

195 COSA SI INTENDE PER SEGNALETICA DI SICUREZZA?

A) Cartelli che forniscono indicazioni sulla sicurezza e sui rischi presenti nell`azienda

B) Una segnaletica che, riferita ad un oggetto, ad una attività o ad una situazione determinata, fornisce una indicazione o una prescrizione concernente la sicurezza o la salute sul luogo di lavoro, e che utilizza, a seconda dei casi, un cartello, un colore, un segnale luminoso o acustico, una comunicazione verbale o un segnale gestuale

C) Cartelli luminosi che indicano un pericolo durante l`attività lavorativa

196 LA REGIONE VERIFICA I RISULTATI AZIENDALI CONSEGUITI E IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI:

A) Trascorsi diciotto mesi dalla nomina di ciascun direttore generale

B) Trascorsi tre anni dalla nomina di ciascun direttore generale

C) Un mese prima che termini il mandato del direttore generale

197 QUANDO SI DEVE UTILIZZARE IL DPI “MASCHERINA FACCIALE”:

A) Quando si ha un rischio di polveri

B) Quando si ha un rischio di liquidi pericolosi per gli occhi

C) Quando si utilizza una saldatrice

198 QUALI TRA QUESTE ATTIVITÀ VENGONO RESE OBBLIGATORIE PER IL DISCENTE PER OTTENERE I CREDITI FORMATIVI?

A) La verifica della effettiva partecipazione, la valutazione dell’apprendimento individuale e la misura della qualità percepita

B) La sola valutazione finale dell’apprendimento

C) Per ogni tipologia di evento formativo la partecipazione di almeno il 75% del monte ore

199 QUALI CONSEGUENZE COMPORTA L’ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE?

A) Sanzione economica

B) Sanzioni a norma del Codice Penale

C) Sanzioni a norma del Codice Civile


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 22

200 IN ITALIA:

A) Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario

B) Tutti possono essere obbligati a un determinato trattamento sanitario

C) Solo gli extracomunitari possono essere obbligati a un determinato trattamento sanitario

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu