Crea sito

D.LGS 81/08 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

D.LGS 81/08

Tutto Test > Quiz a Tema

Documenti correlati su normativa socio sanitaria :
Test D.LGS. 502/92
Test la Legge regionale della Sardegna 10/2006
Test la Legge regionale della Sardegna 10/2006
Test D.Lgs 81/2008
Test Legge 833/1978
Test D.L. 165/2001
Test Costituzione
Test Legge 241/1990
Test D.P.R 445/2000 Documentazione amministrativa
Test L.R. 39/2001 Legge Regionale Basilicata
Test D.Lg 196/2003 Privacy



L'abc dei quesiti del D.Lgs 81/2008


1) SECONDO QUANTO INDICATO NEL D.LGS 81/08 QUALE DELLE SEGUENTI DESCRIZIONI È RIFERIBILE AI CARTELLI DI SALVATAG
GIO?  
A)**** Pittogramma bianco su fondo verde  

B)  Pittogramma nero su fondo giallo, bordo nero  
C)  Pittogramma nero su fondo bianco, bordo e banda rossi  

2) SECONDO QUANTO INDICATO NEL D.LGS 81/08 I CARTELLI PER LE ATTREZZATURE ANTINCENDIO HANNO FORMA:  
A) ****Quadrata o rettangolare  
C)  Triangolare  
D)  Rotonda  

3) SECONDO QUANTO INDICATO NEL D.LGS 81/08 I CARTELLI DI DIVIETO HANNO FORMA:  

A)  Quadrata o rettangolare  
B)  Triangolare  
C)****Rotonda

4) La sorveglianza sanitaria, ai sensi del D.Lgs.n.81/08, comprende quali visite?
A) La visita medica per accertare lo stato di gravidanza
B) ****La visita medica preventiva intesa a constatare l'assenza di controindicazioni al lavoro
C) La visita medica effettuata in fase preassuntiva

5) Secondo le prescrizioni contenute nell'allegato XV del D.Lgs. 81/08, il piano operativo di sicurezza, è redatto:
A) ****Dal datore di lavoro delle imprese esecutrici
B) Dal coordinatore per l'esecuzione dei lavori
C) Dal rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

6) SECONDO QUANTO INDICATO NEL D.LGS 81/08 I CARTELLI DI SALVATAGGIO HANNO FORMA:  
A) Triangolare  
B) Rotonda  
C)**** Quadrata o rettangolare

7) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “IL COMPLESSO DELLE DISPOSIZIONI O MISURE NECESSARIE ANCHE SECONDO LA PARTICOLARITÀ D EL LAVORO, L'ESPERIENZA E LA TECNICA, PER EVITARE O DIMINUIRE I RISCHI PROFESSIONALI NEL RISPETTO DELLA SALUTE DELLA POPOLAZIONE E DELL'INTEGRITÀ DELL'AMBIENTE ESTERNO” SI RIFERISCE:  
A)  Alla valutazione dei rischi  
B) Alla sorveglianza sanitaria  
C) ****Alla prevenzione

8) Ai sensi dell'art.224 D.Lgs. n.81/08, quali misure devono essere adottate dal datore di lavoro al fine di ridurre i rischi che possono derivare da agenti chimici pericolosi?
A) ****Deve ridurre al minimo il numero dei lavoratori che sono esposti agli agenti chimici
B) Deve aumentare il numero dei lavoratori in modo tale da ridurre le ore di esposizione per ciascuno di loro
C) Concedere pause più frequenti e più lunghe durante la lavorazione

9) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “VALUTAZIONE GLOBALE E DOCUMENTATA DI TUTTI I RISCHI PER LA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI PRESENTI NELL'AMBITO DELL'ORGANIZZAZIONE IN CUI ESSI PRESTANO LA PROPRIA ATTIVITÀ, FINALIZZATA AD INDIVIDUARE LE ADEGUATE MISURE DI PREVENZIONE E DI PROTEZIONE E AD ELABORARE IL PROGRAMMA DELLE MISURE ATTE A GARANTIRE IL MIGLIORAMENTO NEL TEMPO DEI LIVELLI DI SALUTE E SICUREZZA” SI RI FERISCE:  
A)   Alla prevenzione  
B) Alla sorveglianza sanitaria  
C) ****Alla valutazione dei rischi


10) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “IL COMPLESSO DELLE  DISPOSIZIONI O MISURE NECESSARIE ANCHE SECONDO LA PARTICOLARITÀ D EL LAVORO, L'ESPERIENZA E LA TECNICA, PER EVITARE O DIMINUIRE I RISCHI PROFESSIONALI NEL RISPETTO DELLA SALUTE DELLA POPOLAZIONE E DELL'INTEGRITÀ DELL'AMBIENTE ESTERNO” SI RIFERISCE:  
A)   Alla valutazione dei rischi  
B) Alla sorveglianza sanitaria
C) ****Alla prevenzione

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la definizione di «lavoratore» ricomprende anche:  
Gli apprendisti.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la delega di funzioni da parte del datore di lavoro:
Non esclude l'obbligo di vigilanza in capo al datore di lavoro in ordine al corretto espletamento da parte del delegato delle funzioni trasferite.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la demolizione dei muri:
 
Se effettuata con attrezzature manuali, deve essere espletata servendosi di ponti di servizio indipendenti dall'opera in demolizione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la demolizione di parti di strutture:  
Salvo l'osservanza delle leggi e dei regolamenti speciali e locali, può essere effettuata mediante rovesciamento per trazione o per spinta, ma solo per le parti di strutture aventi altezza sul terreno non superiore a 5 metri.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la formazione dei lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro:
Deve essere periodicamente ripetuta in relazione all'evoluzione dei rischi o all'insorgenza di nuovi rischi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la legge stabilisce, tenuto conto del progresso tecnico e della disponibilità di misure per controllare il rischio alla fonte, che:  
I rischi derivanti dall'esposizione agli agenti fisici sono eliminati alla fonte o ridotti al minimo.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la riduzione dei rischi alla fonte:  
E' una misura generale di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la valutazione di tutti i rischi per la salute e sicurezza:  
E' una misura generale di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la valutazione di tutti rischi e la designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi:  
Non sono delegabili dal datore di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, prima di intraprendere lavori di demolizione o di manutenzione, il datore di lavoro:  
Adotta, anche chiedendo informazioni ai proprietari dei locali, ogni misura necessaria volta ad individuare la presenza di materiali a potenziale contenuto d'amianto.

11)   AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “VALUTAZIONE GLOBALE E DOCUMENTATA DI TUTTI I RISCHI PER LA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI PRESENTI NELL'AMBITO DELL'ORGANIZZAZIONE IN CUI ESSI PRESTANO LA PROPRIA ATTIVITÀ, FINALIZZATA AD INDIVIDUARE LE ADEGUATE MISURE DI PREVENZIONE E DI PROTEZIONE E AD ELABORARE IL PROGRAMMA DELLE MISURE ATTE A GARANTIRE IL MIGLIORAMENTO NEL TEMPO DEI LIVELLI DI SALUTE E SICUREZZA” SI RI FERISCE:
 
A)   Alla prevenzione  
B) Alla sorveglianza sanitaria
C)**** Alla valutazione dei rischi

12) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “PROCESSO EDUCATIVO ATTRAVERSO IL QUALE TRASFERIRE AI LAVORATORI ED AGLI ALTRI SOGGETTI DEL SISTEMA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE CONOSCENZE E PROCEDURE UTILI ALLA ACQUISIZIONE DI COMPETENZE PER LO SVOLGIMENTO IN SICUREZZA DEI RISPETTIVI COMPITI IN AZIENDA E ALLA IDENTIFICAZIONE, ALLA RIDUZIONE E ALLA GESTIONE DEI RISCHI” SI RIFERISCE:
 

A)**** Alla formazione  
B)  All’addestramento  
C)  All’informazione  

13) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “COMPLESSO DELLE  ATTIVITÀ DIRETTE A FORNIRE CONOSCENZE UTILI ALLA IDENTIFICA ZIONE, ALLA RIDUZIONE E ALLA GESTIONE  DEI RISCHI IN AMBIENTE DI LAVORO” SI RIFERISCE:  

A)  Alla formazione  
B)  All’addestramento  
C)**** All’informazione  

14) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI”?  
A)  complesso dei soggetti istituzionali che concorrono, con la partecipazione delle parti sociali, alla realizzazione dei programmi di intervento finalizzati a migliorare le condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori  
B)  valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione
e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute
e sicurezza    
C
)**** insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione  
dai rischi professionali per i lavoratori

15) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA”?

A)  persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa  
B)**** persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro  
C)  persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali previsti designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi

16) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “INSIEME DEGLI ATTI MEDICI, FINALIZZATI ALLA TUTELA DELLO STATO DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI, IN RELAZIONE ALL'AMBIENTE DI LAVORO, AI FATTORI DI RISCHIO PROFESSIONALI E ALLE MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITÀ LAVORATIVA” SI RIFERISCE:  
A)  Alla prevenzione  
B)  Al sistema di promozione della salute e sicurezza  
C
)**** Alla sorveglianza sanitaria  

17)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “COMPLESSO DELLE ATTIVITÀ DIRETTE A FARE APPRENDERE AI LAVORATORI L'USO CORRETTO DI ATTREZZATURE, MACCHINE, IMPIANTI, SOSTANZE, DISPOSITIVI, ANCHE DI PROTEZIONE INDIVIDUALE, E LE PROCEDURE DI LAVORO” SI RIFERISCE:  

A)  Alla formazione  
B)**** All’addestramento  
C)  All’informazione  

18) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, QUANDO IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA PUÒ CONVOCARE  UNA APPOSITA RIUNIONE?  
A)  Mai, la riunione è convocata dal responsabile del servizio prevenzione e protezione  
B)  Ogniqualvolta venga richiesto dalle rappresentanze sindacali aziendali  
C)**** In caso di significative variazioni delle condizioni di esposizione al rischio  

19) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, PER SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SI INTENDE:  
A)  L’insieme dei sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva  
B)  Il complesso delle disposizioni o misure adottate o previste in tutte le fasi dell'attività lavorativa per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno    
C)**** L’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva

20)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “UNITÀ PRODUTTIVA” SI RIFERISCE A:  

A)**** Stabilimento o struttura finalizzati alla produzione di beni o all'erogazione di servizi, dotati di autonomia finanziaria e tecnico funzionale
B)  Il complesso della struttura organizzata dal datore di lavoro pubblico o privato  
C)  Il luogo di lavoro  

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, sono classificati quali lavori di costruzione edile o di ingegneria civile:  Il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge:
E' un obbligo del preposto.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, tra le attività che ricadono nell'ambito di applicazione della protezione da agenti chimici, è compreso anche l'immagazzinamento di tali agenti?  
Si.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, tutti i presidi antincendio:
Sono identificati mediante colorazione rossa, mentre la loro ubicazione è segnalata da un apposito cartello.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, vanno valutati i rischi correlati a una qualsiasi entità microbiologica, cellulare o meno, in grado di riprodursi o trasferire materiale genetico?
Si, sempre, in quanto costituisce un "microrganismo".

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro:  
Il datore di lavoro non può svolgere anche le funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro:  
Nelle aziende ovvero unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori, è stabilito in tre il numero minimo dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro:  
E' vietato, in generale, destinare al lavoro locali chiusi sotterranei o semisotterranei.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro:
L'esercizio delle funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale è incompatibile con l'esercizio di altre funzioni sindacali operative.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro:
 E' fatto divieto di disarmare qualsiasi tipo di armatura di sostegno, quando sulle strutture insistano carichi accidentali e temporanei.


21)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, LA DEFINIZIONE “IL COMPLESSO DELLA STRUTTURA ORGANIZZATA DAL DATORE DI LAVORO PUBBLICO O PRIVATO” SI RIFERISCE:  

A)  All’unità produttiva  
B)**** All’azienda
C)  Al luogo di lavoro

22) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER  “RISCHIO”?  
A)  Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni  
B)  Insieme delle indicazioni mediche, finalizzate alla tutela dello stato di sicurezza dei lavoratori in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa  
C)**** Probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato
fattore o agente oppure alla loro combinazione  

23) AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1 LETTERA U DEL D.LGS N. 81/08, CHI HA IL COMPITO DI MUNIRE I LAVORATORI DI APPOSITA TESSERA DI RICONOSCIMENTO, CORREDATA DI FOTOGRAFIA, CONTENENTE LE GENERALITÀ DEL LAVORATORE E L’INDICAZIONE DEL DATORE DI LAVORO?  

A) ****Il datore di lavoro e il dirigente  
B)  Il coordinatore della sicurezza  
C)  Il rappresentante dei lavoratori  

24) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO È OBBLIGATO  A PROVVEDERE AFFINCHÉ:  

A)  Siano messi a disposizione delle rappresentanze sindacali e del rappresentante dei lavoratori i luoghi di lavoro, gli  impianti e i dispositivi per la verifica periodica onde assicurare condizioni igieniche adeguate    
*   B) I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni  
igieniche adeguate


C)  Il medico competente attesti che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengono sottoposti a regolare pulitura,
onde assicurare condizioni igieniche adeguate

25) AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1 LETTERA U DEL D.LGS N. 81/08, CHI HA IL COMPITO DI MUNIRE I LAVORATORI DI APPOSITA TESSERA DI RICONOSCIMENTO, CORREDATA DI FOTOGRAFIA, CONTENENTE LE GENERALITÀ DEL LAVORATORE E L’INDICAZIONE DEL DATORE DI LAVORO?  
A)**** Il datore di lavoro e il dirigente  
B)  Il coordinatore della sicurezza
C)  Il rappresentante dei lavoratori  

26)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO È OBBLIGATO  A PROVVEDERE AFFINCHÉ:  
A)  Siano messi a disposizione delle rappresentanze sindacali e del rappresentante dei lavoratori i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi per la verifica periodica onde assicurare condizioni igieniche adeguate    
B)**** I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni  igieniche adeguate

C)  Il medico competente attesti che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengono sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

27) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, CIASCUN LAVORATORE DEVE:  

A)  Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal medico competente  
B)****Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal datore di lavoro  
C)  Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di
lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal rappresentante della sicurezza

28) IL FUNZIONARIO NON AVENTE QUALIFICA DIRIGENZIALE PUÒ ESSERE CO NSIDERATO DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.LGS. 81/08?  
A)**** Si, se risulta preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale   
B)  No, mai  
C)  Si, se risulta preposto in base a una specifica determinazione del dirigente  

29) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE DAI RISCHI PROFESSIONALI PROVVEDE ANCHE A:  
A)  Elaborare l’organizzazione del lavoro, la programmazione e l’attuazione delle misure preventive e protettive  
B)**** Elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali  
C)  Elaborare le prescrizioni degli organi di vigilanza  

30) AI SENSI DELL’ART. 17 DEL D.LGS. 81/08 QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO NON DELEGABILI?  
A)  Programmare ed effettuare la sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41 attraverso protocolli sanitari definiti con il medico competente    
B)**** La valutazione di tutti i rischi con la conseguente elaborazione del documento previsto dall’articolo 28 e la  designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi
C) Sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale provvedimento legislativo regola i criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro?  Il decreto del Ministro dell'interno in data 10 marzo 1998.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale, tra i seguenti elementi, deve essere contenuto in un piano di sicurezza e di coordinamento?  Una relazione concernente l'individuazione, l'analisi e la valutazione dei rischi concreti, con riferimento all'area ed alla organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale, tra le seguenti figure, verifica affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico?  Il preposto.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale, tra le seguenti, è una figura della sicurezza aziendale? Medico Competente.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale, tra le seguenti, è una figura della sicurezza aziendale? Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale, tra le seguenti, è una figura della sicurezza aziendale? Datore di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quali sanzioni sono previste in caso di violazioni delle norme sulla segnaletica?  Arresto o ammende, secondo la gravità del reato.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quali, tra i seguenti argomenti, deve obbligatoriamente prevedere la formazione dei lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro?  Organizzazione della prevenzione aziendale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quali, tra i seguenti fattori di rischio, è considerato "agente fisico"?  Il rumore.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quali, tra i seguenti requisiti, deve avere la delega di funzioni da parte del datore di lavoro?  Il delegato possegga tutti i requisiti di professionalità ed esperienza richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate.

31)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO CHE ORGANIZZA IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RICORRENDO A PERSONE O SERVIZI ESTERNI:

A)  È liberato dalla propria responsabilità in materia  
B)  L’affermazione è errata, il datore di lavoro è sempre obbligato a organizzare tale servizio all’interno dell’azienda  
C) ****Non è liberato dalla propria responsabilità in materia

32) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER  “FORMAZIONE”?  
A)**** Processo educativo attraverso il quale trasferire ai lavoratori ed agli altri soggetti del sistema di prevenzione e    protezione aziendale conoscenze e procedure utili alla acquisizione di competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda e alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi
B)  Complesso delle attività dirette a fare apprendere ai lavoratori l'uso corretto di attrezzature, macchine, impianti,sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale, e le procedure di lavoro  
C)  Complesso delle attività dirette a fornire conoscenze utili alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi in ambiente di lavoro  

33) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO DEVE:  
A)**** Aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute  e della sicurezza sul lavoro  
B)  Provvedere direttamente ad accertamenti preventivi intesi a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati  
C)  Esprimere giudizi di idoneità alla mansione specifica del lavoratore  

34)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER  “PREVENZIONE”?
A)  Insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa  
B)  Valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito
dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza    
C)**** Il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la   tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno

35) AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “ADDESTRAMENTO”?  
A)  Processo educativo attraverso il quale trasferire ai lavoratori ed agli altri soggetti del sistema di prevenzione e protezione aziendale conoscenze e procedure utili alla acquisizione di competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda e alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi  
B)  Complesso delle attività dirette a fornire conoscenze utili alla identificazione, alla riduzione e alla gestione dei rischi in ambiente di lavoro    
C)**** Complesso delle attività dirette a fare apprendere ai lavoratori l'uso corretto di attrezzature, macchine, impianti,  sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale, e le procedure di lavoro

36)  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SECONDO LE DEFINIZIONI INDICATE  ALL’ART. 2, COSA SI INTENDE PER “PERICOLO”?  
A)**** Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni  
B)  Insieme delle indicazioni mediche, finalizzate alla tutela dello di sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente  di  lavoro,  ai  fattori  di  rischio  professionali  e  alle  modalità  di  svolgimento  dell'attività lavorativa  
C)  Probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione  

37) Dispone l'art. 99 del D.Lgs. n. 81/2008, che la  notifica preliminare è trasmessa agli organi  competenti dal:
A) *****Committente o responsabile dei lavori
B) Datore di lavoro dell'impresa esecutrice
C) Progettista dell'opera

38) Secondo quanto disposto dal D.Lgs. 81/08, il  datore di lavoro che omette di comunicare  annualmente all'Inail i nominativi dei  rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, è   punibile:
A) Con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.500 a  4.500 euro
B) Con l'arresto da 2 a 4 mesi
C)**** Con la sanzione amministrativa pecuniaria di  500 euro

39) Che cosa si intende nel Decreto n.81/2008 e smi. per valutazione dei rischi?
a) *****La valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’organizzazione aziendale, finalizzata ad individuare adeguate misure di prevenzione e protezione e ad elaborare il programma delle azioni da svolgere.
b) La valutazione dei rischi cui sono esposti solo alcune categorie di lavoratori
c) La valutazione dei rischi relativa ai reparti dove si svolgono le lavorazioni più pericolose

40) Chi è titolare dell’obbligo di valutazione dei rischi?
a) Il tecnico responsabile del servizio di prevenzione e protezione
b) ****Il datore di lavoro
c) Il datore di lavoro o il tecnico responsabile del servizio di prevenzione e protezione a loro scelta

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'impiego di macchine asportatrucioli durante la lavorazione di materiale che producono trucioli corti:  Costituisce attività per cui può rendersi necessario mettere a disposizione del lavoratore appropriati dispositivi di protezione individuale degli occhi e del volto.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'istituzione, da parte del datore di lavoro, del servizio di prevenzione e protezione interno all'azienda:  E' obbligatoria nelle aziende industriali con oltre 200 lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'organizzazione dei necessari rapporti con i servizi pubblici competenti in materia di primo soccorso, salvataggio, lotta antincendio e gestione dell'emergenza, a quale, fra i seguenti scopi, deve essere perseguita dal datore di lavoro?  Ai fini dell'evacuazione dei luoghi di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei cantieri in cui è prevista la presenza, anche non contemporanea, di più imprese esecutrici:  Il committente, anche nei casi di coincidenza con l'impresa esecutrice, o il responsabile dei lavori, contestualmente all'affidamento dell'incarico di progettazione, designa il coordinatore per la progettazione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei cantieri temporanei o mobili possono essere adottati provvedimenti di sospensione da parte dell'autorità di vigilanza:  Quando si riscontra l'impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi di aziende con più unità produttive e/o nei casi di gruppi d'imprese:
 Il datore di lavoro può nominare più medici competenti individuando tra essi un medico con funzioni di coordinamento.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi di aziende con più unità produttive nonché nei casi di gruppi di imprese: Può essere istituito un unico servizio di prevenzione e protezione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi in cui i rischi derivanti dal rumore non possono essere evitati con altre misure di prevenzione e protezione collettive, il datore di lavoro:  Ha l'obbligo di fornire dispositivi di protezione individuale per l'udito contro i rischi derivanti dal rumore durante il lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei casi in cui il medico competente preveda l'inidoneità alla mansione specifica di un lavoratore:  Il datore di lavoro adibisce il lavoratore, ove possibile, a mansioni equivalenti o, in difetto, a mansioni inferiori garantendo il trattamento corrispondente alle mansioni di provenienza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei lavori che possono dar luogo a proiezione di schegge, come quelli di spaccatura o scalpellatura di blocchi o pietre e simili:  Devono essere predisposti efficaci mezzi di protezione a difesa sia delle persone direttamente addette a tali lavori sia di coloro che sostano o transitano in vicinanza. Tali misure non sono richieste per i lavori di normale adattamento di pietrame nella costruzione di muratura comune.

41) Quando deve essere rielaborato il documento di valutazione dei rischi?
a) Ogni sei mesi
b) A discrezione del datore di lavoro
c) ****Ogni volta che viene modificato il processo produttivo o l’organizzazione del lavoro; in relazione alle innovazioni tecniche; a seguito di infortuni significativi; sulla base dei risultati della sorveglianza sanitaria

42) Il documento di valutazione dei rischi deve avere data certa che viene attestata con la sottoscrizione di:
a) Il datore di lavoro e il responsabile del servizio di prevenzione e protezione
b) ****Il datore di lavoro, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione, il medico competente, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
c) Il datore di lavoro e il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

43) Da chi è costituito il sistema di gestione della sicurezza?
a) Datore di lavoro, dirigenti e preposti
b) ****Datore di lavoro, dirigenti, preposti, Responsabile e Addetti al Servizio di prevenzione e protezione, medico competente, lavoratori, Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
c) Tutti i lavoratori e il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione

44) Quali obblighi non può delegare il datore di lavoro?
a) *****La valutazione dei rischi e la designazione del Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione
b) La formazione, l’informazione e addestramento dei lavoratori
c) Le comunicazioni da effettuare all’INAIL

45) La funzione prevenzionale è svolta dall’INAIL:
a) Esclusivamente a livello centrale
b) Esclusivamente a livello provinciale
c
) ****A tutti i livelli della struttura (Direzione generale, Direzione Regionale, Sedi)

46) Ai sensi dell’art.8 del D.lgs. n.81/2008 e smi. L’INAIL garantirà la gestione tecnica e informatica del SINP. Che cosa è il SINP?
a) ****Un sistema informativo che costituisce la base di conoscenza dei rischi e dei danni da lavoro integrata e condivisa per orientare la programmazione e pianificazione di interventi di prevenzione da parte della Pubblica Amministrazione
b) Un sistema di calcolo del rischio per il datore di lavoro
c) Un sistema informatico che consente di inviare informazioni alle Pubbliche Amministrazioni

47) La formazione dei lavoro in materia di salute e sicurezza con particolare riferimento al loro posto di lavoro e alle loro mansioni è obbligatoria in occasione di:
a) assunzione
b) acquisto di nuove macchine
c) ****Assunzione, trasferimento o cambiamento di mansioni, introduzione di nuove attrezzature, tecnologie, sostanze pericolose

48) Il Decreto Legislativo n.81/2008 e smi. ha previsto la possibilità per il datore di lavoro di delegare ad altri soggetti alcuni obblighi. La delega deve:
a) ****Risultare da atto scritto recante data certa
b) Essere data oralmente durante la riunione periodica
c) Essere conosciuta solo dal datore di lavoro e dal delegato

49) Quali sono le aree di intervento assegnate all’INAIL dalla normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro?
a) Incentivazione economica alle aziende per il miglioramento delle condizioni di lavoro
b) ****Informazione, assistenza e consulenza, formazione, promozione in materia anche attraverso il sostegno economico
c) Vigilanza

50) Il sistema di gestione della salute e sicurezza applicato all’interno dell’INAIL prevede che il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione sia:
a) Un tecnico esterno sempre per garantirne l’autonomia
b) ****Un professionista o un tecnico dei rami professionali accertamento rischi e prevenzione ed edilizia
c) Il responsabile del processo prevenzione di ciascuno stabile

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le macchine per centrifugare e simili:  Debbono essere usate entro i limiti di velocità e di carico stabiliti dal costruttore. Tali limiti debbono risultare da apposita targa ben visibile applicata sulla macchina e debbono essere riportati su cartello con le istruzioni per l'uso, affisso presso la macchina.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota:  Non si applicano ai lavori di prospezione, ricerca e coltivazione delle sostanze minerali.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le vibrazioni meccaniche trasmesse al corpo intero: Possono comportare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare lombalgie e traumi del rachide.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le vie e le uscite di emergenza: Sono evidenziate da apposita segnaletica, conforme alle disposizioni vigenti, durevole e collocata in luoghi appropriati.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'eliminazione dei rischi e, ove ciò non sia possibile, la loro riduzione al minimo in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico:  E' una misura generale di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'illuminazione del posto di lavoro dotato di videoterminali deve garantire:  Un contrasto appropriato tra lo schermo e l'ambiente.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei lavori di scavo di trincee:  Le tavole di rivestimento delle pareti devono sporgere dai bordi degli scavi di almeno 30 centimetri.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei lavori di splateamento o sbancamento:  Quando la parete del fronte di attacco supera l'altezza di m 1,50, è vietato il sistema di scavo manuale per scalzamento alla base e conseguente franamento della parete.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nel caso di incidenti o di emergenza derivanti dalla presenza di agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro, quali, tra le seguenti misure, devono essere adottare?  I soggetti non protetti devono immediatamente abbandonare la zona interessata.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nella realizzazione di opere provvisionali in genere per i lavori edili:  L'altezza dei montanti deve superare di almeno 1,20 metri l'ultimo impalcato.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nella valutazione dei rischi di esplosione: Vanno presi in considerazione i luoghi che sono o possono essere in collegamento, tramite aperture, con quelli in cui possono formarsi atmosfere esplosive.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nell'ambito della protezione da agenti mutageni e cancerogeni, cosa si intende per "valore limite"?  Se non altrimenti specificato, è il limite della concentrazione media, ponderata in funzione del tempo, di un agente cancerogeno o mutageno nell'aria, rilevabile entro la zona di respirazione di un lavoratore, in relazione ad un periodo di riferimento determinato, specificamente stabilito.

51) L’INAIL, dovendo applicare la normativa in materia di salute e sicurezza al proprio interno, ha individuato:
a) Un solo datore di lavoro per la Direzione Generale, uno per tutte le Direzioni regionali e uno per ciascuna Sede
b) Un unico datore di lavoro a livello nazionale
c) ****Il datore di lavoro nel dirigente più alto in grado per il personale che svolge l’attività lavorativa in un determinato stabile; per le strutture subordinate è stato attivato l’istituto della delega.

52) Nel modello organizzativo adottato da INAIL il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione è:
a) ****affiancato dagli Addetti al Servizio di prevenzione e protezione negli stabili con estensione della superficie delle Unità produttive superiore a 10.000 mq
b) affiancato dagli Addetti al Servizio di prevenzione e protezione negli stabili con estensione della superficie delle Unità produttive superiore a 1.000.000 mq
c) affiancato dagli Addetti al Servizio di prevenzione e protezione solo su sua richiesta

53) Gli organismi paritetici, ai quali il D.lgs. N.81/2008 e smi. attribuisce vari compiti in materia di salute e sicurezza, sono costituiti:
a) ****Da una o più associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale
b) Dalle rappresentanze sindacali aziendali per occuparsi di temi collegati alla salute e sicurezza
c) Da un ugual numero di membri dell’amministrazione e dei dipendenti

54) La riunione periodica di prevenzione e protezione deve essere indetta dal datore di lavoro nelle aziende con più di 15 dipendenti:

a) Ogni sei mesi
b) ****Almeno una volta l’anno
c) Quando il datore lo ritenga necessario

55) Il decreto Legislativo n.81/2008 e smi. si applica:
a) Alle amministrazioni pubbliche
b) Alle aziende private
c
) ****A tutti i settori di attività privati e pubblici tranne quelli espressamente esclusi nell’art. 3

56) L’informazione è il complesso delle attività dirette a fornire conoscenze utili alla identificazione, riduzione e gestione dei rischi in ambienti di lavoro. Quali debbono essere le sue caratteristiche?
a) ****Deve essere facilmente comprensibile per i lavoratori e deve consentire loro di acquisire le relative conoscenze.
b) Deve essere effettuata esclusivamente in forma scritta
c) Deve riguardare solo i principali rischi presenti in azienda

57) Il D.lgs. N.81/2008 e smi. prevede che il datore di lavoro effettui all’INAIL la comunicazione:
a) Dei nominativi di tutti i lavoratori ai quali si applica la normativa in materia di salute e sicurezza
b) ****Dei nominativi dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza in caso di nuova elezione o designazione
c) Dei nominativi degli incaricati della gestione dell’emergenza

58) Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza come viene individuato?
a) ****È eletto o designato dai lavoratori con modalità diverse a seconda del numero dei dipendenti dell’unità produttiva
b) è nominato dal datore di lavoro unitamente al Medico competente
c) è scelto tra gli iscritti ad un apposito Albo presso il Ministero del Lavoro

59) I lavoratori in attuazione della normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro sono obbligati a:
a) Togliere i dispositivi di sicurezza dalle apparecchiature se inutilizzabili
b) Seguire i comportamenti dei colleghi più anziani
c) ****Utilizzare in modo appropriato i dispositivi di protezione messi a disposizione dal datore di lavoro

60) La normativa in materia di salute e sicurezza prevede che il datore di lavoro fornisca obbligatoriamente la formazione:
a) solo ai dirigenti per il ruolo che rivestono in azienda
b) ****ai lavoratori e ai loro rappresentanti , ai dirigenti e ai preposti
c) solo ai lavoratori perché utilizzano le attrezzature pericolose

61) Il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi?
a) Si, sempre
b) No, mai
c) ****Si, ma nei limiti previsti dal Decreto Legislativo n.81/2008 e smi.

62) Quale fra le seguenti figure programma ed effettua la sorveglianza sanitaria?

a) ****Il medico competente
b) Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione nell’ambito della valutazione dei rischi
c) Il datore di lavoro


Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, a quale dei seguenti requisiti devono essere conformi i Dispositivi di Protezione Individuale?  Poter essere adattati all'utilizzatore secondo le sue necessità.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, a quale dei seguenti requisiti devono essere conformi i Dispositivi di Protezione Individuale? Essere adeguati ai rischi da prevenire, senza comportare di per sé un rischio maggiore.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, ai lavoratori all'uopo incaricati è riservato:  L'utilizzo delle attrezzature che richiedono, per il loro impiego, conoscenze o responsabilità particolari in relazione ai loro rischi specifici.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, al lavoratore deve essere sempre garantita informazione e formazione circa la movimentazione manuale dei carichi?  Si.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, all'atto della scelta delle attrezzature di lavoro, il datore di lavoro prende in considerazione, tra l'altro:  I rischi derivanti da interferenze con le altre attrezzature già in uso.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza? La persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, chiunque noleggi o conceda in uso attrezzature di lavoro senza operatore:  Deve, al momento della cessione, attestarne il buono stato di conservazione, manutenzione ed efficienza ai fini della sicurezza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, come è definito il committente in caso di appalto di un'opera pubblica? E' il soggetto titolare del potere decisionale e di spesa relativo alla gestione dell'appalto.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, come è definito il dispositivo di protezione individuale?  Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, con la seguente sigla "DPI" si intende indicare:  Dispositivo di Protezione Individuale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa permettono di raggiungere le «vie di emergenza»?  Un luogo sicuro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa può essere sottoposto alla Commissione per gli interpelli? Quesiti di ordine generale sull'applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza del lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa può provocare un "agente biologico di gruppo 4"?  Malattie gravi in esseri umani e costituire un serio rischio per i lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa può provocare un agente biologico?  Infezioni, allergie o intossicazioni.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa si intende per attrezzatura di lavoro?  Qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto, inteso come il complesso di macchine, attrezzature e componenti necessari all'attuazione di un processo produttivo, destinato ad essere usato durante il lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, cosa si intende per uomini-giorno?  Entità presunta del cantiere, rappresentata dalla somma delle giornate lavorative prestate dai lavoratori, anche autonomi, previste per la realizzazione dell'opera.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, deve essere adottato: Il modello di organizzazione e di gestione idoneo ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica di cui al D.Lgs. 231/2001.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, durante la costruzione o il consolidamento di cornicioni di gronda e di opere sporgenti dai muri:  Devono essere adottate precauzioni per impedirne la caduta, ponendo armature provvisorie atte a sostenerle fino a che la stabilità dell'opera sia completamente assicurata.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, durante la realizzazione dell'opera per cui è stato designato, il coordinatore per l'esecuzione dei lavori: Organizza tra i datori di lavoro, ivi compresi i lavoratori autonomi, la cooperazione ed il coordinamento delle attività nonché la loro reciproca informazione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, durante le operazioni di montaggio, smontaggio o trasformazione di ponteggi fissi: Il datore di lavoro provvede ad evidenziare le parti di ponteggio non pronte per l'uso mediante segnaletica di avvertimento di pericolo generico e delimitandole con elementi materiali che impediscono l'accesso alla zona di pericolo.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, è previsto che i lavoratori, in caso di pericolo grave e immediato che non può essere evitato, possano cessare la loro attività, abbandonando immediatamente il luogo di lavoro?  Si.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, è vietato effettuare operazioni di saldatura o taglio, al cannello od elettricamente:  Su recipienti o tubi chiusi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, gli apparecchi per saldatura elettrica o per operazioni simili:  Devono essere provvisti di interruttore omnipolare sul circuito primario di derivazione della corrente elettrica.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, gli apparecchi portatili per individuare e segnalare rischi e fattori nocivi:  Non costituiscono dispositivi di protezione individuali.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, gli installatori e montatori di impianti, attrezzature di lavoro o altri mezzi tecnici:  Per la parte di loro competenza, devono attenersi alle norme di salute e sicurezza sul lavoro, nonché alle istruzioni fornite dai rispettivi fabbricanti.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, gli utensili elettrici portatili e gli apparecchi elettrici mobili:  Devono avere un isolamento supplementare di sicurezza fra le parti interne in tensione e l'involucro metallico esterno.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i cartelli di prescrizione:  Hanno forma rotonda e presentano un pittogramma bianco su fondo azzurro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i cartelli segnaletici:  Vanno sistemati tenendo conto di eventuali ostacoli, ad un'altezza e in una posizione appropriata rispetto all'angolo di visuale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i datori di lavoro delle imprese affidatarie di lavori di costruzione edile:  Verificano la congruenza dei piani operativi di sicurezza (POS) delle imprese esecutrici rispetto al proprio, prima della trasmissione dei suddetti piani operativi di sicurezza al coordinatore per l'esecuzione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici di lavori di costruzione edile:  Curano la protezione dei lavoratori contro le influenze atmosferiche che possono compromettere la loro sicurezza e la loro salute.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici di lavori di costruzione edile:  Predispongono l'accesso e la recinzione del cantiere con modalità chiaramente visibili e individuabili.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i datori di lavoro interessati cooperano all'attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro incidenti sull'attività lavorativa oggetto dell'appalto:  In caso di affidamento di servizi a lavoratori autonomi all'interno di un'azienda.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i dispositivi di aspirazione per gas, vapori e polveri esplosivi o infiammabili, se costituenti elementi degli impianti di produzione o di lavorazione:  Devono essere provvisti di valvole di esplosione, collocate all'esterno dei locali in posizione tale da non arrecare danno alle persone in caso di funzionamento.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i Dispositivi di Protezione Individuale:  Vanno impiegati quando i rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti da misure tecniche di prevenzione, da mezzi di protezione collettiva, da misure, metodi o procedimenti di riorganizzazione del lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i ganci utilizzati nei mezzi di sollevamento e di trasporto:  Devono portare in rilievo o incisa la chiara indicazione della loro portata massima ammissibile.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i lavoratori che operano o che transitano presso organi in rotazione presentanti pericoli di impigliamento dei capelli, o presso fiamme o materiali incandescenti:  Devono essere provvisti di appropriata cuffia di protezione, resistente e lavabile e che racchiuda i capelli in modo completo.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i lavoratori devono poter disporre di un locale di riposo facilmente accessibile?  Si, quando la sicurezza e la salute dei lavoratori, segnatamente a causa del tipo di attività, lo richiedono.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i lavoratori di aziende che svolgono attività in regime di appalto o subappalto:  Devono esporre apposita tessera di riconoscimento, corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l'indicazione del datore di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i lavoratori:  Non apportano modifiche, di propria iniziativa, ai dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione dal datore di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i lavori in cassoni ad aria compressa:  Sono classificati quali comportanti rischi particolari per la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i locali destinati o da destinarsi a uffici, indipendentemente dal tipo di azienda, e per quelli delle aziende commerciali:  I limiti di altezza sono quelli individuati dalla normativa urbanistica vigente.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i luoghi di lavoro destinati deposito:  Devono avere, su una parete o in altro punto ben visibile, la chiara indicazione del carico massimo dei solai, espresso in chilogrammi per metro quadrato di superficie.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i medici che svolgono la funzione di medico competente:  Sono in possesso di titoli e requisiti specifici previsti dal Decreto e sono iscritti nell'elenco dei medici competenti istituito presso il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i piani di sicurezza e di coordinamento:  Sono corredati da tavole esplicative di progetto, relative agli aspetti della sicurezza, comprendenti almeno una planimetria sull'organizzazione del cantiere e, ove la particolarità dell'opera lo richieda, una tavola tecnica sugli scavi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i ponteggi fissi di altezza superiore a 20 metri, devono essere eretti in base:  Ad un progetto comprendente il calcolo di resistenza e stabilità eseguito secondo le istruzioni approvate nell'autorizzazione ministeriale, nonché il disegno esecutivo.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i ponti su ruote a torre devono essere costruiti:  Conformemente alla norma tecnica UNI EN 1004.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i progettisti dei luoghi e dei posti di lavoro e degli impianti:  Rispettano i principi generali di prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro al momento delle scelte progettuali e tecniche e scelgono attrezzature, componenti e dispositivi di protezione rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari in materia.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i recipienti adibiti al trasporto dei liquidi o materie infiammabili, corrosive, tossiche o comunque dannose, quando sono vuoti:  Se non sono destinati ad essere reimpiegati per le stesse materie già contenute, devono, subito dopo l'uso, essere resi innocui mediante appropriati lavaggi a fondo, oppure distrutti adottando le necessarie cautele.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i rischi derivanti da agenti chimici pericolosi devono essere eliminati o ridotti al minimo mediante:  Fornitura di attrezzature idonee per il lavoro specifico e relative procedure di manutenzione adeguate.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, i soggetti beneficiari delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento:  Non sono computati ai fini della determinazione del numero di lavoratori dal quale il decreto legislativo fa discendere particolari obblighi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il "segnale luminoso":  E' emesso da un dispositivo costituito da materiale trasparente o semitrasparente, illuminato dall'interno o dal retro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «datore di lavoro»:  E' il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «datore di lavoro»:  Esercita poteri decisionali e di spesa.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «medico competente»:  E' un medico in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali di cui al D.Lgs. 81/08, che collabora con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei rischi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «medico competente»:  E' un medico, con adeguati titoli e requisiti formativi di cui al D.Lgs. 81/08, nominato dal datore di lavoro per effettuare la sorveglianza sanitaria.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi»:  Può essere interno o esterno all'azienda.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il «Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi»:  E' finalizzato all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro deve adottare misure particolari, al fine di ridurre i rischi di esposizione agli agenti fisici:  Per i lavoratori minorenni.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro deve valutare il rischio per la vista e per gli occhi del videoterminalista?  Si, in ogni caso.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro effettua i lavori temporanei in quota:  Soltanto se le condizioni meteorologiche non mettono in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro prende le misure necessarie affinché:  Siano curati la tenuta e l'aggiornamento del registro di controllo delle attrezzature di lavoro per cui lo stesso è previsto.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro può svolgere direttamente, in casi specificamente previsti, i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi?  Si, dandone preventiva informazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, ai fini della gestione delle emergenze:  Garantisce la presenza di mezzi di estinzione idonei alla classe di incendio ed al livello di rischio presenti sul luogo di lavoro, tenendo anche conto delle particolari condizioni in cui possono essere usati.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, ai fini della scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale, quale dei seguenti adempimenti deve attuare?  Valutare, sulla base delle informazioni e delle norme d'uso fornite dal fabbricante a corredo dei Dispositivi di Protezione Individuale, le caratteristiche dei Dispositivi disponibili sul mercato e raffrontarle con le caratteristiche dei Dispositivi necessarie affinché questi siano adeguati ai rischi che non possono essere evitati con altri mezzi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, ai fini della scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale, quale dei seguenti adempimenti deve attuare?  Effettuare l'analisi e la valutazione dei rischi che non possono essere evitati con altri mezzi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, ai fini della scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale, quale dei seguenti adempimenti deve attuare?  Individuare le caratteristiche dei Dispositivi di Protezione Individuale necessarie affinché questi siano adeguati ai rischi che non possono essere evitati con altri mezzi, tenendo conto delle eventuali ulteriori fonti di rischio rappresentate dagli stessi Dispositivi di Protezione Individuale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, ai fini della scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale, quale dei seguenti adempimenti deve attuare?  Aggiornare la scelta ogni qualvolta intervenga una variazione significativa negli elementi di valutazione.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, al fine di assicurare la migliore tutela prevenzionistica inerente l'esposizione a agenti cancerogeni o mutageni, è tenuto a:  Provvedere alla regolare e sistematica pulitura dei locali, delle attrezzature e degli impianti.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, al fine di assicurare la migliore tutela prevenzionistica inerente l'esposizione a agenti cancerogeni o mutageni, può ricorrere anche a dispositivi di protezione individiuali riparati?  Si.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, al fine di assicurare la migliore tutela prevenzionistica inerente l'esposizione a agenti cancerogeni o mutageni, è tenuto a:  Assicurare che la raccolta e l'immagazzinamento, ai fini dello smaltimento degli scarti e dei residui, delle lavorazioni contenenti agenti cancerogeni, avvengano in condizioni di sicurezza, in particolare utilizzando contenitori ermetici etichettati in modo chiaro, netto, visibile.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, con riferimento alla valutazione dei rischi di attività lavorative che comportano l'esposizione a più agenti chimici pericolosi, è tenuto:  A valutare i rischi in base al rischio che comporta la combinazione di tutti i suddetti agenti chimici.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, nel caso di incidenti o di emergenza derivanti dalla presenza di agenti chimici pericolosi sul luogo di lavoro, quali, tra le seguenti misure, deve adottare?  Quelle necessarie per approntare sistemi d'allarme e altri sistemi di comunicazione necessari per segnalare tempestivamente l'incidente o l'emergenza.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, nel caso di un'attività nuova che comporti la presenza di agenti chimici pericolosi, è tenuto:  A predisporre la valutazione dei rischi che essa presenta e l'attuazione delle misure di prevenzione, prima dell'inizio dell'attività, che non può iniziare altrimenti.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, nel prendere i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza:  Tiene conto anche delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro, oltre ai lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, quando sia stato superato un valore limite di esposizione professionale agli agenti chimici stabilito dalla normativa vigente, provvede:  Ad identificare e rimuovere le cause che hanno cagionato tale superamento, adottando immediatamente le misure appropriate di prevenzione e protezione dei rischi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, riguardo le attrezzature di lavoro la cui sicurezza dipende dalle condizioni di installazione, provvede affinché:  Siano accompagnate da un documento attestante l'esecuzione dell'ultimo controllo con esito positivo, qualora vengano usate al di fuori della sede dell'unità produttiva.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, riguardo le attrezzature di lavoro soggette a influssi che possono provocare deterioramenti suscettibili di dare origine a situazioni pericolose, provvede affinché queste siano sottoposte:  Ad interventi di controllo straordinari al fine di garantire il mantenimento di buone condizioni di sicurezza, ogni volta che intervengano eventi eccezionali che possano avere conseguenze pregiudizievoli per la sicurezza delle attrezzature di lavoro, compresi i periodi prolungati di inattività.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro, sulla base dell'attività e della valutazione dei rischi da agenti chimici, provvede:  A garantire la riduzione del rischio mediante, tra l'altro, la progettazione di appropriati processi lavorativi e controlli tecnici, nonché uso di attrezzature e materiali adeguati.
1 AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08, IL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE DEVE REDIGERE IL PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO:
* 1) Durante la progettazione dell’opera e comunque prima della richiesta di presentazione delle offerte

2) Dopo la progettazione dell’opera

3) Prima della progettazione dell’opera

2 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE È:
*
1) la persona designata dal datore di lavoro in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’art. 8 bis

2) La persona designata dai lavoratori, interna all’azienda, in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’art. 8 bis

La persona designata dal datore di lavoro e dal medico competente all’esterno dell’azienda in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’art. 8 bis

3 AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELLE DISPOSIZIONI DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08, SI INTENDE PER CANTIERE TEMPORANEO MOBILE:
* 1) Qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile

2) Qualunque luogo in cui si effettuano lavori edili o di ingegneria civile, ivi compresi quelli svolti in mare

Qualunque luogo in cui si effettuano lavori di ricerca e coltivazione di sostanze minerali

4 IL FUNZIONARIO NON AVENTE QUALIFICA DIRIGENZIALE PUÒ ESSERE CO NSIDERATO DATORE DI LAVORO AI SENSI DEL D.LGS. 81/08?
* 1) Si, se risulta preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale

2) No, mai

3) Si, se risulta preposto in base a una specifica determinazione del dirigente

5 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL MEDICO COMPETENTE:
* 1) Può essere un dipendente del datore di lavoro

2) Non può mai essere un dipendente del datore di lavoro

3) È sempre un dipendente del datore di lavoro

6 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, NELL’ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE IL DATORE DI LAVORO:

*
1) Può avvalersi di persone esterne all’azienda, salva la designazione all’interno dell’azienda o dell’unità produttiva di una o più persone per l’espletamento del servizio d i prevenzione e protezione

2) Deve avvalersi di persone esterne all’azienda

3) Non può avvalersi di persone esterne all’azienda

7 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA VIGILANZA SULL’APPLICAZIONE DELLA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO È SVOLTA:
* 1) Dall’unità Sanitaria Locale

2) Dalle rappresentanze sindacali aziendali

3) Dal Ministero della Salute di concerto con il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale


8 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL SERVIZIO DI PROTEZIONE E PREVENZIONE DAI RISCHI PROFESSIONALI PROVVEDE ANCHE A:
*
1) Elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali

2) Elaborare l’organizzazione del lavoro, la programmazione e l’attuazione delle misure preventive e protettive

3) Elaborare le prescrizioni degli organi di vigilanza

9 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, PER SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SI INTENDE:

* 1) L’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva

2) L’insieme dei sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva

3) Il complesso delle disposizioni o misure adottate o previste in tutte le fasi dell'attività lavorativa per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno

10 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DOCUMENTO CONTENENTE LA RELAZIONE SULLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SICUREZZA E PER LA SALUTE DURANTE IL LAVORO È:
* 1) Elaborato dal datore di lavoro e custodito presso l’azienda

2) Elaborato dal datore di lavoro ed inviato alla Unità Sanitaria Locale competente

3) Elaborato dal responsabile del servizio di prevenzione e protezione e custodito presso l’azienda

11 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, CIASCUN LAVORATORE DEVE:

*
1) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal datore di lavoro

2) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal medico competente

3) Prendersi cura della propria sicurezza e della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui possono ricadere gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione ed alle istruzioni ed ai mezzi forniti dal rappresentante della sicurezza

12 AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08, IN CASO DI APPALTO DI OPERA PUBBLICA IL PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO:

* 1) Si considera trasmesso attraverso la messa a disposizione del piano medesimo a tutti i concorrenti alla gara d’appalto art.13 come modificato dal D.Lgs. 528/99

2) Deve essere inviato a tutti i concorrenti alla gara d’appalto

3) Deve essere messo a disposizione della sola impresa vincitrice della gara d’appalto

13 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DOCUMENTO CONTENENTE IL PROGRAMMA DELLE MISURE RITENUTE OPPORTUNE PER GARANTIRE IL MIGLIORAMENTO NEL TEMPO DEI LIVELLI DI SICUREZZA È:
* 1) Elaborato dal datore di lavoro

2) Elaborato dal medico competente

Elaborato dal responsabile della sicurezza

14 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA VALUTAZIONE DI TUTTI I RISCHI PER LA SICUREZZA E PER LA SALUTE DEI LAVORATORI, ED IL RELATIVO DOCUMENTO, SONO:

* 1) Rielaborati in occasione di modifiche del processo produttivo significative ai fini della sicurezza e della salute dei lavoratori

2) Rielaborati in collaborazione con il rappresentante per la sicurezza nei casi in cui sia obbligatoria la sorveglianza sanitaria

3) Sottoposti a revisione periodica da parte del medico competente

15 LE DISPOSIZIONI DEL DECRETO LEGISLATIVO 81/08 TITOLO IV VENGONO APPLICATE ALLE ATTIVITÀ SVOLTE IN STUDI TEATRALI, CINEMATOGRAFICI, TELEVISIVI O IN ALTRI LUOGHI IN CUI SI EFFETTUANO RIPRESE?
* 1) Si, purché tali attività implichino l'allestimento di un cantiere temporaneo o mobile

2) No, mai

3) Si, sempre

16  I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA CONTRO LE CADUTE POSSONO PRESENTARE INTERRUZIONI?
* 1) Soltanto nei punti in cui sono presenti scale a pioli o gradini

2) No, (il Nuovo Testo Unico per la Sicurezza, D.Lgs 81/08 lo vieta esplicitamente)

3) Si, (il Nuovo Testo Unico per la Sicurezza, D.Lgs 81/08 non impone limitazioni)

17 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO, IN CASO DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL’INTERNO DELL’AZIENDA AD IMPRESE APPALTATRICI:
* 1) Fornisce ad esse dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sono destinate ad operare

2) Fornisce alle stesse i nominativi del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e del medico competente

Fornisce alle stesse informazioni sulle procedure che riguardano la lotta antincendio e l’evacuazione dei lavoratori

18  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI DEVE AVVENIRE:

* 1) In occasione dell’assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

2) Entro un anno dall’assunzione, dal trasferimento o cambiamento di mansioni, dall'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

3) Almeno 30 giorni prima dell’assunzione, del trasferimento o cambiamento di mansioni, dell'introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi

19 IL DATORE DI LAVORO DELL’IMPRESA AFFIDATARIA, PRIMA DI TRASMETTERE AL COORDINATORE PER L’ESECUZIONE I PIANI OPERATIVI DI SICUREZZA (POS) DELLE IMPRESE ESECUTRICI, DEVE:
* 1) Verificare la congruenza dei suddetti POS rispetto al proprio

2) Verificare i contenuti minimi dei suddetti POS definiti nell’Allegato XV del D.Lgs 81/08

3) Predisporre il Fascicolo con i contenuti definiti all’Allegato XVI del D.Lgs 81/08

20 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, I RESPONSABILI E GLI ADDETTI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEVONO TRA L’ALTRO:

* 1) Essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore

2) Essere inseriti in un apposto albo tenuto presso la competente Unità Sanitaria Locale, al termine di un corso di formazione, con verifica dell’apprendimento

3) Essere in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea

21 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL RAPPRESENTANTE PER LA SICUREZZA:

* 1) Può autonomamente fare ricorso alle autorità competenti, qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonee a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro

2) Può, solo previa segnalazione al medico competente, ed autonomamente in caso di urgenza, fare ricorso alle autorità competenti, qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonee a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro

3) Può, solo previa segnalazione alle rappresentanze sindacali, fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro

22  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, I LAVORATORI ADDETTI ALLE ATTIVITÀ PER LE QUALI LA VALUTAZIONE DEI RISCHI HA EVIDENZIATO UN RISCHIO PER LA SALUTE SONO:
* 1) Sottoposti a vigilanza sanitaria

2) Sottoposti a trattamenti di profilassi da parte del medico competente

Inseriti in un registro compilato dal medico competente e comunicato all’Istituto Superiore per la prevenzione e la sicurezza

23 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL COORDINATORE PER L’ESECUZIONE DEI LAVORI DEVE:

* 1) Durante la realizzazione dell’opera, verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l'applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'art. 12, e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro

2) Durante la progettazione dell’opera, verificare, con opportune azioni di coordinamento e controllo, l'applicazione, da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, delle disposizioni loro pertinenti contenute nel piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'art. 12, e la corretta applicazione delle relative procedure di lavoro

3) Durante la realizzazione dell’opera, predisporre un fascicolo contenente le informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori, tenendo conto delle specifiche norme di buona tecnica

24  AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO CHE ORGANIZZA IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE RICORRENDO A PERSONE O SERVIZI ESTERNI:
* 1) Non è liberato dalla propria responsabilità in materia

2) L’affermazione è errata, il datore di lavoro è sempre obbligato a organizzare tale servizio all’interno dell’azienda

È liberato dalla propria responsabilità in materia

25  L’ART. 1, COMMA 3 DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 APRILE 2009, N. 59 STABILISCE CHE:

* 1) i criteri generali di cui al comma 1 e 2 dell’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 si applicano alla prestazione energetica per l’edilizia pubblica e privata anche riguardo alle ristrutturazioni di edifici esistenti.

2) i criteri generali di cui al comma 1 e 2 dell’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 si applicano esclusivamente alla prestazione energetica per l’edilizia pubblica.

3) i criteri generali di cui al comma 1 e 2 dell’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n. 59 si applicano alla prestazione energetica per l’edilizia pubblica e privata tranne che alle ristrutturazioni di edifici esistenti.

26 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, QUANDO IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA PUÒ CONVOCARE UNA APPOSITA RIUNIONE?
* 1) In caso di significative variazioni delle condizioni di esposizione al rischio

2) Ogniqualvolta venga richiesto dalle rappresentanze sindacali aziendali

3) Mai, la riunione è convocata dal responsabile del servizio prevenzione e protezione

27 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO È OBBLIGATO  A PROVVEDERE AFFINCHÉ:

* 1) I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengano sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

2) Il medico competente attesti che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi vengono sottoposti a regolare pulitura, onde assicurare condizioni igieniche adeguate

3) Siano messi a disposizione delle rappresentanze sindacali e del rappresentante dei lavoratori i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi per la verifica periodica onde assicurare condizioni igieniche adeguate

28 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, SI INTENDE PER DISPOSITIVO DI PROTEZIONE INDIVIDUALE:

* 1) Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

2) Qualsiasi attrezzatura dei servizi di soccorso e di salvataggio, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo

3) Qualsiasi attrezzatura di protezione individuale, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo


29 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO DEVE:

* 1) Aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza sul lavoro

2) Provvedere direttamente ad accertamenti preventivi intesi a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati

3) Esprimere giudizi di idoneità alla mansione specifica del lavoratore

30 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, I PROVVEDIMENTI NECESSARI IN MATERIA DI PRONTO SOCCORSO:

* 1) Sono presi dal datore di lavoro, o da uno o più lavo ratori da lui incaricati, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati

2) Sono presi dal medico competente, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati

3) Sono presi esclusivamente dal datore di lavoro, tenendo conto della natura dell'attività e delle dimensioni dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati







Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro:  Fornisce al servizio di prevenzione e protezione ed al medico competente informazioni in merito alla descrizione degli impianti e dei processi produttivi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro:  Richiede l'osservanza, da parte dei singoli lavoratori, delle norme vigenti, nonché delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e di igiene del lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuali messi a loro disposizione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il datore di lavoro:  Stabilisce le procedure aziendali da seguire, al termine dell'utilizzo, per la riconsegna e il deposito dei dispositivi di protezione individuale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il dirigente che organizza e dirige un'attività aziendale secondo le attribuzioni e competenze ad egli conferite dal datore di lavoro, quali, tra i seguenti doveri, è chiamato ad adempiere?  Adotta le misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e fornisce istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato ed inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il dirigente che organizza e dirige un'attività aziendale secondo le attribuzioni e competenze ad egli conferite dal datore di lavoro:  Designa preventivamente i lavoratori incaricati dell'attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell'emergenza.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il documento di valutazione dei rischi, redatto dal datore di lavoro, contiene anche elementi relativi all'organizzazione interna per la sicurezza?  Si, l'individuazione delle procedure per l'attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell'organizzazione aziendale che vi debbono provvedere.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il documento di valutazione dei rischi, redatto dal datore di lavoro:  Deve essere custodito presso l'unità produttiva alla quale si riferisce la valutazione dei rischi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il documento di valutazione dei rischi, relativo ad una impresa di nuova costituzione, è redatto dal datore di lavoro:  Entro novanta giorni dalla data di inizio dell'attività della nuova impresa.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il lavoratore addetto ai videoterminali ha diritto:  Ad interruzioni dell'attività.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il lavoratore svolge un'attività lavorativa per:  Datori di lavoro (pubblici o privati).

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il lavoratore, per essere considerato quale "addetto ai videoterminali", deve:  Utilizzarli in modo sistematico o abituale per venti ore settimanali.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il lavoratore:  Non rimuove o modifica senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il medico competente collabora con il datore di lavoro al fine di effettuare la valutazione dei rischi?  Si.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il medico competente:  Può essere un dipendente del datore di lavoro presso il quale svolge tale funzione.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il movimento dell'aria:  E' uno dei principali caratteri microclimatici.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il preposto:  Richiede l'osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e da istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza riceve informazioni:  Provenienti dai servizi di vigilanza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:  E' consultato preventivamente e tempestivamente in ordine alla valutazione dei rischi, alla individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nella azienda o unità produttiva.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:  Nelle aziende o unità produttive con più di 15 lavoratori, è eletto o designato dai lavoratori nell'ambito delle rappresentanze sindacali in azienda; in assenza di tali rappresentanze, il rappresentante è eletto dai lavoratori della azienda al loro interno.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il rappresentante di lavoratori per la sicurezza di sito produttivo:  E' individuato, tra l'altro, nei cantieri con almeno 30.000 uomini-giorno, intesa quale entità presunta dei cantieri.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il ricorso a persone o servizi esterni per organizzare, da parte del datore di lavoro, il servizio di prevenzione e protezione:  E' obbligatorio in assenza di dipendenti che, all'interno dell'azienda ovvero dell'unità produttiva, siano in possesso dei requisiti previsti dal Decreto stesso.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il servizio prevenzione e protezione provvede, tra l'altro:  Ad individuare i fattori di rischio, a valutare i rischi e ad individuare le misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell'organizzazione aziendale.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, il servizio prevenzione e protezione provvede, tra l'altro:  A partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in quale caso il datore di lavoro deve assicurare la disponibilità di servizi sanitari adeguati provvisti di docce con acqua calda e fredda, nonché, se del caso, di lavaggi oculari e antisettici per la pelle?  Laddove, nell'attività di valutazione dei rischi, si evidenzino specifici rischi per la salute dei lavoratori dovuti ad agenti biologici.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in quale caso il datore di lavoro deve attivarsi affinché la produzione o l'utilizzazione di agenti cancerogeni o mutageni avvenga in un sistema chiuso, purché tecnicamente possibile?  Qualora non sia tecnicamente possibile sostituire l'agente cancerogeno o mutageno.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in quale caso il datore di lavoro deve evitare l'utilizzazione di agenti biologici nocivi, se il tipo di attività lavorativa lo consente?  Laddove, nell'attività di valutazione dei rischi, si evidenzino specifici rischi per la salute dei lavoratori, correlati all'esposizione degli stessi ad agenti biologici.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in quale, tra i seguenti casi, il datore di lavoro deve adottare specifiche misure di emergenza?  Qualora si verifichino incidenti che possano provocare la dispersione nell'ambiente di un agente biologico appartenente ai gruppi 2, 3 o 4.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in quale, tra i seguenti casi, il lavoratore viene sottoposto a sorveglianza sanitaria?  Quando è soggetto al rischio di esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni e per il quale una valutazione in merito abbia evidenziato un rischio per la salute.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la "segnaletica di sicurezza e di salute sul luogo di lavoro":  Fornisce una indicazione o una prescrizione concernente la sicurezza o la salute sul luogo di lavoro, utilizzando, a seconda dei casi, un cartello, un colore, un segnale luminoso o acustico, una comunicazione verbale o un segnale gestuale.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la "sorveglianza sanitaria" può essere attivata su richiesta dal lavoratore?  Si, ma solo se ritenuta correlata ai rischi lavorativi dal medico competente.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la «prevenzione»:  Evita o diminuisce i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la «sorveglianza sanitaria»:  E' un insieme di atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la costruzione e la realizzazione di edifici o locali da adibire a lavorazioni industriali, nonché gli ampliamenti e le ristrutturazioni di quelli esistenti:  Devono essere eseguiti nel rispetto della normativa di settore ed essere notificati all'organo di vigilanza competente per territorio.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la valutazione, effettuata dal datore di lavoro, di tutti i rischi presenti sul luogo di lavoro e nelle attività lavorative espletate:  Deve riguardare anche i rischi collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell'accordo europeo dell'8 ottobre 2004.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la valutazione, effettuata dal datore di lavoro, di tutti i rischi presenti sul luogo di lavoro e nelle attività lavorative espletate:  Deve essere immediatamente rielaborata in occasione di modifiche del processo produttivo o della organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e sicurezza dei lavoratori.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, la visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica, è un'attività compresa nella "sorveglianza sanitaria"?  Si.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'accesso dei lavoratori in pozzi neri ove sia possibile il rilascio di gas deleteri:  E' vietato, senza che sia stata previamente accertata l'assenza di pericolo per la vita e l'integrità fisica dei lavoratori medesimi, ovvero senza previo risanamento dell'atmosfera mediante ventilazione o altri mezzi idonei.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'addestramento specifico dei lavoratori, ove previsto:  Viene effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, l'Azienda Sanitaria Locale competente per territorio:  Svolge la vigilanza sull'applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le «buone prassi»:  Sono soluzioni organizzative o procedurali coerenti con la normativa vigente e con le norme di buona tecnica, adottate volontariamente e finalizzate a promuovere la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro attraverso la riduzione dei rischi e il miglioramento delle condizioni di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le «linee guida»:  Sono atti di indirizzo e coordinamento per l'applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza predisposti dai Ministeri, dalle regioni, dall'ISPESL e dall'INAIL e approvati in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le attrezzature di lavoro:  Devono essere rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le capacità ed i requisiti professionali dei responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione esterni all'azienda:  Devono essere adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, le funi e le catene degli impianti e degli apparecchi di sollevamento e di trazione, salvo quanto previsto al riguardo dai regolamenti speciali:  Devono avere, in rapporto alla portata e allo sforzo massimo ammissibile, un coefficiente di sicurezza di almeno 6 per le funi metalliche, 10 per le funi composte di fibre e 5 per le catene.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nell'ambito delle attività finalizzate alla rimozione dell'amianto o dei materiali contenenti amianto, il datore di lavoro:  Adotta le misure appropriate affinché gli indumenti di lavoro o protettivi restino all'interno dell'impresa. Essi possono essere trasportati all'esterno solo per eventuale lavaggio in lavanderie attrezzate per questo tipo di operazioni, in contenitori chiusi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nell'esecuzione di opere a struttura in conglomerato cementizio, quando non si provveda alla costruzione da terra di una normale impalcatura con montanti:  Prima di iniziare l'elevazione delle casseforme per il getto dei pilastri perimetrali, deve essere sistemato, in corrispondenza al piano raggiunto, un regolare ponte di sicurezza a sbalzo, avente larghezza utile di almeno 1,20 metri.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, non compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di competenza ovvero che possono compromettere la sicurezza propria o di altri:  E' un obbligo del lavoratore.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, ove vincoli urbanistici o architettonici ostino agli adempimenti di cui al Decreto in materia di requisiti di conformità dei luoghi di lavoro:  Il datore di lavoro, previa consultazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e previa autorizzazione dell'organo di vigilanza territorialmente competente, adotta le misure alternative che garantiscono un livello di sicurezza equivalente.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per il lavoratore:  Le misure relative alla sicurezza, all'igiene ed alla salute durante il lavoro non devono comportare alcun onere finanziario.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per le operazioni lavorative per le quali è prevedibile un'esposizione rilevante dei lavoratori addetti ad agenti cancerogeni o mutageni:  La presenza, nelle aree interessate, di lavoratori addetti, è in ogni caso ridotta al tempo strettamente necessario, in riferimento alle lavorazioni da espletare.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per lo spegnimento di incendi:  L'acqua non deve essere usata quando le materie con le quali verrebbe a contatto possono reagire in modo da aumentare notevolmente di temperatura o da svolgere gas infiammabili o nocivi.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per lo svolgimento della funzione di responsabile del servizio prevenzione e protezione è necessario essere in possesso, tra l'altro:  Di un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione in materia di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, per l'uso delle scale portatili composte di due o più elementi innestati (tipo all'italiana o simili):  La lunghezza della scala in opera non deve superare i 15 metri, salvo particolari esigenze, nel qual caso le estremità superiori dei montanti devono essere assicurate a parti fisse.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, prima di procedere alla esecuzione di lavori su lucernari, tetti, coperture e simili:  Deve essere accertato, tra l'altro, che queste strutture abbiano resistenza sufficiente per sostenere il peso degli operai e dei materiali di impiego.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, può essere adottato, quale modello organizzativo della sicurezza in azienda:  Un modello di organizzazione aziendale definito conformemente alle Linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, qual è, tra quelli di seguito indicati, un compito posto a carico del lavoratore, in merito ai Dispositivi di Protezione Individuale?  Provvedere ad averne cura.
Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quale organismo, tra i seguenti, espleta la vigilanza sull'applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro presso gli enti pubblici?  La ASL competente per territorio.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando il datore di lavoro sottopone all'esame congiunto dei partecipanti il documento di valutazione dei rischi?  Nel corso della riunione periodica.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando in un locale le lavorazioni ed i materiali comportino pericoli di esplosione o specifici rischi di incendio:  Se sono adibiti alle attività, che si svolgono nel locale stesso, più di 5 lavoratori, almeno una porta ogni 5 lavoratori deve essere apribile nel verso dell'esodo ed avere larghezza minima di m 1,20.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando le attrezzature di lavoro, per operazioni su di esse, richiedono che il lavoratore vi si introduca o sporga qualche parte del corpo fra organi che possono entrare in movimento:  Devono essere provviste di dispositivi che assicurino, in modo assoluto, la posizione di fermo dell'attrezzatura di lavoro e dei suoi organi durante l'esecuzione di dette operazioni.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando occorre effettuare lavori in prossimità di linee elettriche o di impianti elettrici con parti attive non protette:  Si deve, tra l'altro, tenere in permanenza a distanza di sicurezza persone, macchine operatrici, apparecchi di sollevamento, ponteggi ed ogni altra attrezzatura.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando sono presenti lavoratori in azienda:  Le porte delle uscite di emergenza non devono essere chiuse a chiave, salvo i casi specificamente autorizzati dagli organi di vigilanza.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, quando va verificata preventivamente la comprensione, da parte dei lavoratori, della lingua utilizzata nei percorsi informativi?  Nel caso l'informazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro riguardi lavoratori immigrati.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente ai mezzi di trasporto:  Non si applicano i requisiti richiesti per i luoghi di lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente ai ponteggi fissi installati in un cantiere:  Il preposto, ad intervalli periodici o dopo violente perturbazioni atmosferiche o prolungata interruzione di lavoro, deve assicurarsi , tra l'altro, della verticalità dei montanti e del giusto serraggio dei giunti.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente ai ponteggi fissi installati in un cantiere:  E' fatto divieto di salire e scendere lungo i montanti.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente alla riduzione del rischio derivante da rumore:  Il rumore trasmesso per via aerea può essere contenuto mediante schermature, involucri o rivestimenti realizzati con materiali fonoassorbenti.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente alla valutazione del rischio di esposizione ai campi elettromagnetici, il datore di lavoro:  Presta particolare attenzione al rischio propulsivo di oggetti ferromagnetici in campi magnetici statici con induzione magnetica superiore a 3 mT.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, relativamente alla valutazione del rischio di esposizione alle radiazioni ottiche artificiali, il datore di lavoro:  Presta particolare attenzione a qualsiasi effetto indiretto come l'accecamento temporaneo, le esplosioni o il fuoco.

Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e succ. mod. ed integr., in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, si definiscono sistemi elettrici di "Categoria 1":  Quelli a tensione nominale da oltre 50 fino a 1000 V se in corrente alternata, o da oltre 120 V fino a 1500 V compreso se in corrente continua.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu