Crea sito

Esecuzione tricotomia - L'abc dell'operatore socio sanitario

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Esecuzione tricotomia

Procedure OSS > Area igienico sanitaria e alberghiera > Alcuni protocolli operativi

ESECUZIONE DELLA TRICOTOMIA

OBIETTIVI
- Depilazione della cute tramite rasoi monouso, clipper (rasoio elettrico)
INDICAZIONI
- Su indicazione infermieristica per migliorare la visione del campo operatorio

STRUMENTI
- Rasoio: valido come strumento, ma causa microlesioni cutanee in cui colonizzano
microrganismi patogeni nell’intervallo di tempo tricotomia-intervento chirurgico
- Rasoio elettrico o clipper: riducono il rischio di lesioni cutanee ma possono non consentire
un’adeguata rasatura della zona
- Tempi di esecuzione: in caso di intervento programmato si esegue il più vicino possibile al
momento dell’intervento. In caso di intervento d’urgenza, va eseguita immediatamente
prima di scendere in sala operaoria o sala di radiologia diagnostica.

MATERIALE
- Guanti monouso
- Clipper elettrico o rasoio monouso per tricotomia
- Forbice
- Schiuma da barba o sapone liquido
- Reniforme
- Telino o asciugamano pulito
- Garze sterili ed antisettico (clorexidina)

TECNICA
- Spiegare alla persona la procedura e le motivazioni, fargli assumere una posizione comoda
- Effettuare il lavaggio delle mani ed indossare i guanti
- Esporre la zona da radere ed ispezionare lo stato cutaneo, accertandosi che la cute sia
integra, proteggendo l’intimità della persona con teli e coperture
- La zona da radere varia in base al tipo d’intervento, deve essere indicata dall’infermiere
- Inumidire ed insaponare l’area da radere
- Eseguire la tricotomia con movimenti rapidi e decisi con passaggi sovrapposti
- Detergere e sciacquare bene la zona
- Asciugare la zona tamponando
- Disinfettare la zona con garze ed antisettico
- Pulire il materiale usato, eliminando il rasoio monouso o lama del rasoio elettrico
nell’apposito contenitore per aghi e taglienti

TRASMISSIONI
- Presenza d’alterazioni cutanee tipo lesioni, eritemi, o arrossamenti

- Difficoltà o impossibilità all’esecuzione della procedura (es. persona non collaborante o con
gravi lesioni cutanee)
- Stato di cura ed igiene della persona

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu