Crea sito

Quiz infermieri asl 2 Olbia 551 -600 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz infermieri asl 2 Olbia 551 -600

I quiz dei concorsi delle ASL 2° parte > Quiz preselezione infermieri Olbia > Quiz da 501 a 600
 

Nota bene: Le risposte ai quiz sono frutto del lavoro di gruppo dei collaboratori di questo sito ABC OSS e del gruppo di lavoro (30 infermieri) del sito web www.infermiereonline.altervista.org
Considerata l'ambiguità di alcuni quiz, esiste la possibilità , seppur minima, che alcune risposte siano discordanti da quelle ufficiali della ASL. Decliniamo quindi ogni responsabilità in merito, e siamo disponibili alla discussione. Grazie!

551   LA POSIZIONE DI FOWLER È INDICATA IN CASO DI:

A)   Lievi disturbi respiratori

B)   Dolore addominale

C)   Grave ipotensione
www.biancofrancesco.altervista.org
552   QUALE È LA MISURA STANDARD DI UN LETTO PER ADULTI?

A)   H 50 cm 200x90

B)   H 65 cm 190x80

C)   H 50 cm 210x100

553   L'USO DI PROTOCOLLI ASSISTENZIALI CONSENTE DI:

A)   Ridurre in modo significativo i tempi di assistenza diretta

B)   Uniformare i piani di assistenza

C)   Uniformare le modalità assistenziali all'interno dell'équipe

554   AI SENSI DEL D.LGS 81/08 I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CONSISTONO IN:

A)   Attrezzature indossate dal lavoratore allo scopo di proteggersi da rischi che possono minacciare la salute e la sicurezza

B)   Strumenti che monitorizzano i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori

C)   Attrezzature che eliminano il rischio derivante agli operatori dall'ambiente di lavoro

555   LEI SI TROVA NELLA SALA D'ATTESA AMBULATORIALE DI UN OSPEDALE. MENTRE STA FACENDO ENTRARE UN PAZIENTE PER UNA VISITA, SI ACCORGE CHE UNA PERSONA IN ATTESA DI VISITA LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE CONOSCENZA. NELLA SITUAZIONE DESCRITTA, PRIMA DI OGNI ALTRO INTERVENTO, DEVE CHIAMARE AIUTO?

A)   No

B)   Si, sempre

C)   Si, ma solo nel caso in cui è impegnato/a con altro paziente

556   UN NEONATO IN BUONE CONDIZIONI VITALI PRESENTA UN PUNTEGGIO DI APGAR:

A)   Compreso tra 4 e 6

B)   Compreso tra 0 e 3
C)   Compreso tra 7 e 10

557   PER LA VALUTAZIONE DELLA PROFONDITÀ DEL RESPIRO OCCORRE TENERE PRESENTE CHE IL VOLUME CORRENTE IN UN SOGGETTO ADULTO È DI CIRCA:

A)   500 ml

B)   800-900 ml

C)   Superiore a 1000 ml
www.biancofrancesco.altervista.org
558   LE FECI ACOLICHE SONO CARATTERIZZATE DA COLORE:

A)   Bianco

B)   Nero

C)   Grigio

559   PER RILEVARE IL POLSO CAROTIDEO:

A)   Si deve palpare una sola delle carotidi

B)   Si deve valutare sempre in contemporanea il polso radiale

C)   Si devono palpare entrambe le carotidi contemporaneamente per verificare le possibili differenze

Siti di rilevamento

   Centrali: sono i polsi più importanti e gli ultimi a scomparire, generalmente quando si avverte solo i polsi centrali, la pressione sistemica è al di sotto dei 60 mmHg
       Carotideo: per palparlo occorre posizionare le dita anteriormente al muscolo sternocleidomastoideo, in corrispondenza o al di sotto dell'angolo della mandibola. Permette la rilevazione del battito anche a pressioni sistoliche molto basse, circa 20-30 mmHg.
       Femorale: si palpa in corrispondenza della piega inguinale, rileva pressioni di circa 60 mmHg.
   Periferici: sono i polsi meno importanti e che tendono a sparire più facilmente in caso di shock
       Popliteo: più difficile da percepire, si effettua con la palpazione del cavo popliteo (dietro il ginocchio), posteriormente, spostando le dita lievemente verso l'esterno.
       Temporale: è il polso rilevato sull'arteria temporale, localizzata tra l'occhio e l'attaccatura dei capelli, appena al di sopra dell'osso zigomatico.
       Tibiale Posteriore: viene percepito posteriormente al malleolo mediale del piede.
       Pedidio: viene ricercato nella parte dorsale del piede, lateralmente al tendine estensore lungo dell'alluce.
       Brachiale: la palpazione deve essere eseguita in corrispondenza della faccia anteriore della piega del gomito.
       Radiale: viene percepito alla base del pollice
       Ulnare: viene percepito alla base del palmo della mano, ma dalla parte opposta del pollice





www.biancofrancesco.altervista.org
560   QUALE TRA I SEGUENTI PROVVEDIMENTI È OPPORTUNO ATTUARE DURANTE L'ASSISTENZA AD UN SOGGETTO CON CRISI EPILETTICA A TIPO GRANDE MALE?

A)   Inserire un oggetto morbido in bocca solo se riesce ad intervenire prima che avvenga la contrattura della mandibola

B)   Immobilizzare con ogni mezzo il paziente durante le contrazioni tonico-cloniche

C)   Inserire un oggetto morbido in bocca forzando la mandibola se necessario



561   UN PAZIENTE AFASICO PRESENTA:


A)   Una difficoltà nell'articolazione della parola

B)   Un'incapacità a coordinare i movimenti

C)   Un disturbo della produzione o della comprensione del linguaggio

www.biancofrancesco.altervista.org

L'afasia è la perdita della capacità di produrre o comprendere il linguaggio, dovuta a lesioni alle aree del cervello deputate alla sua elaborazione. Non rientrano nelle afasie quindi i disturbi del linguaggio causati da deficit sensoriali primari, da deficit intellettivi, da disturbi psichiatrici o da debolezza dell'apparato muscolo-scheletrico.


562   QUAL È LA DIFFERENZA FISIOLOGICA, IN GRADI CENTIGRADI, TRA TEMPERATURA RETTALE E QUELLA ASCELLARE?

A)   I valori della temperatura rettale risulteranno maggiori di 2,5 °C rispetto alla temperatura ascellare

B)   I valori della temperatura rettale risulteranno maggiori di 1,0 °C rispetto alla temperatura ascellare

C)   I valori della temperatura rettale risulteranno maggiori di 0,5 °C rispetto alla temperatura ascellare
www.biancofrancesco.altervista.org
563   NELLA SEQUENZA DELLE FASI DEL PROCESSO DI NURSING LA DIAGNOSI INFERMIERISTICA

A)   segue la raccolta dati


B)   precede la raccolta dei dati

C)   segue la valutazione

564   COSA SIGNIFICA IRCCS?

A)   Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Specialistico

B)   Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

C)   Istituto di Ricovero Comunale Specializzato
www.biancofrancesco.altervista.org
565   NELLA SEQUENZA DELLE FASI DEL PROCESSO DI NURSING LA PIANIFICAZIONE:


A)   Precede la valutazione

B)   Precede la raccolta dei dati

C)   Precede la diagnosi infermieristica

566   LA PRESSIONE DIFFERENZIALE È UGUALE A:

A)   Pressione sistolica meno pressione diastolica

B)   Pressione sistolica meno un terzo della pressione diastolica

C)   Pressione sistolica più pressione diastolica
www.biancofrancesco.altervista.org
567   AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, CIASCUN LAVORATORE DEVE:

A)   Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal datore di lavoro

B)   Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal rappresentante della sicurezza

C)   Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal medico competente

568   QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI RELATIVE AI PROTOCOLLI ASSISTENZIALI È CORRETTA?

A)   Devono essere sottoposti a periodica revisione

B)   Possono essere elaborati solo dalla Caposala

C)   Non permettono la valutazione della qualità dell'assistenza
www.biancofrancesco.altervista.org
569   NELL'AMBITO DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL DIPENDENTE CHE RENDE DICHIARAZIONI FALSE O RETICENTI:

A)   È soggetto all'applicazione della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione fino ad un massimo di quindici giorni

B)   Non è soggetto all'applicazione di sanzioni disciplinari

C)   Può essere soggetto all'applicazione di sanzioni disciplinari esclusivamente quando sono riferite a colleghi con i quali si hanno rapporti conflittuali
www.biancofrancesco.altervista.org
570   IL D. L.VO 502/92:

A)   Ha sostituito la Legge 833/78

B)   Ha riformato l'organizzazione del SSN

C)   Ha integrato la Legge 833/78
www.biancofrancesco.altervista.org
571   IL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN) PERSEGUE, NELL'AMBITO DELLE SUE COMPETENZE, ANCHE L'IDENTIFICAZIONE E L'ELIMINAZIONE DELLE CAUSE DEGLI INQUINAMENTI DELL'ATMOSFERA, DELLE ACQUE E DEL SUOLO?

A)   sì, comprende anche detta competenza

B)   no,tale competenza non é mai stata del SSN

C)   sì, ma solo fino al 1993, anno in cui é stata abrogata la norma che la prevedeva


www.biancofrancesco.altervista.org



572   LA STRUTTURA DELLA DIAGNOSI INFERMIERISTICA ELABORATA DALLA NANDA COMPRENDE:

A)   titolo, definizione, caratteristiche definenti, fattori correlati

B)   titolo, definizione, caratteristiche definenti, interventi,

C)   titolo, caratteristiche definenti, interventi, fattori correlati

573   IN UNA STRUTTURA SOCIO SANITARIA PER PROCESSO SI INTENDE:

A)   L'assistenza diretta all'utente

B)   La condizione delle attività svolte

C)   Insieme finalizzato delle attività che portano al risultato di salute del destinatario

574   PRIMA DELLA SOMMINISTRAZIONE DI UN FARMACO DIGITALICO OCCORRE CONTROLLARE:

A)   La pressione arteriosa con particolare riferimento a quella diastolica

B)   La frequenza cardiaca

C)   La frequenza respiratoria



Farmaci digitalici: indicati per il controllo della frequenza cardiaca (nel range fisiologico 60-100 bpm)

   Digossina (es. Lanoxin, Eudigox, Digoss FN): il farmaco è un antiaritmico in grado di controllare la frequenza cardiaca di un paziente a riposo ma NON durante l'attività fisica. Molto spesso i pazienti con fibrillazione atriale spiccata necessitano anche di calcio-antagonisti (es. verapamil, controindicato, tuttavia, nel trattamento della fibrillazione atriale con pre-eccitazione e nei bambini), ACE-inibitori o beta bloccanti, per la cura dell'ipertensione. Per il controllo della frequenza cardiaca nei pazienti affetti da fibrillazione atriale, la dose indicativa del farmaco è di 8-12 mcg/kg. Le dosi di digossina assunte per la cura della fibrillazione atriale cronica devono essere titolate alla dose minima, utile a consentire l'effetto terapeutico desiderato (controllo del battito cardiaco), senza causare effetti collaterali pesanti. La somministrazione di digitalici e di farmaci antipertensivi abbatte il rischio di complicanze della fibrillazione atriale.

575   IN UN PAZIENTE CON TROMBOFLEBITE ACUTA DEGLI ARTI INFERIORI COSA DEVE ESSERE ASSOLUTAMENTE EVITATO?

A)   Riposo a letto

B)   Assunzione di liquidi

C)   Massaggio della zona dolente


576   AI SENSI DEL D.M. 14/9/94 N° 739 (PROFILO PROFESSIONALE) LA FORMAZIONE COMPLEMENTARE È FINALIZZATA:

A)   a fornire conoscenze cliniche avanzate

B)   a fornire conoscenze organizzative relative a specifiche aree assistenziali

C)   all'avanzamento di carriera

577   IL PIANO SANITARIO NAZIONALE È:

A)   L'insieme di norme di indirizzo generali per il servizio sanitario nazionale

B)   La normativa per l'organizzazione dei servizi sanitari

C)   L'insieme delle leggi che regolano la sanità

578   IL DIRETTORE DELLA STRUTTURA DI APPARTENENZA CON QUALIFICA DIRIGENZIALE ESERCITA IL POTERE DISCIPLINARE:

A)   Quando la sanzione da applicare è inferiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione fino a dieci giorni

B)   Mai

C)   Sempre

579   AL DISTRETTO:

A)   Sono attribuite risorse definite in rapporto agli obiettivi di salute della popolazione di riferimento

B)   Sono attribuite tutte le risorse necessarie a garantire la salute della popolazione di riferimento

C)   Non sono attribuite risorse finanziarie ma solo risorse umane e materiali

580   IL DATORE DI LAVORO È TENUTO ALLA FORNITURA DEI DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI PROTEZIONE AL DIPENDENTE IN BASE:

A)   Alla Legge 42/99

B)   Al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro

C)   Al D.Lgs 81/08

581   DURANTE LE MANOVRE DI RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE NEL NEONATO, IL POLSO SI CONTROLLA A LIVELLO DELL'ARTERIA:

A)   Brachiale

B)   Carotidea

C)   Radiale

582   E' VERO CHE, AI SENSI DEL D.LGS. 502/92, LO STATO É IMMEDIATAMENTE E TOTALMENTE ESONERATO DA INTERVENTI FINANZIARI VOLTI A SANARE I DISAVANZI DI GESTIONE DELLE ASL E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE?

A)   no, perché la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo detto esonero in assenza di un graduale passaggio e di una messa a regime del nuovo sistema di finanziamento

B)   sì, perché per effetto del potere impositivo di nuove tasse regionali, le Regioni possono così procurarsi le risorse necessarie per tali disavanzi

C)   no, perché non devono esservi più disavanzi di gestione, in quanto ne risponderebbero i Direttori Generali

583   LO STATO DEVE GARANTIRE CURE GRATUITE AGLI INDIGENTI?

A)   Solo se extracomunitari

B)   No

C)   Si

584   PER CONFERMARE LA PRESENZA DEL SONDINO NASOGASTRICO NELLO STOMACO OCCORRE:

A)   Introdurre 5 ml di aria nello stomaco attraverso la sonda

B)   Introdurre 5 ml di acqua nello stomaco attraverso la sonda

C)   Introdurre almeno 10 ml di acqua, aspirarla e verificare il pH che deve risultare acido

585   LA BRADIPNEA È UNA RESPIRAZIONE:

A)   Ansimante con espirazioni brevi

B)   Regolare con frequenza diminuita

C)   Frequente e superficiale

La bradipnea  consiste in una diminuzione della frequenza degli atti respiratori sotto ai valori considerati normali
La tachipnea è un sensibile aumento del ritmo respiratorio rispetto alla norma (16-20 atti respiratori al minuto nelle persone adulte).

586   I MICRORGANISMI SAPROFITI SONO:

A)   Organismi eterotrofi che si nutrono di sostanze morte di cui provocano e accelerano la decomposizione


B)   Organismi in grado di sintetizzare molecole organiche complesse partendo da molecole inorganiche semplicissime

C)   Individui che traggono il proprio nutrimento sfruttando altri organismi viventi, detti ospiti che vengono da loro lentamente danneggiati

587   AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEVE AVVENIRE:

A)   Almeno 30 giorni prima dell'assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

B)   Entro un anno dall'assunzione, dal trasferimento o cambiamento di mansioni, dall'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

C)   In occasione dell'assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

D.LGS. 81/08 Art 37 . 4. La formazione e, ove previsto, l'addestramento specifico devono avvenire in occasione:
a) della costituzione del rapporto di lavoro o dell'inizio dell'utilizzazione qualora si tratti di somministrazione di lavoro;
b) del trasferimento o cambiamento di mansioni;
c) della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi




588   QUALE È APPROSSIMATIVAMENTE L'INTERVALLO NORMALE DELLA FREQUENZA DEL POLSO IN UN BAMBINO DI ETÀ COMPRESA TRA UNO E DUE ANNI?

A)   120-160

B)   80-130

C)   60-100

589   IL FUNZIONARIO NON AVENTE QUALIFICA DIRIGENZIALE PUÒ ESSERE CONSIDERATO DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.LGS. 81/08?

A)   Si, se risulta preposto in base a una specifica determinazione del dirigente

B)   No, mai

C)   Si, se risulta preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale

590   NELL'AMBITO DEL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE LA CONTESTAZIONE DELL'ADDEBITO AL DIPENDENTE:

A)   Deve essere inoltrata anche via fax

B)   Può avvenire via fax

C)   Non può avvenire via fax

Ogni  comunicazione  al  dipendente,  nell’ambito  del  procedimento  disciplinare,  è  effettuata  tramite posta elettronica certificata, nel caso in cui il dipendente dispone di idonea casella di posta,
ovvero tramite consegna a mano.
Per le comunicazioni successive alla contestazione dell’addebito, il  dipendente  può  indicare,  altresì,  un  numero  di  fax,  di  cui  egli  o  il  suo  procuratore  abbia  la
disponibilità.
In alternativa all’uso della posta elettronica certificata o del fax ed altresì della consegna  a  mano,  le  comunicazioni  sono  effettuate  tramite  raccomandata  postale  con  ricevuta  di  ritorno.  Il
dipendente ha diritto di accesso agli atti istruttori del procedimento. È esclusa l’applicazione di termini
diversi o ulteriori rispetto a quelli stabiliti nel presente articolo.  




591   DURANTE L'INSERIMENTO DEL SONDINO NASOGASTRICO IL PAZIENTE DEVE ESSERE ISTRUITO A:

A)   Tenere il capo inclinato in avanti e deglutire al passaggio del sondino


B)   Tenere il capo esteso all'indietro e deglutire al passaggio del sondino

C)   Assumere la posizione supina e deglutire al passaggio del sondino

592   QUALI SONO LE FUNZIONI PRINCIPALI DEL SERVIZIO DELLE PROFESSIONI SANITARIE?

A)   Funzione assistenziale, funzione organizzativa, gestione risorse umane, gestione delle risorse materiali, gestione della formazione e informazione e funzione di ricerca e verifica della qualità relativamente al personale contemplato nella L. 251/2000 e personale di supporto

B)   Funzione di definizione delle strategie aziendali, pianificazione gare d'appalto, governo delle risorse cliniche, richiesta farmaci, preparazione dei pasti

C)   Controllo e monitoraggio degli eventi sentinella e messa in atto di azioni per contrastarli

593   QUAL È LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL'APPARATO URINARIO?

A)   filtrare il sangue depurandolo delle sostanze tossiche per l'organismo ed eliminandole con le urine

B)   metabolizzare le sostanze azotate

C)   concentrare le urine

594   LA TEORIA NOTA COME "SELF CARE DEFICIT NURSERING THEORY " È ATTRIBUIBILE A?

A)   Dorothea Orem

B)   Hidelgard Peplau

C)   Florence Nightingale

La teoria deficit infermieristica cura di sé è una teoria infermieristica gamma media che è stato sviluppato tra il 1959 e il 2001 da Dorothea Orem . E 'noto anche come il modello Orem della professione infermieristica. E 'particolarmente utilizzata in riabilitazione e cure primarie impostazioni in cui il paziente è incoraggiato a essere il più indipendente possibile.

595   IL DIRIGENTE DELLE PROFESSIONI SANITARIE:

A)   Non può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni


B)   Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per trenta giorni

C)   Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per undici giorni

596   QUAL'È L'ARTICOLAZIONE ORGANIZZATIVA UTILIZZATA DALL'AZIENDA SANITARIA LOCALE PER GARANTIRE L'ADI, L'ASSISTENZA NELLE RSA, L'ASSISTENZA SPECIALISTICA ECC. NEL TERRITORIO?

A)   Il dipartimento di area critica

B)   Il distretto

C)   Il consiglio delle professioni sanitarie

Il Distretto Sanitario è una struttura territoriale complessa deputata all'erogazione delle cure primarie attraverso i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta; svolge anche la funzione di filtro della domanda per le prestazioni specialistiche e di diagnostica, nonchè della domanda di prestazioni ospedaliere in regime ambulatoriale e di ricovero.
Il sistema delle cure primarie che comprende i servizi e le prestazioni di cui i cittadini fruiscono a livello territoriale ha compiti di raccordo tra l'assistenza primaria (medicina generale e pediatri di libera scelta) e quella specialistica, consultoriale, domiciliare e semiresidenziale.
Il Distretto svolge quindi un ruolo chiave nella gestione dell'offerta di servizi, nell'integrazione delle esigenze dei diversi soggetti, nella promozione della salute, nella prevenzione delle malattie e delle disabilità, nell'integrazione tra attività territoriali e ospedaliere e tra servizi sociali e socio-sanitari.

I Distretti Socio-Sanitari assicurano:

- medico di famiglia e pediatra
- accesso a esami e prestazioni specialistiche in ambulatori, poliambulatori e ospedali
- emergenza sanitaria: guardia medica e raccordo con 118 e pronto soccorso
- prevenzione: vaccinazioni, informazione e screening
- tutela della salute: ambiente, alimenti, lavoro, veterinaria
- assistenza farmaceutica
- assistenza riabilitativa e protesica
- assistenza domiciliare
- acceso all'assistenza ospedaliera
- acceso all'assistenza residenziale e semi-residenziale
- consultori per l'infanzia, la maternità e la famiglia
- informazione e assistenza amministrativa per l'utilizzo dei vari servizi sanitari e socio sanitar


597   QUALE DELLE SEGUENTI CONDIZIONI È CONFIGURABILE COME OLIGURIA?

+
A)   Volume urinario inferiore a circa 400 ml nelle 24 ore


B)   Mancanza di controllo della minzione

C)   Diminuzione della frequenza della minzione


L'oliguria indica una diminuita escrezione urinaria, dovuta sia per disfunzione dell'apparato urinario, sia per insufficienza renale acuta (prerenale, renale o post-renale) segno di una ridotta funzionalità renale o per altre cause
Oliguria è definita come un flusso di urina inferiore ai 1 ml/kg/h negli infanti, a 0.5 ml/kg/h nei bambini, e ai 400 ml/giorno (17ml/ora) negli adulti. Per esempio, in un adulto di 70 kg, equivale a 0,24 o 0,3 ml/ora/kg. Tuttavia anche il valore di 0,5 ml/kg/h viene comunemente utilizzato per definire oliguria negli adulti.
Olig-(o oligo-) è un prefisso greco che significa piccolo o poco.
L'anuria è definita da alcuni Autori come meno di 50 mL produzione di urina al giorno  sebbene nell'accezione comune sia definita come una produzione di urina minore di 100 mL giornalieri.



598   COS'È UN'EPIDEMIA?

A)   Una malattia della pelle

B)   La comparsa di un numero elevato di casi di una malattia in un certo territorio in un breve periodo di tempo


C)   La presenza costante di un numero limitato di casi di una malattia in un certo territorio

599   A CHI VIENE ATTRIBUITA LA PIÙ CELEBRE DEFINIZIONE DEL NUSERING "LA PECULIARE FUNZIONE DELL'INFERMIERE È QUELLA DI ASSISTERE L'INDIVIDUO MALATO O SANO NELL'ESECUZIONE DI QUELLE ATTIVITÀ CHE CONTRIBUISCONO ALLA SALUTE O AL SUO RISTABILIMENTO (O AD UNA MORTE SERENA), ATTIVITÀ CHE ESEGUIREBBE SENZA BISOGNO DI AIUTO SE AVESSE LA FORZA, LA VOLONTÀ O LA CONOSCENZA NECESSARIE, IN MODO TALE DA AIUTARLO A RAGGIUNGERE L'INDIPENDENZA IL PIÙ RAPIDAMENTE POSSIBILE."?

A)   Virginia Henderson

B)   Dorothea Orem

C)   Hidelgard Peplau

600   LA DECONTAMINAZIONE HA LO SCOPO DI:

A)   Ridurre numericamente i microrganismi da un substrato, abbattendo la carica microbica

B)   Eliminare i microrganismi da un substrato, azzerando la carica microbica

C)   Eliminando i batteri presenti da un substrato, azzerando la carica batterica



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu