Crea sito

Eserciziario per OSS 8 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eserciziario per OSS 8

DOMANDE & RISPOSTE > Inaspettate e imprevedibili > 3° Parte
 


Calze elastiche  a compressione graduata


Le calze a compressione graduata al di sopra del ginocchio sono efficaci per la prevenzione della TVP post-operatoria nei pazienti a moderato rischio chirurgico.

Principi assistenziali per la gestione del paziente che indossa calze a compressione graduata
L’OSS collabora con il personale infermieristico nell’attuazione di questi principi:
• Assicurarsi che le calze siano della taglia corretta
• Per assicurare che le calze siano della taglia corretta, la misurazione deve avvenire in accordo alle raccomandazioni del produttore.
•Se le calze compressive devono fare parte della assistenza postoperatoria del paziente, allora devono essere indossate prima dell’intervento ogni qualvolta sia possibile.
• Documentare le misurazioni e la taglia delle calze, quando indossate per la prima volta, perché servano come misure di riferimento.
• Può essere necessario riprendere regolarmente la misura degli arti inferiori, per evitare potenziali complicanze, correlate al fatto che, l’edema della gamba determina una eccessiva pressione da parte delle calze.
• I piedi e le gambe devono essere asciugati, prima che siano posizionate le calze.
• Le calze dovrebbero essere rimosse almeno una volta al giorno per la cura, l’igiene e la valutazione della pelle. Per alcuni  pazienti può rendersi necessario rimuovere le calze più frequentemente.
• Per un uso a lungo termine delle calze compressive, può esserne richiesto più di un paio per consentirne il lavaggio.
• Le calze compressive devono essere controllate regolarmente, per garantirne il posizionamento corretto e per evitare che vi siano arrotolamenti o restrizioni al circolo.
• Lo stato neurovascolare deve essere controllato regolarmente durante la cura della cute ed in altri momenti, tramite il foro  per l’ispezione nella calza compressiva.
• Monitorare i pazienti che siedono fuori dal letto, per accertarsi che le calze non stiano compromettendo il flusso ematico, agendo da laccio emostatico intorno al ginocchio.
• L’educazione del paziente deve essere una parte importante dell’assistenza prestata e deve contemplare temi come il loro razionale, il posizionamento e la corretta misura delle calze elastiche, la cura della cute e la necessità di monitorare l’edema delle gambe.
• La formazione agli operatori sanitari è necessaria per assicurare il corretto uso delle calze e per ridurre al mimino le violazioni del protocollo.


 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu