Crea sito

Ricerca parassiti - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ricerca parassiti

Procedure OSS > Bisogno di eliminazione intestinale > Prelevamento materiale fecale
 

Raccolta delle feci


Esame feci per ricerca di parassiti

Le feci vanno raccolte su una superficie asciutta tipo una padella da letto, un sacchetto di plastica
posto in un cestino, un foglio di carta posto al di sotto del copri water;  le feci non devono essere contaminate con urina o con acqua.

2)Trasferire una porzione di feci della grandezza minima di una noce in un contenitore pulito
possibilmente di plastica e dotato di un sistema di chiusura che non ne permetta la fuoriuscita; il
volume delle feci trasferito non deve comunque superare la metà del contenitore di trasporto.
NB: attenzione a non contaminare l’ esterno del contenitore con le feci poiché esse possono
contenere batteri, virus e parassiti potenzialmente pericolosi!

3)Chiudere il contenitore ed inviarlo al laboratorio nel piu’ breve tempo possibile dopo averlo
etichettato con nome e cognome, data ed ora della raccolta.


  
E' consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, ma, qualora questo non fosse possibile, possono essere consegnate feci del giorno precedente conservate in frigorifero.    
Poichè l'eliminazione di alcuni parassiti è saltuaria, per un corretto risultato è opportuno eseguire l'esame parassitologico su almeno 3 campioni di feci di giorni diversi
(preferibilmente a giorni alterni).
Nel sospetto di infezione amebica o da parte di altri protozoi intestinali l'esame deve es-
sere eseguito su feci semisolide (dopo un purgante salino) appena emesse e conservate
al caldo.










 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu