Crea sito

Pulizia sanificazione e disinfezione ambientale - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pulizia sanificazione e disinfezione ambientale

Procedure OSS > Area igienico sanitaria e alberghiera > Alcuni protocolli operativi
 

PROCEDURA OPERATIVA  
PULIZIA, SANIFICAZIONE E  
DISINFEZIONE AMBIENTALE






 
Interventi di pulizia, sanificazione e disinfezione nelle aree a basso rischio  


SCALE, SCALE DI SICUREZZA,CORRIDOI, ASCENSORI, MONTACARICHI, BAGNI
Finalità, periodicità e modalità operative     
ATRI, SCALE, ASCENSORI
Finalità, periodicità e modalità operative           
UFFICI, AULE, BIBLIOTECHE
Finalità, periodicità e modalità operative           
  

Interventi di pulizia, sanificazione e disinfezione nelle aree a medio rischio

REPARTI DEGENZA, SERVIZI SPECIALI, SETTORE ANALISI URGENTI, CENTRO
TRASFUSIONALE, RADIODIAGNOSTICA D’URGENZA
Finalità, periodicità e modalità operative         
AMBULATORI
Finalità, periodicità e modalità operative           
LABORATORI
Finalità, periodicità e modalità operative         




Interventi di pulizia, sanificazione e disinfezione nelle aree ad alto rischio

REPARTI  DEGENZA    EMATOLOGIA  CLINICA,  CAMERE  STERILI,  MALATTIE INFETTIVE,  CHIRURGIA  DEI  TRAPIANTI,TERAPIE  INTENSIVE,  UNITÀ  CORONARIA, SAAN,  CENTRO  IMMATURI,  PSICHIATRIA,  EMODIALISI  E  SERVIZI  IMMUNO TRASFUSIONALI, PRONTO SOCCORSO OSTETRICO, SEZ AGGR. DIARREE ACUTE INFETTIVE DEL DAS DI PEDIATRIA, RIANIMAZIONE, SERVIZI SPECIALI.
Finalità, periodicità e modalità operative             
Le  operazioni  di pulizia, sanificazione e disinfezione ambientale sono  divise in tre tipi di aree aventi caratteristiche omogenee.

AREA A BASSO RISCHIO:  
contatto  non  diretto  con  degenti  (uffici,spazi  comuni
spazi didattici,biblioteche)

AREA A MEDIO RISCHIO:

contatto  diretto  con  degenti  (Reparti  di  Degenza,Servizi
Speciali, Ambulatori.)

AREA AD ALTO RISCHIO:

contatto  diretto  con  degenti  particolarmente  a  rischio (Complessi  Operatori,  Rianimazione,Terapie  Intensive, Unità  Coronariche,  SAAN,  Centro  Immaturi,  Psichiatria Emodialisi  e  Servizi  Trasfusionali,Pronto  Soccorso Ostetrico  e  sez.  Aggr  Diarree  Acute  Infettive  del  DAS  di Pediatria)

Tra  le  aree  a  medio  rischio  alcuni  ambienti,  dove  afferiscono  i  pazienti
immunodepressi,  sono  ad  alto  rischio:Ematologia  Clinica,  Malattie  Infettive,
Chirurgia dei Trapianti.


INTERVENTI DI PULIZIA, SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE
NELLE AREE A BASSO RISCHIO.


SCALE, SCALE DI SICUREZZA,CORRIDOI, ASCENSORI,
MONTACARICHI, BAGNI  



FINALITA’ :                                   stabilire e mantenere idonei livelli igienici

PERIODICITA’:         
o  un intervento quotidiano di pulizia,sanificazione,disinfezione.

o  un intervento mensile di asportazione di scritte e graffiti dalle
pareti degli  ascensori e dei montacarichi  

o  un intervento mensile su tutte le superfici in vetro esterne ed
interne.   

o  un  intervento  radicale  semestrale  di  pulizia  sanificazione,   
disinfezione    in  tutti  gli    ambienti,su  tutti  i  pavimenti,  pareti,
arredi, suppellettili e qualsiasi altra superficie al di sopra  del
pavimento.  

MODALITA’ OPERATIVE

•  Asportazione polvere da tutti i pavimenti con sistema “ ad umido “ *con particolare
attenzione alle aree sottostanti scrivanie, dietro le porte, negli angoli sui bordi dei battiscopa
e nei punti più nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi,  e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  con  pulizia  delle  loro
superfici interne ed esterne con soluzione detergente e sostituzione del sacco di plastica.

•  Asportazione di polvere e macchie   con sistema “ad umido”con appositi panni imbevuti
di soluzione detergente), arredi vari,  sedie e qualsiasi altra superficie al di sopra del
pavimento con particolare attenzione ai punti nascosti.

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte con sistema ad “umido”, utilizzando
appositi  panni  imbevuti  di  soluzione  detergente,con  particolare  attenzione  a  quelle  di
accesso agli edifici ed ai reparti di assistenza,  e senza lasciare antiestetiche” strisciature”.

•  Asportazione  di  polvere  e  macchie  con  sistema  ad”umido”  utilizzando  appositi  panni
imbevuti di soluzione detergente , dai corrimano e da qualsiasi altra superficie delle scale.

(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento
devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  

•  Lavaggio, risciacquo e disinfezione pavimenti e utilizzando due secchi di diverso colore
(colmi d’acqua che va sostituita di stanza in  stanza) uno con acqua e detergente, l’altro
con  acqua  pulita    per  il  risciacquo  che  va  effettuato  assolutamente  dopo  il  lavaggio
utilizzando  una  frangia  o  un  panno***  puliti.  Infine,sulle  superfici  asciutte  procedere
all’intervento  di  disinfezione.  Anche  i  pavimenti  di  ripostigli  e  depositi  di  materiale
sporco vanno disinfettati dopo l’operazione di risciacquo.        
Pulizia servizi igienici  riservati ai visitatori.

•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”

•  Asportazione polvere e macchie con sistema “umido” da tutte le suppellettili presenti nei
bagni(specchi,cornici,mensole,saponiere,dispenser  di  sapone  o  carta  igienica,sciacquone
ecc.)
                            
•  Intervento di pulizia e sanificazione su apparecchi igienici mediante l’utilizzo di polveri
abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  su  tutte  le  superfici  d’acciaio  mediante  l’utilizzo  di
detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.  


AL TERMINE DEGLI INTERVENTI DI PULIZIA EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE
SU TUTTE LE SUPERFICI TRATTATE.

•  Lavaggio,risciacquo,disinfezione pavimenti: stesso procedimento descritto sopra.

•  Disinfezione pavimenti. L’intervento va effettuato dopo l’operazione di risciacquo
mediante l’utilizzo di disinfettanti preventivamente approvati dall’A.U.P..  
  

* PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO  AVVOLTE CON  GARZE UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE,LE QUALI DEVONO ESSERE SOSTITUITE FREQUENTEMENTE E QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.       

** I  PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE LE SUPERFICI AL DI SOPRA DEL PAVIMENTO DEVONO ESSERE  DIFFERENZIATI PER COLORE SECONDO LE SUPERFICI E GLI AMBIENTI  DA TRATTARE
. CONSERVATI
PULITI, DISINFETTATI E BEN SEPARATI.

*** LE FRANGE O I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNO INDIVIDUATI
SECONDO  GLI  AMBIENTI  AI  QUALI  SONO  DESTINATI  ,TENUTI  BEN  SEPARATI  E
CONSERVATI PULITI  E DISINFETTATI.



SI RITIENE OPPORTUNO  RICORDARE LE  SEQUENZE  DELL’INTERVENTO  DI LAVAGGIO E RISCIACQUO PAVIMENTI :

•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO  AGGIUNTO DEL  DETERGENTE,  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  DA  TRATTARE  E  RACCOGLIERE L’ACQUA SPORCA SCIACQUANDO E  STRIZZANDO FREQUENTEMENTE.

•  SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;


•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA  PULITA  E  LA  FRANGIA  O  PANNO
PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATO  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  E,  QUINDI,
ASCIUGARE RISCIACQUANDO FREQUENTEMENTE LA FRANGIA O IL PANNO.

•  L’INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE  DEI  PAVIMENTI  DEI  BAGNI  E  DI  TUTTE  LE
SUPERFICI  PER  LE  QUALI  E’  PREVISTO  DETTO  INTERVENTO  DEVE  ESSERE
EFFETTUATA  DOPO  IL  RISCIACQUO  E  SULLE  SUPERFICI  ASCIUTTE  E  MEDIANTE
L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI DALL’A.O.U.
   

ATRI, SCALE, ASCENSORI


FINALITA’:                stabilire e mantenere idonei livelli igienici

PERIODICITA’:
GLI ATRI DI TUTTI GLI INGRESSI VANNO SOTTOPOSTI AD ALMENO
DUE INTERVENTI QUOTIDIANI DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE
DAI PAVIMENTI E DALLE “BARRIERE ANTISPORCO” ED ALLA
SISTEMATICA,QUOTIDIANA PULIZIA DI TUTTE LE SUPERFICI IN
VETRO ESISTENTI NEGLI STESSI.

 un intervento radicale semestrale di pulizia sanificazione,disinfezione in tutti
gli ambienti,su tutti i pavimenti,pareti,arredi,suppellettili e qualsiasi altra
superficie al di sopra  del pavimento.  


MODALITA’ OPERATIVE
       
•  Asportazione  della  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “  ad  umido*  “con                 
particolare attenzione alle aree sottostanti scrivanie , dietro le porte, negli angoli sui bordi dei
battiscopa e nei punti più nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi,e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  e  pulizia,  con  soluzione
detergente, delle loro superfici interne ed esterne e sostituzione del sacco di plastica.

•  Asportazione  di  polvere  e  macchie  da  tutte  le  porte,  utilizzando  panni  imbevuti  di
soluzione detergente con particolare attenzione a quelle di accesso agli edifici ed ai reparti di
assistenza, con sistema “ad umido” e senza lasciare antiestetiche” strisciature”.

(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento
devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  


•  Asportazione della polvere dalle barriere antisporco(tappeti)
•  Pulizia dei davanzali interni.
•  Lavaggio di eventuali posacenere.
•  Pulizia dei radiatori accessibili
•  Asportazione  di sporco ed impronte dalle pulsantiere e dagli interruttori
•  Deragnatura, dove occorre.
•  Pulizia di tutte le superfici in vetro interne ed esterne
•  Lavaggio,risciacquo,disinfezione  pavimenti  utilizzando  due  secchi  di  diverso  colore
(colmi d’acqua che va sostituita frequentemente) uno con acqua e detergente, l’altro con
acqua pulita  per il risciacquo che va effettuato assolutamente dopo il lavaggio utilizzando
una frangia  o panno*** puliti facendo attenzione, nel corso delle operazioni di lavaggio ad
asportare  tutti  i  residui  di  gomme  da  masticare  ed  incrostazioni  di  qualsiasi  natura.  I
pavimenti di ripostigli e montacarichi vanno  disinfettati dopo l’operazione di risciacquo.     

•  Pulizia servizi igienici riservati ai visitatori.
•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”,*  
•  Asportazione di macchie e polvere con sistema “umido”,utilizzando appositi panni
imbevuti  di  soluzione  detergente,da  tutte  le  suppellettili  presenti  nei
bagni(specchi,cornici,mensole,saponiere,dispenser  di  sapone  o  carta
igienica,sciacquone ecc.)
                            
•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  su  apparecchi  igienici  mediante  l’utilizzo  di
polveri abrasive  idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  su  tutte  le  superfici  d’acciaio  mediante
l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.  

AL TERMINE DEGLI INTERVENTI DI PULIZIA EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE  SU TUTTE LE SUPERFICI TRATTATE.

•  Lavaggio,risciacquo  disinfezione    pavimenti:  stesso  procedimento  descritto
sopra.

               
* PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO  AVVOLTE CON  GARZE UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE,LE QUALI DEVONO ESSERE SOSTITUITE  FREQUENTEMENTE E QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.       
 
   
** I PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE
LE SUPERFICI AL DI SOPRA DEL PAVIMENTO DEVONO ESSERE DIFFERENZIATI PER COLORE SECONDO LE SUPERFICI E GLI AMBIENTI DA TRATTARE.  CONSERVATI PULITI, DISINFETTATI E BEN SEPARATI. INOLTRE, QUELLI UTILIZZATI PER LE CAMERE  ED I BAGNI DELLE DEGENZE VANNO DIFFERENZIATI  DA QUELLI UTILIZZATI PER GLI AMBIENTI RISERVATI AL PERSONALE E VICEVERSA.

*** LE FRANGE O I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNO INDIVIDUATI SECONDO GLI AMBIENTI AI QUALI SONO DESTINATI,TENUTI BEN SEPARATI E CONSERVATI PULITI E DISINFETTATI.

 


SI RITIENE OPPORTUNO RICORDARE LE SEQUENZE  DELL’INTERVENTO DI LAVAGGIO E  RISCIACQUO PAVIMENTI :

•  UTILIZZARE UN SECCHIO COLMO D’ACQUA PULITA IN CUI SIA STATO AGGIUNTO
DEL  DETERGENTE  ,INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  DA  TRATTARE  E  RACCOGLIERE
L’ACQUA SPORCA SCIACQUANDO E  STRIZZANDO LA FRANGIA O IL PANNO.
•  SCIACQUARE  BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;

•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA  PULITA  E  LA  FRANGIA  O  PANNO
PRECEDENTEMENTE  RISCIACQUATI.  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  E,  QUINDI,
ASCIUGARE RISCIACQUANDO CONTINUAMENTE LA FRANGIA O IL PANNO.

•  L’INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE      DEI  PAVIMENTI  DEI  BAGNI  E  DI  TUTTE  LE
SUPERFICI  PER  LE  QUALI    E’  PREVISTO  DETTO  INTERVENTO  DEVE  ESSERE
EFFETTUATA DOPO IL RISCIACQUO E SULLE SUPERFICI ASCIUTTE E MEDIANTE
L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI DALL’A.U.P.



UFFICI, AULE, BIBLIOTECHE


FINALITA’:             stabilire e mantenere idonei livelli igienici.

PERIODICITA’                     
o  un intervento quotidiano pulizia,sanificazione,disinfezione.

o  intervento mensile su tutte le superfici in vetro esterne ed
interne.    

o  un intervento radicale  semestrale  di pulizia  

o  sanificazione,disinfezione in tutti gli ambienti,su tutti i
pavimenti,pareti,arredi,suppellettili e qualsiasi altra superficie
al di sopra  del pavimento.

MODALITA’ OPERATIVE

•  Asportazione  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “ad  umido“  *    con        particolare
attenzione  alle  aree  sottostanti  scrivanie,cattedre,lavagne,  sedie  delle  aule,  scaffali,armadi
ed arredi vari, dietro le porte, negli angoli sui bordi dei battiscopa e nei punti più nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi,    e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  con  pulizia  delle  loro
superfici interne ed esterne con soluzione detergente e sostituzione del sacco di plastica.

•  Asportazione di polvere e macchie, con sistema “ad umido”, **utilizzando appositi panni
imbevuti  di  soluzione  detergente  da  scrivanie,  cattedre,lavagne,sedie  delle  aule,  scaffali,
attrezzature  elettroniche,suppellettili,  arredi  vari  e  qualsiasi  altra  superficie  al  di  sopra  del
pavimento con particolare attenzione ai punti nascosti.

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a quelle di
accesso agli uffici, con sistema “ad umido”,utilizzando appositi panni imbevuti di soluzione
detergente, senza lasciare antiestetiche strisciature.

(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento
devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  


•  Lavaggio  pavimenti  utilizzando  due  secchi  di  diverso  colore  (colmi  d’acqua  che  va
sostituita  frequentemente  uno  con  acqua  e  detergente,  l’altro  con  acqua  pulita    per  il
risciacquo  che  va  effettuato  assolutamente  dopo  il  lavaggio  utilizzando  una  frangia  o
panno***  puliti.  
I  pavimenti  di  ripostigli  e  depositi  di  materiale  sporco  vanno    disinfettati  dopo
l’operazione di risciacquo.   

Pulizia servizi igienici  

•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”*

•  Asportazione di  polvere e macchie con sistema “umido”,  utilizzando appositi panni
inumiditi con soluzione detergente,da tutte le suppellettili presenti nei bagni (specchi, cornici,
mensole, saponiere, dispenser di sapone o carta igienica,sciacquone ecc.) •  Intervento  di    e  sanificazione  pulizia  su  apparecchi  igienici  mediante  l’utilizzo  di  polveri
abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento di pulizia  e sanificazione su tutte le superfici d’acciaio mediante l’utilizzo di
detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.  

Tutte  le  apparecchiature  igieniche  vanno  sottoposte,  al  termine  degli    interventi  di
pulizia, ad accurato intervento di disinfezione.

•  Lavaggio,risciacquo e disinfezione pavimenti dei bagni:. stesso procedimento descritto
sopra.

•  Disinfezione  pavimenti  dei  bagni.  L’intervento  va  effettuato  dopo  l’operazione  di
risciacquo.  
   
*  PER  SISTEMA  AD  “UMIDO  S’INTENDE:  SCOPE  A  TRAPEZIO    AVVOLTE  CON    GARZE
UMIDIFICATE  CON  SOLUZIONE  DETERGENTE,LE  QUALI  DEVONO  ESSERE  SOSTITUITE
FREQUENTEMENTE E   QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.       
 
***I PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE LE  SUPERFICI  AL  DI  SOPRA  DEL  PAVIMENTO  DEVONO  ESSERE  DIFFERENZIATE  PER COLORE SECONDO LA SUPERFICE DA TRATTARE. CONSERVATE PULITE DISINFETTATE E BEN SEPARATE.

*** LE FRANGE O I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNO INDIVIDUATI SECONDO  GLI  AMBIENTI  AI  QUALI  SONO  DESTINATI  ,TENUTI  BEN  SEPARATI  E CONSERVATI PULITI E DISINFETTATI.

 
SI RITIENE OPPORTUNO  RICORDARE LE  SEQUENZE  DELL’INTERVENTO  DI LAVAGGIO E  RISCIACQUO PAVIMENTI :

•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO  AGGIUNTO
DEL  DETERGENTE,  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  DA  TRATTARE  E  RACCOGLIERE
L’ACQUA SPORCA SCIACQUANDO E STRIZZANDO FREQUENTEMENTE LA FRANGIA
O IL PANNO  

•  SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;

•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA  PULITA  E  LA  FRANGIA  O  PANNO
PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATO  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  E,  QUINDI,
ASCIUGARE RISCIACQUANDO CONTINUAMENTE LA FRANGIA O IL PANNO.

•  L’INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE  DEI  PAVIMENTI  DEI  BAGNI  E  DI  TUTTE  LE
SUPERFICI  PER  LE  QUALI  E’  PREVISTO  DETTO  INTERVENTO  DEVE  ESSERE
EFFETTUATA  DOPO  IL  RISCIACQUO  E  SULLE  SUPERFICI  ASCIUTTE  E  MEDIANTE
L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI DALL’A.O.U.










INTERVENTI DI PULIZIA,SANIFICAZIONE E DISINFEZIONE
NELLE AREE A MEDIO RISCHIO.

REPARTI DEGENZA, SERVIZI SPECIALI, SETTORE ANALISI URGENTI,
CENTRO TRASFUSIONALE, RADIODIAGNOSTICA D’URGENZA
 




FINALITA’:                  stabilire mantenere idonei livelli igienici.

PERIODICITA’:
*  due interventi quotidiani diversificati compresi i festivi.

*  un intervento mensile su tutte le superfici in vetro esterne
ed interne.

*  un intervento radicale trimestrale di pulizia sanificazione,
disinfezione in tutti gli ambienti, su tutti i pavimenti,
pareti, arredi, suppellettili e qualsiasi altra superficie al di
sopra  del pavimento.

MODALITA’ OPERATIVE  

I° INTERVENTO:


•  Asportazione  della  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “ad  umido“, utilizzando  appositi  panni  imbevuti  di  soluzione  detergente,  da  scrivanie, cattedre,lavagne,sedie  delle  con  particolare  attenzione  alle  aree  sottostanti letti,lettini visita ed arredi vari, dietro le porte, negli angoli sui battiscopa e nei punti nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi  e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  con  pulizia  delle loro superfici interne ed esterne con soluzione detergente e sostituzione del sacco di plastica.  

•  Asportazione di polvere e macchie, con sistema “ad umido”, con appositi panni imbevuti  di  soluzione  detergente,  da  letti,culle,lettini  visita  (con  particolare attenzione  a  telai,  spalliere,  cardini,  ruotee  strutture  nascoste)  testaletto  a  parete, arredi vari e qualsiasi altra superficie al di sopra del pavimento.

•  Asportazione  di polvere e macchie dalle superfici di tutti gli armadi, con sistema “ad umido”, utilizzando appositi panni imbevuti di soluzione detergente successiva asciugatura per non lasciare antiestetiche strisciature.  
•  Asportazione  di polvere e macchie, con sistema”ad umido”, utilizzando appositi panni imbevuti di soluzione detergente, dai carrelli ponendo particolare attenzione a cardini,ruote e punti nascosti.

•  Asportazione  della  polvere,  con  sistema  “ad  umido”,  utilizzando  appositi  panni imbevuti  di  soluzione  detergente,dai  comodini,  facendo  attenzione  agli  incavi laterali, ai cardini ruote, superfici nascoste, piani  di appoggio intermedi.
   
•  Asportazione di polvere e macchie,con sistema “ad umido”, utilizzando appositi panni  imbevuti  di  soluzione,da  tutte  le  apparecchiature  medicali  o  elettroniche presenti nei reparti di degenza (anche  su quelle che stazionano occasionalmente come le apparecchiature mobili per radiografia).  

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a quelle  di  accesso  al  reparto,  con  sistema  “ad  umido”  utilizzando  appositi  panni imbevuti di soluzione detergente,senza lasciare antiestetiche strisciature.

(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  


•  Lavaggio pavimenti utilizzando due secchi di diverso colore (colmi d’acqua che va sostituita frequentemente uno con acqua e detergente, l’altro con acqua pulita  per il risciacquo che va effettuato assolutamente dopo il lavaggio utilizzando una  frangia  o  panno***  puliti.  I  pavimenti  di  medicherie  ripostigli  e  depositi  di materiale sporco vanno  disinfettati dopo l’operazione di risciacquo.   
 
    Pulizia servizi igienici  

•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”*

•  Asportazione  della  polvere  con  sistema  “umido”  utilizzando  appositi  panni imbevuti  di  soluzione  detergente,da  tutte  le  suppellettili  presenti  nei  bagni (specchi,cornici,mensole,saponiere,  dispenser  di  sapone  o  carta  igienica, sciacquone ecc.)
                            
•  Intervento di pulizia  e sanificazione su apparecchi igienici mediante l’utilizzo di polveri abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  su  tutte  le  superfici  in  acciaio  mediante l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.  

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  sulle  pareti  lavabili  dei  bagni  mediante l’utilizzo  di  detergenti  idonei  a  rimuovere  macchie,incrostazioni  di  sapone  e  di calcare. Successiva asciugatura delle superfici lavate.  

AL  TERMINE  DELLE  OPERAZIONI  DI  DETERSIONE  EFFETTUARE  INTERVENTO  DI DISINFEZIONE SU TUTTE LE SUPERFICI TRATTATE   MEDIANTE  L’UTILIZZO  DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI DALL’A.O.U.

•  Lavaggio,risciacquo,disinfezione  pavimenti:  stesso  procedimento  descritto sopra .
     
*  PER  SISTEMA  AD  “UMIDO  S’INTENDE:  SCOPE  A  TRAPEZIO    AVVOLTE  CON    GARZE UMIDIFICATE  CON  SOLUZIONE  DETERGENTE,LE  QUALI  DEVONO  ESSERE  SOSTITUITE  FREQUENTEMENTE E QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.       
 
** I PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE LE  SUPERFICI  AL  DI  SOPRA  DEL  PAVIMENTO  DEVONO  ESSERE  DIFFERENZIATI  PER COLORE SECONDO LE SUPERFICI E GLI AMBIENTI DA TRATTARE.  CONSERVATI PULITI, DISINFETTATI  E  BEN  SEPARATI.  INOLTRE,  QUELLI  UTILIZZATI  PER  LE  CAMERE    ED  I BAGNI  DELLE  DEGENZE  VANNO  DIFFERENZIATI    DA  QUELLI  UTILIZZATI  PER  GLI AMBIENTI RISERVATI AL PERSONALE E VICEVERSA.    

*** I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNO INDIVIDUATI  SECONDO GLI AMBIENTI  AI  QUALI  SONO  DESTINATI,  TENUTI  BEN  SEPARATI  E  CONSERVATI  BEN  PULITI E DISINFETTATI.

II INTERVENTO:
•  Svuotamento cestini.
•  Asportazione della polvere da tutti i pavimenti l’intervento deve essere esteso
ai percorsi,servizi,servizi igienici..
 
   
SI  RITIENE  OPPORTUNO  RICORDARE  LE  SEQUENZE  DELL’INTERVENTO  DI  LAVAGGIO, RISCIACQUO E DISINFEZIONE DEI PAVIMENTI:  

•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO AGGIUNTO DEL DETERGENTE , INUMIDIRE  LE SUPERFICI DA TRATTARE E RACCOGLIERE  L’ACQUA  SPORCA  SCIACQUANDO  E    STRIZZANDO  LA FRANGIA O IL PANNO.

•  SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO.

•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA    PULITA    E  LA  FRANGIA  O
PANNO  PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATO  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI    E, QUINDI, ASCIUGARE  RISCIAQUANDO CONTINUAMENTE  LA FRANGIA O IL  PANNO.

•  L’INTERVENTO DI DISINFEZIONE   DEI PAVIMENTI DEI BAGNI E DI TUTTE LE SUPERFICI PER LE QUALI  E’ PREVISTO DETTO INTERVENTO DEVE ESSERE EFFETTUATA  DOPO  IL  RISCIACQUO  E  SULLE  SUPERFICI  ASCIUTTE  E MEDIANTE  L’UTILIZZO  DI  DISINFETTANTI  PREVENTIVAMENTE  APPROVATI DALL’A.U.P.



AMBULATORI


FINALITA’:              stabilire e mantenere idonei livelli igienici

PERIODICITA’:         
o  un intervento  quotidiano feriale di pulizia,sanificazione,disinfezione
o  un intervento mensile su tutte le superfici in  vetro esterne ed interne.    
o  un intervento radicale  trimestrale  di pulizia sanificazione, disinfezione in
tutti gli ambienti, su tutti i pavimenti, pareti, arredi, suppellettili e qualsiasi
altra superficie al di sopra  del pavimento.

MODALITA’ OPERATIVE

•  Asportazione  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “  ad  umido  “  *    con                 
particolare attenzione alle aree sottostanti banchi scaffali,cassettiere ed arredi vari,
dietro le porte, negli angoli sui battiscopa e nei punti nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi  e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  con  pulizia  delle
loro superfici interne ed esterne con soluzione detergente e sostituzione del sacco
di plastica.    

•  Asportazione di polvere e macchie, con sistema “ad umido”,utilizzando appositi
panni  imbevuti  di  soluzione  detergente,lettini  visita  (con  particolare  attenzione  a
telai,spalliere,cardini,ruote,e strutture nascoste),bilance, paraventi, apparecchiature
medicali  ed  elettroniche,arredi  vari  e  qualsiasi  altra  superficie  al  di  sopra  del
pavimento.

•  Asportazione polvere e macchie dalle superfici di tutti gli armadi, con sistema “ad
umido”,  utilizzando  appositi  panni  imbevuti  di  soluzione  detergente,  e  successiva
asciugatura per non lasciare antiestetiche” strisciature”.

•  Asportazione di  polvere e macchie, con sistema”ad umido”, utilizzando appositi
panni imbevuti di soluzione detergente,dai carrelli ponendo particolare attenzione a
cardini,ruote e punti nascosti.

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a
quelle di accesso agli ambulatori, con sistema “ad umido”, utilizzando appositi panni
imbevuti di soluzione detergente,  e senza lasciare antiestetiche “strisciature”.


(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento
devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  


•  Lavaggio pavimenti utilizzando due secchi di diverso colore (colmi d’acqua che
va sostituita frequentemente uno con acqua e detergente, l’altro con acqua pulita  
per  il  risciacquo  che  va  effettuato  assolutamente  dopo  il  lavaggio  utilizzando  una
frangia***  o  panno  puliti.  I  pavimenti    medicherie  ripostigli  e  depositi  di
materiale sporco vanno  disinfettati dopo l’operazione di risciacquo.   

     Pulizia servizi igienici  

•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”*

•  Asportazione  della  polvere  con  sistema  “umido”,  utilizzando  appositi  panni
imbevuti  di  soluzione  detergente,da  tutte  le  suppellettili  presenti  nei
bagni(specchi,cornici,mensole,saponiere,dispenser  di  sapone  o  carta
igienica,sciacquone ecc.)
                            
•  Intervento di pulizia  e sanificazione su apparecchi igienici mediante l’utilizzo di
polveri abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  su  tutte  le  superfici  in  acciaio  mediante
l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.  

•  Intervento  di  pulizia  e  sanificazione  sulle  pareti  lavabili  dei  bagni  mediante
l’utilizzo  di  detergenti  idonei  a  rimuovere  macchie,incrostazioni  di  sapone  e  di
calcare.Successiva asciugatura delle superfici lavate.  

AL TERMINE DEGLI INTERVENTI DI PULIZIA EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE SU TUTTE LE SUPERFICI TRATTATE.

•  Lavaggio,risciacquo,  disinfezione  pavimenti.  Stesso  procedimento  descritto
sopra.  
* PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO  AVVOLTE CON  GARZE UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE,LE QUALI DEVONO ESSERE SOSTITUITE  FREQUENTEMENTE E  QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.       
 
***I PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE LE  SUPERFICI  AL  DI  SOPRA  DEL  PAVIMENTO  DEVONO  ESSERE  DIFFERENZIATE  PER COLORE SECONDO LA SUPERFICE DA TRATTARE. CONSERVATE PULITE DISINFETTATE E BEN SEPARATE.


*** LE FRANGE O I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI  VANNO INDIVIDUATI  SECONDO  GLI  AMBIENTI  AI  QUALI  SONO  DESTINATI  ,TENUTI  BEN  SEPARATI  E CONSERVATI BEN  PULITI E  DISINFETTATI

  
SI RITIENE OPPORTUNO RICORDARE LE SEQUENZE       DELL’INTERVENTO DI LAVAGGIO  E RISCIACQUO DEI PAVIMENTI:  


•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO AGGIUNTO  DEL  DETERGENTE  ,INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  DA  TRATTARE  E
RACCOGLIERE  L’ACQUA  SPORCA  SCIACQUANDO  E    STRIZZANDO  FREQUENTEMENTE LA FRANGIA  O IL PANNO.

•  SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;

•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA    PULITA    E  LA  FRANGIA  O
PANNO  PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATO  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI    E, QUINDI, ASCIUGARE  RISCIAQUANDO CONTINUAMENTE  LA FRANGIA O IL  
PANNO.

  
L’INTERVENTO DI DISINFEZIONE   DEI PAVIMENTI DEI BAGNI E DI TUTTE LE SUPERFICI PER LE QUALI  E’ PREVISTO DETTO INTERVENTO DEVE ESSERE EFFETTUATA DOPO IL RISCIACQUO E SULLE SUPERFICI ASCIUTTE E MEDIANTE L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI PREVENTIVAMENTE APPROVATI DALL’A.O.U.


LABORATORI



FINALITA’ :                      stabilire e mantenere idonei livelli igienici.

PERIODICITA’:
o  un intervento quotidiano di  pulizia,sanificazione,disinfezione.
o  un intervento mensile su tutte le superfici in vetro esterne  ed interne
o  un intervento settimanale di pulizia,sanificazione e disinfezione  delle
pareti lavabili dei bagni in intervento radicale  trimestrale  di pulizia
sanificazione, disinfezione in tutti gli ambienti,su tutti i
pavimenti,pareti,arredi,suppellettili e qualsiasi altra superficie al di  sopra
del pavimento.

MODALITA’ OPERATIVE

•  Asportazione  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “  ad  umido  “  *                 
particolare attenzione alle aree sottostanti banchi scaffali,cassettiere ed arredi vari,
dietro  le porte, negli angoli  sui battiscopa e nei  punti nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi  e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti  con  pulizia  delle
loro superfici interne ed esterne con soluzione detergente e sostituzione del sacco
di plastica.

•  Asportazione della polvere con sistema “ ** utilizzando appositi panni imbevuti di
soluzione  detergente,  da  banchi,  precedentemente  sgombrati  dal  personale
afferente  al  laboratorio,  superfici  esterne  delle  cappe,  scaffalature,  arredi    vari,
attrezzature,  apparecchiature  elettroniche,  con  particolare  attenzione  a  cardini,
ruote  e  strutture  nascoste,suppellettili  e  qualsiasi  altra  superficie  al  di  sopra  del
pavimento.

•  Asportazione polvere e macchie dalle superfici di tutti gli armadi, con sistema
“ad umido”,utilizzando appositi panni imbevuti di soluzione detergente,e successiva
asciugatura per non lasciare antiestetiche strisciature.

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a
quelle di accesso al laboratorio, con sistema “ad umido”,utilizzando appositi panni
imbevuti di soluzione detergente, senza lasciare antiestetiche strisciature.


(I panni utilizzati per l’asportazione della polvere dalle superfici al di sopra del pavimento
devono essere sciacquati  continuamente in acqua pulita)  


•   Lavaggio pavimenti utilizzando due secchi di diverso colore (colmi d’acqua che
va sostituita frequentemente uno con acqua e detergente, l’altro con acqua pulita  
per  il  risciacquo  che  va  effettuato  assolutamente  dopo  il  lavaggio  utilizzando  una
frangia*** o panno puliti. I pavimenti di ripostigli e depositi di materiale sporco
vanno  disinfettati dopo l’operazione di risciacquo.   

Pulizia servizi igienici  

•  Asportazione della polvere dai pavimenti, con sistema ” ad umido”*  
•  Asportazione della polvere con sistema “umido”, utilizzando appositi panni
imbevuti di soluzione detergente, da tutte le suppellettili presenti nei bagni (specchi,
cornici, mensole, saponiere, dispenser di sapone o carta igienica,sciacquone ecc.)
                            
•  Intervento di pulizia su apparecchi igienici mediante l’utilizzo di polveri abrasive
idonee a rimuovere macchie,incrostazioni e calcare .

•  Intervento  di  pulizia  su  tutte  le  superfici  in  acciaio  mediante  l’utilizzo  di detergenti idonei a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.   

•  Lavaggio,risciacquo  e  disinfezione  pavimenti,  stesso  procedimento  descritto sopra.
 
 
  * PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO  AVVOLTE CON  GARZE UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE,LE QUALI DEVONO ESSERE SOSTITUITE  FREQUENTEMENTE E    SI CAMBIA AMBIENTE.       
 


 
***I PANNI UTILIZZATI PER L’INTERVENTO DI ASPORTAZIONE DELLA POLVERE DA TUTTE LE  SUPERFICI  AL  DI  SOPRA  DEL  PAVIMENTO  DEVONO  ESSERE  DIFFERENZIATE  PER COLORE SECONDO LA SUPERFICE DA TRATTARE. CONSERVATE PULITE DISINFETTATE E BEN SEPARATE.

**** LE FRANGE O I PANNI UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNO INDIVIDUATI  SECONDO  GLI  AMBIENTI  AI  QUALI  SONO  DESTINATI  ,TENUTI  BEN  SEPARATI  E CONSERVATI  PULITI  E DISINFETTATI.      

 
SI  RITIENE  OPPORTUNO    RICORDARE    LE  SEQUENZE          DELL’INTERVENTO  DI LAVAGGIO  E RISCIACQUO DEI PAVIMENTI:  

•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO
AGGIUNTO DEL DETERGENTE ,INUMIDIRE  LE SUPERFICI DA TRATTARE E
RACCOGLIERE  L’ACQUA  SPORCA    SCIACQUANDO  E    STRIZZANDO
FREQUENTEMENTE LA FRANGIA O IL PANNO .

•  SCIACQUARE BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;

•  UTILIZZANDO UN SECCHIO  COLMO DI ACQUA  PULITA  E LA FRANGIA O
PANNO  PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATO  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI    E,
QUINDI, ASCIUGARE  RISCIACQUANDO FREQUENTEMENTE  LA FRANGIA O
IL  PANNO.

•  L’INTERVENTO DI DISINFEZIONE   DEI PAVIMENTI DEI BAGNI E DI TUTTE LE
SUPERFICI PER LE QUALI  E’ PREVISTO DETTO INTERVENTO DEVE ESSERE
EFFETTUATA  DOPO  IL  RISCIACQUO  E  SULLE  SUPERFICI  ASCIUTTE  E
MEDIANTE  L’UTILIZZO  DI  DISINFETTANTI  PREVENTIVAMENTE  APPROVATI
DALL’A.O.U.

   
INTERVENTI DI SANIFICAZIONE AMBIENTALE NELLE AREE
AD ALTO RISCHIO.

REPARTI DEGENZA  EMATOLOGIA CLINICA, CAMERE STERILI,
MALATTIE INFETTIVE, CHIRURGIA DEI TRAPIANTI,TERAPIE
INTENSIVE, UNITÀ CORONARIA, SAAN, CENTRO IMMATURI,
PSICHIATRIA, EMODIALISI E SERVIZI IMMUNO TRASFUSIONALI,
PRONTO SOCCORSO OSTETRICO, SEZ AGGR. DIARREE ACUTE
INFETTIVE DEL DAS DI PEDIATRIA, RIANIMAZIONE, SERVIZI SPECIALI.


FINALITA’ :                 stabilire e mantenere ottimali livelli igienici

 
PERIODICITA’:                
o  due interventi quotidiani compresi i festivi;
o  un intervento mensile su tutte le superfici in vetro  esterne;



I°   INTERVENTO (ogni mattina)

      MODALITA’ OPERATIVE

•  Asportazione  polvere  da  tutti  i  pavimenti  con  sistema  “ad  umido“  *                 
particolare  attenzione  alle  aree  sottostanti  letti,  lettini  visita,  tavoli  ed  arredi  vari,
dietro le porte, negli angoli, sui battiscopa e nei punti nascosti.

•  Svuotamento  di  cestini,  secchi  e  qualsiasi  contenitore  di  rifiuti,pulizia  delle  loro
superfici interne ed esterne utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso  
imbevute di soluzione detergente. Sostituzione del sacco di plastica.

•  Asportazione  di  polvere  e  macchie,  da  letti,  culle,  lettini  visita  (con  particolare
attenzione a telai, spalliere, cardini, ruote e strutture nascoste) testaletto a parete,
arredi vari e qualsiasi altra superficie al di sopra del pavimento utilizzando il sistema
“ad umido”  con  garze monouso imbevute di soluzione detergente.

•  Asportazione polvere e macchie dalle superfici di tutti gli armadi, con sistema “ad
umido”,  utilizzando il sistema “ad umido” con  garze monouso imbevute di
soluzione detergente. Accurata asciugatura per non lasciare antiestetiche
strisciature.

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le superfici in vetro interne.

•  Asportazione polvere e macchie dai carrelli ponendo particolare attenzione a
cardini, ruote e punti nascosti utilizzando il sistema “ad umido”con garze monouso
imbevute di soluzione detergente..

•  Asportazione della polvere dai comodini ,facendo attenzione agli incavi laterali ,a
cardini, ruote,superfici nascoste e piani d’appoggio intermedi utilizzando il sistema
“ad umido” con garze monouso imbevute di soluzione detergente.
 •  Asportazione  di  polvere  e  macchie  da  tutte  le  apparecchiature  medicali  o
elettroniche  presenti  nei  reparti  di  degenza  (anche  su  quelle  che  stazionano
occasionalmente  come  le  apparecchiature  mobili  per  radiografia  utilizzando  il  
sistema “ad umido” con  garze monouso imbevute di soluzione detergente.   

•  Asportazione di polvere e macchie da tutte le porte, con particolare attenzione a
quelle di accesso al reparto, utilizzando il sistema “ad umido” con garze monouso  
imbevute  di  soluzione  detergente.  Successiva  asciugatura  senza  lasciare
antiestetiche strisciature.

AL TERMINE  DEGLI INTERVENTI DI  DETERSIONE LASCIARE ASCIUGARE  LE SUPERFICI
TRATTATE  ED  EFFETTUARE  INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE  MEDIANTE  L’UTILIZZO  DI
GARZE  MONOUSO  IMBEVUTE  DI  DISINFETTANTE  PREVENTIVAMENTE  APPROVATO
DALL’A.O.U.
•  Lavaggio pavimenti utilizzando due secchi di diverso colore (colmi d’acqua che
va sostituita frequentemente uno con acqua e detergente, l’altro con acqua pulita  
per  il  risciacquo  che  va  effettuato  assolutamente  dopo  il  lavaggio  utilizzando  una
frangia*** o panno puliti.    


AL TERMINE  DEGLI INTERVENTI DI  DETERSIONE LASCIARE ASCIUGARE  LE SUPERFICI
TRATTATE  ED  EFFETTUARE  INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE  MEDIANTE  L’UTILIZZO  DI
GARZE  MONOUSO  IMBEVUTE  DI  DISINFETTANTE  PREVENTIVAMENTE  APPROVATO
DALL’A.O.U.

ANCHE  I  PAVIMENTI  DI  RIPOSTIGLI  E  DEPOSITI  DI  MATERIALE  SPORCO  VANNO
DISINFETTATI DOPO L’OPERAZIONE DI RISCIACQUO.   



Pulizia servizi igienici  

•  Asportazione  della  polvere  da  tutte  le  suppellettili  presenti  nei  bagni (specchi,cornici,mensole,saponiere,  dispenser  di  sapone  o  carta igienica,sciacquone ecc.) utilizzando il sistema “ad umido” e garze monouso   
                            
•  Intervento  di  sanificazione  su  apparecchi  igienici  mediante  l’utilizzo  di  polveri abrasive idonee a rimuovere macchie, incrostazioni e calcare.

•  Intervento  di  sanificazione  su  tutte  le  superfici  in  acciaio  mediante  l’utilizzo  di detergenti  idonei  a  rimuovere  macchie,  incrostazioni  e  calcare  con  particolare attenzione  alle  vasche  di  lavaggio  chirurghi  e  lavaggio  ferri  presenti  nelle  sale operatorie.  

•  Intervento di  sanificazione  sulle pareti lavabili dei bagni mediante l’utilizzo di detergenti idonei a rimuovere macchie,incrostazioni di sapone e di calcare.Successiva asciugatura delle superfici lavate.

•   Intervento ,quindicinale, di  sanificazione  dei  sifoni  lavabi:smontarli,detergerli per eliminare i residui di grasso,calcaree sapone e,quindi immergerli in una soluzione disinfettante,tenendoli almeno 10 minuti.

LASCIARE ASCIUGARE PERFETTAMENTE LE SUPERFICI TRATTATE ED EFFETTUARE INTERVENTO DI DISINFEZIONE  MEDIANTE L’UTILIZZO DI DISINFETTANTI QUALI L’IPOCLORITO DI SODIO NELLE CONCENTRAZIONI INDICATE NELLA SEGUENTE SCHEDADOSI DI IPOCLORITO DI SODIO
(Soluzione al 5% di cloro libero)


•  Lavaggio pavimenti, stesso procedimento descritto sopra.

* PER SISTEMA AD “UMIDO S’INTENDE: SCOPE A TRAPEZIO  AVVOLTE CON  MONOUSO GARZE
UMIDIFICATE CON SOLUZIONE DETERGENTE CHE  DEVONO ESSERE SOSTITUITE  
FREQUENTEMENTE E  QUANDO SI CAMBIA AMBIENTE.
    
      
*** I PANNI O LE FRANGE UTILIZZATI PER IL LAVAGGIO PAVIMENTI VANNODEVONO
ESSERE  INDIVIDUATI  SECONDO GLI AMBIENTI AI QUALI SONO DESTINATI, TENUTI BEN
SEPARATI E CONSERVATI  PULITI E DISINFETTATI.
E’ OPPORTUNO STERILIZZARLI PRIMA DELL’UTILIZZO .

II INTERVENTO (POMERIDIANO):
IDENTICO AL PRIMO.


SEQUENZE DELL’INTERVENTO DI LAVAGGIO , RISCIACQUO E DISINFEZIONE DEI PAVIMENTI:  

•  UTILIZZARE  UN  SECCHIO  COLMO  D’ACQUA  PULITA  IN  CUI  SIA  STATO AGGIUNTO DEL DETERGENTE , INUMIDIRE LE SUPERFICI DA TRATTARE E RACCOGLIERE  L’ACQUA  SPORCA  SCIACQUANDO  E    STRIZZANDO  LA FRANGIA O IL PANNO .

•  SCIACQUARE  BENE, IN ACQUA PULITA, LA FRANGIA O IL PANNO;

•  UTILIZZANDO  UN  SECCHIO  COLMO  DI  ACQUA    PULITA    E  LA  FRANGIA  O
PANNO  PRECEDENTEMENTE  SCIACQUATI  INUMIDIRE  LE  SUPERFICI  CON ACQUA PULITA E, QUINDI, ASCIUGARE  RISCIAQUANDO CONTINUAMENTE  LA FRANGIA O IL PANNO.

SI  RIBADISCE  CHE  L’INTERVENTO  DI  DISINFEZIONE    DI  TUTTE  LE SUPERFICI PER LE QUALI E’ PREVISTO DEVE ESSERE EFFETTUATO DOPO IL  RISCIACQUO  E  SU  SUPERFICI  PERFETTAMENTE    ASCIUTTE  MEDIANTE L’UTILIZZO  DI  DISINFETTANTI  PREVENTIVAMENTE  APPROVATI DALL’AZIENDA .

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu