Crea sito

Quiz infermieri asl 2 Olbia 151 - 200 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz infermieri asl 2 Olbia 151 - 200

I quiz dei concorsi delle ASL 2° parte > Quiz preselezione infermieri Olbia > quiz da 101 a 200

Nota bene: Le risposte ai quiz sono frutto del lavoro di gruppo dei collaboratori di questo sito ABC OSS e del gruppo di lavoro (30 infermieri) del sito web www.infermiereonline.altervista.org
Considerata l'ambiguità di alcuni quiz, esiste la possibilità , seppur minima, che alcune risposte siano discordanti da quelle ufficiali della ASL. Decliniamo quindi ogni responsabilità in merito, e siamo disponibili alla discussione. Grazie!

151   IL DIRETTORE SANITARIO:

A)   Adotta in autonomia le deliberazioni nelle materie di propria competenza

B)   Fornisce parere obbligatorio al direttore generale sugli atti relativi alle materie di competenza

www.biancofrancesco.altervista.org
C)   Fornisce parere obbligatorio al direttore amministrativo sugli atti relativi alle materie di competenza

152   UN DETERGENTE È :

A)   Una sostanza chimica che diminuisce la tensione superficiale favorendo l'asportazione dello sporco

B)   Una sostanza chimica che facilita la pulizia senza ridurre la carica microbica

C)   Una sostanza chimica che impedisce la moltiplicazione dei germi patogeni
www.biancofrancesco.altervista.org
153   IL COLLEGIO SINDACALE:

A)   È composto dai dipendenti che operano nel sevizio bilancio

B)   Accerta la regolare tenuta della contabilità e la conformità del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili

C)   È composto da tutti i membri delle rappresentanze sindacali aziendali

154   NEI SOGGETTI CON MORBO DI CROHN IN FASE DI RIACUTIZZAZIONE LA DIETA DEVE ESSERE:

A)   Prevalentemente liquida

B)   A basso contenuto di fibre

C)   Ad alto contenuto di fibre

155   QUALI SONO I SINTOMI TIPICI DELL'EDEMA POLMONARE ACUTO?

A)   Ipotensione marcata, sonnolenza, dispnea

B)   Dispnea, febbre, decubito supino obbligato

C)   Dispnea, cianosi, tachicardia, espettorato schiumoso
www.biancofrancesco.altervista.org
156   LE "PRECAUZIONI UNIVERSALI" PER LE MALATTIE A TRASMISSIONE PARENTERALE DEVONO ESSERE APPLICATE NEI CONFRONTI DI:

A)   Tutti i pazienti

B)   Pazienti sieropositivi e pazienti di cui non è noto lo stato sierologico

C)   Pazienti sieropositivi e pazienti che fanno parte di categorie a rischio
www.biancofrancesco.altervista.org
157   NEI PAZIENTI CON COLONSTOMIA SIGMOIDEA L'IRRIGAZIONE SI PRATICA:

A)   Per regolarizzare gli intervalli di emissione delle feci, eliminando in alcuni casi l'uso dei sacchetti

B)   Per evitare le irritazioni cutanee

C)   Per diminuire il meteorismo

158   LA MONONUCLEOSI È UNA MALATTIA:

A)   Infettiva causata dallo Streptococco Beta-emolitico di gruppo A

B)   Infettiva causata da un virus della famiglia dei Paramyxovirus

C)   Infettiva causata da un virus della famiglia degli Herpes virus
www.biancofrancesco.altervista.org
159   NELLA POSIZIONE DI TRENDELENBURG LA PARTE SUPERIORE DEL LETTO È:

A)   Più bassa di quella inferiore

B)   Più alta di quella inferiore

C)   A 30° rispetto a quella inferiore
www.biancofrancesco.altervista.org
160   IL DIRETTORE GENERALE NON È ELEGGIBILE A MEMBRO:

A)   Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che le funzioni esercitate non siano cessate almeno centottanta giorni prima della data di scadenza dei periodi di durata dei predetti organi

B)   Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che le funzioni esercitate non siano cessate almeno cinque anni prima della data di scadenza dei periodi di durata dei predetti organi

C)   Dei consigli comunali, dei consigli provinciali, dei consigli e assemblee delle regioni e del Parlamento, salvo che non sia stata ottenuta una speciale deroga ad personam





161   LA POSIZIONE DI ANTI-TRENDELEMBURG È INDICATA IN CASO DI

A)   Insufficienza arteriosa agli arti inferiori

B)   Insufficienza linfatica agli arti inferiori

C)   Insufficienza venosa agli arti inferiori

162   LE REGIONI, ATTRAVERSO LE AZIENDE SANITARIE LOCALI, ASSICURANO:

A)   I livelli essenziali di assistenza

B)   I livelli minimi di assistenza

C)   I migliori livelli di assistenza
www.biancofrancesco.altervista.org
163   IL TARIFFARIO ELABORATO DA ORDINI E COLLEGI INDICA AL PROFESSIONISTA:

A)   la tariffa esatta per ogni prestazione erogata

B)   la tariffa massima che non può in ogni caso essere superata

C)   la tariffa minima esigibile
Evidenziata la più attendibile, ma il nomenclatore tariffario ha un prezzo minimo e un prezzo massimo
164   IN QUALE DEI SEGUENTI AMBITI VIENE SUDDIVISA LA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE?

A)   Penale- civile - disciplinare

B)   Amministrativa - tecnica- civile

C)   Penale - amministrativa - tecnica
www.biancofrancesco.altervista.org
165   LEI SI TROVA IN UNA STANZA DI DEGENZA DELL'UNITÀ OPERATIVA DI MEDICINA GENERALE. MENTRE STA PARLANDO CON UN PAZIENTE IL MALATO DEL LETTO ACCANTO, CHE STAVA SEDUTO SU DI UNA SEDIA, LAMENTA DOLORE, RECLINA IL CAPO E PERDE COSCIENZA. COSA NON DEVE ASSOLUTAMENTE FARE?

A)   Somministrare liquidi al paziente

B)   Stendere il paziente sul pavimento

C)   Controllare i segni vitali del paziente

166   LE LEGGI IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE:

A)   Possono violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana se lo fa per il bene della collettività

B)   Possono sempre violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana

C)   Non possono in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana

167   L'URINA È COMPOSTA:

A)   Dal 90% di acqua e per il 10% di urobilogeno

B)   Dal 95% di acqua e per il 5% di sostanze solide

C)   Dal 95% di acqua e per il 5% di glucosio e proteine

168   IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE È COSTITUITO:

A)   Da tutti i beni mobili e immobili ad esse appartenenti

B)   Da tutti i beni mobili fatta eccezione per le ambulanze medicalizzate

C)   Dal patrimonio del direttore amministrativo

169   QUALE TRA I SEGUENTI NUTRIENTI HA UNA FUNZIONE PLASTICA, INDISPENSABILE IN SITUAZIONI COME L'ACCRESCIMENTO E LA GRAVIDANZA?

A)   Grassi

B)   Zuccheri

C)   Proteine
www.biancofrancesco.altervista.org
170   IN AMBITO SANITARIO LA STERILIZZAZIONE NON È NECESSARIA PER:

A)   Gli oggetti presenti nella stanza del paziente

B)   Ogni presidio che viene introdotto nell'organismo

C)   Gli oggetti che devono entrare a contatto con la cute del paziente
www.biancofrancesco.altervista.org

171   DEFINIRE LA CORRETTA SEQUENZA DELLE PRIORITÀ DA SEGUIRE, TROVANDOSI IMPROVVISAMENTE IN PRESENZA DI UN PAZIENTE CON USTIONI DI SECONDO GRADO CHE INTERESSANO IL 30% DEL CORPO: A) POSIZIONARE UN CATETERE VESCICALE PER MONITORARE LA DIURESI - B) ASSICURARE UNA VIA VENOSA PER LA REINTEGRAZIONE DEI LIQUIDI - C) SOMMINISTRARE ANTIBIOTICI PER VIA PARENTERALE E TOPICA

A)   BAC

B)   BCA

C)   ACB
www.biancofrancesco.altervista.org
172 I PRESIDI TRATTATI CON OSSIDO DI ETILENE DEVONO ESSERE:

A)   Sottoposti a trattamento di degassificazione

B)   Estratti dalla confezione almeno un'ora prima del loro utilizzo

C) Sciacquati con soluzione fisiologica prima dell'uso


173   QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RIFERITE AL PAZIENTE IN ARRESTO CARDIOCIRCOLATORIO, È VERA?

A)   La priorità assoluta è data dal mantenimento della pervietà delle vie aeree

B)   Il massaggio cardiaco non deve essere alternato alla respirazione artificiale

C)   La prima operazione che deve essere realizzata è la defibrillazione

174   PRIMA DELLA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTAZIONE TRAMITE SONDINO NASOGASTRICO:

A)   si deve verificare la presenza di ristagno gastrico

B)   si devono iniettare almeno 50 ml di acqua

C)   si modifica leggermente la posizione del sondino per essere certi che non aderisca alla parete gastrica
www.biancofrancesco.altervista.org
175   LA STERILIZZAZIONE È NECESSARIA:

A)   Per tutto il materiale indipendentemente dal rischio.

B)   Sempre per materiale a basso rischio (termometri, fonendoscopi e similari)

C)   Obbligatoriamente per materiali ad alto rischio ( strumenti chirurgici)
www.biancofrancesco.altervista.org






176   QUALE PRECAUZIONE GENERALE DEVE ESSERE ADOTTATA PRIMA DI MOBILIZZARE UN PAZIENTE CHE HA SUBITO UN INTERVENTO CHIRURGICO?

A)   Attendere che abbia terminato la terapia infusionale

B)   Applicare le fasce elastiche agli arti inferiori

C)   Adottare misure atte a prevenire il reflusso del liquido drenato

www.biancofrancesco.altervista.org
177   CHE COSA SI INTENDE PREVALENTEMENTE PER "ASSISTERE UN PAZIENTE"?

A)   Portarlo a totale recupero dell'integrità fisica

B)   Rispondere ai suoi bisogni di salute

C)   Somministrargli terapie specifiche

178   QUALE TRA LE SEGUENTI AFFERMAZIONI, RELATIVE ALLA SOMMINISTRAZIONE DI OSSIGENO, È FALSA?: "LA SOMMINISTRAZIONE DI OSSIGENO DEVE ESSERE EFFETTUATA...."

A)   Sotto stretto controllo infermieristico

B)   Dietro prescrizione medica

C)   In ogni caso di dispnea imponente

179   IN UN PAZIENTE CON ILEOSTOMIA LE FECI:

A)   Vengono emesse solo se si effettuano irrigazioni ad intervalli di 12-24 ore

B)   Presentano consistenza liquida con elevato contenuto enzimatico

C)   Presentano consistenza normale anche se non sempre sono formate

180   LA SCABBIA È UNA MALATTIA INFETTIVA CONTAGIOSA CHE COLPISCE LA PELLE. UN TEMPO LEGATA A SITUAZIONI DI POVERTÀ E SCARSA IGIENE, LA SCABBIA PUÒ COLPIRE OGGI PERSONE DI OGNI CETO SOCIALE, INDIPENDENTEMENTE DALL'IGIENE PERSONALE. DA COSA È PROVOCATA?

A)   Un batterio

B)   Un virus

C)   Un acaro
www.biancofrancesco.altervista.org
181   IL MODERNO CONCETTO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA SI È AFFERMATO?

A)   Nella seconda metà diciannovesimo secolo in Inghilterra e negli Stati Uniti

B)   Nel medioevo europeo per opera dei monaci cattolici

C)   Nella seconda metà diciottesimo secolo durante la rivoluzione francese

182   QUAL'È L'ORGANISMO DELLE ASL SARDE CHE STABILISCE L'ACCESSO E LA DIMISSIONE DEGLI OSPITI IN UNA RSA?

A)   L'Unità di Valutazione Territoriale (precedentemente l'Unità di Valutazione Geriatrica)

B)   L'Unità di Valutazione Assistenziale Ospedaliera (precedentemente Unità Anziani)

C)   L'unità di Valutazione nominata dall'Assessore Regionale alla Sanità

183   CHI ATTIVA L'ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA?

A)   Il Medico di Medicina Generale

B)   Il Primario della divisione di Geriatria

C)   Lo specialista ambulatoriale

184   LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE TRA I PRINCIPI DI SISTEMA DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DELLA SARDEGNA È INCLUSA:

A)   L'universalità e l'equità nell'accesso alle prestazioni e ai servizi sanitari

B)   L'imparzialità della pubblica amministrazione nell'erogazione dei servizi sanitari

C)   L'insindacabilità della valutazione medica nei casi espressamente previsti da linee guida nazionali

185   LA LEGGE REGIONALE SARDA N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE L'ATTO AZIENDALE INDIVIDUA IN PARTICOLARE:

A)   I nominativi dei direttori responsabili delle strutture complesse e di quelle semplici a valenza dipartimentale

B)   Le strutture semplici dotate di autonomia gestionale

C)   Le strutture operative dotate di autonomia gestionale o tecnico-professionale soggette a rendicontazione analitica

186   QUALE TRA LE SEGUENTI VALUTAZIONI NON RIENTRA TRA QUELLE PRESE IN CONSIDERAZIONE DALLA SCALA DI GLASGOW?

A)   Pressione arteriosa

B)   Risposta motoria

C)   Apertura degli occhi
www.biancofrancesco.altervista.org
187   IN CASO DI PUNTURA ACCIDENTALE DURANTE L'ATTIVITÀ LAVORATIVA CON AGO POTENZIALMENTE INFETTO BISOGNA PROVVEDERE A:

A)   Recarsi dal Medico di Medicina Generale per la prescrizione della opportuna terapia

B)   Assumere quanto prima antibiotici a largo spettro

C)   Denunciare immediatamente l'infortunio al datore di lavoro

188   UN PAZIENTE CON SCHIZOFRENIA DI TIPO CATATONICO PUÒ PRESENTARE:

A)   Alternanza degli stati d'umore

B)   Scarsissima reattività ambientale

C)   Aggressività e autolesionismo

189   NEL CASO IN CUI UNA PUERPERA PRESENTI INGORGO MAMMARIO CHE SI MANIFESTA CON DOLORE E PARTICOLARE TENSIONE DEL SENO, QUALE OPERAZIONE PUÒ COMPIERE UN INFERMIERE AL FINE DI RIDURRE LA SINTOMATOLOGIA E FAVORIRE LA FUORIUSCITA DEL LATTE?

A)   Applicare un impacco caldo

B)   Applicare un impacco freddo

C)   Somministrare diuretici

190   UN LIQUIDO DI VERSAMENTO RISULTA POSITIVO ALLA PROVA DI RIVALTA SE È:

A)   Essudato

B)   Trasudato

C)   Escreato

191   AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO DEVE:

A
)   Aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza sul lavoro

B)   Esprimere giudizi di idoneità alla mansione specifica del lavoratore

C)   Provvedere direttamente ad accertamenti preventivi intesi a constatare l'assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati

192   IN CASO DI PAZIENTE CON EPISODIO CONFUSIONALE ACUTO È PIÙ OPPORTUNO:

A)   Modificare spesso gli orari e i ritmi delle attività assistenziali

B)   Aumentare in modo significativo gli stimoli ambientali di tipo uditivo e visivo

C)   Parlare con il paziente, spiegando ciò che si sta facendo anche in caso di mancati ritorni comunicativi

193   L'UFFICIO DISCIPLINARE ESERCITA IL POTERE DISCIPLINARE:

A)   Quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

B)   Quando il Direttore della struttura di appartenenza con qualifica di dirigenziale ritiene di non poter decidere perché non ha le competenze professionali

C)   Quando la sanzione da applicare è inferiore alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

194   PERCHÉ È IMPORTANTE PIANIFICARE LE AZIONI DELL'INTERVENTO INFERMIERISTICO?

A)   Per poter stabilire le priorità assistenziali in rapporto alle necessità dei pazienti

B)   Per individuare le competenze specifiche di ciascuna figura professionale

C)   Per garantire sempre un identico livello di assistenza nei confronti di tutti i pazienti
www.biancofrancesco.altervista.org
195   IN CASO DI REFERTAZIONE DI MALATTIA O DECESSO DOVUTI ALL'ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI, A QUALE ENTE, ISTITUTO OD ORGANISMO PUBBLICO VA TRASMESSA COPIA DELLA RELATIVA DOCUMENTAZIONE CLINICA?

A)   all'Unità Sanitaria Locale competente per territorio

B)   ai Ministeri della Sanità e del Lavoro e della Previdenza Sociale

C)   all'Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro

196   QUANTE DEVONO ESSERE LE COMPRESSIONI TORACICHE AL MINUTO IN UN SOGGETTO IN ARRESTO CARDIACO?

A)   Almeno 85

B)   Almeno 100

C)   Almeno 120

197   DOVE HA LUOGO LA FORMAZIONE DELLE FECI?

A)   Nell'intestino tenue

B)   Nell'intestino crasso

C)   Nel duodeno

198   SE UN SOGGETTO PRESENTA ARRESTO CARDIACO CONSEGUENTE AD OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE SUPERIORI IL SOCCORRITORE:

A)   Deve proseguire nel tentativo di disostruire le vie aeree

B)   Deve iniziare il massaggio cardiaco esterno anche se le vie aeree sono ostruite

C)   Deve posizionare il soggetto in posizione laterale di sicurezza

199   IN CHE MODO PUÒ ESSERE CALCOLATA, IN FASE PREVENTIVA, L'ESPOSIZIONE QUOTIDIANA PERSONALE DI UN LAVORATORE AL RUMORE?

A)   Si fa riferimento solo ai tempi di esposizione

B)   Si fa riferimento ai tempi di esposizione e ai livelli di rumore standard

C)   Si misurano i livelli di rumore standard

200   QUALE TRA I SEGUENTI È UN VETTORE DI TRASMISSIONE DI MALATTIE INFETTIVE?

A)   Acqua

B)   Zanzara

C)   Aria

www.biancofrancesco.altervista.org

 
Torna ai contenuti | Torna al menu