Crea sito

Selezione Regione Piemonte 1 - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Selezione Regione Piemonte 1

Selezioni corsi O.S.S. > Regione Piemonte sezione A

Città di torino Scuola Formazione Educazione Permanente SFEP

SEZIONE A 8 ottobre 2012
LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE
SEGUONO:
- I doni della vita -

Da: “ Il paese dei bambini che sorridono “
Un giorno la Vita prese le sembianze di un bel giovane e si mise in cammino per le strade del
mondo. Al margine della foresta vide una capanna ed entrò. Vi trovò un povero uomo malato di elefantiasi: tutte le sue membra erano gonfie e deformi tanto che si muoveva a fatica. “Oh, qual buon vento ti conduce da me?” disse il malato. “Chi sei tu?“ “Sono la Vita“ rispose l’altro. Alcuni mi riconoscono quando vengo, ma non quando torno. Io vado e vengo; tornerò da queste parti fra sette anni. “Ma perché gemi tanto?“ “Ho una malattia orribile; ha distrutto il mio aspetto umano e mi ha tolto ogni gioia di vivere“ . “Se vuoi” disse la Vita “Ti guarisco. Ma tu mi dimenticherai”
“No!” assicurò il malato “Chi mi guarirà resterà eternamente nella mia memoria e godrà della mia riconoscenza per sempre.” Allora la Vita sparse una polvere misteriosa sul malato e questi guarì per incanto.
Ripreso il cammino, la Vita giunse presto alla capanna di un lebbroso. “Oh benedetto, tu che vieni da me!” esclamò il lebbroso al vedere il bel giovane. Posso sapere il tuo nome?” “Io sono la Vita” disse il nuovo arrivato. “Alcuni mi riconoscono quando vengo ma non quando torno. Vado e vengo.
Tornerò da queste parti fra sette anni. Ora ti guarisco, ma tu ti ricorderai di me?” “Non ti
dimenticherò finché campo” disse il lebbroso. La Vita lo guarì e riprese il suo cammino.
All’ingresso di un villaggio, ecco un cieco che avanza cercando la strada col bastone. Sentendo dei passi, il poveretto si fermò e chiese: ”Chi è? Attenzione al povero cieco.” “Io sono la Vita. Alcuni mi riconoscono quando vengo ma non quando torno.” Guarì anche il cieco e scomparve.
Passarono gli anni e a suo tempo la Vita tornò come aveva promesso. Ma questa volta s’era
nascosta sotto le sembianze di un cieco. Era sera quando venne alla capanna dell’uomo che aveva guarito dalla cecità e bussò. Era assente, ma c’era sua moglie. “Pietà per questo povero cieco.”
Disse la Vita. “Conosco vostro marito, potrei avere qualche ristoro mentre lo attendo? Mi basta un po’ di acqua.” “Il mio uomo è proprio uno stolto!” borbottò la donna “Tira in casa tutti gli straccioni che incontra.” Mise un po’ di acqua sporca dentro una zucca e la diede al finto cieco con mala grazia.
Finalmente giunse il padrone. La Vita andò verso di lui. “Sono di passaggio.” disse “Puoi
accogliermi in casa fino a domattina?” L’uomo brontolò qualche parola, poi stese una stuoia in un angolo della capanna e diede al cieco una manciata di arachidi. Quando l’alba spuntò, la Vita chiamò l’uomo e gli disse: “Non ti avevo detto che alcuni conoscono la Vita quando viene e non quando torna? Eccomi qua, e tu non mi hai riconosciuto perché la tua cecità è rimasta nel tuo cuore.
Perciò tornerà anche nei tuoi occhi.” Così dicendo uscì, lasciando dietro di se una traccia di polvere.
Quell’uomo ritornò cieco come sette anni prima.
La Vita raggiunse presto il villaggio del vecchio lebbroso e si coprì di una lebbra orribile tanto che sciami di mosche la perseguitavano. Bussò alla porta, ma quell’uomo visto il lebbroso rifiutò di farlo entrare e di dargli da mangiare dicendo che era troppo sporco.
“Non te lo avevo detto che alcuni conoscono la Vita solo quando viene e non quando torna?” Così dicendo partì lasciando dietro di sé la polvere misteriosa. L’uomo ingrato si trovò di nuovo coperto di lebbra tanto che la sua carne cadeva a brandelli.
Giunta alla capanna del malato di elefantiasi, la Vita si gonfiò le membra in modo che a stento poteva camminare. Si affacciò alla porta e disse: “Buon uomo, un po’ di ristoro per carità.”
“Avanti! Avanti! Entra!” disse l’uomo affrettandosi ad aiutare il finto malato “Anch’io una volta avevo questa brutta malattia, ma un brav’uomo passando di qua mi guarì. Chissà…” E mentre parlava mise a cuocere un piatto di riso, diede al malato delle noci di kola e una zucca piena di latte
fresco, poi preparò un arrosto di montone e prestò al malato ogni cura. All’alba la Vita si presentò per il bel giovane che era e disse: “Tu hai riconosciuto la Vita anche al ritorno. Sei uno che non dimentica i benefici ricevuti e sai soccorrere chi soffre ciò che tu stesso hai sofferto. Perciò resterai sempre sano e godrai di ogni prosperità.” L’uomo volle dare alla Vita qualche regalo, delle mucche.
Ma il giovane ringraziò dicendo: “Non ho bisogno di ricchezze. Voglio che ti ricordi una cosa importante: la vita può cambiare e portare oggi bene e domani male, ma spesso dipende da voi renderla migliore o peggiore.”

1. Il cieco, guarito dalla cecità, dove fece dormire la Vita?
A) Sopra una stuoia

B) Sopra un letto di paglia
C) Sopra un letto di piume

2. Chi, dimenticando la riconoscenza, ritorna ad avere la malattia di cui era afflitto?
A) La Vita
B) Il lebbroso
C) L’uomo malato di elefantiasi

3. Chi non dimentica i benefici ricevuti e sa soccorrere chi soffre?

A) Il cieco
B) Il lebbroso
C) L’uomo malato di elefantiasi

4. Cosa fa la Vita quando le persone da lei guarite non la riconoscono?
A) Le fa riammalare
B) Le guarisce definitivamente
C) Dona loro la ricchezza

5. Cosa dà da mangiare l’uomo guarito dall’elefantiasi alla Vita?
A) Zucca, arachidi, riso, pane fresco
B) Noci di kola, riso, latte fresco, montone arrosto
C) Latte di riso, latte fresco, montone arrosto

6. Quando la Vita ritorna al villaggio del vecchio lebbroso ormai guarito, di cosa si ricopre?
A) Di una lebbra orribile
B) Di un manto scuro
C) Di una polvere misteriosa

7. La Vita ha bisogno di regali?
A) Si, di ricchezze
B) Si, di mucche
C) No, di nulla


8. Cosa dà da mangiare l’uomo guarito dalla cecità alla Vita?
A) Acqua sporca
B) Arachidi
C) Latte fresco

9. La Vita, quando ritorna, viene riconosciuta dalle persone che guarisce?
A) Si, sempre
B) No, mai
C) Solo dalle persone riconoscenti

10. Cosa vuol dire “mala grazia”?
A) Cattive maniere
B) Buone maniere
C) Belle maniere

11. Quali problemi affliggono l’uomo malato di elefantiasi?
A) Tutte le sue membra sono gonfie e deformi tanto che si muove a fatica
B) La sua carne cade a brandelli
C) Tutte le sue membra sono sporche e maleodoranti

12. Da chi dipende spesso rendere migliore o peggiore la vita?
A) Spesso dagli altri
B) Spesso da noi
C) Spesso da nessuno

13. Chi incontra la Vita all’ingresso di un villaggio?
A) Un cieco
B) Un lebbroso
C) Un malato di elefantiasi

14. La Vita, quando ritorna, viene riconosciuta da…
A) Dall’uomo cieco
B) Dall’uomo lebbroso
C) Dall’uomo malato di elefantiasi

15. Quali sono le sembianze della Vita quando decide di mettersi in cammino per le strade del
mondo?

A
) Un bel giovane
B) Un bel bambino
C) Un bel vecchio

16. Con cosa la Vita guarisce il malato di elefantiasi?
A) Con una polvere misteriosa
B) Con una bacchetta magica
C) Con l’imposizione delle mani

17. La Vita, dopo quanto tempo ritorna a far visita ai malati che ha guarito?
A) Dopo diversi anni
B) Dopo sette mesi
C
) Dopo sette anni

18. Qual è il sinonimo di “ brontolare “?
A) Bofonchiare
B) Arrotolare
C) Brogliare

19. Chi vive al margine della foresta?
A) Un uomo cieco
B) Un uomo lebbroso
C) Un uomo malato di elefantiasi

20. Che cosa si intende con il termine foresta?
A) Terreno ricoperto da erba
B) Terreno ricoperto da alberi d’alto fusto
C) Terreno ricoperto da cespugli


SEZIONE B
RISPONDERE ALLE SEGUENTI DOMANDE DI LOGICA, MATEMATICA E CULTURA
GENERALE


21. Calcolare il risultato della seguente espressione: ( 75 – 42 ) + ( 18 – 2 ) – ( 5 + 13 ) = …
A) 31
B) 13
C) 37

22. Calcolare il risultato della seguente espressione: ( 52 + 34 ) – ( 35 – 14 ) + ( 54 – 12 ) =…
A) 106
B) 107
C) 108

23. Calcolare il risultato della seguente moltiplicazione di frazioni e ridurre ai minimi termini:
21/84 x 49/28 =…
A) 7/16
B) 16/7
C) 7/15

24. Calcolare il risultato della seguente addizione di frazioni e ridurre ai minimi termini:
65/45 + 11/15 =…
A) 45/98
B) 43/98
C) 98/45

25. Nell’ordinamento politico italiano non esiste la figura del Vice Presidente della Repubblica,
ma in caso di sua assenza o impedimento chi ne svolge le funzioni?
A) Il Presidente della Camera dei Deputati
B) Il Presidente del Senato
C) Il Presidente del Consiglio


26. Nelle aree di parcheggio, opportunamente segnalate con delimitazione di colore giallo e
apposito disegno dell’omino stilizzato in carrozzina, riservate ai disabili muniti di
contrassegno è possibile…
A) Posteggiare con il proprio veicolo, anche in assenza del disabile
B) Posteggiare esclusivamente in presenza del disabile
C) Posteggiare con il proprio veicolo anche in assenza del contrassegno

27. Il lago Vittoria prende il nome…
A) Dalla regina che regnava in Inghilterra all’epoca della sua scoperta
B) Dalla vittoria conseguita dall’Inghilterra contro la Francia in epoca contemporanea
alla scoperta
C) Da una località che sorge nei pressi del lago

28. Dove si trova il mar dei Sargassi?
A) Nella porzione dell’Oceano Pacifico che comprende l’Australia e la Nuova Guinea
B) Nella porzione di Oceano Atlantico fra gli arcipelaghi delle Grandi Antille e le
Azzorre
C) Nella porzione dell’Oceano Indiano che comprende le isole Maldive

29. Quale delle seguenti nazioni restò neutrale durante la seconda guerra mondiale?
A) Belgio
B) Austria
C) Svizzera

30. Con la parola “ apolide “ si intende…
A) Colui che per varie ragioni è privo di ogni cittadinanza
B) Colui che può avere più di una cittadinanza
C) Colui che possiede una sola cittadinanza

31. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:
“L’eclissi è un evento astronomico che avviene quando un corpo celeste come un pianeta o
un satellite si colloca tra una sorgente di……..( ad esempio il sole ) ed un altro corpo: in
altre parole, il secondo corpo entra nel cono d’……. del primo ”
A) Evento / altro
B) Luce / ombra
C) Satellite / ombra

32. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:
“Il fiume è un corso d’acqua ..……( non va mai in secca ) che corre principalmente in
superficie ma può essere parzialmente sotterraneo; può essere alimentato dalle
precipitazioni..…….., dallo scioglimento di nevi, o ghiacciai o dalle falde idriche
sotterranee”
A) Tumultuoso / ghiaiose
B) Acqua / piovose
C) Perenne / piovose

33. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:
“Gli alberi si distinguono dagli ….. non per le loro dimensioni ma per la presenza di un
tronco nettamente identificabile e privo in un … tratto di ramificazioni.”
A) Arbusti / primo
B) Abeti / secondo
C) Aghifoglie / terzo

34. Qual è il risultato della seguente equivalenza: hl 150 = l…
A) 1.500
B) 150.000
C) 15.000

35. Qual è il risultato della seguente equivalenza: dag 99 = hg…
A
) 9,9
B) 0,99
C) 0,099

36. Completare la seguente serie numerica: b02, c03, d04…
A) 04e
B) e04
C) e05

37. Completare la seguente serie: abcd, 1234, efgh, 5678, ijkl,….
A) 891011
B) 9101112
C) 10111213

38. Quale di queste parole non ha nulla a che fare con le altre: duro, compatto, resistente, solido,
granitico, duello
A) Granitico
B) Duello
C) Compatto

39. Quali sono le città dove si trovano le sedi del Parlamento Europeo?
A) Bruxelles, Lussemburgo, Strasburgo
B) Bruxelles, Parigi, Strasburgo
C) Lussemburgo, Strasburgo, Londra

40. Dal punto di vista politico l’Australia è una monarchia costituzionale federale. Chi è il capo
dello Stato?
A) Il Re di Spagna Juan Carlos I
B) La Regina d’Inghilterra Elisabetta II
C) Il Re di Svezia Carlo XVI Gustavo


SEZIONE A

LEGGERE ATTENTAMENTE IL BRANO E RISPONDERE ALLE DOMANDE CHE SEGUONO:

- I doni della vita -

Da: “Il paese dei bambini che sorridono”



Un giorno la Vita prese le sembianze di un bel giovane e si mise in cammino per le strade del mondo. Al margine della foresta vide una capanna ed entrò. Vi trovò un povero uomo malato di elefantiasi: tutte le sue membra erano gonfie e deformi tanto che si muoveva a fatica. “Oh, qual buon vento ti conduce da me?” disse il malato. “Ch i sei tu?“ “Sono la Vita“ rispose l’altro. Alcuni mi riconoscono quando vengo, ma non quando torno. Io vado e vengo; tornerò da queste parti fra sette anni. “Ma perché gemi tanto?“ “Ho una malatti a orribile; ha distrutto il mio aspetto umano e

mi ha tolto ogni gioia di vivere“ . “Se vuoi” disse la Vita “Ti guarisco. Ma tu mi dimenticherai”
“No!” assicurò il malato “Chi mi guarirà resterà et ernamente nella mia memoria e godrà della mia

riconoscenza per sempre.” Allora la Vita sparse una polvere misteriosa sul malato e questi guarì per incanto.

Ripreso il cammino, la Vita giunse presto alla capanna di un lebbroso. “Oh benedetto, tu che vieni da me!” esclamò il lebbroso al vedere il bel giovan e. Posso sapere il tuo nome?” “Io sono la Vita” disse il nuovo arrivato. “Alcuni mi riconoscono qua ndo vengo ma non quando torno. Vado e vengo. Tornerò da queste parti fra sette anni. Ora ti guar isco, ma tu ti ricorderai di me?” “Non ti dimenticherò finché campo” disse il lebbroso. La Vi ta lo guarì e riprese il suo cammino. All’ingresso di un villaggio, ecco un cieco che avanza cercando la strada col bastone. Sentendo dei passi, il poveretto si fermò e chiese: ”Chi è? Atte nzione al povero cieco.” “Io sono la Vita. Alcuni mi riconoscono quando vengo ma non quando torno.” G uarì anche il cieco e scomparve.

Passarono gli anni e a suo tempo la Vita tornò come aveva promesso. Ma questa volta s’era nascosta sotto le sembianze di un cieco. Era sera quando venne alla capanna dell’uomo che aveva guarito dalla cecità e bussò. Era assente, ma c’era sua moglie. “Pietà per questo povero cieco.” Disse la Vita. “Conosco vostro marito, potrei avere qualche ristoro mentre lo attendo? Mi basta un po’ di acqua.” “Il mio uomo è proprio uno stolto!” borbottò la donna “Tira in casa tutti gli straccioni che incontra.” Mise un po’ di acqua spor ca dentro una zucca e la diede al finto cieco con mala grazia.

Finalmente giunse il padrone. La Vita andò verso di lui. “Sono di passaggio.” disse “Puoi accogliermi in casa fino a domattina?” L’uomo bront olò qualche parola, poi stese una stuoia in un angolo della capanna e diede al cieco una manciata di arachidi. Quando l’alba spuntò, la Vita chiamò l’uomo e gli disse: “Non ti avevo detto che alcuni conoscono la Vita quando viene e non quando torna? Eccomi qua, e tu non mi hai riconosciuto perché la tua cecità è rimasta nel tuo cuore. Perciò tornerà anche nei tuoi occhi.” Così dicendo uscì, lasciando dietro di se una traccia di polvere. Quell’uomo ritornò cieco come sette anni prima.

La Vita raggiunse presto il villaggio del vecchio lebbroso e si coprì di una lebbra orribile tanto che sciami di mosche la perseguitavano. Bussò alla port a, ma quell’uomo visto il lebbroso rifiutò di farlo entrare e di dargli da mangiare dicendo che era troppo sporco.

“Non te lo avevo detto che alcuni conoscono la Vita solo quando viene e non quando torna?” Così dicendo partì lasciando dietro di sé la polvere misteriosa. L’uomo ingrato si trovò di nuovo coperto di lebbra tanto che la sua carne cadeva a brandelli.

Giunta alla capanna del malato di elefantiasi, la Vita si gonfiò le membra in modo che a stento poteva camminare. Si affacciò alla porta e disse: “ Buon uomo, un po’ di ristoro per carità.” “Avanti! Avanti! Entra!” disse l’uomo affrettandosi ad aiutare il finto malato “Anch’io una volta


1

avevo questa brutta malattia, ma un brav’uomo passando di qua mi guarì. Chissà…” E mentre parlava mise a cuocere un piatto di riso, diede al malato delle noci di kola e una zucca piena di latte fresco, poi preparò un arrosto di montone e prestò al malato ogni cura. All’alba la Vita si presentò per il bel giovane che era e disse: “Tu hai riconos ciuto la Vita anche al ritorno. Sei uno che non dimentica i benefici ricevuti e sai soccorrere chi soffre ciò che tu stesso hai sofferto. Perciò rest erai sempre sano e godrai di ogni prosperità.” L’uomo vo lle dare alla Vita qualche regalo, delle mucche. Ma il giovane ringraziò dicendo: “Non ho bisogno di ricchezze. Voglio che ti ricordi una cosa importante: la vita può cambiare e portare oggi ben e e domani male, ma spesso dipende da voi renderla migliore o peggiore.”



1. Che cosa si intende con il termine foresta?

A) Terreno ricoperto da erba
B) *Terreno ricoperto da alberi d’alto fusto
C) Terreno ricoperto da cespugli


2. Chi vive al margine della foresta?

A) Un uomo cieco
B) Un uomo lebbroso
C) *Un uomo malato di elefantiasi


3. Qual è il sinonimo di “ brontolare “?

A) *Bofonchiare
B) Arrotolare
C) Brogliare


4. La Vita, dopo quanto tempo ritorna a far visita ai malati che ha guarito?

A) Dopo diversi anni
B) Dopo sette mesi
C) *Dopo sette anni


5. Con cosa la Vita guarisce il malato di elefantiasi?

A) *Con una polvere misteriosa
B) Con una bacchetta magica
C) Con l’imposizione delle mani


6. Quali sono le sembianze della Vita quando decide di mettersi in cammino per le strade del mondo?

A
) *Un bel giovane
B) Un bel bambino
C) Un bel vecchio


7. La Vita, quando ritorna, viene riconosciuta da…

A) Dall’uomo cieco
B) Dall’uomo lebbroso
C) *Dall’uomo malato di elefantiasi




8. Chi incontra la Vita all’ingresso di un villaggio?

A) *Un cieco
B) Un lebbroso
C) Un malato di elefantiasi


9. Da chi dipende spesso rendere migliore o peggiore la vita?

A) Spesso dagli altri
B) *Spesso da noi
C) Spesso da nessuno


10. Quali problemi affliggono l’uomo malato di elefantiasi?

A) *Tutte le sue membra sono gonfie e deformi tanto che si muove a fatica

B) La sua carne cade a brandelli
C) Tutte le sue membra sono sporche e maleodoranti


11. Cosa vuol dire “mala grazia”?

A
) *Cattive maniere
B) Buone maniere
C) Belle maniere


12. La Vita, quando ritorna, viene riconosciuta dalle persone che guarisce?

A) Si, sempre
B) No, mai
C) *Solo dalle persone riconoscenti


13. Cosa dà da mangiare l’uomo guarito dalla cecità  alla Vita?

A) Acqua sporca
B) *Arachidi
C) Latte fresco


14. La Vita ha bisogno di regali?

A) Si, di ricchezze
B) Si, di mucche
C) *No, di nulla




15. Quando la Vita ritorna al villaggio del vecchio lebbroso ormai guarito, di cosa si ricopre?

A) *Di una lebbra orribile
B) Di un manto scuro
C) Di una polvere misteriosa


16. Cosa dà da mangiare l’uomo guarito dall’elefant iasi alla Vita?

A) Zucca, arachidi, riso, pane fresco
B) Noci di kola, riso, latte fresco, montone arrosto
C) Latte di riso, latte fresco, montone arrosto


17. Cosa fa la Vita quando le persone da lei guarite non la riconoscono?

A) *Le fa riammalare
B) Le guarisce definitivamente
C) Dona loro la ricchezza


18. Chi non dimentica i benefici ricevuti e sa soccorrere chi soffre?

A) Il cieco
B) Il lebbroso
C) *L’uomo malato di elefantiasi


19. Chi, dimenticando la riconoscenza, ritorna ad avere la malattia di cui era afflitto?

A) La Vita
B) *Il lebbroso
C) L’uomo malato di elefantiasi


20. Il cieco, guarito dalla cecità, dove fece dormi re la Vita?

A) *Sopra una stuoia
B) Sopra un letto di paglia
C) Sopra un letto di piume



SEZIONE B

RISPONDERE ALLE SEGUENTI DOMANDE DI LOGICA, MATEMATICA E CULTURA GENERALE


21. Dal punto di vista politico l’Australia è una monarchia costituzionale federale. Chi è il capo dello Stato?

A) Il Re di Spagna Juan Carlos I
B) *La Regina d’Inghilterra Elisabetta II
C) Il Re di Svezia Carlo XVI Gustavo


22. Quali sono le città dove si trovano le sedi del Parlamento Europeo?

A) *Bruxelles, Lussemburgo, Strasburgo
B) Bruxelles, Parigi, Strasburgo
C) Lussemburgo, Strasburgo, Londra


23. Quale di queste parole non ha nulla a che fare con le altre: duro, compatto, resistente, solido, granitico, duello

A) Granitico
B) *Duello
C) Compatto


24. Completare la seguente serie: abcd, 1234, efgh, 5678, ijkl,….

A) 891011
B) *9101112
C) 10111213


25. Completare la seguente serie numerica: b02, c03, d04…

A) 04e
B) e04
C) **e05


26. Qual è il risultato della seguente equivalenza: dag 99 = hg…

A
) *9,9
B) 0,99
C) 0,099


27. Qual è il risultato della seguente equivalenza: hl 150  =  l…

A) 1.500
B) 150.000
C) *15.000


28. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:
“Gli alberi si distinguono dagli ….. non per le lor
o dimensioni ma per la presenza di un
tronco nettamente identificabile e privo in un … tr atto di ramificazioni.”

 
A) *Arbusti / primo
B) Abeti / secondo
C) Aghifoglie / terzo


29. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:
“Il fiume è un corso d’acqua ..……( non va mai in se cca ) che corre principalmente in
superficie ma può essere parzialmente sotterraneo;  può essere alimentato dalle
precipitazioni..…….., dallo scioglimento di nevi, o ghiacciai o dalle falde idriche
sotterranee”

A) Tumultuoso / ghiaiose
B) Acqua / piovose
C) *Perenne / piovose


30. Individuare l’abbinamento corretto che completa la frase:

L’eclissi è un evento astronomico che avviene quan do un corpo celeste come un pianeta o
un satellite si colloca tra una sorgente di……..( ad altre parole, il secondo corpo entra nel cono d’…….
esempio il sole ) ed un altro corpo: in del primo



A) Evento / altro
B) *Luce / ombra
C) Satellite / ombra


31. Con la parola “ apolide “ si intende…

A) *Colui che per varie ragioni è privo di ogni cittadinanza
B) Colui che può avere più di una cittadinanza
C) Colui che possiede una sola cittadinanza


32. Quale delle seguenti nazioni restò neutrale dur ante la seconda guerra mondiale?

A) Belgio
B) Austria
C) *Svizzera



33. Dove si trova il mar dei Sargassi?

A) Nella porzione dell’Oceano Pacifico che comprende l’Australia e la Nuova Guinea

B
) *Nella porzione di Oceano Atlantico fra gli arcipelaghi delle Grandi Antille e le Azzorre

C) Nella porzione dell’Oceano Indiano che comprende le isole Maldive


34. Il lago Vittoria prende il nome…

A) *Dalla regina che regnava in Inghilterra all’epoca della sua scoperta

B) Dalla vittoria conseguita dall’Inghilterra contro la Francia in epoca contemporanea alla scoperta

C) Da una località che sorge nei pressi del lago


35. Nelle aree di parcheggio, opportunamente segnalate con delimitazione di colore giallo e apposito disegno dell’omino stilizzato in carrozzina, riservate ai disabili muniti di contrassegno è possibile…

A) Posteggiare con il proprio veicolo, anche in assenza del disabile
B) *Posteggiare esclusivamente in presenza del disabile
C) Posteggiare con il proprio veicolo anche in assenza del contrassegno


36. Nell’ordinamento politico italiano non esiste la figura del Vice Presidente della Repubblica, ma in caso di sua assenza o impedimento chi ne svolge le funzioni?

A) Il Presidente della Camera dei Deputati
B) *Il Presidente del Senato
C) Il Presidente del Consiglio


37. Calcolare il risultato della seguente addizione di frazioni e ridurre ai minimi termini: 65/45 + 11/15 =…

A) 45/98
B) 43/98
C) *98/45


38. Calcolare il risultato della seguente moltiplicazione di frazioni e ridurre ai minimi termini: 21/84 x 49/28 =…

A) *7/16
B) 16/7
C) 7/15


39. Calcolare il risultato della seguente espressione:   ( 52 + 34 ) – ( 35 – 14 ) + ( 54 – 12 ) =…

A) 106
B) *107
C) 108


40. Calcolare il risultato della seguente espressione:   ( 75 – 42 ) + ( 18 – 2 ) – ( 5 + 13 ) = …

A) *31
B) 13
C) 37







 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu