Crea sito

Da 351 a 400 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 351 a 400

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Prevenzione

351 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “PREPOSTO”?

A) persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa

B) il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa

C) persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali previsti designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi

352 LE SCALE DEVONO ESSERE OBBLIGATORIAMENTE DOTATE DI:

A) Montanti e pioli

B) Dispositivi antisdrucciolevoli alle estremita` superiori dei montanti e ganci di trattenuta alle estremità inferiori

C) Dispositivi antisdrucciolevoli alle estremita` inferiori dei montanti e ganci di trattenuta alle estremità superiori

353 GLI OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI DI APPALTO O D’OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE, OBBLIGANO IL DATORE DI LAVORO COMMITTENTE:

A) A verificare l’idoneità tecnica delle imprese appaltatrici o dei lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare, promuovere cooperazione e coordinamento, elaborare un unico documento di valutazione dei rischi da interferenze

B) Solo a verificare l’idoneità tecnica delle imprese appaltatrici o dei lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare

C) A verificare che i Datori di Lavoro delle imprese appaltatrici aggiudicatarie applichino in modo corretto il D.Lgs. 81/08 per tutti gli aspetti afferenti le attività proprie oggetto dell’appalto

354 AI SENSI DELL'ART.90, COMMA 7 DEL D.LGS 81/08, QUALI FRA I SEGUENTI NOMINATIVI DEVONO ESSERE INDICATI NEL CARTELLONE DEL CANTIERE?

A) Il nominativo del Coordinatore per la Progettazione e quello del Coordinatore per l'Esecuzione dei Lavori

B) Solo il nominativo del Coordinatore per l'Esecuzione dei Lavori

C) Nominativi dei Lavoratori Autonomi

355 QUANDO È OBBLIGATORIA LA NOMINA DEL MEDICO COMPETENTE?

A) La nomina del Medico Competente è sempre obbligatoria anche per i liberi professionisti e gli artigiani senza dipendenti a carico

B) La nomina del Medico Competente è obbligatoria solo quando vengono manipolate sostanze pericolose

C) La nomina del Medico Competente è obbligatoria nei casi indicati dalla normativa Vigente

356 IL GIUDIZIO DI IDONEITÀ ALLA MANSIONE VIENE ESPRESSO DAL?

A) Medico competente

B) Medico del lavoro dello SPISAL

C) Medico curante del lavoratore


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 38

357 QUAL’È, AI SENSI DEL D.LGS. 81/08 E S.M.I. IL VALORE LIMITE DI ESPOSIZIONE GIORNALIERO ALLE VIBRAZIONI CHE INTERESSANO IL SISTEMA MANO-BRACCIO?

A) Il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 5 m/s2 mentre su periodi brevi è pari a 20 m/s2

B) Il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 3,5 m/s2

C) Il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 7 m/s2

358 IL D.LGS. 196/2003 DISCIPLINA, TRA L'ALTRO, IL TRATTAMENTO DEI "DATI SENSIBILI". QUALI DEI SEGUENTI DATI RIENTRANO IN TALE CATEGORIA?

A) Dati personali idonei a rivelare lo stato di salute

B) Dati personali idonei a rivelare l'esistenza di figli illegittimi

C) Solo i dati personali idonei a rivelare la vita sessuale

359 È CONSENTITO L`UTILIZZO DI UNA SCALA AD ELEMENTI INNESTATI:

A) A condizione che, qualora la lunghezza della scala superi gli 8 metri, la stessa sia munita di rompitratta

B) A condizione che la lunghezza della scala non superi gli 8 metri

C) A condizione che la lunghezza della scala non superi gli 8 metri e una persona eserciti da terra una continua vigilanza

360 GLI ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO AZIENDALE SONO DESIGNATI:

A) Solo dal Datore di lavoro

B) Dal Datore di Lavoro o dal Dirigente

C) Dal Medico Competente

361 I DPI DEVONO ESSERE IMPIEGATI QUANDO:

A) I rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti da misure tecniche di prevenzione, da mezzi di protezione collettiva, da misure, metodi o procedimenti di riorganizzazione del lavoro

B) Quando lo dice il Medico Preposto

C) A scelta del Datore di Lavoro quando non ritenga opportuno adottare misure tecniche di prevenzione, mezzi di protezione collettiva, misure, metodi o procedimenti di riorganizzazione del lavoro

362 LE DISPOSIZIONI RELATIVE AI LUOGHI DI LAVORO DI CUI AL TITOLO II DEL D. LGS. 81/08 E S.M.I. SI APPLICANO ANCHE AI LUOGHI QUALI

A) Mezzi di trasporto

B) Cantieri temporanei e mobili

C) Luoghi di pertinenza dell’azienda dell’unità produttiva, accessibili al Lavoratore

363 LE VERIFICHE STRAORDINARIE AGLI IMPIANTI ELETTRICI, EFFETTUATE DALL'ASL O DALL'ARPA O DAGLI ORGANISMI INDIVIDUATI DAL MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE SULLA BASE DI CRITERI STABILITI DALLA NORMATIVA EUROPEA UNI CEI, SONO EFFETTUATE NEL CASO DI:

A) esito negativo della verifica periodica

B) esito positivo della verifica periodica

C) denuncia da parte del lavoratore dipendente alle autorità

364 QUALE TRA LE DIVERSE FIGURE PROFESSIONALI, AI SENSI DELL’ART. 92 COMMA D DEL D.LGS. 81/08, HA L'OBBLIGO DI “VERIFICARE L'ATTUAZIONE DI QUANTO PREVISTO NEGLI ACCORDI TRA LE PARTI SOCIALI AL FINE DI REALIZZARE IL COORDINAMENTO TRA I RAPPRESENTANTI DELLA SICUREZZA FINALIZZATO AL MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA DEL CANTIERE”?

A) Coordinatore per la Progettazione

B) Responsabile dei Lavori

C) Coordinatore per l'Esecuzione dei Lavori

365 COME POSSO VERIFICARE SE UNA LINEA VAPORE È IN PRESSIONE PER EVITARE IL RISCHIO DI USTIONE ALL’APERTURA DELLE VALVOLE?

A) Apro le valvole seguendo la procedura di lavoro

B) Non è un problema perchè la pressione è bassa

C) Non è un problema perchè il vapore è freddo

366 QUANDO SUSSISTE L’OBBLIGO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO ELETTRICO?

A) Solo quando gli impianti elettrici, presenti nei luoghi di lavoro, sono soggetti a obbligo di progetto

B) In tutti i casi in cui sono presenti rischi connessi all’impiego di materiali, apparecchiature e impianti elettrici messi a disposizione dei lavoratori

C) Solo quando gli impianti elettrici, presenti nei luoghi di lavoro, non siano supportati dalla Dichiarazione di conformità dell’installatore


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 39

367 AI SENSI DEL D.LGS 758 DEL 1994 QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI NON È CORRETTA?

A) Con la prescrizione l'organo di vigilanza può imporre specifiche misure atte a far cessare il pericolo per la sicurezza o per la salute dei lavoratori durante il lavoro

B) Quando risulta l'adempimento alla prescrizione, l'organo di vigilanza ammette il contravventore a pagare in sede amministrativa

C) La prescrizione interviene quando l’organo di vigilanza entro sessanta giorni dalla scadenza non provvede a verificare se la violazione è stata eliminata

368 IN UN MAGAZZINO DOVE VENGONO STOCCATE GRANAGLIE, PER RIDURRE LA POLVEROSITÀ DEVE ESSERE GARANTITO UN RICAMBIO DELL’ARIA?

A) No, si devono dotare cautelativamente gli operatori di maschere

B) Sì, utilizzando anche il ciclo tecnologico più favorevole per ridurre la polverosità all’origine

C) No, perché si può alterare il contenuto di umidità

369 LE ASL SONO DOTATE DI:

A) Personalità giuridica privata e autonomia imprenditoriale

B) Personalità giuridica pubblica e autonomia imprenditoriale

C) Personalità fisica e giuridica allo stesso tempo

370 GLI ISPETTORI DELLE AUTORITÀ PORTUALI (AUTHORITY)

A) Hanno compiti di polizia giudiziaria

B) Hanno compiti di polizia amministrativa e riferiscono al presidente dell’Authority ma in caso di palese accertamento di reati penali in materia di sicurezza ed igiene sul lavoro devono segnalare l’ipotesi di reato alla polizia giudiziaria

C) Sono dei semplici impiegati tecnici che si occupano solo di ambiente

371 PER POTER VALUTARE L`EFFETTO DELLE VIBRAZIONI SULL`UOMO BISOGNA CONSIDERARE DIVERSI PARAMETRI QUALI:

A) La regione di ingresso delle vibrazioni e la loro direzione, il timbro, la velocità, la risonanza, la durata di esposizione

B) La regione di ingresso delle vibrazioni e la loro direzione, la frequenza, l`intensità, la risonanza, la durata di esposizione

C) La regione di ingresso delle vibrazioni e la loro direzione, la frequenza, l`accelerazione, l`intensità, la risonanza, la durata di esposizione

372 IL DATORE DI LAVORO DELL’IMPRESA AFFIDATARIA, PRIMA DI TRASMETTERE AL COORDINATORE PER L’ESECUZIONE I PIANI OPERATIVI DI SICUREZZA (POS) DELLE IMPRESE ESECUTRICI, DEVE:

A) Verificare i contenuti minimi dei suddetti POS definiti nell’Allegato XV del D.Lgs. 81/08

B) Verificare la congruenza dei suddetti POS rispetto al proprio

C) Predisporre il Fascicolo con i contenuti definiti all’allegato XVI del D.Lgs.81/08

373 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08,L’AFFERMAZIONE: “NELLE AZIENDE CHE OCCUPANO SINO A QUINDICI DIPENDENTI IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA È ELETTO O DESIGNATO DIRETTAMENTE DAI LAVORATORI AL LORO INTERNO”:

A) È vera

B) È falsa, perché l’RLS è sempre nominato dal datore di lavoro

C) È falsa, perché nelle aziende fino a 15 dipendenti questa figura non è prevista

374 DAI RILEVAMENTI SUL FENOMENO, NEI MAGGIORI PORTI ITALIANI IL RISCHIO INFORTUNISTICO PIÙ RILEVANTE PER GRAVITÀ È

A) La caduta di carichi sui lavoratori

B) L’investimento da interazione uomo a piedi/mezzo

C) L’intossicazione da merci pericolose movimentate

375 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “RISCHIO”?

A) probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione

B) proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni

C) insieme delle indicazioni mediche, finalizzate alla tutela dello di sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 40

376 AI FINI DEL PRESENTE DECRETO LEGISLATIVO PER AGENTI FISICI SI INTENDONO:

A) Tutte quelle attività che comportano uno sforzo fisico continuato che può danneggiare i lavoratori

B) Il rumore, gli ultrasuoni, gli infrasuoni, le vibrazioni meccaniche, i campi elettromagnetici, le radiazioni ottiche, di origine artificiale, il microclima e le atmosfere iperbariche che possono comportare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori

C) Quei siatemi di sorveglianza delegati a specifiche figure fisiche non sostituibili con apparecchiature elettroniche di videosorveglianza

377 IL POS (PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA) CHE OGNI IMPRESA ESECUTRICE DEVE TRASMETTERE ALL’IMPRESA AFFIDATARIA PRIMA DELL’INIZIO DEI RISPETTIVI LAVORI, DEVE ESSERE OBBLIGATORIAMENTE REDATTO E TRASMESSO ANCHE DAI LAVORATORI AUTONOMI?

A) Solo nel caso di cantieri di entità superiore a 200 uomini-giorno

B) No

C) Si

378 CHI MANTIENE IN EFFICIENZA I DPI E NE ASSICURA LE CONDIZIONI D’IGIENE, MEDIANTE LA MANUTENZIONE, LE RIPARAZIONI E LE SOSTITUZIONI NECESSARIE E SECONDO LE EVENTUALI INDICAZIONI FORNITE DAL FABBRICANTE

A) Il datore di lavoro

B) Il lavoratore

C) Il Medico Preposto

379 LE VIE DI CIRCOLAZIONE, COMPRESE SCALE, SCALE FISSE E BANCHINE E RAMPE DI CARICO COME DEVONO ESSERE?

A) l’importante è segnalarle

B) non esiste nessuna norma, basta che siano transitabili

C) devono essere situate e calcolate in modo tale che i pedoni o i veicoli possano utilizzarle facilmente in piena sicurezza e conformemente alla loro destinazione e che i lavoratori operanti nelle vicinanze di queste vie di circolazione non corrano alcun rischio

380 IN PORTO UN CANTIERE DI RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO:

A) Non ricade sotto il decreto 81/08 in quanto il porto è escluso dall’applicazione del decreto 81/08

B) Ricade nel Titolo IV del decreto 81/08 solo se il committente non è l’Autorità Portuale

C) Ricade in pieno nel Titolo IV del decreto 81/08

381 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “UNITÀ PRODUTTIVA” SI RIFERISCE:

A) al luogo di lavoro

B) il complesso della struttura organizzata dal datore di lavoro pubblico o privato

C) stabilimento o struttura finalizzati alla produzione di beni o all'erogazione di servizi, dotati di autonomia finanziaria e tecnico funzionale

382 IL DATORE DI LAVORO È TENUTO AD EFFETTUARE REGOLARI MANUTENZIONI DELL'IMPIANTO ELETTRICO, NONCHÉ A FAR SOTTOPORRE LO STESSO A VERIFICA PERIODICA:

A) ogni cinque anni, inclusi quelli installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la periodicità è biennale

B) ogni sette anni, ad esclusione di quelli installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la periodicità è triennale

C) ogni cinque anni, ad esclusione di quelli installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio per i quali la periodicità è biennale

383 SONO PREVISTI OBBLIGHI E SANZIONI PENALI A CARICO DEI LAVORATORI IN MATERIA DI PREVENZIONE E SICUREZZA?

A) Solo quando il reato viene commesso più volte

B) Sì, ma solo per i casi in cui la negligenza del lavoratore porti a danni fisici alle persone o economici all'azienda.

C) No

ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 41

384 AI SENSI DEL D. LGS, 81/08 E S.M.I. COSA SI INTENDE PER VIBRAZIONI TRASMESSE AL SISTEMA MANO-BRACCIO?

A) Le vibrazioni meccaniche che, se trasmesse al sistema mano-braccio nell'uomo, determinano l’aumento della fatica e disagio psicologico

B) Le vibrazioni meccaniche che, se trasmesse al sistema mano braccio, possono determinare la perdita della presa sicura sull’apparecchiatura

C) Le vibrazioni meccaniche che, se trasmesse al sistema mano-braccio nell'uomo, comportano un rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare disturbi vascolari, osteoarticolari, neurologici o muscolari

385 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “SORVEGLIANZA SANITARIA”?

A) insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori

B) insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa

C) valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza

386 NEL CASO DI RAMPE DI SCALE DELIMITATE DA DUE PARETI E DESTINATE AL NORMALE ACCESSO AGLI AMBIENTI DI LAVORO:

A) Non sono necessari i corrimano se i gradini delle rampe sono dotati di apposite strisce antiscivolo

B) È necessario che le rampe siano munite di corrimano su entrambi i lati

C) È necessario che le rampe siano munite di almeno un corrimano

387 COME CI SI DEVE COMPORTARE QUALORA L’USO DELLE SCALE, PER LA LORO ALTEZZA O PER ALTRE CAUSE, COMPORTI PERICOLO DI SBANDAMENTO?

A) Non possono essere utilizzate in nessun caso

B) Possono essere adoperate ma solo se adeguatamente assicurate o trattenute al piede da altra persona

C) Possono essere adoperate ma solo se poggianti su supporto stabile, resistente, di dimensioni adeguate e immobile

388 IL DATORE DI LAVORO VIENE DEFINITO COME:

A) Il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore

B) Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione

C) Il soggetto che eroga lo stipendio al lavoratore

389 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE È:

A) Dipendente a tempo indeterminato della ASL stessa

B) Componente di diritto del collegio sindacale della ASL

C) Organo della ASL

390 IL D.LGS.81/2008 TITOLO VIII “AGENTI FISICI”:

A) Prevede che la valutazione del rischio sia effettuata ogni tre anni

B) Prevede che la valutazione del rischio sia effettuata dal Servizio di Prevenzione e Protezione(SPP) purché sia qualificato ed in possesso di specifiche conoscenze in materia

C) Prevede che la valutazione del rischio sia effettuata dal Servizio di Prevenzione e Protezione(SPP)

391 ALLE INFRAZIONI PER LE QUALI E' PREVISTO IL RIMPROVERO VERBALE SI APPLICA LA DISCIPLINA STABILITA:

A) Dal contratto interregionale

B) Dal contratto collettivo

C) Dagli accordi individuali

392 PER I LAVORATORI L`INFORMAZIONE E LA FORMAZIONE IN TEMA DI SICUREZZA SUL LAVORO SONO:

A) Una scelta utile, ma facoltativa

B) Un diritto-dovere obbligatorio

C) Un dovere solo in base alla pericolosità dell`attività svolta

393 LE NORME CEI:

A) Sono lo standard obbligatorio per la realizzazione di un impianto elettrico

B) Sono uno dei possibili standard che, se adottati nella realizzazione di un impianto elettrico, godono della presunzione di conformità per legge

C) Sono norme volontarie che non hanno alcuna influenza quanto alla normativa di sicurezza sul lavoro


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 42

394 SECONDO L`ART. 32 IL MIGLIOR MODO DI TUTELARE IL DIRITTO ALLA SALUTE NELL`AMBIENTE LAVORATIVO È

A) Quello di tutelare il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni

B) quello di tutelare la salubrità dei luoghi in cui il prestatore di lavoro esercita la propria attività, oltre che intervenire sui processi organizzativi e produttivi

C) Quello di tutelare gli infortuni sul lavoro, solo rendendo partecipi i sindacati

395 SE NELL'AMBIENTE DI LAVORO È PRESENTE UN ECCESSIVO RUMORE COME SI PROCEDE?

A) Si calcola il livello di rumore prodotto nell'arco della giornata e si applicano tutte le procedure necessarie affinché il livello sia contenuto

B) Si utilizzano appositi dispositivi per proteggere l'udito

C) Si richiede immediatamente un controllo sanitario

396 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO CHE ORGANIZZA IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RICORRENDO A PERSONE O SERVIZI ESTERNI:

A) È liberato dalla propria responsabilità in materia

B) Commette una violazione, il datore di lavoro è sempre obbligato a organizzare tale servizio all’interno dell’azienda

C) Non è liberato dalla propria responsabilità in materia

397 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “COMPLESSO DELLE ATTIVITÀ DIRETTE A FORNIRE CONOSCENZE UTILI ALLA IDENTIFICAZIONE, ALLA RIDUZIONE E ALLA GESTIONE DEI RISCHI IN AMBIENTE DI LAVORO” SI RIFERISCE?

A) all’informazione

B) alla formazione

C) all’addestramento

398 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE NOMINA:

A) Il presidente del collegio dei revisori

B) I componenti del consiglio dei sanitari

C) Il direttore amministrativo ed il direttore sanitario della ASL

399 LA PERICOLOSITÀ DI UN AGENTE CHIMICO È DATA:

A) Dalle caratteristiche chimico fisiche, condizioni di uso e suscettibilità individuale

B) Dalle caratteristiche chimico fisiche e dall’etichettatura

C) Non ci sono agenti pericolosi in assoluto, dipende tutto dalla suscettibilità individuale

400 L'ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE È:

A) Il modello ordinario di gestione operativa di tutte le attività delle Aziende sanitarie

B) L’unico modello di gestione operativa di tutte le attività delle Aziende sanitarie

C) Il modello più efficace ed efficiente di organizzazione delle attività sanitarie

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu