Crea sito

Da 301 a 310 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 301 a 310

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Infermiere ASL8 > Da 301 a 400

301 IL SISTEMA INTERNAZIONALE DI MISURA È L’INSIEME DI:

A) Nove unità di misura fondamentali

B) Cinque unità di misura fondamentali

C) Sette unità di misura fondamentali


Le grandezze fondamentali del Sistema Internazionale


Il Sistema Internazionale ha identificato sette grandezze indipendenti chiamate grandezze fondamentali
(lunghezza, massa, tempo, corrente elettrica, temperatura, quantità di sostanza e intensità luminosa) e sette corrispondenti unità di misura:
A queste ne sono state aggiunte due supplementari: l'angolo piano che ha come unità di misura il radiante (rad) e l'angolo solido
che ha come unità di misura lo steradiante (sr)




302 QUALE COMPORTAMENTO PUÒ MAGGIORMENTE AIUTARE IL PAZIENTE AD ACCETTARE LA PERDITA DELLA PROPRIA INDIPENDENZA A CAUSA DI UNA MALATTIA?

A) Rieducare il paziente all’indipendenza in modo graduale ma con fare determinato

B) Spingere il paziente a ricercare da solo la soluzione più adeguata ai suoi problemi

C) Coinvolgere il paziente nella cura di sè aiutandolo a valorizzare le proprie risorse

303 LA CARTA DEI DIRITTI DEL MALATO È STATA CREATA PER TUTELARE:

A) Tutti i malati

B) I soggetti deboli (anziani, donne, portatori di handicap)

C) I malati terminali

304 IL RAPPORTO FRA LE COMPRESSIONI TORACICHE E LE VENTILAZIONI DURANTE UNA RCP È:

A) 30 / 5

B) 30 / 2

C) 15 / 2

305 DEVONO ESSERE CONSIDERATI SICURAMENTE NORMALI VALORI DI GLICEMIA:

A) Superiori a 200 mg/dl

B) Superiori a 110 mg/dl

C) Uguali o inferiori a 110 mg/dl

306 PERCHÈ È IMPORTANTE EFFETTUARE LA MOBILIZZAZIONE PRECOCE DEL PAZIENTE OPERATO?

A) Per ridurre il rischio di complicanze trombo-emboliche

B) Per favorire la ripresa della diuresi spontanea

C) Per ridurre il rischio di lesioni derivanti da decubito




307 CHE COS’È LA DISFAGIA?

A) Difficoltà nel passaggio di cibo attraverso l’esofago

B) Dolore retrosternale

C) Senso di bruciore retrosternale
La disfagia è una disfunzione dell'apparato digerente, consistente nella difficoltà a deglutire, ed al corretto transito del bolo nelle vie digestive superiori[1][2]; quasi sempre si manifesta come conseguenza di altri disturbi ostruttivi o motori, come presenza di neoplasie o acalasia. Può riguardare solo i cibi solidi, o anche quelli semiliquidi o liquidi. È da distinguere dall'odinofagia, che consiste in un'algia alla deglutizione.

308 QUALE DI QUESTE AFFERMAZIONI È VERA?


A) La ionizzazione si verifica quando l’energia ceduta dalla particella incidente è minore dell’energia di legame di un elettrone

B) La ionizzazione si verifica quando l’energia ceduta dalla particella incidente è maggiore dell’energia di legame di un elettrone

C) La ionizzazione si verifica quando l’energia ceduta dalla particella incidente è uguale all’energia di legame di un elettrone

PERDITA DI ENERGIA PER COLLISIONI
Una particella carica che penetra nella materia interagisce direttamente con gli elettroni e con gli atomi che incontra lungo il suo percorso.
A  causa  della  natura  elettromagnetica  dell'interazione,  gli  atomi  vengono  eccitati  o ionizzati.
Nell’eccitazione l’atomo compie una transizione dal livello energetico fondamentale ad un livello energetico più elevato (stato eccitato).
La  ionizzazione  si  verifica  invece  quando  l’energia  ceduta  dalla  particella  incidente  è maggiore dell’energia di legame di un elettrone.
Alcuni degli elettroni prodotti possono ricevere energia cinetica sufficiente per  ionizzare a loro volta atomi che incontrano sul loro cammino.
Gli elettroni così prodotti sono definiti secondari
Gli elettroni secondari con energia relativamente elevata (maggiore di 1 KeV) sono anche
chiamati raggi  δδδδ  ( delta )


309 IL PRINCIPALE VANTAGGIO OTTENIBILE CON L’INSERIMENTO DELLA CARTELLA INFERMIERISTICA È:

A) Diminuire in modo significativo i tempi di assistenza diretta

B) Personalizzare l’assistenza

C) Standardizzare le procedure

310 I SINTOMI DI DANNO ALL’EMISFERO CEREBELLARE LATERALE (NEO-CEREBELLUM) COMPRENDONO TUTTI I SEGUENTI, TRANNE:

A) Dismetria e adiadococinesia

B) Atassia di sguardo e postura (stance)

C) Ipotonia

 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu