Crea sito

La divisa degli O.S.S. - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

La divisa degli O.S.S.

Procedure OSS > Area igienico sanitaria e alberghiera

La divisa degli Operatori Socio Sanitari

La divisa degli operatori sanitari è un indumento che deve rispondere a precisi requisiti:
Deve essere confezionata in tessuto che permette la traspirazione, resistente a lavaggi ripetuti , a temperature elevate, e alla disinfezione dei prodotti chimici. (cotone)
Deve permettere, attraverso il colore, l’immediata identificazione dell’operatore da parte degli utenti Colori codificati, segnalano inoltre che l’operatore è addetto a particolari settori .(Es. il colore verde per le sale operatorie e le zone ad alto rischio);

Essa può variare nel modello e negli accessori in base alle mansioni che l’operatore deve svolgere. (Es. la divisa utilizzata per le attività assistenziali ha caratteristiche diverse da quella idonea per le operazioni di sanificazione.
La divisa comunica agli utenti l’immagine professionale degli operatori: una divisa sporca, disordinata, composta di indumenti di colori e modelli diversi, comunica all’utente trascuratezza e inaffidabilità
La divisa deve essere comoda e pratica, non deve impedire i movimenti, quindi l’operatore si deve muovere liberamente. Il modello casacca e pantalone offre una più completa protezione del corpo, ed ha la comodità di essere utilizzata sia dagli operatori maschi che dalle femmine.
L’igiene della divisa e dell’operatore ha un duplice scopo: la protezione dell’operatore stesso in un ambiente in cui il rischio infettivo è elevato, e impedire che l’operatore divenga responsabile della trasmissione delle infezioni ospedaliere.

La divisa completa per le attività di assistenza ai pazienti è in genere composta da:

Casacca a maniche corte( Le maniche potrebbero intralciare il lavaggio delle mani, ma nello stesso tempo potrebbero contaminarsi.
Pantaloni.
Calzini( Preferibilmente in cotone; assorbono il sudore e proteggono il piede da eventuali spargimenti di liquidi organici);
Scarpe: preferibilmente chiuse, con pianta larga e tacco basso, in pelle, pianta in cuoio e antiscivolo, facilmente lavabili r disinfettabili ad alta temperatura.
Copricapo: nelle U.O. ad alto e medio rischio è consigliabile in quanto evita la contaminazione dei capelli e la dispersione della forfora nell’ambiente. In assenza di copricapo i capelli lunghi devono essere raccolti. In alcune prestazioni il copricapo è obbligatorio, non solo ma deve essere indossato correttamente.
Accessori: Orologio non deve essere mantenuto al polso; esso potrebbe ferire il paziente e impedire il corretto lavaggio delle mani.
La divisa deve essere cambiata quotidianamente in quanto la contaminazione è continua, in ogni caso nelle zone a medio rischio è consigliato di non tenere più di tre giorni la divisa .Nelle zone ad alto rischio il cambio della divisa deve essere effettuata giorno per giorno.
La divisa sporca deve essere spedita in lavanderia in appositi sacchi , e va ritirata pulita dal guardaroba. Di fondamentale importanza è che gli operatori possano usufruire di spogliatoi idonei, e di un bagno con doccia per lavarsi alla fine del turno. Ogni operatore deve disporre di 2 armadietti uno per gli abiti civili, e l’altro  per la divisa.

Di seguito si riporta un protocollo operativo per le divise di servizio.
1. Il personale in servizio nel Presidio Ospedaliero  ha l’obbligo di indossare, durante lo svolgimento delle proprie mansioni, le divise di servizio come previsto dal presente Protocollo;
2. le divise sono fornite gratuitamente dall’Azienda e identificano la figura professionale del lavoratore;
3. per l’assegnazione della divisa, il Servizio delle Professioni Sanitarie trasmette al Guardaroba il nominativo del nuovo assunto e la denominazione dell’Unità Operativa di destinazione;
4. il lavoratore è invitato a presentarsi al Servizio Guardaroba per la prova della divisa, il movimento di carico-scarico delle divise viene eseguito dal Guardaroba tramite schede intestate ad ogni dipendente, il quale firmerà per ricevuta;
5. ogni lavoratore deve indossare correttamente la divisa che gli viene fornita dal Servizio Guardaroba, non deve effettuare modifiche, né indossare una divisa diversa da quella assegnata, né indossare combinazioni di capi di diverse divise;
6. i camici saranno confezionati con manica lunga, le casacche con manica corta. Specifiche esigenze, motivate dalle UU.OO. richiedenti, verranno considerate a parte;
7. la sostituzione per usura viene effettuata automaticamente dal Servizio Guardaroba o previa comunicazione da parte degli interessati;
8. il lavaggio, la stiratura e le riparazioni sono a carico dell’Azienda;
9. il dipendente deve usare la divisa in dotazione esclusivamente durante il servizio all’interno dell’Ospedale;
10. durante lo svolgimento delle attività medico/assistenziali la divisa rappresenta un dispositivo di protezione sia nei confronti del lavoratore che del paziente. Inoltre, essendo l’ospedale un servizio pubblico è importante dare una decorosa e dignitosa immagine istituzionale, pertanto, il lavoratore ha l’obbligo di tenere la propria divisa, pulita, in ordine, abbottonata;
11. il dipendente è responsabile della conservazione della divisa fino alla definitiva restituzione al Servizio Guardaroba in caso di cessazione del rapporto di lavoro;2
12. l’Azienda potrà addebitare il costo della divisa qualora venisse danneggiata per cause dovute a negligenza o cattivo uso;
13. in caso di cambio di qualifica, con necessità di variare la divisa, il dipendente è tenuto a restituire tutti i capi in dotazione al Guardaroba e riceverà quelli previsti per il nuovo profilo professionale;
14. in caso di spostamento ad altra Unità Operativa sarà cura dell’ interessato o del Coordinatore informarne il Guardaroba;
15. l’Azienda fornisce ai lavoratori un paio di zoccoli bianchi che vengono sostituiti a consumazione. Il personale operante nelle Sale Operatorie, viene dotato anche di un paio di zoccoli verdi antistatici da utilizzarsi esclusivamente all’interno delle stesse. La sostituzione degli zoccoli viene effettuata dal Servizio Guardaroba o dal Servizio di Magazzino previa restituzione di quelli usurati;
16. le divise sporche s’inviano alla lavanderia, avendo cura di svuotare accuratamente le tasche; vanno introdotte nell’apposito sacco bianco contraddistinto da una banda blu, collocato esclusivamente nei punti di raccolta previsti;
17. le divise pulite verranno riconsegnate alle varie Unità Operative e Servizi a cura del Servizio Guardaroba o trasporti interni;
18. le divise in uso nelle Sale Operatorie dovranno essere indossate
esclusivamente all’interno delle medesime. Tali divise saranno fornite con taglie diverse, non personalizzate;

19. l’osservanza delle norme contenute nel presente protocollo costituisce un dovere disciplinare per tutti i dipendenti.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu