Crea sito

Da 201 a 250 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Da 201 a 250

I quiz dei concorsi delle ASL 3° parte > Regione Sardegna > Prevenzione

201 IL COLLEGIO SINDACALE:

A) Vigila sull'osservanza della legge

B) Esprime parere vincolante sugli accordi integrativi aziendali che comportino incrementi di spesa.

C) Adotta con propria deliberazione gli accordi sindacali locali

202 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DATORE DI LAVORO DEVE:

A) Aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi che hanno rilevanza ai fini della salute e della sicurezza sul lavoro

B) Esprimere giudizi di idoneità alla mansione specifica del lavoratore

C) Provvedere direttamente ad accertamenti preventivi intesi a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui i lavoratori sono destinati

203 LE OHSAS 18001 SONO:

A) Una politica della sicurezza che rappresenta la volontà del datore di lavoro, non solo nel rispettare la normativa cogente, ma ad impegnarsi nel migliorare costantemente l`efficacia e l`efficienza del proprio “sistema di sicurezza”

B) La pianificazione del programma della sicurezza, l`attuazione, la verifica e il riesame della direzione

C) Una politica della sicurezza che rappresenta l`obbligo che ha il datore di lavoro di andare “oltre” la normativa cogente, impegnandosi nel migliorare costantemente l`efficacia e l`efficienza del proprio “sistema di sicurezza”

204 UNO DEGLI OBBLIGHI NON DELEGABILI DELL’ARMATORE SANZIONATI PENALMENTE È

A) La valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori marittimi e la predisposizione del piano di sicurezza dell’ambiente di lavoro

B) L’emissione di procedure e istruzioni per l’equipaggio in forma chiara e comprensibile

C) La convocazione della riunione periodica di prevenzione e protezione a bordo

205 PUÒ ESSERE UTILIZZATO UN PONTEGGIO METALLICO A TELAI PREFABBRICATI SE SPROVVISTO DI LIBRETTO?

A) No, occorre richiedere il libretto che deve contenere tutti gli elementi del ponteggio, al fabbricante del ponteggio

B) Si, ma solo se gli elementi in tubi e giunti appaiono, a seguito di attenta verifica visiva, in ottimo stato di conservazione.

C) Si, se gli elementi in tubi e giunti, sono di tipo autorizzato appartenenti ad un unico fabbricante

206 IL DIRIGENTE DELLE PROFESSIONI SANITARIE:

A) Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per undici giorni

B) Non può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni

C) Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per trenta giorni

207 PERCHÉ VENGONO NOMINATI GLI ADDETTI ALLE EMERGENZE DI PRIMO SOCCORSO E ANTINCENDIO?

A) Perché lo impone la legge

B) Per prevenire i rischi

C) Perché in azienda occorrono delle persone formate per intervenire in caso di emergenza

208 IL CONSENSO PER INTERVENTO CHIRURGICO DEVE ESSERE ESPRESSO DAL PAZIENTE:

A) Indifferentemente in forma scritta o verbale purché siano state fornite tutte le informazioni necessarie ad esprimere un consenso valido

B) Necessariamente in forma scritta e il paziente vi deve apporre la propria firma

C) In forma scritta e deve essere presente un testimone che appone la propria firma accanto a quella del paziente

209 LE VISITE MEDICHE DI NORMA SI EFFETTUANO:

A) All’assunzione e alla cessazione del rapporto di lavoro

B) All’assunzione, periodicamente e alla cessazione del rapporto di lavoro

C) Su richiesta del lavoratore


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 23

210 VENGONO DEFINITI “APPRESTAMENTI”:

A) le modalità e le sequenze stabilite per eseguire un determinato lavoro od operazione

B) le opere provvisionali necessarie ai fini della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori in cantiere

C) le indicazioni particolari di carattere temporale, comportamentale, organizzativo, tecnico e procedurale, da rispettare durante le fasi critiche del processo di costruzione, in relazione alla complessità dell'opera da realizzare

211 I DPI DEVONO ESSERE MARCATI CE?

A) Solo quelli che proteggono contro i rischi specifici

B) Si sempre nella confezione, e in modo indelebile, se possibile, anche sul DPI

C) No, purchè sia corredato della nota informativa del Fabbricante

212 IL COMITATO DI IGIENE E SICUREZZA DEL LAVORO

A) È istituito dall’Autorità Portuale ed è presieduto dall’ASL territorialmente competente

B) Può essere istituito dall’Autorità (Portuale o, ove non esistente, Marittima) ed è presieduto da essa

C) È obbligatoriamente istituito dall’Autorità (Portuale o, ove non esistente, Marittima) che lo presiede

213 I COSTI RELATIVI ALLA SICUREZZA:

A) vengono liquidati dal direttore dei lavori in base allo stato di avanzamento dei lavori e sentito il coordinatore per l’esecuzione dei lavori quando previsto.

B) vengono liquidati dal committente dei lavori su diretta richiesta dell’impresa esecutrice.

C) vengono liquidati dal committente dei lavori quando questo lo ritiene opportuno.

214 OGNI PROFESSIONISTA SANITARIO A QUANTI EVENTI SPONSORIZZATI PUÒ PRENDERE PARTE PER OTTENERE I CREDITI FORMATIVI?

A) Può ottenere al massimo 2/3 del totale dei crediti triennali attraverso la partecipazione a corsi su invito diretto di Aziende produttrici o distributrici di dispositivi medici (definiti Sponsor)

B) Può ottenere al massimo 1/3 del totale dei crediti triennali attraverso la partecipazione a corsi su invito diretto di Aziende produttrici o distributrici di dispositivi medici (definiti Sponsor)

C) Può ottenere al massimo il 50% del totale dei crediti triennali attraverso la partecipazione a corsi su invito diretto di Aziende produttrici o distributrici di dispositivi medici (definiti Sponsor)

215 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE NON PUÒ:

A) Essere un libero professionista

B) Essere dipendente a tempo indeterminato di qualsiasi ASL

C) Essere dipendente a tempo indeterminato della ASL stessa

216 QUALE AFFERMAZIONE RELATIVA ALLA RIVELAZIONE DI SEGRETO PROFESSIONALE È FALSA :

A) È perseguibile d'ufficio

B) È perseguibile a querela di parte

C) Se dalla rivelazione non deriva nocumento non può esservi procedimento penale

217 QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI È VERA RELATIVAMENTE ALLA ”PRESCRIZIONE” AI SENSI DELL’ART 20 DEL D.LGS 758 DEL 1994?

A) Allo scopo di eliminare la contravvenzione accertata, la polizia giudiziaria può impartire al contravventore una prescrizione che fissa per il pagamento un termine non eccedente i sei mesi

B) Con la prescrizione l'organo di vigilanza è obbligato ad imporre specifiche misure atte a far cessare il pericolo per la sicurezza o per la salute dei lavoratori durante il lavoro

C) Allo scopo di eliminare la contravvenzione accertata, l'organo di vigilanza, nell'esercizio delle funzioni di polizia giudiziaria di cui all'art. 55 del codice di procedura penale, impartisce al contravventore un'apposita prescrizione, fissando per la regolarizzazione un termine non eccedente il periodo di tempo tecnicamente necessario

218 IL RUMORE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO PUÒ CAUSARE GRAVI EFFETTI SULL'UDITO:

A) Solo gli ultrasuoni

B) Vero

C) Falso

219 I COSTI DELLA SICUREZZA:

A) non sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici.

B) sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da non assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici.

C) non sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da non assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici..


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 24

220 LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI:

A) Non prevede rischi di tipo ergonomico

B) Prevede un rischio di tipo ergonomico, che si riduce con l`utilizzo dei DPI adeguati

C) Prevede un rischio di tipo ergonomico, che si riduce utilizzando i giusti criteri

221 IL TERMINALISTA CHE GESTISCE LE OPERAZIONI PORTUALI SVOLTE DA ALTRE IMPRESE PORTUALI NELL’AREA IN SUA CONCESSIONE

A) Deve valutare sempre i rischi interferenti esistenti nelle attività portuali (art. 26 del D.L.gs 81/08) e coordinarsi con il bordo nave per informare le imprese dei rischi presenti sui luoghi di lavoro oltre che organizzare le misure di evacuazione e di emergenza.

B) L’art. 26 del D.L.gs 81/08 non si applica in ambito portuale e quindi il terminalista non deve attivare alcuna attività di coordinamento

C) Deve valutare sempre i rischi interferenti esistenti nelle attività portuali (art. 26 del D.L.gs 81/08) e coordinarsi con la Capitaneria di Porto

222 IL DUVRI DEVE:

A) Fare riferimento solamente al documento di valutazione dei rischi aziendali (Art.17, comma 1 lettera a) D.Lgs. 81/08)

B) Riportare copia delle norme descritte nel D.Lgs. 81/08

C) Essere integrato con il documento di valutazione dei rischi aziendali (Art. 17, comma 1 lettera a) D.Lgs. 81/08)

223 IL PARAMETRO PIÙ IMPORTANTE PER LA VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA CORPOREA ALLE VIBRAZIONI È:

A) L`accelerazione

B) L`intensità

C) La frequenza

224 LA COSIDDETTA “NORMATIVA CANTIERI” RECEPITA NEL TITOLO IV DEL D.LGS 81/08 SI APPLICA:

A) Alla sola edilizia

B) Non solo all’edilizia in senso stretto ma a una serie di attività elencate in uno specifico allegato

C) Alle attività che, a prescindere dalla loro natura, prevedano la partecipazione di più imprese

225 NELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO CORRELATO:

A) E’ necessario individuare le eventuali carenze organizzative che possono favorire o aumentare il rischio

B) E’ necessario individuare le patologie in modo da allontanare i lavoratori appena possibile

C) Non si considerano le origini professionali ma solo le cause extra lavorative

226 IL DATORE DI LAVORO PROVVEDE AFFINCHÉ:

A) I luoghi di lavoro siano conformi ai requisiti di luminosità e abitabilità

B) I luoghi di lavoro siano conformi ai requisiti di cui all'articolo 63, commi 1, 2 e 3 del D. Lgs. 81/08

C) I luoghi di lavoro siano conformi ai requisiti di cui all'articolo 121, commi 5, 6 e 7 del D. Lgs. 81/08

227 IN CASO DI RIFACIMENTO PARZIALE DI IMPIANTI, IL PROGETTO E LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ O IL CERTIFICATO DI COLLAUDO, OVE PREVISTO, SI RIFERISCONO:

A) A tutto l’impianto

B) Alla parti dell’impianto maggiormente sollecitate

C) Alla sola parte degli impianti oggetto dell’opera di rifacimento

228 IL PATRIMONIO DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI E DELLE AZIENDE OSPEDALIERE È COSTITUITO:

A) Da tutti i beni mobili e immobili ad esse appartenenti

B) Dal patrimonio del direttore amministrativo

C) Da tutti i beni mobili fatta eccezione per le ambulanze medicalizzate

229 LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ISS) È:

A) Consulenza per il Governo ed in particolare il compito di determinare le linee-generali della politica sanitaria nazionale

B) Esprimere al Ministro della salute pareri e proposte in merito ai vari ambiti relativi alla tutela e al miglioramento delle condizioni di salute della popolazione

C) Svolgere funzioni di ricerca, sperimentazione, controllo e formazione nel settore della salute pubblica

230 LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE È COMPITO DELLA REGIONE SARDEGNA:

A) Approvare le Carte dei servizi e definire linee guida e tempi di attuazione delle stesse

B) Definire i contenuti delle Carte dei servizi ed emanare linee guida in materia applicazione delle stesse

C) Emanare linee guida per la omogenea definizione delle Carte dei servizi e sovraintendere al processo di attuazione delle stesse


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 25

231 IN CASO DI INCIDENTE CHE PUÒ PROVOCARE LA DISPERSIONE NELL’AMBIENTE DI UN AGENTE BIOLOGICO APPARTENENTE AL GRUPPO 2, 3 O 4

A) Il Datore di lavoro informa al più presto solo l’Organo di vigilanza territorialmente competente dell’evento, delle cause e delle misure che intende adottare o già adottate

B) Il Datore di lavoro informa al più presto dell’evento l’Organo di vigilanza territorialmente competente nonchè i Lavoratori ed il Rappresentante dei Lavoratori, delle cause e delle misure che intende adottare o già adottate

C) Il Datore di lavoro informa al più presto i Lavoratori e il Rappresentante dei Lavoratori dell’evento, nonché gli Organismi Paritetici delle cause e delle misure che intende adottare o già adottate

232 L RISCHIO DELLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI SULLE NAVI PORTACONTENITORI

A) E’ un rischio importante ma la sola misura di prevenzione possibile è costituita dall’idoneità sanitaria dei lavoratori

B) È un rischio importante da valutarsi secondo criteri accreditati pesando le attrezzature di lavoro utilizzate per il rizzaggio/derizzaggio, analizzando tutti i segmenti del lavoro portuale svolto al fine di adottare misure organizzative per la riduzione del rischio

C) Non è mai un rischio significativo in quanto tutti i container vengono movimentati con attrezzature meccaniche senza intervento del lavoro manuale

233 SECONDO IL D.LGS. 81/08, IL PREPOSTO:

A) E` colui che sovrintende all`attività lavorativa e garantisce l`attuazione delle direttive ricevute

B) E` colui che dirige ed attua le direttive del datore di lavoro, avendo autorità e poteri di spesa

C) E` il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione

234 IL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE È DESIGNATO:

A) Dal Coordinatore in materia di Sicurezza e di Salute

B) Dal Coordinatore per l' Esecuzione dei Lavori

C) Dal Committente o dal Responsabile dei Lavori

235 IL POS, CHE È REDATTO A CURA DI CIASCUN DATORE DI LAVORO DELLE IMPRESE ESECUTRICI CONTIENE AL SUO INTERNO:

A) l'elenco dei dispositivi di protezione individuale forniti ai lavoratori occupati in cantiere.

B) la stima dei costi per la sicurezza.

C) la stima dei costi delle varie opere da eseguire.

236 CHIUNQUE VENDA, NOLEGGI O CONCEDA IN USO ATTREZZATURE DI LAVORO, AL DI FUORI DELLA DISCIPLINA DI CUI ALL’ART. 70 COMMA 1 DEL D. LGS. 81/08 E S.M.I., DEVE:

A) Attestarne al momento della consegna, sotto la propria responsabilità, la conformità il buono stato di conservazione, manutenzione ed efficienza a fini di sicurezza ai requisiti di sicurezza di cui all’Allegato V del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.

B) non ha obblighi relativi alla sicurezza dell’attrezzatura

C) provvedere alla formazione e addestramento degli operatori

237 IN QUALE DEI SEGUENTI CASI GENERALI RISULTA OBBLIGATORIA LA REDAZIONE DEL PROGETTO DI UN PONTEGGIO FISSO DA PARTE DI UN TECNICO ABILITATO?

A) Ponteggi di altezza superiore a 30 metri

B) Ponteggi di altezza superiore a 20 metri

C) Ponteggi di altezza superiore a 10 metri

238 NELL’AMBITO DELLA CANTIERISTICA NAVALE, PER QUALI CASI DEVE ESSERE REDATTO IL DOCUMENTO DI SICUREZZA PREVISTO DAL D.LGS 272/99?

A) Nei lavori in locali chiusi e angusti

B) Per lavori di manutenzione, riparazione e trasformazione eseguiti da più imprese

C) Quando l’impianto elettrico nave viene alimentato da energia elettrica dall’esterno

239 PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DEL CSP (COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE) È ESPRESSAMENTE RICHIESTO TRA I REQUISITI PROFESSIONALI PREVISTI DALL’ART. 98 DEL D.LGS 81/2008, L’ISCRIZIONE AL RELATIVO ALBO O ORDINE PROFESSIONALE?

A) Sì

B) No

C) Si ma solo nei cantieri di entità superiore a 200 uomini-giorno

ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 26

240 IN CASO DI ESPOSIZIONE AD EVENTI NON PREVEDIBILI O INCIDENTI CHE POSSONO COMPORTARE UN’ESPOSIZIONE ANOMALA DEI LAVORATORI AGLI AGENTI CANCEROGENI O MUTAGENI, IL DATORE DI LAVORO COMUNICA L’EVENTO

A) All’Organo di vigilanza

B) All’INAIL

C) Agli Organismi Paritetici

241 IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE DEVE VERIFICARE LA CORRETTA ED ECONOMICA GESTIONE DELLE RISORSE ATTRIBUITE ED INTROITATE NONCHÉ L'IMPARZIALITÀ ED IL BUON ANDAMENTO DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA ANCHE MEDIANTE:

A) La nomina del direttore sanitario

B) L'istituzione dell'apposito servizio di controllo interno

C) L’istituzione del consiglio dei sanitari

242 IL DATORE DI LAVORO INVIA LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ ALL'ASL O ALL'ARPA TERRITORIALMENTE COMPETENTI:

A) Entro sessanta giorni dalla messa in esercizio dell'impianto elettrico

B) Entro quindici giorni dalla messa in esercizio dell'impianto elettrico

C) Entro trenta giorni dalla messa in esercizio dell'impianto elettrico

243 NEL D.LGS 758 DEL 1994 VIENE PREVISTA LA “PRESCRIZIONE”. QUALE DELLE SEGUENTI AFFERMAZIONI NON È CORRETTAMENTE RIFERIBILE ALLA PRESCRIZIONE SECONDO QUANTO INDICATO NELL’ARTICOLO 20?

A) La prescrizione impartita al contravventore fissa un termine per la regolarizzazione e questo termine è prorogabile a richiesta del contravventore, per la particolare complessità o per l'oggettiva difficoltà dell'adempimento

B) Allo scopo di eliminare la contravvenzione accertata, al contravventore viene impartita un'apposita prescrizione, fissando per la regolarizzazione un termine non eccedente il periodo di tempo tecnicamente necessario

C) La prescrizione impartita al contravventore fissa un termine per la regolarizzazione e questo termine non è prorogabile in nessun caso

244 IL TITOLO IX DEL D.LGS. 81/08 SUGLI AGENTI CHIMICI DEFINISCE IL LIVELLO DI “RISCHIO BASSO PER LA SICUREZZA E IRRILEVANTE PER LA SALUTE DEI LAVORATORI” COME:

A) situazione di rischio valutabile solo in base a tre fattori: tipo, quantità e modalità di esposizione

B) situazione di rischio per la quale non si applica la sorveglianza sanitaria

C) situazione di rischio per la quale sono sempre previste misure specifiche di prevenzione e protezione

245 IL DIRETTORE GENERALE SI AVVALE:

A) Del Collegio di direzione per la elaborazione del programma di attività dell'azienda

B) Del Collegio di direzione per la scelta dei responsabili di struttura complessa

C) Del Collegio di direzione per garantire la qualità delle procedure amministrativo-contabili

246 PERCHE` VENGONO NOMINATI GLI ADDETTI ALLE EMERGENZE DI PRIMO SOCCORSO E ANTINCENDIO:

A) Perche` lo impone la legge

B) Per prevenire i rischi

C) Perche` in azienda occorrono delle persone formate per intervenire in caso di emergenza

247 DEVONO ESSERE ESPOSTE LE DISPOSIZIONI E LE ISTRUZIONI CONCERNENTI LA SICUREZZA DELLE SPECIFICHE LAVORAZIONI:

A) Nei reparti e presso le macchine e gli apparecchi dove sono effettuate operazioni che presentano particolari pericoli

B) Nelle sale di riunione e nelle mense degli stabilimenti dove sono effettuate operazioni che presentano particolari pericoli

C) Nell’ingresso degli stabilimenti e delle officine dove sono effettuate operazioni che presentano particolari pericoli

248 POSSONO ESSERE DESTINATI AL LAVORO LOCALI CHIUSI SOTTERRANEI O SEMISOTTERRANEI?

A) Esclusivamente per particolari esigenze tecniche e in adeguate condizioni di aerazione, illuminazione e microclima

B) No, mai

C) Anche per altre lavorazioni per le quali non ricorrono esigenze tecniche particolari, solo su autorizzazione dell’Organo di vigilanza


ASL 2 - Concorso N° 2 POSTI di TECNICO DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E LUOGHI DI LAVORO Pag. 27

249 LE ATTREZZATURE E GLI ALLESTIMENTI DI OPERE PROVVISIONALI PER LAVORI IN QUOTA, NELL’AMBITO DELLE LAVORAZIONI DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE E TRASFORMAZIONE NAVALE, RISPONDONO AI REQUISITI PREVISTI DA:

A) D.Lgs 272/99

B) Ordinanze emanate dall’Autorità Portuale

C) Decreto Legislativo 81/08

250 IN AMBITO MARITTIMO COSA INTENDE L’EX IPSEMA PER “MALATTIA FONDAMENTALE”

A) Malattia cronica con periodiche riacutizzazioni

B) Malattia che si manifesta dopo lo sbarco

C) Malattia che si manifesta durante l’imbarco

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu