Crea sito

Preparazione elettromiografia - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Preparazione elettromiografia

Utilità per OSS > Guida per la preparazione agli esami diagnostici > Neurologia

GUIDA PER CHI DEVE ESSERE SOTTOPOSTO ALL’ELETTROMIOGRAFIA

CHE COS’E’ L’ELETTROMIOGRAFIA?

È un esame che permette di studiare la funzionalità di nervi e muscoli mediante l’attività elettrica da essi prodotta.


PERCHE’ SI FA?

Per diagnosticare le malattie di nervi e muscoli (p.e. sindrome del tunnel carpale, polineuropatia diabetica, sindrome da compressione di altri tronchi nervosi).


COME VIENE ESEGUITA?

L’elettromiografia viene eseguita da un Medico Neurologo esperto in Neurofisiologia coadiuvato da un tecnico, spesso dopo una breve visita preliminare. Viene eseguita da seduti o da distesi su un lettino. Gli arti vengono singolarmente collegati alla macchina dell’elettromiografo con dei cavi elettrici, sia in stato di riposo che durante contrazione dei muscoli.

QUANTO DURA?

L’esame ha una durata variabile in dipendenza dei nervi e/o dei muscoli che devono essere studiati e quindi dei sintomi lamentati dal paziente. Generalmente può durare dai 15 ai 40 minuti.

Gli esami più semplici e limitati allo studio della conduzione nervosa, in alcuni casi, potranno essere eseguiti dal tecnico di neurofisiopatologia, sempre sotto la supervisione del Medico Neurologo.

È DOLOROSO?
L’esame prevede la stimolazione dei nervi con leggere scosse elettriche. A seconda del quesito diagnostico potrà essere necessario inoltre usare un piccolo ago che va inserito nei muscoli.
Tutto ciò può essere doloroso ma di solito nessuno rinuncia all’esame per questo.

CI SONO PERICOLI?
Assolutamente no perché:
le macchine rispettano tutte le normative di Legge e sono isolate elettricamente;
gli aghi che usiamo sono tutti sterili monouso e vengono gettati via al termine di ogni esame;
E’ bene però segnalare al medico se si è portatori del virus dell’EPATITE B, C, o HIV.

SERVE UNA PARTICOLARE PREPARAZIONE PER L’ESAME?
Non c’è bisogno di alcuna preparazione particolare. Si può mangiare e non c’è bisogno di farsi accompagnare. Fatto l’esame si può guidare e riprendere il lavoro.
Si raccomanda di non applicare creme sul corpo perché impediscono il passaggio delle correnti elettriche.
Vi consigliamo di indossare abiti comodi e facili da togliere.

SI RICORDA CHE:
L’elettromiografia si prenota presso gli sportelli CUP o telefonando al Call
Center .........................................con impegnativa del medico curante.

L’ELETTROMIOGRAFIA NON E’ UN ESAME URGENTE
(a parte alcune condizioni rare e selezionate dal medico neurologo). Dopo almeno tre settimane dall’insorgenza dei sintomi (non conviene eseguire l’esame prima in quanto potrebbe risultare falsamente negativo) il paziente deve rivolgersi al proprio medico di famiglia il quale proporrà l’esame secondo i criteri di priorità

È importante venire in orario. In caso di impossibilità ad eseguire l’esame è necessario annullare la prenotazione entro 2 giorni lavorativi prima della data fissata,
È bene portare con sé tutta la documentazione sanitaria che riguarda il problema per cui è stato chiesto l’esame o relativamente a problemi di salute rilevanti (in particolare ricordiamo di portare con voi esami radiologici e risonanza magnetica RMN).
Salvo casi particolari la consegna del referto è immediata.

CHI E’ TENUTO A PAGARE IL TICKET?

È tenuto a pagare il ticket l’utente che non ha alcuna tipologia di esenzione (né di reddito, né di patologia) da far valere.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu