Crea sito

Eserciziario per OSS 6 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eserciziario per OSS 6

DOMANDE & RISPOSTE > Procedurali e routinarie > 3° Parte

Prova orale ASL 8 Cagliari
La commissione esaminatrice rivolge al candidato questa domanda :
Quali sono le funzioni della cute?

Le funzioni della cute sono:

Funzione di protezione meccanica: La pelle ha infatti una grande resistenza alla trazione, grazie alla disposizione delle fibre collagene nel derma e al forte legame fra le cellule più superficiali dell’epidermide, ma è anche deformabile con il successivo ripristino della forma normale .Una parte delle forze meccaniche viene inoltre assorbita dalla plasticità del derma e del grasso sottocutaneo.
Funzione di protezione dagli effetti nocivi dei raggi solari: attraverso la secrezione di melanina; questa è un pigmento cutaneo, che conferisce colore alla cute.
Funzione di termoregolazione: La pelle permette di mantenere una temperatura costante, grazie alla presenza delle ghiandole sudoripare e di numerosi vasi sanguigni. Se il corpo ha bisogno di calore si ha una contrazione dei vasi sanguigni che provoca una riduzione dell'afflusso di sangue e quindi una minore dispersione di calore... se invece si vuole abbassare la temperatura si ha una dilatazione dei vasi sanguigni che favorisce il flusso ed una maggiore dispersione.
Funzione sensoriale: viene espletata attraverso le terminazioni nervose cutanee, numerosissime perché presenti su tutta la superficie corporea. Queste consentono alla cute di funzionare come un organo di senso, mandando al cervello messaggi relativi alla temperatura, al dolore, al tatto, alla pressione, mediante i recettori informazioni fondamentali ai fini della sopravvivenza. Gli organi recettoriali permettono all'innervazione cutanea di percepire gli stimoli pressori, termici e dolorosi, trasmetterli al sistema nervoso centrale e permettere all'individuo di adattarsi alle condizioni ambientali. I corpuscoli della sensibilità e le terminazioni nervose della sensibilità sono altamente specializzati; esistono recettori per il caldo, per il freddo, per il dolore, per il prurito. La sensibilità pressoria varia da regione a regione del corpo umano, per esempio sui polsi e sul dorso dei piedi è 3 volte e mezzo superiore a quella sull'addome o sulla fronte. Se aumentiamo uno stimolo pressorio sulla pelle , prima si avverte un senso di pressione poi una sensazione di dolore. In seguito a variazioni di temperatura i recettori specifici per la conduzione degli stimoli del caldo e del freddo agiscono velocemente e permettono l’adattamento alla situazione in pochi minuti.


 

Funzione respiratoria: L'ossigeno e l'anidride carbonica possono essere assorbiti dalla pelle. L'ossigeno arriva alla cute sia attraverso l'aria esterna sia da una via interna che è costituita dal sangue. Alcuni calcoli dimostrano che la quantità di ossigeno assorbita giornalmente dalla pelle è di circa 5 litri.
Funzione secretiva:  Attraverso la pelle vengono eliminati cataboliti e scorie dall'interno dell'organismo. La pelle elimina CO2, acqua e sebo, inoltre sono eliminati ioni sodio, piccole quantità di potassio, magnesio, calcio e cloro grazie all'azione delle ghiandole eccrine.Questo fenomeno, nel caso di attività fisica, può essere bilanciato con bevande che assicurano un reintegro idrico e salino. Il sebo, oltre alla funzione emolliente della pelle, ha una funzione antisettica e antimicrobica.
Funzione difensiva antimicrobica   Le proprietà antimicrobiche della pelle sono da attribuire all'acidità della superficie cutanea (pH 5 circa) ed al film idrolipidico prodotto dalle ghiandole cutanee.  Il sebo prodotto, oltre ad una funzione emolliente della pelle, svolge anche una funzione antisettica e antimicrobica. La capacità difensiva della pelle è ottimale se essa è in buone condizioni, ma diminuisce in caso di pelle rovinata, perché in questi casi la composizione del sebo è diversa ed è priva di alcuni elementi importanti.
Funzione riproduttiva: nel loro processo di costante rinnovo le cellule epiteliali salgono dallo strato basale fino alla superficie e, alla fine del ciclo vitale, si staccano. Le cellule vengono eliminate continuamente dalla cute per mantenere la propria elasticità e tono.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu