Crea sito

Quiz estratti sera - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Quiz estratti sera

I quiz dei concorsi delle ASL 1° parte > Concorso ASL Oristano > QUIZ estratti
 

I due questionari completi della preselezione per Operatori Sociosanitari, svolta il 28 gennaio 2013, estratti nella sessione antimeridiana e nella sessione pomeridiana, con le relative risposte esatte evidenziate in verde..


1) NON È UN SEGNO DI SHOCK:
Cute pallida e sudata
Pressione arteriosa sistolica inferiore a 80mmHg
Poliuria

2) QUALE È LA GHIANDOLA PIÙ GRANDE DEL CORPO UMANO?
Il fegato
La tiroide
L'ipofisi

3) QUANDO È STATA ISTITUITA LA FIGURA PROFESSIONALE DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO?
Il 22 febbraio 2010
Il 22 febbraio 2001
Il 22 febbraio 2007

4) DOVE SI FORMA L’URINA?
Nell’uretra
Nella vescica
Nei reni

5) DOVE AVVENGONO GLI SCAMBI POLMONARI?
Nelle venule polmonari
Nelle arteriole polmonari
Negli alveoli polmonari

6) LA DIARREA È CARATTERIZZATA DA:
Solo feci liquide
L'aumento della quantità e numero di evacuazioni al giorno con feci liquide
Feci solide

7) COSA È L’OBESITÀ?
Un eccesso di tessuto muscolare nell’organismo
Un eccesso di tessuto adiposo nell’organismo
Un eccesso di tessuto epiteliale nell’organismo

8) I FERRI CHIRURGICI UTILIZZATI PRIMA DELLA STERILIZZAZIONE DEVONO ESSERE:
Puliti e poi disinfettati
Decontaminati e poi puliti
Immersi nell'alcol


9) CHE COSA SONO I REGIMI DIETETICI?
Un insieme di diete equilibrate
Un insieme di menù
Diete specifiche per patologie

10) QUALI SONO LE COMPONENTI FONDAMENTALI DELLA PRATICA INFERMIERISTICA?
Esclusivamente l’olismo, la difesa e il sostegno della persona
L’olismo, la difesa, il sostegno della persona, l’assistenza e l’educazione dell’utente
Esclusivamente l’assistenza e l’educazione dell’utente

11) QUALE È LA MISURA STANDARD DI UN LETTO PER ADULTI?
H 65 cm 190x80
H 50 cm 200x90
H 50 cm 210x100

12) QUANDO È STATA ISTITUITA LA FIGURA PROFESSIONALE DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO CON FORMAZIONE
COMPLEMENTARE IN ASSISTENZA SANITARIA (OSS)?

Il 16 gennaio 2003
Il 16 gennaio 2000
Il 16 gennaio 2001

13) L'IMMUNOPROFILASSI PASSIVA CONFERISCE IMMUNITÀ:
Dopo un certo periodo a tempo permanente
Immediata e temporanea
Dopo un certo periodo a tempo determinato

14) LA MISURAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA È UN DATO IMPORTANTE PER TRASMETTERE INFORMAZIONI:
Sullo stato della cute, delle vene, della capacità polmonare di un individuo
Sullo stato della cute, delle arterie, sulla resistenza vascolare e della gittata cardiaca di un individuo
Sull'apparato respiratorio

15) LA BRADIPNEA È:
Una respirazione rallentata
Una respirazione accelerata
Una respirazione altalenante

16) IL D.LGS. N. 38/2000 DEFINISCE "DANNO BIOLOGICO":
La riduzione dell'attitudine al lavoro
Una lesione dell'integrità psico-fisica, suscettibile di valutazione medico legale, della persona
Il danno morale lesivo della dignità del lavoratore

17) SECONDO L’OMS "LA SALUTE" È:
La sola assenza di  malattia o infermità
Uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o infermità
Esclusivamente uno stato di benessere fisico e mentale

18) CHE SCOPO HANNO I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE?
Proteggere il paziente dai rischi infettivi
Proteggere l'operatore dai rischi infettivi
Puramente estetico

19) QUALE FRA LE SEGUENTI È LA CONDIZIONE CLINICA DATA DALLA  RIDUZIONE DEL TASSO DI EMOGLOBINA NEL
SANGUE?
Policitemia
Microcitemia
Anemia

20) NELLA RITENZIONE URINARIA:
Le urine non vengono prodotte a sufficienza
Le urine vengono prodotte e vengono eliminate in continuazione
Le urine vengono prodotte e non vengono eliminate

21) LA FIGURA DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO È STATA ISTITUITA PER UN ACCORDO FRA:
Stato e A.S.L
Stato e Regioni
Stato e Province

22) L'INSULINA:
Riduce la totalità degli zuccheri presenti nel sangue
Previene la formazione degli zuccheri nel sangue
Stabilizza gli zuccheri presenti nel sangue

23) QUALE È LO STRATO PIÙ SUPERFICIALE DELLA PELLE?
Derma
Tessuto adiposo
Epidermide

24) LA DISARTRIA È UN DISTURBO:
Di coordinazione del linguaggio
Della percezione
Dovuto alla rigidità delle articolazioni

25) QUALI ALIMENTI SONO DA ABOLIRE IN UN PAZIENTE EPATOPATICO?
Pesce
Succhi di frutta
Bevande alcoliche


26) I MICRORGANISMI SAPROFITI SONO:
Organismi in grado di sintetizzare molecole organiche complesse partendo da molecole inorganiche semplicissime
Organismi eterotrofi che si nutrono di sostanze morte di cui provocano e accelerano la decomposizione

Individui che traggono il proprio nutrimento sfruttando altri organismi viventi, detti ospiti che vengono da loro lentamente danneggiati

27) COSA SI INTENDE PER MICROCLIMA?
Temperatura, umidità, ventilazione e illuminazione di una città
Temperatura, umidità, ventilazione e illuminazione di una stanza
Temperatura, umidità, ventilazione e illuminazione di un quartiere

28) SONO TENUTI AL SEGRETO PROFESSIONALE:
I parenti dei pazienti, i visitatori, gli OSS e gli infermieri
Gli O.S.S. e gli infermieri
I visitatori

29) LA SINDROME DI BURNOUT È UNA MALATTIA:
Infettiva
Professionale
Ereditaria

30) PER UNA CORRETTA ASSISTENZA ALLA PERSONA CHE VOMITA È NECESSARIO:
Se necessario cambiare solo la biancheria del letto
Indossare i guanti, procurarsi bacinella, e traverse di cotone, quindi cambiare biancheria del letto e del paziente (se necessario), controllare l’aspetto del vomito e riferire all’infermiere
Esclusivamente controllare l’aspetto del vomito e riferire all’infermiere

31) L'INTERRUZIONE VOLONTARIA DELLA GRAVIDANZA È DISCIPLINATA:
Dalla L. n. 833/1978
Dalla L. n. 194/1978
Dalla L. 104/1992

32) LA SCABBIA È UNA MALATTIA INFETTIVA CONTAGIOSA CHE COLPISCE LA PELLE. DA COSA È PROVOCATA?
Un virus
Un acaro
Un batterio

33) SE AD UN PAZIENTE VIENE RISCONTRATO IL SEGUENTE VALORE GLICEMICO 54 MG/DL SI TRATTA DI:
Ipoglicemia
Normoglicemia
Iperglicemia

34) IN AMBITO SANITARIO, LA PROCEDURA:
Riduce la discrezionalità dei comportamenti del singolo
Aumenta la discrezionalità dei comportamenti del singolo
Promuove i comportamenti del singolo

35) DURANTE LA PULIZIA DEGLI OCCHI, LA RIMOZIONE DELLE SECREZIONI DEVE ESSERE EFFETTUATA PROCEDENDO:
Dall’angolo palpebrale esterno verso quello interno
Dall’angolo palpebrale interno verso quello esterno
Dalla palpebra superiore a quella inferiore

36) L’ART. 32 DELLA COSTITUZIONE SANCISCE:
La gratuità della cure agli indigenti
La gratuità delle cure agli affamati
La gratuità delle cure esclusivamente per i poveri ed i benestanti

37) NELL’AMBITO DI UN PROCEDIMENTO DISCIPLINARE, IN CASO DI TRASFERIMENTO DEL DIPENDENTE, A QUALUNQUE
TITOLO, IN UN'ALTRA AMMINISTRAZIONE PUBBLICA, LA SANZIONE:

È trasformata in una ammenda
E'applicata presso quest'ultima
Non si può più applicare

38) PER SODDISFARE LE SPECIFICHE ESIGENZE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, CONNESSE ALLA FORMAZIONE
DEGLI SPECIALIZZANDI E ALL'ACCESSO AI RUOLI DIRIGENZIALI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE:

Le università e le regioni stipulano specifici protocolli di intesa per disciplinare le modalità della reciproca collaborazione
Le regioni stabiliscono, con cadenza annuale, il numero di corsi universitari da attivare
Le regioni definiscono annualmente il numero di docenti da impiegare nei corsi di medicina

39) IL DIRIGENTE DELLE PROFESSIONI SANITARIE:
Non può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per dieci giorni
Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio
con privazione della retribuzione per undici giorni
Può esercitare il potere disciplinare quando la sanzione da applicare è almeno pari alla sospensione dal servizio
con privazione della retribuzione per trenta giorni

40) QUALI SONO TUTTE LE FASI DEL PROCESSO ASSISTENZIALE?
La fase informativa, organizzativa, esecutiva, valutativa
La fase informativa, organizzativa ed esecutiva
La fase informativa e organizzativa

41) QUAL'È LA STRUTTURA DEPUTATA ALL'ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA DEL PAZIENTE?
Il Dipartimento di Prevenzione
Il Servizio delle Professioni Sanitarie
Il Controllo di gestione

42) TUTTI I MODELLI DI "CARTA DEI SERVIZI SANITARI" DEVONO CONTENERE I PRINCIPI FONDAMENTALI STABILITI DALLA
DIRETTIVA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 27 GENNAIO 1994. QUALI SONO DETTI PRINCIPI?
Eguaglianza; imparzialità; continuità; diritto di scelta; partecipazione; efficienza e efficacia
Eguaglianza; continuità; diritto di scelta; partecipazione; efficienza e efficacia
Eguaglianza; imparzialità; continuità; partecipazione; efficienza e efficacia

43) LA FONTE NORMATIVA CHE ISTITUISCE L’OPERATORE SOCIO-SANITARIO È:
Atto del 22 febbraio 2001 della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e Province autonome,
D.L. 12 novembre 2001, n. 402, convertito con modificazioni in L. 8 gennaio 2002, n. 1
D.M. 10 febbraio 1984
L. 42/1999 sulle professioni sanitarie

44) CHE COSA SI INTENDE PER DEONTOLOGIA PROFESSIONALE?
La scienza che studia la bioetica
L’insieme delle regole e doveri  comportamentali, il cosidetto “codice etico” riferito ad  una determinata categoria  professionale
L’insieme delle norme morali legate ad una particolare professione

45) LA LEGGE REGIONALE N. 10/2006 E SMI STABILISCE CHE NELLE AZIENDE SANITARIE DELLA SARDEGNA SONO
ISTITUITI:
Unità di valutazione delle emergenze (UVE) in ogni presidio ospedaliero dotato di pronto soccorso
Uffici di accoglienza e coordinamento (UAC) in ogni presidio ospedaliero e in ogni distretto
Punti di accesso unitario dei servizi sanitari (PASS) in ogni presidio ospedaliero e in ogni distretto

46) IL DIRETTORE DI DIPARTIMENTO:
È il direttore più anziano delle unità operative ricomprese nel dipartimento
Viene eletto dai componenti del collegio di direzione
È nominato dal direttore generale

47) SI DEFINISCONO PRESTAZIONI SOCIOSANITARIE:
Tutte le attività atte a soddisfare, mediante percorsi assistenziali integrati, bisogni di salute della persona che richiedono unitariamente prestazioni sanitarie e azioni di protezione sociale in grado di garantire, anche nel lungo periodo, la continuità tra le azioni di cura e quelle di riabilitazione
Tutte le attività atte a soddisfare, mediante percorsi assistenziali integrati, bisogni di salute della persona che richiedono unitariamente prestazioni sanitarie e azioni di protezione sociale in grado di garantire, solamente nel breve periodo, la continuità tra le azioni di cura e quelle di riabilitazione
Tutte le attività atte a soddisfare, mediante percorsi assistenziali integrati, i bisogni di salute della persona

48)  LA LEGGE 833 DEL 1978:
Istituisce il servizio sanitario Nazionale
Modifica il servizio sanitario nazionale
Istituisce gli enti ospedalieri

49) AL DIRETTORE GENERALE SONO RISERVATI:
Tutti i poteri di gestione, nonché la rappresentanza dell'azienda sanitaria locale
Tutti i poteri di organizzazione delle strutture semplici
L’adozione e la revoca di tutti i provvedimenti disciplinari

50) IL DIRETTORE GENERALE DELL’AZIENDA OSPEDALIERA È:
Responsabile della gestione complessiva dell’azienda
Organo della ASL
Componente di diritto del collegio sindacale dell’azienda ospedaliera

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu